Your SlideShare is downloading. ×
0
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Progetto Energia di C. Neri
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Progetto Energia di C. Neri

1,074

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,074
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Progetto per capire chi siamo Energia di Claudia Neri 3 C Mercurio
  • 2. Energia
    • Che cos’è l’energia ?
    • È la capacità di un corpo di compiere un lavoro.
    • È misurabile solo in base al suo effetto.
    • Lavoro  è un effetto dell’energia
    • L (lavoro) = S (spostamento) * f (forza).
    • L’energia produce :
    • Lavoro
    • Calore
    • Il calore può andare solo dal caldo al freddo e non dal freddo al caldo
    • Una macchina che non disperde calore non esiste.
    Scienze
  • 3.
    • L’energia può essere prodotta da:
    • Petrolio, metano (idrocarburi)
    • Legna, carbone (fossile)
    • Acqua (idroelettrica)
    • La maggior parte dell’energia è fossile.
    Scienze
  • 4. Atomo
    • Che cos’è l’atomo?
    • L’atomo è la più piccola parte della materia.
    • I nuclei sono molto piccoli.
    • L’atomo ha un nucleo formato da protoni (positivi) e neutroni (neutri) e intorno elettroni (negativi).
    • Gli elettroni ruotano intorno al nucleo senza un orbita precisa.
    Scienze
  • 5.
    • Caratteristiche atomo :
    • Numero atomico (n° protoni che è uguale al n° elettroni)
    • Numero di massa (somma protoni e neutroni)
    • Isotopi : non cambia il numero atomico ma cambia il numero di massa.
    Isotopi dell’idrogeno Scienze
  • 6. Reazioni nucleari: fissione e fusione
    • Fusione: produce energia dall’idrogeno, il vantaggio è che produce maggiore energia rispetto all’uranio.
    • Fissione (divisione): è una reazione nucleare e si scopre alla fine del 1939 in Germania ed è una reazione provocata artificialmente. È una scissione di un atomo.
    • Atomi per le fissione: uranio, plotonio, torio.
    • Uranio impoverito : è quello che non serve per la fissione perché ha poca radioattività
    • Uranio arricchito : è quello che viene usato per la fissione ed è il più radioattivo ( 235 U 238 U)
    Scienze
  • 7. Come spaccare il nucleo dell’uranio
    • Occorre una particella: il neutrone . L’atomo si dell’uranio, una volta che è stato colpito dal neutrone, si spezza e forma nuovi atomi e neutroni i quali andranno a colpire gli altri atomi che si spezzeranno a loro volta e così via. Si crea in questo modo una reazione a catena .
    La fissione avviene su isotopi di elementi pesanti e radioattivi: il più comune è l’uranio. Il neutrone spaccando l’atomo forma energia e questo è dovuto a una perdita di massa. Scienze
  • 8. Che cos’è la radiazione?
    • La radiazione è la forma con cui si trasmette l’energia
    • Tipi di radiazione :
    • Luminosa (luce)
    • Calorica (calore soprattutto infrarosso)
    • Onde radio (bassa energia)
    • Sole (ultravioletto è ad alta energia e ha effetti sui viventi in quanto uccide i batteri)
    • Raggi X e  (sono i più dannosi e vengono schermati dal piombo e cemento)
    • Raggi ß (beta, si fermano con un foglio di alluminio) e particelle di  (alfa, si fermano con un foglio di carta, sono a bassa energia ma molto dannose)
    Scienze
  • 9.
    • Effetto ionizzante : è l’effetto che produce uno ione (che è un atomo carico).
    • Radiazioni ionizzanti : queste producono radicali liberi che sono ioni semplici.
    • Radiazioni ionizzanti :
    •   nuclei di elio - sono le più pesanti e lenti.
    • ß  elettroni (è) - sono le più leggere, comuni e facilmente fermabili, (esempio: trizio, fosforo 35, bario).
    • Y  sono le più pericolose e uccidono tutti i virus e batteri.
    • X  scoperti nel 1898 vengono utilizzate per scopi medici.
    • Con X e Y bisogna proteggersi con delle barriere come il piombo.
    Scienze
  • 10. Unità di misura
    • T/2 è il tempo dimezzamento della radioattività.
    • Energia assorbita : porzione di materia / massa
    • 1J / kg  Gray (Gy)
    • La dose assorbita dipende da:
    • Tempo
    • Distanza
    • Sistemi di protezione
    • Dose equivalente [si misura in Sievert (Sv)] tiene conto:
    • Tipo di radiazioni
    • Tipo di tessuto
    • Dose efficace : effetto legato a ogni tessuto e si misura in Sv.
    Scienze
  • 11. Effetti radiazioni
    • Effetto deterministico : sono effetti che si possono misurare e si determinano le cause e le conseguenze e hanno un effetto chiaro e sono visibili.
    • Effetto stocastico : riguardano la probabilità che si abbia un effetto. Non sono chiare, sono causali e sono più pericolose e non ci accorgiamo. Non sono misurabili.
    Scienze
  • 12. Energie alternative e fonti di energia rinnovabile
    • BIOMASSE : occorre avere grandi spazi di terreno dove coltivare delle sostanze vegetali per produrre biodisel e etanolo.
    • IDROELETTRICO : usato molto in Italia sfrutta la caduta cioè la forza dell’acqua.
    • GEOTERMICO : è lo sfruttamento del vapore naturale (esempio:Larderello)
    • EOLICO : è lo sfruttamento dei venti a terra e in quota. I venti vanno da una zona di alta pressione a una di bassa pressione ed è proprio dalla differenza di pressione che si crea l’energia eolica.
    • EOLICO MARINO o OCEANICO: sfrutta le correnti e le maree che sono costanti.
    Scienze
  • 13.
    • SOLARE : è prodotta dal sole, viene sfruttata in due maniere:
      • PANELLI SOLARI TERMICI cioè pannelli che assorbono il calore e lo trasmettono ai tubi dell’acqua
      • PANNELLO FOTOVOLTAICO: è fatto di silicio assorbendo il calore produce energia elettrica.
    Scienze
  • 14. Stato liberale e democratico
    • Nello stato liberale la partecipazione alle decisioni pubbliche attraverso il voto è limitata dalle proprietà, dal reddito, dall’istruzione, dal sesso degli elettori. Solo chi paga, chi è in grado do informarsi può decidere attraverso il voto.
    • Nello stato democratico la partecipazione alle decisioni pubbliche attraverso il voto avviene col suffragio universale: votano tutti a partire dalla maggiore età.
    Diritto
  • 15. Democrazia diretta e indiretta
    • Nella democrazia diretta votano tutti direttamente ed un esempio di questa è il referendum.
    • Nella democrazia indiretta o rappresentativa i cittadini eleggono altri cittadini che al loro posto approvano le norme giuridiche vincolanti per tutti.
    • Il primo referendum c’è stato nel 1974 e d’allora circa 60 volte i cittadini sono stati chiamati a votare per un referendum.
    • Si è iniziato ad utilizzare il referendum solo dal 1974 (anche se era gia previsto nella costituzione del 1948) perché i padri costituzionali lo guardavano con timore perché temevano che avesse effetti destabilizzanti.
    Diritto
  • 16. Referendum abrogativo
    • I cittadini sono chiamati a decidere se abrogare (cancellare) o no una legge o una sua parte.
    • I cittadini decidono con un “Si” se vogliono che la legge sia eliminata o un “No” se vogliono che la legge sia mantenuta.
    • Il primo referendum del 1974 fu sul divorzio e nel 1987 sul nucleare.
    Diritto
  • 17. Come si svolge
    • RICHIESTA
    • Occorrono 500mila firme
    • CONTROLLO Cassazione (sulla legittimità)
    • Vengono controllate le firme per verificarne la loro correttezza e regolarità.
    • ESAME Corte Costituzionale (sull’ammissibilità)
    • Controlla se l’argomento sul quale si vuole svolgere il referendum è tra quelli ammissibili.
    • IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
    • Lo deve accettare.
    • VOTO
    • Votano tutti i maggiorenni.
    Diritto
  • 18. Chernobyl
    • Novembre 1986: a Chernobyl la mattina scoppia una centrale nucleare e una nube di fumo si sposta verso la Norvegia e la Svezia. Quando la notizia arriva in Italia, cioè a sera,la stessa era già giunta in tutti gli altri stati.
    • Storia del nucleare in Italia:
    • 1980 prima centrale nucleare
    • 1986 catastrofe Chernobyl e subito dopo inizia la raccolta di firme per la chiusura delle centrali in Italia.
    Diritto
  • 19. FUTURO: Democrazia in cammino
    • Tecnologia e globalizzazione hanno permesso alle popolazioni di accedere a informazioni e progetti che prima erano noti solo a ristretti gruppi di persone.
    Diritto
  • 20. NOT in my backyard
    • Per “not in my backyard” (non nel mio cortile) si indica un atteggiamento che si riscontra nelle proteste contro opere d’interesse pubblico che hanno, o si teme possano avere effetti negativi sui territori in cui verranno costruite, come ad esempio grandi vie di comunicazione, sviluppi insediativi o industriali, discariche, inceneritori, depositi di scorie radioattive o pericolose e simili. L’atteggiamento consiste nel riconoscere come necessari o comunque possibili gli oggetti del contendere ma contemporaneamente, nel non volerli nel proprio territorio a causa del eventuali controindicazioni sull’ambiente locale.
    Diritto
  • 21. Verso la creazione della bomba atomica…
    • Nel 1939, due fisici in Germania fanno un esperimento di scissione dell’atomo (fissione) e scoprono che questo fenomeno produce energia.
    • Nel frattempo la Germania invade la Polonia e dopo circa una settimana arriva a Varsavia.
    • Due fisici americani vanno da Einstein e gli chiedono di scrivere una lettera a Roosevelt perché sanno che dei fisici tedeschi cercano di costruire una bomba atomica.
    • A questo punto Einstein manda la lettera a Roosevelt e quest’ultimo crede a ciò che gli viene riferito e mette su il progetto Manhattan .
    Storia
  • 22.
    • In un area deserta del New Messico iniziano a radunarsi dei fisici tra cui Fermi (fisico italiano).
    • L’Europa era in piena guerra e nel 1941 i giapponesi (alleati dei tedeschi) attaccano Pearl Harbour, una base navale americana. In seguito a questo evento anche l’America entra in guerra contro il Giappone e quindi contro la Germania.
    • Pearl Harbour viene colpita di notte, ma le navi più importanti della flotta non erano presenti quindi non vennero distrutte.
    Storia
  • 23.
    • Nel 1942 Fermi costruisce una macchina: “PILA ATOMICA” cioè la fissione dell’uranio in modo continuativo.
    • Gli scienziati che lavoravano alla bomba atomica non conoscevano le conseguenze.
    • La Germania nel frattempo è riuscita a produrre missili V1 e V2 che erano molto potenti, ma sul nucleare erano in ritardo.
    • Nel 1945 gli USA hanno creato tre bombe, di cui due all’uranio e una al protonio.
    • Il primo esperimento avviene nel deserto del New Messico: gli scienziati si pongono a 20 km di distanza e un gruppo di marines a 10 km (questi sono morti poco dopo), la terra trema e viene illuminata a giorno.
    Storia
  • 24.
    • Tra i russi e gli americani c’è un clima di tensione e così gli americani decidono di far esplodere le altre due bombe.
    • La prima bomba viene lanciata su Hiroshima il 6 agosto 1945 e l’ultima su Nagasaki: in entrambi i casi la distruzione e la morte conseguenti alle esplosioni furono totali e si sono ripercosse nel tempo sulle popolazioni.
    • Nel 1949 anche i russi costruiscono la loro prima bomba atomica.
    Storia
  • 25. Primi reattori nucleari
    • Si iniziano a costruire i primi reattori di potenza per produrre energia elettrica.
    • I primi reattori sono semplici e pericolosi, il reattore produce uranio impoverito che rimane radioattivo per molti anni.
    • Ci sono stati diversi incidenti che possono essere dipesi da errori umani o da problemi tecnici.
    • Nel 1986 c’è stato il caso di Chernobyl che è dovuto ad un errore umano. Alcuni tecnici volevano aumentare la potenza del reattore ma perdono il controllo di ciò e quindi il nocciolo supera la temperatura dovuta.
    • A questo punto vengono chiamati i vigili del fuoco (che muoiono quasi subito dopo)per riempire di zinco sotto il nocciolo in modo da impedire che quest’ultimo sfondasse.
    Storia
  • 26.
    • La nube radioattiva si è espansa in quasi tutta Europa.
    • Da quel momento non sono state più costruite centrali nucleari a parte una in fase di costruzioni in Finlandia.
    • In Italia con il referendum del 1987 tutte le centrali sono state dismesse.
    • Il problema delle centrali è che producono scorie radioattive.
    • Si stanno cercando di creare centrali a fusione anziché a fissione in quanto producono scorie radioattive con tempo di dimezzamento minore e grande quantità di energia.
    Storia
  • 27. Statistiche su Chernobyl
    • Statistica : si occupa dei modi (descritti attraverso formule matematiche) in cui una realtà fenomenica può essere sintetizzata e quindi compresa. La statistica si occupa di fenomeni collettivi. Con questa parola si indicano anche semplicemente i risultati numerici di un processo di sintesi dei dati osservati.
    • Statistica descrittiva : ha come scopo quello di sintetizzare i fatti attraverso strumenti grafici e indici che descrivono gli aspetti salienti dei dati osservati.
    • Statistica inferenziale : ha come obiettivo quello di fare affermazioni con una possibilità di errore controllata riguardo la natura teorica del fenomeno che si osserva. È strettamente legata alla teoria della probabilità.
    Statistica
  • 28.
    • Non ci sono dati certi riguardante la salute dopo l’esplosione del reattore di Chernobyl.
    • Secondo la statistica sono aumentati i casi di mortalità dovuta a tumori, sono aumentati i bambini e adolescenti con il cancro alla tiroide ed anche la leucemia è aumentata.
    • È stato riscontrato, inoltre, un incremento di malformazioni congenite ed effetti ereditari sulle popolazioni delle zone colpite e di quelle della Bielorussia.
    Statistica

×