2011 07 25 Catalogo Corsi Qualificanti Portale 231 Rev 00ter

1,107 views
1,031 views

Published on

ON-LINE IL CATALOGO-CALENDARIO DEGLI UNICI PERCORSI FORMATIVI IN ITALIA CERTIFICATI PER LE FIGURE CHIAVE DEL 231, utile a conseguire la qualifica propedeutica alla certificazione delle figure professionali di Auditor 231, Componenti dell\'Organismo di Vigilanza 231, Esperto 231 (per quest\'ultima figura professionale si è trattato del primo modulo).

Published in: Business, Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,107
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
13
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2011 07 25 Catalogo Corsi Qualificanti Portale 231 Rev 00ter

  1. 1. Catalogo-Calendario dei percorsi formativi qualificanti per le figure di Componente OdVAuditor/Lead Auditor 231 Esperto 231 (qualificati ai sensi della Norma ISO 17024) Rev 00 www.portale231.com
  2. 2. PresentazioneLa pressante richiesta da parte delle aziende e delleorganizzazioni in genere di figure professionali idonee a ricoprireil ruolo di Componente dellOdV.Lesigenza di Audit di seconda parte atti a verificare la correttaimplementazione dei Modelli Organizzativi.La necessità di avere figure professionali seriamente preparatesullargomento, non da un punto di vista strettamente tecnico(es. contabilità, sicurezza, aspetti legali), ma da un punto di vistaglobale del Risk Management, idonee, quindi, ad assistente leaziende nella realizzazione dei propri Modelli organizzativi.La carenza sul mercato di queste figure professionali.La sempre maggiore attenzione dei Magistrati verso la verifica delpossesso dei requisiti di competenza delle suddette figureprofessionali.E’ questo che ci ha spinto verso larealizzazione di tre percorsicertificativi che dimostrino alleaziende, ma soprattutto alMagistrato, il possesso, non solodelle competenze tecnichespecialistiche (che dovrebberoessere comunque possedute daun professionista che si rispetti),ma anche delle competenzenecessarie arealizzare/gestire/auditare unSistema di Controllo Interno e diRisk Management, quale unModello di Organizzazione,Gestione e Controllo deve essere.
  3. 3. Le Linee Guida di ConfindustriaProprio le Linee Guida di Confindustria sul Dlgs 231/01, nellaparte riguardante compiti e caratteristiche dell’OdV, dannoindicazioni precise sui requisiti da possedere. Esse citanotestualmente:“Professionalità.Questo connotato si riferisce al bagaglio di strumentie tecniche che l’Organismo deve possedere per potersvolgere efficacemente l’attività assegnata. Si trattadi tecniche specialistiche proprie di chi svolgeattività “ispettiva”, ma anche consulenziale dianalisi dei sistemi di controllo e di tipo giuridico e,più in particolare, penalistico.Quanto all’attività ispettiva e di analisi del sistema di controllo, èevidente il riferimento - a titolo esemplificativo - al campionamentostatistico; alle tecniche di analisi e valutazione dei rischi; allemisure per il loro contenimento (procedure autorizzative;meccanismi di contrapposizione di compiti; ecc.); al flow-chartingdi procedure e processi per l’individuazione dei punti didebolezza; alle tecniche di intervista e di elaborazione diquestionari; ad elementi di psicologia; alle metodologie perl’individuazione di frodi; ecc.Si tratta di tecniche che possono essere utilizzate a posteriori, peraccertare come si sia potuto verificare un reato delle specie inesame e chi lo abbia commesso (approccio ispettivo); oppure in viapreventiva, per adottare - all’atto del disegno del Modello e dellesuccessive modifiche – le misure più idonee a prevenire, conragionevole certezza, la commissione dei reati medesimi (approcciodi tipo consulenziale); o, ancora, correntemente per verificare che icomportamenti quotidiani rispettino effettivamente quellicodificati”.
  4. 4. La soluzione. La Certificazione dellecompetenze (ISO 17024)La necessità di chiarezza in ordine alle competenze deiprofessionisti ha fatto emergere la necessità di una garanziapreventiva da offrire al mercato in merito alla professionalità dicoloro che vi operano, individuando un rilevatore immediato,oggettivo e garantito delle competenze, al fine di tutelare i clienti,e conseguentemente i professionisti preparati, dall’assalto di“improvvisatori” sedicenti professionisti.Tale attestazione di competenze può essererappresentata dalla certificazione di terza partedelle professionalità rilasciata da un Organismo diCertificazione del Personale operante in conformità allanorma ISO/IEC 17024 “Conformity assessment ‐ General requirements for bodies operating certification of Persons”.Ma è opportuno innanzitutto chiarire cosa si intende per certificazione di terza parte delle professionalità.La certificazione di terza parte: “La certificazione delleprofessionalità attesta che una determinata persona,valutata da una terza parte indipendente, secondo regoleprestabilite, possiede i requisiti necessari e sufficienti peroperare con competenza e professionalità in undeterminato settore di attività”.La durata delle certificazioni è limitata e controllata nel tempo e la concessione del rinnovo della certificazione (dopo 3 anni) avviene solo se il professionista:  ha curato l’aggiornamento professionale previsto;  ha continuato a svolgere nel triennio, l’attività professionale per la quale è stato certificato;  ha rispettato il Codice Deontologico sottoscritto al momento della certificazione.
  5. 5. Bisogna chiarire la differenza fra la certificazione così comesopra descritta, da altre forme di attestazione che sul mercatovengono talvolta impropriamente definite certificazioni.Se un’Organizzazione, che non possiede i requisiti previsti dallanorma ISO/IEC 17024, certifica i propri soci, effettua unacertificazione “di prima parte”.La qualificazione di un fornitore, fatta da un suo cliente aseguito di opportune valutazioni, è invece una attestazione diseconda parte (il cliente) verso l’altra parte (il fornitore): ha valoreelevato nell’ambito dei loro rapporti di affari, ma minore verso ilresto del mercato.La certificazione della competenza di una persona rilasciatada un Organismo di Certificazione di persone di terza parte,è la vera certificazione delle professionalità ed ha un valoreassoluto sul mercato.Questa certificazione è pertanto, per il cliente, la miglior garanziadell’effettiva competenza del professionista e, per la personacertificata, la possibilità di porsi sul mercato conindiscutibile riconoscimento delle proprie capacità.Per ogni figura professionale da certificare, l’Organismo dicertificazione delle professionalità, definisce gli schemi dicertificazione con la collaborazione determinante delle “partiinteressate” cioè delle Organizzazioni e dalle Istituzioniinteressate al settore oggetto di studio.Questa è la miglior garanzia possibile per tutto il SistemaEconomico: la certificazione professionale tutela, oltre ai clienti,anche i professionisti veramente preparati, da una concorrenzanon qualificata e sempre più agguerrita.La richiesta da parte del mercato della certificazioneprofessionale, è la vera strada da percorrere per ottenere unriconoscimento reale delle professioni poiché le competenzeacquisite e dimostrate vengono riconosciute da tutto il mercatoed hanno perciò una visibilità più ampia nello spazio e nel tempo
  6. 6. attraverso la garanzia della soddisfazione dei clienti e dellacontinuità dell’attività professionale.I vantaggi della certificazioneIl professionista certificato:  otterrà riconoscimento delle proprie capacità da parte di un ente terzo "super partes"  avrà la possibilità di emergere in un “mare agitato” di concorrenza, spesso non adeguatamente qualificataIl cliente:  avrà una garanzia preventiva della competenza vantata dal professionista;  dimostrando di impiegare persone certificate, potrà ottenere una maggiore credibilità, soprattutto da parte degli organi giudicanti, oltre che dal mercato in generale.
  7. 7. La validità dei nostri percorsi formativiLa partecipazione ai percorsi formativi diPortale 231, qualificati ai sensi dellanorma ISO 17024, rappresenta la primaparte propedeutica dell’intero percorsocertificativo dei “professionisti del 231”,che dovrà essere completato da requisiti di professionalitàspecialistica e da referenze dimostrabili nel settore 231 (per lafigura di Auditor 231, anche dalla qualifica di Auditor/LeadAuditor ai sensi della norma ISO 19011), oltre che da unaverifica pre-certificativa (per chi completerà lintero percorsocertificativo entro il periodo transitorio, non oltre Dicembre2011, non sarà necessario sostenere questa verifica finale).Dettagli circa lo schema di certificazione sono disponibili nel sitowww.khc.it Destinatari Professionisti già componenti degli Organismi di Vigilanza di cui all’art. 6 del Dlgs 231/01 o che ambiscono a ricoprire tale ruolo, Dirigenti, Responsabili di Funzioni Aziendali, personale destinato alla funzione Qualità Aziendale e/o di Internal Auditing, Consulenti, Ispettori degli Organismi di Certificazione-Ispezione e tutti coloro chesono coinvolti in attività di gestione, consulenza ed auditing diModelli di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del Dlgs231/01 o vogliono investire il loro futuro in questo settore.
  8. 8. ObiettiviFornire la formazione di base, una vera e propria “Cassettadegli Attrezzi”, per coloro che intendono progettare,implementare, auditare, vigilare e gestire un Modello diOrganizzazione, Gestione e Controllo e quanto consegue.Lobiettivo principale è quello di far comprendere come lapparatoorganizzativo previsto dal Dlgs 231/01 non siasemplicisticamente riconducibile alla scrittura di un CodiceEtico o a delle norme comportamenti, ma consista in una vera epropria mappatura dei rischi aziendale, con relativa definizionedi compiti, responsabilità, deleghe e quanto altro sia necessarioad abbassare illivello di rischio dicompimento direato ad un valore“accettabile”, percome definito nelleLinee Guida diConfindustria o daaltri standardinternazionali.Ulteriore obiettivoè quello di dimostrare lassoluta integrabilità del Modello inpreesistenti Sistemi Qualità/Sicurezza/Ambiente, grazie allanostra Metodologia E.R.M.E.S. 231 ed allaLinea Guida GS 23101 di Portale 231, per la realizzazione deiSistemi di Gestione Integrati della ResponsabilitàAmministrativa, realizzati secondo i criteri della norma ISO31000 e compatibile con le norme ISO 9001, ISO 14001, ISO27001, OHSAS 18001 ed SA 8000.
  9. 9. Contenuti e materiale didatticoI percorsi formativi, avranno natura soprattutto pratica,analizzando necessità e strumenti inerenti la progettazione,implementazione, sviluppo e gestione di un Modello diOrganizzazione, Gestione e Controllo e quanto consegue (CodiceEtico, Regolamento OdV, Sistema Sanzionatorio, Protocolli, ecc.)evidenziando le problematiche legate alle tecniche di riskanalisys e alla relazione con i processi dell’organizzazione, oltreche lintegrazione con sistemi di gestione già preesistenti.Saranno presentati anche alcuni strumenti software per ilsupporto alla preparazione e gestione del Modello.Il materiale didattico riguarderà tutti gli argomenti trattati inaula e sarà fornito su supporto elettronico USB (a richiesta,potrà essere richiesta versione su CD e/o cartacea). Docenti I Docenti ed i Testimonials saranno Professionisti affermati nel campo della consulenza e dell’auditing, oltre che componenti di OdV di importanti realtà imprenditoriali, Accademici e Giuristi.
  10. 10. Requisiti di frequenza dei singoli percorsi formativiPer il conseguimento della qualifica e l’accesso al percorsocertificativo della professionalità di Componente dell’Organismodi Vigilanza e di Auditor/Lead Auditor, occorre frequentare ilModulo I (8 ore).Per il conseguimento della qualifica e l’accesso al percorsocertificativo della professionalità di Esperto 231, occorrefrequentare i Moduli I-II-III (24 ore).Esame – Attestati – Crediti FormativiE’ previsto un esame finale per la verifica dell’apprendimento deicontenuti, il cui superamento con esito positivo dà dirittoall’Attestato di Qualifica ed è propedeutico all’accesso ai percorsidi certificazione (KHC – ISO 17024). Il non superamento conesito positivo darà diritto esclusivamente all’attestazione dellafrequenza, con possibilità di ri-effettuare l’esame entro lesuccessive due edizioni di analogo percorso formativo.Grazie alla convenzione stipulata con FIRAS-SPP,i partecipanti ai nostri percorsi formativi potrannoacquisire i crediti formativi necessari per legge perl’aggiornamento delle professionalità diASPP/RSPP di cui al Dlgs 81/08.Senza ulteriori costi aggiuntivi, ogni partecipanteche svolga l’attività di ASPP/RSPP potrà conseguire 8 creditiformativi per ognuno dei Moduli che frequenterà, ricevendoidonea attestazione ai sensi di legge.Sarà richiesto, inoltre, l’accreditamento presso i ConsigliNazionali degli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli EspertiContabili, degli Avvocati e degli Ingegneri.
  11. 11. Modulo I (8 ore)INTRODUZIONE AL D.LGS. 231/2001• LA DISCIPLINA GIURIDICA PRE D.LGS 231/01 • GLI ELEMENTI ESSENZIALI DELLANUOVA DISCIPLINA • RESPONSABILITÀ ED ESENZIONE • RESPONSABILITÀPATRIMONIALE DELL’ENTE • RESPONSABILITÀ INDIVIDUALE ED AMMINISTRATIVADELL’ENTE • REQUISITI DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE ECONTROLLO • IMPLEMENTAZIONE DEL MODELLO (CENNI) • AMBITO DIAPPLICAZIONE • MODIFICHE AL D.LGS 231/01 • SANZIONICORPORATE GOVERNANCEELEMENTI DI CORPORATE GOVERNANCE • RAPPORTO TRA RESPONSABILITÀAMMINISTRATIVA E RESPONSABILITÀ PENALE • COMPRENDERE E DEFINIRE IRAPPORTI TRA CAPOGRUPPO E CONTROLLATE • SOCIETÀ CONTROLLATE O FILIALIIN ITALIA DI UNA HOLDING ESTERA • LA DISCIPLINA DEI REATI COMMESSIALL’ESTERO • FILIALI ALL’ESTERO E SOCIETÀ CONTROLLATE ALL’ESTERO •GIURISPRUDENZA RECENTEIL MODELLO ORGANIZZATIVO ESIMENTEREQUISITI DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO • GLISTRUMENTI DI PREVENZIONE • INDIVIDUARE LE CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DICONTROLLO INTERNO • GENERALITÀ SUI RISCHI OPERATIVI E LORO VALUTAZIONE •STRATEGIE DI MITIGAZIONE DEI RISCHI OPERATIVI • IL CODICE ETICO • IL SISTEMADISCIPLINAREL’ORGANISMO DI VIGILANZANOMINA E CARATTERISTICHE • REQUISITI DI PROFESSIONALITÀ E ONORABILITÀ •COMPOSIZIONE • DURATA IN CARICA • REVOCA E DECADENZA • RIPORTOINFORMATIVO • OBBLIGHI • CAUSE D’INELEGGIBILITÀ E INCOMPATIBILITÀ •POTERI DELL’ORGANISMO • COMPITI DELL’ORGANISMO • COLLABORATORIINTERNI ED ESTERNI • RIUNIONI PERIODICHE • VERBALIZZAZIONE DELLERIUNIONI • REGOLAMENTO OPERATIVO DELL’ORGANISMO DI VIGILANZA •VALIDITÀ DELLE DELIBERAZIONI • RESPONSABILITÀ • RETRIBUZIONE •RISORSE FINANZIARIE DELL’ORGANISMOTECNICHE DI AUDITINGCONCETTI FONDAMENTALI E NORMA UNI EN ISO 19011 • IL CONCETTO DIPROGRAMMA DI AUDIT • PREPARAZIONE DELL’AUDIT • PREPARAZIONE DI UN PIANODI AUDIT • CONDUZIONE DELL’AUDIT ED USO DI CHECK-LIST • REPORT DELL’AUDITTEORIA DELLA COMUNICAZIONELA COMUNICAZIONE VERBALE: IL CONTENUTO • LA COMUNICAZIONE NONVERBALE: LA RELAZIONE • LA COMUNICAZIONE PARAVERBALE: INTORNO ALCONTENUTO … • LA COMUNICAZIONE ONESTA E LA COMUNICAZIONE DISONESTASTRUMENTI SOFTWARE A SUPPORTO DELLE ATTIVITÀ DELL’ODV
  12. 12. Modulo II (8 ore)IL DLGS 231/01 NEL DETTAGLIOCOMMENTARIO ARTICOLO PER ARTICOLO • LISTRUTTORIA PER LACCERTAMENTODEL REATO E PER LACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVADELLE ORGANIZZAZIONI • I PROVVEDIMENTI CAUTELARI E IL LORO IMPATTO SULLEORGANIZZAZIONI • IL PROCESSO • IL SISTEMA SANZIONATORIO DEL DLGS 231/01• LA CONFISCA DEL PROFITTO DEL REATO • PROPOSTE DI MODIFICALE FATTISPECIE DI REATO NEL DETTAGLIO (CON ESEMPI PRATICI E CASI DIGURISPRUDENZA)DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ARTT. 24 E 25 DEL D.LGS.231/2001) • DELITTI CONTRO LA FEDE PUBBLICA (ART. 25-BIS D.LGS.231/2001) • REATI SOCIETARI (ART. 25-TER D.LGS. 231/2001) • DELITTI INMATERIA DI TERRORISMO E DI EVERSIONE DELL’ORDINE DEMOCRATICO (ART. 25-QUATER D.LGS. 231/2001) • DELITTI CONTRO LA PERSONALITÀ INDIVIDUALE (ART.25-QUINQUIES D.LGS. 231/2001) • ABUSI DI MERCATO (ART. 25-SEXIES D.LGS.231/2001) • PRATICHE DI MUTILAZIONE DEGLI ORGANI GENITALI FEMMINILI(ART.25-QUATER 1. DEL DLGS 231/2001) • REATI TRANSNAZIONALI • OMICIDIOCOLPOSO E LESIONI COLPOSE GRAVI O GRAVISSIME, COMMESSI CON VIOLAZIONEDELLE NORME ANTINFORTUNISTICHE E SULLA TUTELA DELL’IGIENE E DELLA SALUTESUL LAVORO (ART. 25-SEPTIES D.LGS. 231/2001) • REATI DI RICETTAZIONE,RICICLAGGIO E IMPIEGO DI DENARO, BENI O UTILITÀ DI PROVENIENZA ILLECITAPREVISTI DAGLI ARTICOLI 648, 648-BIS E 648-TER DEL CODICE PENALE (ART. 25-OCTIES D.LGS. 231/01) • DELITTI INFORMATICI ED ILLECITO TRATTAMENTO DEIDATI C.D. “CYBERCRIME” (ART. 24-BIS D.LGS. 231/2001) • DELITTI DICRIMINALITÀ ORGANIZZATA (ART. 24-TER D.LGS. 231/01) • DELITTI CONTROLINDUSTRIA E IL COMMERCIO (ART. 25-BIS-1 D.LGS. 231/01) • DELITTI INMATERIA DI VIOLAZIONI DEL DIRITTO DAUTORE (ART. 25-NONIES D.LGS. 231/01)• INDUZIONE A NON RENDERE DICHIARAZIONI O A RENDERE DICHIARAZIONIMENDACI ALLAUTORITA GIUDIZIARIA (ART. 25-DECIES D.LGS. 231/01) • REATIAMBIENTALI ED INQUINAMENTO DEL MARE DA PARTE DELLE NAVI (ART. 25-UNDECIES D.LGS. 231/01) • PROPOSTE DI NUOVE FATTISPECIE DI REATO
  13. 13. Modulo III (8 ore)IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVALE LINEE GUIDA GS 23101:2009 © • IL SISTEMA ORGANIZZATIVO • PROCEDUREMANUALI ED INFORMATICHE • POTERI AUTORIZZATIVI E DI FIRMA • SISTEMA DICONTROLLO DI GESTIONE • COMUNICAZIONE AL PERSONALE E SUA FORMAZIONE •IL LEADER E LA LEADERSHIP: COMPETENZE E QUALITÀ • SISTEMA DI VERIFICHE •SISTEMA DISCIPLINARE E MECCANISMI SANZIONATORI • CODICE ETICO • FLUSSI DAE VERSO ODV • INTEGRAZIONE CON ISO 9001 – ISO 14001 – OHSAS 18001 –ISO 27001 – SA 8000 •TECNICHE DI ANALISI DEI RISCHILA METODOLOGIA E.R.M.E.S © (ENTERPRISE RISK MANAGEMENT EVALUATIONSERIES) • ANALISI DOCUMENTALE • DEFINIZIONE DI RESPONSABILITÀ E DELEGHE •INTERVISTE E QUESTIONARI • PREDISPOSIZIONE DI PROCEDURE, PROTOCOLLI,MANSIONARI • ANALISI DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO • MAPPA DELRISCHIO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO • MAPPA DEL RISCHIO PROCESSI-REATI • ANALISI DEI RISCHI (EVALUATION SHEET): DEFINIZIONE DELLE AREESENSIBILI • DEFINIZIONE DEL LIVELLO DI RISCHIO • PREDISPOSIZIONE DEL PIANODI ADEGUAMENTO E DEL SISTEMA DEI CONTROLLI • PIANO DI MIGLIORAMENTOSTRUMENTI SOFTWARE A SUPPORTO DELLE ATTIVITÀ DI ANALISI E GESTIONE DEIRISCHI
  14. 14. Modalità di partecipazioneCosti (in Euro ed al netto d’IVA) Affiliati Portale 231 Non affiliatiModulo I 400,00 800,00Modulo II 400,00 800,00Modulo III 700,00 1.400,00Modalità di pagamentoBonifico bancario, IBAN: IT 51 N 01005 6904 000000009164intestato a GRUPPO STRAZZERI FRANCHISING SRLModalità d’iscrizione  Telefonicamente:chiamare numero verde 800 864 752 e richiedere l’invio dellascheda di iscrizione  Via fax o email:spedire la scheda di iscrizione allegata, compilata in ogni suocampo e controfirmata, assieme all’evidenza dell’avvenutobonifico, al numero 09 52 93 70 09 o all’indirizzoinfo@portale231.com
  15. 15. Calendario delle edizioni 2011-2012 Modulo I 2011 2012 ott nov dic gen feb mar apr mag giuRoma 10 8 5 10 7 6 3 8 5Milano 21 24 20 22Cagliari 25 13 22 26Catania 19 20 17 13 15 Modulo II + Modulo III 2011 2012 ott nov Dic gen feb Mar Apr mag giuRoma 11-12 9-10 6-7 11-12 8-9 7-8 4-5 9-10 6-7Milano 22-23 25-26 21-22 23-24Cagliari 26-27 14-15 23-24 27-28Portale 231 si riserva il diritto di rinviare o annullare le date programmatedandone comunicazione via fax o e-mail ai partecipanti entro 15 giorni. In caso diannullamento, il richiedente potrà richiedere il rimborso della quotaanticipatamente versata o lasciarla come acconto per altri corsi.L’avvio del corso è subordinato al raggiungimento di un numero minimo di adesionistabilite dallorganizzazione. Le iscrizioni devono pervenire almeno 15 giorni primadella data di inizio attività formativa.In caso di rinunce, non pervenute per iscritto almeno 15 giorni prima dell’iniziodel corso, sarà trattenuto il 50% della quota di partecipazione versata. Lerinunce pervenute non oltre i 15 giorni prima dell’inizio del corso, consentiranno ilrimborso del 100% della quota. Le rinunce pervenute meno di 7 giorni prima dell’iniziodel corso, non danno diritto ad alcun rimborso, salvo diversa decisionedell’organizzazione.
  16. 16. Il Mantenimento delle competenzeNel corso di ogni anno solare, Portale 231 organizzerà, colsupporto dei partner ed associazioni convenzionate, una serie diseminari a tema, focalizzando le più recenti novità edapprofondendo argomenti di particolare interesse, così daconsentire ai professionisti certificati l’aggiornamentoprofessionale ed il mantenimento della certificazione conseguita.I professionisti che avranno seguito i percorsi formativi di base,avranno diritto ad uno sconto del 50% sulla quota dipartecipazione ai singoli seminari, che saranno anche validi,grazie a FIRAS-SPP e dove compatibile con la materia, per ilconseguimento dei crediti formativi per l’aggiornamento diASPP/RSPP.I seminari saranno organizzati sull’intero territorio nazionale epotranno essere organizzati anche in modalità e-learning. Garanzia di QualitàUn Comitato Tecnico-Scientifico sovrintende alle attività diPortale 231 e si riunisce bimestralmente per valutarel’andamento qualitativo dei servizi erogati, suggerendo eventualispunti di miglioramento.Inoltre, la certificazione dei corsi da parte di KHC, ai sensi dellanorma ISO 17024, rappresenta la massima garanzia, validaanche a livello internazionale, sui contenuti e modalità dierogazione dei corsi e, di conseguenza, sulla riconoscibilità dellecompetenze acquisite.E’ possibile, comunque, inviare suggerimenti inerenti spunti dimiglioramento e/o reclami al nostro numero verdeo alla nostra email.
  17. 17. MILANO-BOLOGNA-ROMA-CAGLIARI-NAPOLI-CATANIA www.portale231.com info@portale231.com
  18. 18. SCHEDA DI ADESIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER COMPONENTE ODV-AUDITOR/LEAD AUDITOR 231-ESPERTO 231 (DA COMPILARE UNA COPIA PER OGNI PARTECIPANTE) SEDE SCELTA: DATA SCELTA: COGNOME: NOME: RAGIONE SOCIALE: RUOLO AZIENDALE: INDIRIZZO: COMUNE: CAP: PROV: TELEFONO: FAX: EMAIL: WEB: P.IVA/C.F: ESENZIONE IVA art.La fattura sara’ consegnata all’inizio del corso.QUOTA DI PARTECIPAZIONE al netto d’IVA 20% (barrare le caselle dei moduli scelti):- Modulo I: Affiliato Portale 231 - € 400,00 Non Affiliato Portale 231 - € 800,00- Modulo II: Affiliato Portale 231 - € 400,00 Non Affiliato Portale 231 - € 800,00- Modulo III: Affiliato Portale 231 - € 800,00 Non Affiliato Portale 231 - € 1.400,00MODALITA’ DI PAGAMENTOIl pagamento dovrà essere effettuato contestualmente alla consegna della presente scheda allegando: Ricevuta di Bonifico Bancario IBAN: IT 51 N 01005 6904 000000009164 intestato a GRUPPO STRAZZERI FRANCHISING SRL(indicare nella causale il titolo del corso) Assegno non trasferibile intestato a GRUPPO STRAZZERI FRANCHISING SRL da consegnare assieme alla presente. ISCRIZIONI RINUNCE Le iscrizioni dovranno essere confermate In caso di rinunce, non pervenute per iscritto almeno 15 giorni prima dell’inizio mediante l’invio, brevimano o a mezzo fax o del corso, sarà trattenuto il 50% della quota di partecipazione versata. Le rinunce email, della presente scheda compilata in ogni pervenute non oltre i 15 giorni prima dell’inizio del corso, consentiranno il rimborso del sua parte e del titolo di avvenuto pagamento, 100% della quota. Le rinunce pervenute meno di 7 giorni prima dell’inizio del corso, non entro sette giorni dalla data di inizio del corso. danno diritto ad alcun rimborso, salvo diversa decisione dell’organizzazione. Conferma erogazione corso: L’organizzazione darà conferma dell’erogazione del corso non appena verrà raggiunto il numero minimo di iscrizioni, pari a 10, e comunque entro 7 giorni dalla data di inizio corso. Nel caso in cui non si raggiunga il numero minimo di partecipanti, sarà possibile prenotare una successiva edizione o richiedere la restituzione per intero delle quote di partecipazione. I dati forniti verranno utilizzati per le nostre elaborazioni amministrative, la gestione del Corso e, facoltativamente, per altre comunicazioni su servizi offerti. Presso la nostra sede potrà rivolgersi in ogni momento per correggere o cancellare il Suo nominativo in base all’art. 7 del Decreto Legislativo 196/03.Acconsento a trattare i miei dati per informazioni pubblicitarie su altre iniziative come dainformativa Sì NoDATA ……………………………… TIMBRO E/O FIRMA……………………………

×