• La biologia è una scienza di
origine antichissima che traccia lo
studio del mondo vivente dall’età
antica fino ad oggi; ...
Rinascimento
• In Europa il rinnovarsi dell’interesse nell’empirismo e la scoperta di alcuni
nuovi organismi rivoluzionò i...
La scoperta delle cellule e la teoria
cellulare
• XVIII secolo :
Robert Hooke (1635- 1702)
usando un telescopio di sua
inv...
Ipotesi evolutive
• Teoria del Creazionismo:
tutte le forme viventi sono state create da Dio, non vi è stato più alcun
cam...
Lyell (1797-1875): formula il principio dell’attualismo
 Il presente è la chiave per leggere e capire il passato
• 1798: ...
L’Evoluzionismo moderno
Mendel formula tre leggi:
1. Dominanza dei caratteri:
“Incrociando tra loro individui che
differis...
Darwin (1809-1882):
- 1859 pubblica “Dell’origine della specie per selezione naturale”
- Riprende il pensiero di Malthus m...
• 1828: Wöhler dimostra attraverso
alcuni esperimenti che le sostanze
organiche (urea) possono essere
prodotte da sostanze...
• 1838: Matthias J. Schleiden
(1804-1881) giunge alla
conclusione che tutti i
tessuti vegetali sono
costituiti da insiemi
...
Secondo l’attuale formulazione, la teoria
cellulare stabilisce semplicemente che:
1. tutti gli esseri viventi sono costitu...
• 1860: Remak & Virchow
affermano che tutte le cellule
sono generate dalla divisione di
altre cellule.
• 1874-1884: Flemmi...
Nicole angarano   storia della biologia
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Nicole angarano storia della biologia

447 views
349 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
447
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Nicole angarano storia della biologia

  1. 1. • La biologia è una scienza di origine antichissima che traccia lo studio del mondo vivente dall’età antica fino ad oggi; l’uomo si è sempre dedicato al suo studio in modo via via sempre più approfondito. • Le scienze biologiche sono emerse dalla tradizione delle medicine antiche (egizia, cinese) del lavoro di Aristotele, di Galeno, di Avicenna e di studiosi di età medievale. • Talete fu il primo ad intuire che molti fenomeni non avevano origine divina e Aristotele ordinò più di 500 specie di animali in catene nelle quali incluse anche l'uomo, classificato come "animale politico".
  2. 2. Rinascimento • In Europa il rinnovarsi dell’interesse nell’empirismo e la scoperta di alcuni nuovi organismi rivoluzionò il modo di pensare alla biologia. • Furono particolarmente importanti: -Galileo Galilei (1564 - 1642)che introdusse il metodo scientifico, basato su osservazione, descrizione e riproduzione in laboratorio dei fenomeni naturali. -Andrea Vesalio (1514-1564) anatomista e medico fiammingo, considerato il fondatore dell’anatomia. -William Harvey (1578 – 1657) che diede le prime descrizioni accurate del sistema circolatorio umano laboratorio dei fenomeni naturali.
  3. 3. La scoperta delle cellule e la teoria cellulare • XVIII secolo : Robert Hooke (1635- 1702) usando un telescopio di sua invenzione nota che i tessuti vegetali sono composti da piccole cavità separate da pareti, le celle. Solo 150 anni dopo il termine «cellula» ha assunto il suo attuale significato di «unità di base della materia vivente».
  4. 4. Ipotesi evolutive • Teoria del Creazionismo: tutte le forme viventi sono state create da Dio, non vi è stato più alcun cambiamento. - Linneo: inventa la tassonomia (classificazione gerarchica) e istituisce il binomio linneano. • Catastrofismo: le specie sono fisse e create da Dio, ma ci sono state catastrofi (Diluvio Universale) che hanno causato l’estinzione di alcune di queste. Questa nuova ipotesi nasce grazie alla Geologia, una scienza nata a causa del ritrovamento di molti fossili. • Degenerazione Progressiva: gli organismi sono creati da Dio e quindi sono perfetti, la loro degenerazione è causata dall’allontanamento da Dio. Il principale esponente è il francese Buffon, naturalista creazionista ma non fissista.
  5. 5. Lyell (1797-1875): formula il principio dell’attualismo  Il presente è la chiave per leggere e capire il passato • 1798: Malthus introduce il concetto che non tutti gli organismi si riproducono. Trasmissione dei caratteri acquisiti: teoria sull’uso e il non uso. Si è scoperta essere sbagliata, perché si può cambiare solamente il fenotipo e non il genotipo  non si può trasmettere il cambiamento alla generazione successiva. - Lamark: primo naturalista che crede nell’evoluzionismo (es. giraffe) confutato grazie all’esperimento con i topi (code tagliate e non)
  6. 6. L’Evoluzionismo moderno Mendel formula tre leggi: 1. Dominanza dei caratteri: “Incrociando tra loro individui che differiscono per un solo carattere, alla prima generazione si ottengono ibridi tutti uguali che manifestano il carattere dominante”. 2. Legge della segregazione: “Ogni individuo ha coppie di fattori per ogni unità ereditaria e i membri di una coppia segregano (si separano) nella formazione dei gameti”. 3. Legge dell’assortimento indipendente: “In un incrocio, prendendo in considerazione due coppie di caratteri alla volta, si ottiene una prima generazione costituita interamente da eterozigoti. Incrociando tra loro questi individui si ottiene una seconda generazione costituita da individui che presentano nuove combinazioni di caratteri in proporzioni definite (9:3:3:1)”
  7. 7. Darwin (1809-1882): - 1859 pubblica “Dell’origine della specie per selezione naturale” - Riprende il pensiero di Malthus ma sostiene che sopravvive il più adatto  selezione naturale. - Adattamento passivo: sono le mutazioni (alleli) e gli errori genetici (nuovi caratteri) che portano alla selezione(es. il lepidottero Biston Betularia)  Dalla sua teoria deriva che l’uomo non è stato creato direttamente da Dio, in particolare l’essere umano ha un antenato comune con le scimmie  Nasce il NeoDarwinismo o Neoevoluzionismo, il quale sviluppa la teoria di Darwin grazie agli studi sulle cellule e sul DNA.
  8. 8. • 1828: Wöhler dimostra attraverso alcuni esperimenti che le sostanze organiche (urea) possono essere prodotte da sostanze inorganiche, a dispetto della teoria del vitalismo. • 1833: scoperta diastasi (enzima) ne segue una definizione sempre più completa di enzima: “ Sostanza proteica che agisce come catalizzatore nelle reazioni biochimiche”. • Pasteur (1822-1895): confuta definitivamente la teoria della generazione spontanea (esperimento dei due contenitori, uno aperto uno chiuso).
  9. 9. • 1838: Matthias J. Schleiden (1804-1881) giunge alla conclusione che tutti i tessuti vegetali sono costituiti da insiemi organizzati di cellule. • 1839: Theodor Schawann (1810- 1882) estende le osservazioni di Schleiden ai tessuti animali. • 1850: La teoria del miasma(l'aria porta le malattie) viene rigettata definitivamente a favore della teoria dei germi. particolare interesse nello studio dei microrganismi. L‘ unità base degli organismi viventi sono le cellule; queste hanno tutte le caratteristiche della vita. • 1858: Rudolf Virchow afferma che le cellule possono essere originate solo da altre cellule preesistenti.
  10. 10. Secondo l’attuale formulazione, la teoria cellulare stabilisce semplicemente che: 1. tutti gli esseri viventi sono costituiti da una o più cellule; 2. le reazioni chimiche di un organismo vivente, compresi i meccanismi di liberazione dell’energia e le reazioni di biosintesi, hanno luogo dentro le cellule; 3. le cellule si originano da altre cellule; 4. le cellule contengono le informazioni ereditarie degli organismi di cui fanno parte, e queste informazioni passano dalla cellula madre alla cellula figlia.
  11. 11. • 1860: Remak & Virchow affermano che tutte le cellule sono generate dalla divisione di altre cellule. • 1874-1884: Flemming descrive gli stati della mitosi suddividendo il processo in fasi osservate al microscopio. • 1902: viene scoperto l'ormone secretina da un gruppo di studiosi; in particolare Claude Bernarad pone le basi dell'endocrinologia. Tutto questo è possibile grazie all'utilizzo del metodo scientifico sperimentale.

×