0
I PROTISTIdi Anna De Leo e Maria Teresa       Savorani   2As
DefinizioneIl termine “Protisti” deriva dal greco “protistos”    (primo fra tutti) e fu coniato da Haeckel nel 1866    per...
ClassificazioneI protisti sono un gruppo eterogeneo di organismi,   che comprendono quelli eucarioti che non sono   consid...
PhylumIn base alle loro caratteristiche, alle loro  differenze e alle loro somiglianze i protisti  sono divisi in quattro ...
1. Funghi mucillaginosiI funghi mucillaginosi sono un gruppo di strani   organismi che vengono classificati tra i protisti...
2. Muffe d’acquaAlcune muffe d’acqua vivono su materiale  organico morto mentre altre forme sono  parassite. La maggior pa...
3. ProtozoiI protozoi sono molto diffusi nel suolo e nelle acque spesso   come parassiti di animali e piante infatti solo ...
Gli SporozoiGli sporozoi sono il subphylum più importante dei protozoi,   sono tutti parassiti e sono caratterizzati dall’...
4. Le algheCol nome di alghe sintendono molti organismi unicellulari che sono stati anche classificati come protozoi, poic...
Dove possiamo trovarli?Se si vogliono osservare e studiare i protisti in  laboratorio essi si possono trovare nelle patine...
La strutturaLa struttura dei protisti ricorda la  struttura della cellula procariote  con alcuni elementi della cellula  e...
ConclusioniNascosto ai nostri occhi c’è un piccolo mondo, quello dei protisti, che adesso conoscete bene perciò ora che sa...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Protisti power point

2,190

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,190
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
32
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Protisti power point"

  1. 1. I PROTISTIdi Anna De Leo e Maria Teresa Savorani 2As
  2. 2. DefinizioneIl termine “Protisti” deriva dal greco “protistos” (primo fra tutti) e fu coniato da Haeckel nel 1866 per indicare il regno costituito dagli organismi inferiori a struttura primaria e rimasti alla struttura di cellula o colonia di cellule.Sebbene inizialmente questo regno comprendeva anche i batteri, sono stati poi inseriti solo gli eucarioti unicellulari.
  3. 3. ClassificazioneI protisti sono un gruppo eterogeneo di organismi, che comprendono quelli eucarioti che non sono considerati né animali né piante o funghi. In alcuni casi, essi formano colonie di individui, ma rimangono comunque abbastanza indipendenti gli uni dagli altri. I protisti sono stati divisi tradizionalmente in vari gruppi basati sulla somiglianza con animali o funghi: quindi protozoi e alghe. Questi raggruppamenti possono facilmente sovrapporsi e infatti del regno dei protisti fanno parte tutti gli organismi non classificabili negli altri regni.
  4. 4. PhylumIn base alle loro caratteristiche, alle loro differenze e alle loro somiglianze i protisti sono divisi in quattro phylum, cioè sottoinsiemi del regno stesso: i protozoi, i funghi mucillaginosi, le muffe d’acqua e le alghe. I protozoi a loro volta sono suddivisi in subphylum cioè sottoinsiemi di un phylum, in questo caso i mastigofori, i sarcodini, i ciliati, gli opalinidi e gli sporozoi.
  5. 5. 1. Funghi mucillaginosiI funghi mucillaginosi sono un gruppo di strani organismi che vengono classificati tra i protisti a causa della loro somiglianza con le amebe. Essi vivono generalmente sul legno nutrendosi di batteri, lieviti o particelle organiche e si riproducono per mezzo di spore, cellule capaci di dare origine a un nuovo individuo senza fondersi con unaltra cellula. Le spore dei funghi mucillaginosi vengono prodotte per meiosi.
  6. 6. 2. Muffe d’acquaAlcune muffe d’acqua vivono su materiale organico morto mentre altre forme sono parassite. La maggior parte delle muffe d’acqua ( come la plasmopara viticola e la phytophthora infestans) è dannosa e crea gravi danni alle vigne e alle coltivazioni di patate. Le muffe d’acqua si riproducono producendo delle sporangi dalle quali viene liberata una nuova generazione di spore asessuate.
  7. 7. 3. ProtozoiI protozoi sono molto diffusi nel suolo e nelle acque spesso come parassiti di animali e piante infatti solo un piccolo numero provoca malattie nelluomo. Come per i batteri anche per alcuni protozoi è possibile la produzione di spore. I protozoi possono riprodursi in vari modi: riproduzione asessuata per scissione, riproduzione sessuata. Va detto che i protozoi sono anche in grado di rigenerare parti del loro corpo cellulare danneggiate o distrutte. Essi vengono distinti in subphylum, i più importanti sono i Saprofiti e Parassiti. I Saprofiti sono in grado di vivere e moltiplicarsi utilizzando come sostanze nutritive materiali inanimati. I Parassiti possono vivere solo su organismi viventi, nutrendosi di cellule, tessuti o materiali organici di cui sono costituiti gli organismi che li ospitano.
  8. 8. Gli SporozoiGli sporozoi sono il subphylum più importante dei protozoi, sono tutti parassiti e sono caratterizzati dall’assenza di ciglia o flagelli. Gli sporozoi conosciuti più comunemente come appartenenti al genere “Plasmodium” provocano la malaria che oggi è tra le principali cause di morte e invalidità negli esseri umani infatti ogni anno il “Plasmodium” infetta da 300 a 500 milioni di persone, la maggior parte delle quali vive nelle regioni tropicali. Si cerca di tenere questa malattia sottocontrollo attraverso zanzariere apposite che uccidono le zanzare portatori del parassita che causa la malattia.
  9. 9. 4. Le algheCol nome di alghe sintendono molti organismi unicellulari che sono stati anche classificati come protozoi, poiché molti ritengono che abbiano acquisito i cloroplasti attraverso un endosimbiosi secondaria. Altri sono organismi non mobili, e alcuni pluricellulari, includendo questi tipi di alghe: Alghe verdi, simili alle piante terrestri, alghe rosse e alghe brune e diatomee. Le alghe verdi e rosse, con un piccolo gruppo chiamato glaucofite appaiono strettamente imparentate con le piante terrestri e sono quindi classificate nella maggior parte dei casi nel regno delle piante anzichè nei Protisti nonostante la loro struttura assai semplice
  10. 10. Dove possiamo trovarli?Se si vogliono osservare e studiare i protisti in laboratorio essi si possono trovare nelle patine verdi sui sassi immersi nelle acque stagnanti come pozze, fontane, raccolte di acqua piovana o canalette.Un gran numero di protisti che popolano gli ambienti acquatici conducono una vita libera e aerobia, cioè in presenza di ossigeno, mentre altri sono anaerobi cioè possono vivere anche senza la presenza di ossigeno poichè vivono nel fango dei fondali lacustri.
  11. 11. La strutturaLa struttura dei protisti ricorda la struttura della cellula procariote con alcuni elementi della cellula eucariote vegetale. Infatti come la cellula procariote è dotata di flagello mentre come l’eucariote vegetale presenta al suo interno i cloroplasti, il vacuolo e il nucleo, diviso dal citoplasma. Inoltre sono presenti degli organuli che contengono amido di riserva detti leucoplasti. Una funzione importante è svolta dalla macchia oculare, una concentrazione di pigmenti fotosensibili che consente ai protisti di spostarsi verso la luce.
  12. 12. ConclusioniNascosto ai nostri occhi c’è un piccolo mondo, quello dei protisti, che adesso conoscete bene perciò ora che sapete dove cercare potrete trovarli e scoprire moltissime altre cose su questo appassionante regno!!!Grazie dell’attenzione!! Anna e Meri
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×