VI Congresso Nazionale SIe-L "E-learning, creatività e innovazione", 16/17/18 settembre 2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

VI Congresso Nazionale SIe-L "E-learning, creatività e innovazione", 16/17/18 settembre 2009

on

  • 1,880 views

Boniolo B., Spadaro C., “L’integrazione di ambienti web, e-learning, 3D e social network in una esperienza di didattica universitaria avanzata”.

Boniolo B., Spadaro C., “L’integrazione di ambienti web, e-learning, 3D e social network in una esperienza di didattica universitaria avanzata”.

Statistics

Views

Total Views
1,880
Views on SlideShare
1,879
Embed Views
1

Actions

Likes
1
Downloads
14
Comments
0

1 Embed 1

http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

VI Congresso Nazionale SIe-L "E-learning, creatività e innovazione", 16/17/18 settembre 2009 VI Congresso Nazionale SIe-L "E-learning, creatività e innovazione", 16/17/18 settembre 2009 Presentation Transcript

  • L’integrazione di ambienti web, e-learning, 3D e social network in una esperienza universitaria di didattica avanzata Bruno Boniolo, Cristina Spadaro Progetto proposto e coordinato dal CISI in Centro Interstrutture di Servizi Informatici e telematici per le collaborazione con il NIT facoltà umanistiche dell’Università degli Studi di Torino (Centro Interdip. per gli studi avanzati in Neuroscienze) e la Scuola di dottorato in Neuroscienze dell’Università degli Studi di Torino Finanziato dalla Compagnia di San Paolo di Torino marzo 2008 - marzo 2010
  • Il e l’e-learning Il CISI da 20 anni promuove lo sviluppo dell’informatica e della telematica in ambito umanistico, sia per la didattica sia per la ricerca. Nell’ambito delle tecnologie didattiche e dell’e-learning sin dal 1990: sperimenta tecnologie e metodologie didattiche innovative, sia nelle Facoltà Umanistiche sia a livello d’Ateneo; promuove progetti e azioni di sistema d’Ateneo; organizza convegni, seminari e iniziative per contribuire a diffondere l’e-learning nell’Ateneo; promuove attività formative rivolte a docenti e a tutor; fornisce servizi di e-learning ai propri Enti afferenti per la creazione di ambienti didattici e per lo sviluppo di corsi e di attività on line; collabora con altri Enti universitari, enti pubblici e privati. VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Il e l’e-learning: alcuni progetti dal 2007 collaborazione al progetto “Viaggi mediterranei” che prevede corsi on line e scambi culturali nell’ambito dell’accordo di cooperazione e scambio tra Università di Torino e Università di Gerusalemme; dal 2007 collaborazione alla realizzazione di attività in e-learning del Master universitario internazionale of Laws in “International Organizations, International Criminal Law and Crime Prevention” dell’ONU, gestito dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino e l’UNICRI; 2007-’09 partner del Progetto di Rilevante Interesse Nazionale “CoOPERARE” (Content Organization, Propagation, Evaluation and Reuse through Active Repositories) coordinato dal Politecnico di Torino; 2008-’10 coordinamento e realizzazione del “Progetto e-learning: Fondamenti delle Neuroscienze” proposto dal CISI in collaborazione con NIT e Scuola di dottorato in Neuroscienze e finanziato dalla Compagnia di San Paolo. VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Il Progetto E-learning: fondamenti delle Neuroscienze Finalità Realizzare un ambiente di apprendimento integrato di didattica avanzata che consenta la sperimentazione di corsi e attività didattiche on line della Scuola di dottorato in Neuroscienze dell’Università di Torino VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Il Progetto E-learning: fondamenti delle Neuroscienze: Obiettivi (1) Creazione di un background comune fra studenti di differente formazione Sperimentazione dei nuovi concetti che derivano dalle neuroscienze per creare nuove forme di e-learning proprio nel settore delle neuroscienze Creazione di un repository di materiali e risorse didattiche sulle neuroscienze Promozione, attraverso il NENS (Network of European Neuroscience Schools) della collaborazione tra le scuole di dottorato europee e internazionali VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Il Progetto E-learning: fondamenti delle Neuroscienze: Obiettivi (2) Favorire la visibilità internazionale: 1. del dottorato, dei docenti e degli studenti per promuovere: la mobilità internazionale di dottorandi, ricercatori e docenti; la collaborazione tra le scuole di dottorato; la creazione di partnership per acquisire risorse 2. della ricerca sulle neuroscienze per ottenere significative ricadute sul piano della ricerca e il trasferimento di acquisizioni scientifiche nella didattica Creare uno spazio di aggregazione virtuale tra gli studenti e i docenti della Scuola che favorisca la collaborazione e la condivisione di esperienze, di risorse e di conoscenze comuni e complementari fra tutti gli interessati anche a livello internazionale VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Peculiarità dei destinatari e del contesto Gli studenti sono laureati in psicologia, biologia, fisica, matematica, ingegneria, medicina e hanno quindi differenti linguaggi, approcci metodologici, strumenti di ricerca, modelli e visioni del mondo Centrale quindi creare: 1. conoscenze condivise 2. senso di appartenenza e identità 3. occasioni e strumenti di conoscenza reciproca, comunicazione, interazione, scambio, cooperazione 4. strumenti per la valorizzazione di studenti, docenti e della scuola VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Nell’immaginario e nella pratica, per docenti e studenti, il fulcro del dottorato è la ricerca, per lo più individuale e svolta in luoghi e contesti diversi Fondamentale quindi: 1. dare valore e significato didattico alle attività di ricerca e a quelle ad essa connesse 2. ricondurre in ambito didattico le attività di comunicazione scientifica accademica: seminari, conferenze, relazioni scientifiche Lo spazio di azione è prettamente europeo e internazionale VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Scelta di fondo Creare un ambiente integrato plurifunzionale che: 1. integri percorsi didattici formali e informali 2. faciliti la comunicazione, la collaborazione, la reciproca conoscenza, il confronto 3. favorisca la condivisione di risorse ed esperienze e la valorizzazione di studenti, docenti e della scuola Dalla peculiarità del contesto e dagli obiettivi nasce la scelta di integrare, con un ambiente web e una piattaforma di e-learning, l’edificazione in un ambiente 3D di un Palazzo delle Neuroscienze e di una Piazza delle Neuroscienze destinata all’incontro e allo svolgimento di eventi culturali VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Il Progetto E-learning: fondamenti delle Neuroscienze Attività principali: Progettazione, realizzazione e sperimentazione: 1) dell’ambiente di apprendimento di didattica avanzata 2) di corsi on line e di attività di didattica avanzata in neuroscienze funzionali a percorsi formativi blended (corsi comuni a tutti gli indirizzi, corsi specifici di indirizzo, workshop degli studenti del dottorato, seminari di docenti invitati esterni, ecc.) 3) di attività e risorse on line finalizzate alla promozione dei partecipanti al dottorato, delle attività didattiche e della ricerca (ad esempio curriculum vitae e video presentazioni dell’attività di ricerca degli studenti, repository di risorse e di attività didattiche, atti multimediali di iniziative scientifiche realizzate dalla Scuola) Impiego e sperimentazione: 1) di strumenti di comunicazione, cooperazione e condivisione propri del Web 2.0 2) di nuove forme di e-learning che ricorrono a metafore di accesso tridimensionali proprie dei mondi virtuali e all’impiego di oggetti 3D Valutazione e pubblicizzazione dei risultati del progetto VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Il Progetto E-learning: fondamenti delle Neuroscienze Presupposti metodologici e progettuali Alcuni elementi cardine: approccio progettuale ergonomico User Centered Design elevato livello di autonomia dei docenti e dei loro collaboratori nella progettazione didattica, nella produzione, gestione ed erogazione delle risorse didattiche e nel monitoraggio delle attività on line degli studenti adozione e implementazione di più modelli e metodologie di e-learning per rispondere a differenti esigenze metodologiche dei docenti integrazione delle metodologie progettuali e di sviluppo dell’e-learning formal e informal adozione di un modello organizzativo che definisca le figure coinvolte e i relativi ruoli VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Il progetto: GANTT Durata: marzo 2008 – marzo 2010 Articolazione delle attività (fasi): 1. definizione generale del progetto, costituzione del gruppo di lavoro, progettazione esecutiva e coordinamento delle attività di lavoro 2. progettazione e realizzazione: del prototipo dell’ambiente integrato (web, e- learning, ambiente 3D e loro integrazione); dei primi corsi pilota on line; della formazione dei docenti; di alcune attività destinate a valorizzare studenti e docenti e la scuola; di alcune attività pilota che si svolgono nell’area 3D 3. erogazione e sperimentazione dei primi corsi e attività on line; realizzazione dei restanti corsi pilota e delle attività che si svolgono negli ambienti 3D; realizzazione nell’area web delle attività didattico-scientifiche dei docenti, degli studenti e realizzate dalla Scuola 4. valutazione del progetto, elaborazione di report e promozione del progetto Fase 1 Fase 2 Fase 3 Fase 4 Ma08 Ap Mag Gi Lu Ag Se Ot No Di Ge09 Fe Ma Ap Mag Gi Lu Ag Se Ot No Di Ge10 Fe Ma VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento integrato Caratteristiche principali: è progettato come un sistema unico e integrato, pur essendo realizzato ricorrendo a sistemi tecnologici e metodologici differenti (sito web, piattaforma e-learning, ambiente 3D, social network) mette a disposizione: risorse didattiche, attività e servizi accessibili mediante autenticazione dell’identità personale (SCU d’Ateneo) solo da studenti docenti e collaboratori della Scuola risorse pubbliche consultabili liberamente da un punto di vista tecnologico: area web: Campusnet area e-learning: Moodle (e Sloodle) area ambiente 3D: SecondLife area social network: Flickr, Slideshare, YouTube, Facebook VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Informazioni e Informazioni e Area Web risorse ad accesso libero risorse ad accesso riservato Corsi ad Area Corsi ad accesso libero accesso riservato E-learning Eventi ad Eventi ad accesso accesso Ambiente 3D libero riservato Social ad accesso libero ad accesso riservato network VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento integrato: schema funzionale Area Area Web E-learning Ambiente Social 3D Network VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento: area web Il sito web è finalizzato a: fornire informazioni e servizi didattici e amministrativi agli studenti della Scuola promuovere, a livello nazionale e internazionale, le attività didattiche e di ricerca dalla Scuola, favorire la crescita di collaborazioni con enti di ricerca e università e attrarre studenti e docenti stranieri nell’ambito di iniziative di mobilità internazionale. http://dott-neuroscienze.campusnet.unito.it/cgi-bin/home.pl VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento. Area e-learning: NEMO La piattaforma Moodle della Scuola - NEMO (NEuroscience MOodle) - è progettata per essere percepita dallo studente: come un ambiente personale nel quale fruire in auto-apprendimento (con o senza tutor) di corsi e materiali multimediali per la didattica e la ricerca: 1. tutorial, slide e dispense 2. esercitazioni e test di autovalutazione 3. video di lezioni o seminari 4. laboratori virtuali 5. link a siti di interesse come un ambiente sociale in cui comunicare, collaborare e condividere conoscenze ed esperienze, ad esempio, per: 1. cercare, selezionare, ricombinare e condividere informazioni e conoscenze 2. condividere “diari di bordo” sulla propria esperienza di ricerca, bibliografie e sitografie, relazioni scientifiche, risorse utili alla ricerca 3. realizzare wiki con studenti e docenti del gruppo di ricerca 4. discutere su casi e progetti di ricerca mediante forum, ecc. VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento: area e-learning E’ organizzata in diverse aree: Corsi Seminari e conferenze Ricerca Comunità di pratica Area docenti Area studenti I corsi on line, per favorire la continuità nel tempo, il tracciamento, la catalogazione e il riuso dei materiali, si prevede vengano per lo più realizzati secondo lo standard SCORM http://nexos.cisi.unito.it/moodlesites/neuroscience VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento: 3D (Campus Second Life) Il progetto prevede la realizzazione e la sperimentazione di un ambiente tridimensionale per attività didattiche e di comunicazione della Scuola che metta a disposizione informazioni e risorse con metafore di consultazione tridimensionali. Il Campus Second Life della Scuola, inserito nel contesto delle isole Second Life dell’Università di Torino e collegato a Moodle tramite Sloodle, è progettato per coinvolgere gli studenti per: svolgere attività didattiche e di laboratorio in real time guardare e commentare registrazioni video di lezioni e seminari vedere e partecipare a conferenze e workshop in diretta esplorare oggetti 3D e risorse pubblicate in Moodle o disponibili sul Web interagire in modo sincrono con altri studenti e con docenti http://slurl.com/secondlife/ResearchLab/218/78/24 VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Sloodle (Second Life Object-Oriented Distribuited Learning Environment) è una piattaforma open source che integra la piattaforma Moodle con il mondo 3D di Second Life. Permette di spostarsi dall’area e-learning e quella 3D di Second Life. Consente l’utilizzo di strumenti presenti nell’area e-learning come la chat, quiz, blog anche stando nell’area Second Life VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento: 3D (Campus SecondLife) http://slurl.com/secondlife/ResearchLab/218/78/24 VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • L’ambiente di apprendimento: social network Per favorire l’apprendimento informale e promuovere processi di costruzione e condivisione delle conoscenze, è prevista la sperimentazione: di strumenti dinamici di condivisione di risorse e di costruzione partecipata di materiali didattici interni alla piattaforma Moodle (ad esempio, wiki e blog) di spazi sociali della Scuola nei principali strumenti social network quali, ad esempio, Flickr, YouTube, Facebook, e Slideshare. http://www.flickr.com/photos/neuroscienze http://www.slideshare.net/neuroscienze http://www.youtube.com/user/Neuroscienzetorino http://www.facebook.com/pages/Scuola-di-Dottorato-in-Neuroscienze/57527388384 VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)
  • Grazie per l’attenzione! CISI – Università degli Studi di Torino Via S. Ottavio 20 – 10124 Torino http://nexos.cisi.unito.it/joomla/neuroscienze/ elncisi@unito.it VI Congresso Nazionale SIe-L Salerno, 16-18 settembre 2009 Bruno Boniolo, Cristina Spadaro (CISI, Università di Torino)