• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Il cittadino 5 aprile 2012Scuola Suoerire: gli studenti "fuggono" a Lodi
 

Il cittadino 5 aprile 2012Scuola Suoerire: gli studenti "fuggono" a Lodi

on

  • 356 views

MOLTI SI SPOSTANO PER IL LICEO DELLE SCIENZE UMANE, L’ARTISTICO E L’INDIRIZZO ALBERGHIERO. CAPUTO: «VOGLIAMO RISOLVERE IL PROBLEMA»...

MOLTI SI SPOSTANO PER IL LICEO DELLE SCIENZE UMANE, L’ARTISTICO E L’INDIRIZZO ALBERGHIERO. CAPUTO: «VOGLIAMO RISOLVERE IL PROBLEMA»
Scuola, gli studenti “fuggono” a Lodi
Emigra quasi il 60 per cento, uno su 5 sceglie la città del Barbarossa

Statistics

Views

Total Views
356
Views on SlideShare
356
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NoDerivs LicenseCC Attribution-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Il cittadino 5 aprile 2012Scuola Suoerire: gli studenti "fuggono" a Lodi Il cittadino 5 aprile 2012Scuola Suoerire: gli studenti "fuggono" a Lodi Document Transcript

    • GIOVEDÌ 5 APRILE 2012 19il Cittadino SudmilanoMOLTI SI SPOSTANO PER IL LICEO DELLE SCIENZE UMANE, L’ARTISTICO E L’INDIRIZZO ALBERGHIERO. CAPUTO: «VOGLIAMO RISOLVERE IL PROBLEMA»Scuola, gli studenti “fuggono” a LodiEmigra quasi il 60 per cento, uno su 5 sceglie la città del Barbarossan Sempre più giovani del Sudmilanoemigrano a Lodi per trovare unascuola superiore. Anche se l’indiriz­zo prescelto è presente nel territorio.Nell’anno scolastico 2010­2011, gli San Donato, un alunno su duealunni del quinquennio che hannotraslocato a Lodi sono stati il 16,3 percento della popolazione scolastica preferisce i banchi di Milano(6.470), cioè 1.057, 2,6 punti percen­ n A Lodi per frequentare il liceo del­ Donato. In massa a Lodi gli studentituali in più rispetto all’anno scolasti­ le scienze umane che a Melegnano di Dresano, ma in questo caso per ra­co 2007­2008. A dirlo è l’ultima ricer­ non c’è. Quarantatrè studenti dei 46 gioni probabilmente geografiche.ca sugli “andamenti di scolarità nel­ di Melegnano che frequentano il li­ Nel corso degli anni, i pendolari ver­l’ambito Sud Est”, elaborata dal Ci­ ceo delle scienze umane studiano a so Lodi sono passati dal 42,1 per cen­sem. A diminuire, anche se di poco, Lodi e 3 a Milano. A dirlo la ricerca to al 54,5, mentre gli studenti direttinel corso degli anni, invece, sono gli sui flussi elaborata dal Cisem, per a Melegnano sono calati, passandoalunni che per studiare hanno scelto gli anni che vanno dal 2007 al 2011. I dal 28,9 al 26,7 per cento. Curioso, se­Milano (passati dal 32 al 32,6 per cen­ giovani di Melegnano viaggiano ver­ condo i ricercatori, è il caso di Medi­to), Melegnano (dal 13,4 all’11,9, cioè so Lodi anche per indirizzi assenti glia. Gli studenti di questo comune,769 alunni) e San Donato (dal 27,4 al nella loro città: dei 21 del liceo classi­ infatti, scelgono Milano anche per25,9). In lieve crescita, invece, le pre­ co, 10 si rivolgono a Lodi e 6 a San gli indirizzi presenti a San Donato eferenze per San Giuliano (dal 2,3 al Donato; dei 30 del linguistico, invece, San Giuliano. Su 452 studenti, 211 si2,5 per cento). 19 frequentano a Lodi e 8 a San Giu­ sono rivolti a Milano, 128 a San Do­Se si guardano i soli alunni delle pri­ liano. Per quanto riguarda i 200 nato, 24 a Melegnano e Lodi e solo 9 ame, per San Donato si registra negli alunni dello scientifico, offerta pre­ San Giuliano. Dei 109 studenti cheultimi quattro anni un decremento sente a Melegnano, 27 si rivolgono a frequentano il liceo scientifico, solodi 4 punti percentuali e un decre­ Casale, 23 a Lodi e 17 a Sant’Angelo. 49 vanno a San Donato, gli altri a Mi­mento, di 2,5 punti, si registra anche Se gli studenti di Pantigliate e Pe­ lano. Per quanto riguarda i 58 stu­per Lodi. In totale gli studenti delle schiera si rivolgono soprattutto a denti che frequentano l’indirizzoprime del Sudmilano, nell’ultimo an­ Milano e in minor numero a San Do­ amministrazione, finanza e marke­no, sono 1.567 e ben il 59 per cento di nato, quelli di Paullo scelgono per la ting, solo 18 dei 58 studiano a San Do­loro non frequenta istituzioni scola­ maggior parte Lodi (il 33,6 per cento) nato, 13 a Melegnano e i restanti 20 astiche locali (nel 2007­2008 la percen­ Quest’ultimo è uno dei comuni più Milano. Anche per il liceo linguisti­tuale era del 56,8). Nel 24,2 per cento gettonati dagli studenti del Sudmila­ co e classico, gli alunni preferisconodei casi, il motivo è legato all’impos­ no. Lo è per i 133 alunni di Carpiano, Milano. Nel primo caso, sono 18 glisibilità di trovare nell’offerta locale per esempio. Sono 42 quelli che l’an­ alunni che si rivolgono alla metropo­l’indirizzo desiderato (nel 2007­2008 no scorso hanno scelto Lodi, 41 Mele­ li e 9 a San Giuliano, nel secondo, in­erano il 19,6). gnano, 29 Milano, solo 6 San Donato vece, dei 21 studenti, sono 8 gli alun­I ricercatori Alberto Falletti, Cecilia e 2 San Giuliano, 1 è andato a Casale, ni tra i banchi di San Donato. PocoCirulli, Fabio Sturaro e Irina Tsoi, 1 a Codogno e 4 a Sant’Angelo. I 216 più della metà dei residenti di que­analizzando i dati, hanno capito che di Cerro si sono suddivisi soprattut­ st’ultimo comune (il 51,5 per cento)gli studenti del Sudmilano puntano to tra Lodi (80) e Melegnano (89). An­ si rivolgono a San Donato per studia­nella maggior parte dei casi sul liceo che quelli di Colturano sono andati re, gli altri emigrano soprattutto a(50,4 per cento). Il 33,6 per cento sce­ soprattutto a Lodi (28). 16 di loro, in­ Milano.glie il comparto tecnico e il 13,3 quel­ Sono molti gli studenti che emigrano anche se nel Sudmilano è presente il tipo di indirizzo scelto per la loro formazione vece, hanno preferito Milano e San C. V.lo professionale. Andando, in profon­dità, ad analizzare le scelte deglialunni si scopre che molti emigrano MERLINOaltrove anche se nel territorio di re­sidenza è presente il tipo di scuolaprescelto. PAULLO n IL PROBLEMA DEGLI ABBONAMENTI PER GLI ISTITUTI DEL CREMASCO CONTINUA A TENERE BANCO Gara di solidarietàSessanta studenti su 104 per esem­ per regalare sorrisipio, cioè ben il 57,7 per cento, fanno ipendolari per frequentare il liceoclassico e una percentuale analoga,cioè 83 studenti su 145, emigra per illiceo linguistico. Sono 194 su 421(46,1 per cento), invece, quelli che Caro­biglietto, alunni sulle barricate ai bimbi in difficoltà n A Merlino una serata com­ pletamente dedicata alla be­ neficenza. Venerdì 13 aprilevanno altrove per il liceo scientificoe 76 su 205 per l’indirizzo “Ammini­strazione, finanza e marketing”, 32 L’ultimo appello: «Uniamo le forze per abbassare i prezzi» alle 21, presso la sala polifun­ zionale a fianco del Comune, il gruppo “ Amici Per” conse­su 98 per “Informatica e telecomuni­ PAULLO «Uniamo le forze per abbas­ stato un caro biglietto del 23 per gnerà ai medici volontaricazioni” e 33 su 51 per “Servizi com­ sare il prezzo del biglietto». L’ap­ cento. Di fronte ai numerosi rifiuti dell’associazione “Progettomerciali”. pello è firmato dai giovani studen­ a rivedere la politica tariffaria da sorriso nel mondo” i fondiLa maggior parte però, cioè il 70 per ti che a Crema frequentano le scuo­ parte di Adda Trasporti, sono state raccolti. Un modo concretocento (49 su 70) emigra per l’indiriz­ le superiori, ma che qui ci arriva­ indette assemblee d’istituto nelle per sostenere il loro impegnozo “Servizi socio­sanitari” (istituito no in pullman non solo dal Crema­ scuole per far presente la situazio­ a favore dei bambini del terzonel 2010 ­ 2011). Non trovano una ri­ sco, ma anche dal Sudmilano e dal ne ai diretti interessati; in seguito mondo che nascono con gravisposta nel territorio, invece, gli alun­ Lodigiano affrontando molti disa­ a queste assemblee i rappresentan­ malformazioni facciali. Inni che vogliono iscriversi al liceo ar­ gi (tanto che è giacente presso la ti d’istituto hanno deciso di discu­ particolare, “Progetto sorrisotistico, al liceo delle scienze umane e caserma della stazione dei carabi­ tere di questo problema anche di­ nel mondo” opera in Bangla­all’indirizzo alberghiero. Costoro so­ nieri di Paullo un esposto) e spen­ rettamente con le famiglie, i pen­ desh dal 1997, in Africa (Con­no il 22 per cento. Nei giorni scorsi è dendo dal primo marzo molto di dolari, i lavoratori della stessa go e Burundi) dal 2005 e inesplosa la polemica per il mancato più rispetto a prima. azienda tramite un’assemblea. Il Guatemala dal 2008. Le mal­ok al Benini di Melegnano ad avvia­ Da Peschiera, Paullo, Tribiano, Ze­ servizio pubblico locale sia su formazioni del viso sono tra ire l’indirizzo di scienze umane che lo si arriva a pagare fino a quattro gomma che su rotaia è stato messo difetti congeniti più frequentiporta tutti gli studenti del territorio euro in più a settimana per colpa in ginocchio dai numerosi tagli e in tutto il mondo e colpisconoverso il Maffeo Vegio di Lodi, que­ della cancellazione del vecchio ab­ bisogna fare qualcosa. Per riuscir­ in media un bambino su mil­st’anno costretto a respingerli per bonamento di cinque giorni (l’al­ ci, a parere nostro, tutti i pendola­ le. Lo staff ­ composto da chi­mancanza di spazi. ternativa è il settimanale, molto ri, siano essi pensionati, lavorato­ rurghi, infermieri, anestesisti«Vogliamo risolvere il problema ­ più oneroso). Un problema che ha ri, studenti, devono unirsi». e altre figure professionali ­commenta l’assessore di Melegnano scatenato una serie di iniziative da Ma, almeno per i prossimi mesi, rende l’attività completamen­Raffaela Caputo, all’indomani del­ parte dei pendolari e delle famiglie spiragli positivi per un abbassa­ te autonoma su qualsiasil’incontro con le famiglie respinte e degli allievi iscritti a Crema, tra Proteste da parte degli studenti del Sudmilano per il problema del caro­biglietti mento dei costi di viaggio, non ce territorio e in qualsiasi condi­con gli assessori di Cerro e Carpiano cui le varie raccolte di firme indi­ ne sono. Le cose comunque potreb­ zione. I volontari permettonoMilena Rossignani e Paolo Branca ­. rizzate alla Provincia di Cremona dei pendolari cremaschi (http:// Alessandrini a Crema dopo che si è bero presto cambiare, forse già dal di realizzare gli interventiAbbiamo già contattato la Provincia e alla società Adda Trasporti: in www.firmiamo.it/ripristino­abbo­ conclusa con un nulla di fatto la mese di settembre quando verrà chirurgici a costi bassissimi,e fissato un incontro. Se non si arri­ cento hanno aderito tra Paullo e namenti­settimanali­5­giorni/list), riunione tra i rappresentanti affidato il servizio per il trasporto che si aggirano intorno ai 150va al dunque per la stagione scolasti­ Tribiano, altri 500 a Spino, 120 han­ in aggiunta ad oltre 400 presso i va­ d’istituto delle scuole con l’asses­ pubblico. L’appalto di Adda Tra­ euro per operazione. È questaca 2012­2013, troveremo una soluzio­ no apposto la loro adesione sui mo­ ri istituti scolastici. Ma adesso ad sore all’istruzione provinciale cre­ sporti è infatti scaduto e la società la vera forza dell’associazio­ne per l’anno dopo. Gli spazi saranno duli distribuiti durante i viaggi dei alzare la voce sono i diretti interes­ monese Paola Orini e l’assessore ai agisce solo in regime di proroga fi­ ne, oltre all’impegno e all’en­sempre di meno». bus, 200 hanno sottoscritto invece sati, ossia gli studenti, che hanno trasporti Giovanni Leoni. «In un no alla nuova assegnazione. tusiasmo dei partecipanti. «In Cristina Vercellone la petizione on­line aperta dal sito organizzato un’assemblea in sala anno ­ spiegano gli studenti ­ c’è Emiliano Cuti questi anni abbiamo cercato di realizzare un sogno mai finito ­ fa sapere l’associazio­ ne ­. Esso si rinnova ogni In breve volta che riceviamo richieste MERCOLEDÌ 11 APRILE Esodati e articolo 18: UN FILMATO PER PROTESTARE Da Paullo a San Bovio Peschiera, la madre di Andrea De Nando di aiuto che riusciamo a esau­ dire. Per farlo, abbiamo biso­ gno di raccogliere e condivi­ dere energie e sostegno finan­ un’assemblea a Paullo In vista della manifestazione unitaria in sella a una bicicletta Facile, direte voi: prendi la bici al po­ pronta al clamoroso sciopero della fame ziario. Soprattutto, abbiamo bisogno di condividere il no­ stro sogno». Dal 1997 al 2011 sono stati eseguiti oltre 3.800 sindacale a Roma del prossimo 13 sto dell’auto e vai al lavoro. Da Paullo PESCHIERA Il 29 gennaio dello smetteranno di mangiare per un betta Cipollone, comincerà il 25 interventi, la maggior parte è aprile, la Federazione della sinistra­ a San Bovio, una decina di chilometri. scorso anno Andrea De Nando, gior no, in modo da «scuotere aprile a Roma durante un radu­ stata realizzata per corregge­ Prc del Sudest Milano organizza un Ma attraversare la Paullese è un’im­ 15 anni appena, morì investito da uno Stato che non tutela le vitti­ no, in luogo da definire, subito re malformazioni del viso, incontro sull’articolo 18 e sulla que­ presa. Ecco perché l’associazione un automobilista sotto gli occhi me durante il procedimento pe­ dopo l’incontro di centinaia di oltre a interventi per la cura stione degli “esodati”. Forse non tutti “Paullo che pedala” ha deciso di se­ del fratello gemello e di un ami­ nale (come richiesto dalla Deci­ familiari di Vittime della strada di tumori del viso e del collo e sanno chi sono gli esodati: quei lavo­ guire fino alla destinazione una delle co. Un anno più tardi, a febbraio, sone U.E. 2001/220/GAI, del 15 con il Papa. «Noi scioperiamo ­ di chirurgia plastica per la ratori che hanno “concordato” il pro­ iscritte. Filmandola e fotografandola, Elisabetta Cipollone, la mamma marzo 2001) e anche dopo il rea­ conclude Elisabetta Cipollone ­, correzione di esiti di ustione. prio licenziamento prima dell’età del­ per sensibilizzare chi di dovere al della vittima della strada, ha to, e che non rispetta il principio perché vogliamo essere ascoltati In questi anni sono stati visi­ la pensione. In pratica sono stati in­ completamento della pista ciclabile vinto la sua prima battaglia: il di inderogabilità della pena, in­ da Ministri e Deputati che si tro­ tati e curati più di 7.500 pa­ centivati ad uscire dall’azienda con la fino a Paullo. Alla fine ci sono voluti diniego da parte del giudice al dispensabile per il reo, le Vittime vano a discutere sulla riforma zienti, in prevalenza bambini. prospettiva di una copertura da mobi­ quaranta minuti per raggiungere il patteggiamento richiesto dai le­ e la società. Le ripercussioni sul­ della giustizia perché non posso­ Non è la prima volta che lità e disoccupazione fino al percepi­ posto di lavoro. Senza spese per il gali dell’investitore. Divenuta l’intero sistema sociale, sulle no fare i conti senza considerare “Amici Per” si impegna per mento della pensione. Con la riforma, carburante e senza emissioni nocive. paladina delle vittime della stra­ Vittime e sui loro familiari a loro la parte lesa come invece sempre dare una mano ai medici, però, sono stati modificati i requisiti «Ma Gabriella, la ciclista che si è pre­ da, Elisabetta ora ha un’altra volta Vittime di un sistema giu­ avviene. Inizieremo lo sciopero organizzando eventi a livello di pensionamento e la prospettiva de­ stata a questa pedalata, non è una battaglia da vincere: l’introdu­ diziario che permette a chi ucci­ della fame in nome dei nostri fi­ locale e raccogliendo l’adesio­ gli esodati è vivere ­ si parla anche di kamikaze ­ dice il presidente dell’as­ zione nel nostro ordinamento di de di poter continuare la propria gli e di quelli che vogliamo salva­ ne di alcuni sponsor. Tra que­ 6 anni ­ senza stipendio, né pensione. sociazione Ezio Intropido ­. È una per­ una legge sull’omicidio stradale. vita come se nulla fosse, sono de­ re e non ci fermeremo finché non sti si è aggiunto anche “Don­ Una situazione davvero difficile, che sona normale. È proprio per persone E perché la politica non chiuda vastanti», sintetizza la scrittrice saremo ascoltati, ma senza esse­ ne di Merlino e... oltre”, un la Federazione della sinistra intende normali, come Gabriella, che “Paullo gli occhi di fronte a tale richiesta Barbara Benedettelli, che parte­ re presi in giro. La prima emer­ gruppo nato nel 2010 che trattare nell’assemblea, aperta a tut­ che pedala” chiede la realizzazione ha deciso lo sciopero della fame. cipa a questa iniziativa, soste­ genza alla quale far fronte è quel­ metterà a disposizione una ti, che si terrà il prossimo 11 aprile al­ della ciclopedonale Paullo­Mombret­ Con lei un gruppo di familiari, nendola in prima persona. Lo la che riguarda la tutela della vi­ parte del ricavato del mercati­ le 21 presso il Circolo di Paullo. Inter­ to. Il progetto c’è. Le istituzioni fac­ che condividono la stessa triste sciopero collettivo della fame, ta innocente». no di Natale. verranno funzionari sindacali. ciano la loro parte». storia personale, che il 25 aprile nato proprio da un’idea di Elisa­ E. C.