Il molise1

2,374 views
2,129 views

Published on

Presentazione del Molise realizzato dagli alunni di classe quinta

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,374
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,091
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il molise1

  1. 1. IL MOLISE
  2. 2. Localizzazione Il Molise è una regione prevalentemente montuosa. Confina con : lAbruzzo , il Lazio , la Campania e la Puglia Il Molise e’ bagnato dal Mar adriatico. La regione e’ attraversata dai fiumi Biferno, Trigno chesegna il confine con l’Abruzzo e Fortore che lo separa dalla Puglia. Il capoluogo di regione e’ Campobasso.
  3. 3. I MONTII gruppi montuosi sono condivisi con le regioni confinantiI monti della META : Le MAINARDE : I monti del MATESE :confine con Abruzzo e confine con il Lazio confine con laLazio. CampaniaIl monte META (2242 m) è la In questa area si trovano le La cima più alta è il montecima pìù alta del Molise. vette più elevate del Molise, Miletto (2050 m) con il Lago del il Monte Mare, di 2.124 Matese metri, e la Metuccia,di 2.105 metri,
  4. 4. I FIuMI I fiumi hanno carattere torrentizio e non superano i 90 km .I fiumi più lunghi sono il Biferno (83 km) e il Trigno (87 km) Il fiume Biferno nasce dai monti del Matese e sfocia nel mare Adriatico dopo aver percorso lintera provincia di Campobasso per circa 83 km. Il corso dacqua è alimentato da numerose sorgenti che rendono significativa, in alcuni tratti, la sua portata, che non risulta omogenea per tutto il corso.Il fiume Trigno sorge alla base del Monte Capraro, nei pressidi Vastogirardi, in provincia di Isernia e sfocia nel mareAdriatico: per un tratto di 35 km scorre interamente interritorio molisano; nel secondo tratto di percorso, di circa 45km, segna il confine con l’Abruzzo, fino a 7 Km dalla focepresso San Salvo, quando rientra in territorio molisano.
  5. 5. I LaghI Il Molise non è ricco di laghi, infatti ne ha due ed entrambi artificiali: il lago di Occhito al confine con la Puglia, bacino artificiale creato dallinterruzione del fiume Fortore, ed il lago di Gardialfiera realizzato con una diga sul fiume BifernoLago di Occhito Lago di Guardialfiera
  6. 6. Le cOsTeIl Molise viene bagnato dal Mar Adriatico. La costa è lunga circa 40 chilometri : è bassa e pianeggiante. E’ interrotta solo dal promontorio di Termoli dove è stato costruito il porto: da questo partono le imbarcazioni verso le isole Tremiti che distano solo 25 miglia marine; le isole pugliesi sono un vero e proprio paradiso naturale.Sul litorale molisano si susseguono spiagge bianche . E’ possibile ammirare i trabucchipiattaforme di legno sulle cui punte sono attaccate delle reti: un antico sistema di pesca chepermetteva di non uscire in mare. Trabucco visto dalle mura del Borgo di Termoli
  7. 7. FLORa e FauNa Nel Molise la flora e la fauna sono molto ricche FLORa FauNaLa fascia costiera è caratterizzata da E possibile trovare le quaglie lapinete e da arbusti starna, la pernice e, ad altitudiniLungo la collina interna ci sono zone elevate: laquila, lo sparviero ed ildi boschi di querce e di roverelle, e falco.zone con olivo e mandorlo. Sono presenti: la lepre, la volpe , ilLa zona montana è caratterizzata da cinghiale ,il lupo, il tasso, la donnola,- ginestre e piante aromatiche la lontra e la faina.(rosmarino, salvia, origano e timo), Nei fiumi ci sono le trote e le- ampie distese di cerro anguille.- faggi, fassini, abeti e pini e anche Tra i rettili ci sono il saettone, iltigli, aceri, ornielli, agrifogli cervone, la biscia e la vipera,- nei pianori : il trofolgio, lortica, e i  cardi che alimentano i pascoliNei boschi ci sono numerosi varietà difunghi e, soprattutto, di tartufobianco e nero. 
  8. 8. ECONOMIATURISMO: è l’ambiente più intatto, l’assenzadell’inquinamento attira molto i turisti, ma gli alberghi nonsono ancora adeguati agli standard richiesti. INDUSTRIE E ARTIGIANATO: Nel Molise ci sonoindustrie alimentari, oleifici, caseifici, pastifici ezuccherifici. Le industrie sono raggruppate a Termoli,Bojano, Campobasso e Venafro. L’area industriale piùestesa, si trova a Termoli. Nella regione si produce ferrobattuto, campane e coltelli.AGRICOLTURA E ALLEVAMENTO: Si coltivanobarbabietole da zucchero, tabacco, girasoli, uva, olive efrumento. Si produce anche molta pasta. Nel Molise siallevano caprini, pollame e animali da cortile. Siproducono anche formaggi.
  9. 9. ANTROPOLOGIA Esistono 3 tipi antropici di molisani: il tipo croato, il tipo albanese ed il tipo sannita, Il tipo "croato" è possibile trovarlo in tre paesi :Acquaviva Collecroce,Montemitro,San Felice del Molise Il tipo “albanese" è possibile trovarlo nei comuni: Campomarino, Ururi , Portocannone e Montefalcone Per il resto, i Molisani sono quasi tutti discendenti dellantico POPOLO SANNITA
  10. 10. Tempo Popolo Fenomeni300 d.C. Romani Crearono diverse colonie535-553d.C. Longobardi Divisero il territorio in diverse contee.1531 Spagnoli Periodo di isolamento e di grave crisi economica e sociale e ci furono numerose bande di briganti1806 Napoleone Molise divenne per la prima volta una provincia autonoma1860 Il Molise fu annesso al Regno d’Italia1963 Il Molise divenne regione a se stante
  11. 11. Nel territorio molisano ci sono alcuneminoranze etniche e linguistiche. Si trovanosoprattutto in Provincia di Campobasso e leprincipali sono quelle croate, nei comuni diMontemitro, Acquaviva Collecroce e SanFelice del Molise. Ci sono anche quellealbanesi, soprattutto nei comuni diCampomarino,Ururi, Portocannone eMontefalcone.
  12. 12. Al 31 Dicembre 2010 gli stranieri residenti in Molise sono 8.929.Le comunità più grandi sono quelle di… ROMANIA (3.112) MAROCCO (112) ALBANIA (766)
  13. 13. Regione MoliseIl Molise è una regione istituita nel 1963 in seguito al distaccodellAbruzzo. Dopo la valle dAosta è la regione meno estesa emeno popolosa. La regione è prevalentemente montuosa conuna stretta fascia pianeggiante lungo i 34 Km di costa. Il nomedella regione viene probabilmente dai normanni originari di Mulhouse. Le principali province della regione sono : Campobasso, capoluogo di regione e Isernia
  14. 14. Campobasso è una città formata da :• una parte antica (Borgo antico) posta sul pendio di un colle dominato dalCastello Monforte; qui ci sono vicoli e scalinate lunghe e tortuose, ai lati dellequali sorgono case ed edifici in pietra, spesso con cortiletti interni.• da una parte più moderna ed elegante(Borgo nuovo) che si sviluppa sul piano aipiedi del borgo antico; la città nuova presenta molti spazi verdi , piazze, nonchéfontane e fontanelle dalle quali sgorgano tuttora acque fresche e pure.
  15. 15. Parte vecchia di Termoli dove si scorge ilvecchio castello da cui si può ammiraredall’alto il Mar Adriatico!!!
  16. 16. Isernia è provincia della Regione Molise dal 1970.La città si adagia sul crinale dun colle, situato tra due fiumi, nel mezzo di unaconca circondata da monti. Rispetto al suo territorio, occupa una posizione dicomoda centralità; la maggiore distanza fra la città e i centri della provincia nonsupera i 70 Km.E poi supportata da un sistema ferroviario e viario che le consente, unitamente alsuo clima continentale, di sfruttare al massimo la sua posizione rendendola cittàideale per farne unimpareggiabile residenza sia estiva che invernale.
  17. 17. La zona fu abitata sin dall’antichità, anche se la comunità attuale trova le sueorigini più dirette nel periodo medievale. Il toponimo antico era “Trebintum”; nonsi conosce l’etimologia ma si sa la sua evoluzione: Trigentum, Trebenhum,Terebento, Terventum. Abbandonata in seguito alle guerre sannitiche, furipopolata più tardi da una colonia militare della tribù Voltinia, come si evincedalle iscrizioni lapidee rinvenute nella zona; in epoca augustea fu “municipiumdumvirale” e qui fu esiliata la figlia di Augusto. Fece parte del ducato diBenevento nel basso medioevo; notizie sicure risalgono all’età angioina durante laquale fu feudo dei Pipino, per passare poi ai d’Evoli, ai Trinci, ai Caldora, aid’Afflitto. Lo stemma è uno scudo, sormontato dalla corona comitale, nel qualecampeggia la lettera T tra due stelle.
  18. 18. I Cardi con salsiccia sono un secondo piatto molisano che può essere servito anche come piatto unico. Cardi, salsiccia, aglio e grana grattugiato sono gli ingredienti principali che vengono mantecati per unadecina di minuti tutti assieme in padella prima di servire
  19. 19. Ingredienti:• Cardi 800g• Succo di limone 2 cucchiai• Olio extravergine di oliva 3 cucchiai• Farina 1 cucchiaio• Salsiccia fresca 80g• Aglio 1 spicchio• Grana grattugiato 2 cucchiai• Sale e pepe q.b.
  20. 20. Preparazione1. Mondate i cardi, tagliateli in sbieco a pezzi della lunghezza di 4 centimetri, lavateli, scolateli e metteteli in una ciotola con acqua acidulata con un cucchiaio di succo di limone affinché non anneriscano.3. In una pentola stemperate la farina con poca acqua fredda, aggiungetevi il succo di limone rimasto, un litro e mezzo dacqua, i cardi scolati, un cucchiaio dolio e un pizzico di sale. Portate lentamente a ebollizione, eliminando la schiuma che si forma in superficie; continuate la cottura per 40 minuti circa, quindi scolate i cardi.5. Private la salsiccia della pelle e sbriciolatela. Mettetela in un tegame e farla rosolare. Scolatela ed eliminate il grasso formatosi.7. In un tegame fate scaldare lolio rimasto con laglio sbucciato e fatelo appassire. Unitevi la salsiccia e i cardi, un pizzico di sale, pepe e continuate la cottura a fuoco moderato per 10 minuti circa, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. A cottura ultimata, cospargete con il formaggio grattugiato e servite in tavola.
  21. 21. Mostaccioli
  22. 22. Ingredienti: 700 gr di farina 00 3 uova 1/2 bicchiere di miele 20 gr di ammoniaca 200 gr di mandorle tostate 1 busta di cacao amaro 1/2 bicchiere di mosto cotto 1/2 bicchiere di caffè 1/2 bicchiere di olio di semi 3 gr di cannella 175 gr di zucchero scorza di un limone(solo il giallo) scorza si unarancia (solo larancione) e inoltre.... 1Kg di cioccolato fondente per la copertura confettura di mele cotogne per la farcitura
  23. 23. Preparazione• Per prima cosa si tostano le mandorle e poi si polverizzano nel mixer con le bucce dagrumi e la cannella. Si trasferisce tutto in una ciotola e si impasta aggiungendo gli altri ingredienti. Limpasto deve risultare compatto ma non troppo duro. Fatto limpasto si formano dei salsicciotti che si stendono con le dita ad unaltezza di uno o due cm. Si ritagliano dei rombi(forma tipica) di circa 4 cm di lato e si infornano a 200° per 5 minuti a di 1/2 cm. Devono essere gonfi e morbidi e sottolineo morbidi!!! Per prima cosa si tostano le mandorle e poi si polverizzano nel mixer con le bucce dagrumi e la cannella. Si trasferisce tutto in una ciotola e si impasta aggiungendo gli altri ingredienti. Limpasto deve risultare compatto ma non troppo duro. Fatto limpasto si formano dei salsicciotti che si stendono con le dita ad unaltezza di uno o due cm. Si ritagliano dei rombi(forma tipica) di circa 4 cm di lato e si infornano a 200° per 5 minuti di 1/2 cm. Devono essere gonfi e morbidi e sottolineo morbidi!!!
  24. 24. Rustico Ingredienti RIPIENO • 400 g di farina • 2 uova • 100 g di burro • 1 limone • sale • olio per friggere PER LA PASTA: • 300 g di ricotta • 2 tuorli • 100 g di prosciutto crudo, in una sola fetta • 100 g di provolone • 2 cucchiai di prezzemolo tritato • sale - pepe
  25. 25. Preparazione Preparate il ripieno: lavorate la ricotta in una ciotola con una forchetta e aggiungete i tuorli, il prosciutto e il provolone, entrambi a dadini, il prezzemolo, regolate di sale e pepe e mescolate il tutto per amalgamare bene gli ingredienti. Preparate la pasta: disponete la farina a fontana sulla spianatoia, mettete al centro le uova, aggiungete il burro a temperatura ambiente, il succo filtrato del limone, una presa di sale e lavorate il composto fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Se risultasse troppo duro, aggiungete poca acqua. Stendete la pasta in una sfoglia molto sottile, su una metà distribuite dei mucchietti di ripieno, ricoprite con la sfoglia rimasta, pressatela bene intorno al ripieno per sigillarla e ritagliatela con la rotella dentata ricavando tanti dischetti. Scaldate l’olio in una piccola casseruola con i bordi alti e friggete i calcioni finché saranno ben dorati. Scolateli con il mestolo forato, disponeteli su carta assorbente da cucina per togliere l’olio in eccesso e serviteli ancora caldi.
  26. 26. Folclore , tradizioni e sagre Una delle sagre molisane è quella del pesce 24 e 25 agosto a Termoli
  27. 27. Il piazzale del porto è la sede della Sagra delpesce che è una grande abbuffata di calamari,scampi e triglie cucinati in moderne friggitrici,che oggi sostituiscono le sartagne (enormipadelle usate un tempo, ora diventate ilsimbolo della festa).Oltre alle fritture anche altre ricette termolesi,per gustare il pesce in tutte le sue varietà edimensioni.
  28. 28. Termoli è la città più caratteristica del Molise.C’è il centro storico con i vicoli, in estate èaffollata di turisti e venditori di ogni merce.C’è il castello che domina il mare: se capitatea ferragosto godetevi la simulazionedell’incendio alla rocca, realizzata con unospettacolo pirotecnico.C’è il porto con i traghetti che portano alleIsole Tremiti
  29. 29. La sagra della pezzataLa "pezzata" è la festa durante la quale rivive la tradizone pastorale; essanon è altro che la sagra dellagnello cotto alla brace e anche quella dellapecora che viene bollita con erbe aromatiche.La festa viene organizzata ogni anno nella prima domenica di Agostopresso la piana di Prato Gentile e rappresenta una delle manifestazionipiù importanti che animano lestate molisana e che coinvolge migliaia dipersone.
  30. 30. Molisani celebriPersonaggio Di dov’ è? Che cosa fa?Robert De Niro Origini Attore molisane:FerrazzanoSergio Castellitto Origini Attore molisane:CampobassoAntonio Cardarelli Civitanova del Sannio Medico chirurgoAntonio Cornacchione Montefalcone nel Sannio AttoreBenito Jacovitti Termoli FumettistaFrancescoo Jovine Gurdialfiera ScrittoreRivelino Origini Calciatore molisane:MacchiagodenaAntonello Venditti Origini Cantante molisane:CampolietoCelestino V Nato nel Molise Papa e santoToquinho Toro Cantante
  31. 31. Personaggio Di dov’ è? Che cosa fa?Antonio di Pietro Montenero di Bisaccia Magistrato e politicoTony Dallara Campobasso CantanteArnaldo de Lisio Castelbottaccio PittoreMassimo di Risio Isernia Fondatore del marchio DR MOTOR COMPANYEnrico d’ Oviddio Campobasso MatematicoCipriano Facchinetti ============ Politico giornalisticoArturo Giovanetti Ripabottoni PoetaM, Pappalardi Campobasso PoliticoGiulio Pittarelli Campochiaro MatematicoAchille Pace Termoli PittoreAchille Pace Termoli PittoreFred Bongusto Campobasso Cantante
  32. 32. Anfiteatro di PietrabbondanteArco di Traiano
  33. 33. Il Biferno nella zonacollinare dopo Matese. Il piccolo lago di Castel San Vincenzo nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio, Molise.Vegetazione mediterranea sull’adriatiche di Termoli.
  34. 34. Panorama diCampobasso Spiaggia di Termoli
  35. 35. La chiesa di Petacciato Fonderie Marinelli Agnone Una vista di Lupara
  36. 36. QUESTO E’ IL NOSTRO PAESE http://www.youtube.com/watch?v=srmmv3FetGk

×