Sistemi dinamici e creatività

  • 234 views
Uploaded on

il Prof. Antonietti apre i lavori della PALESTRA DELLA CREATIVITA' E DELL'INNOVAZIONE …

il Prof. Antonietti apre i lavori della PALESTRA DELLA CREATIVITA' E DELL'INNOVAZIONE
Potenza 13/11/09

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
234
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
5
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Sistemi dinamici e creatività: Come sviluppare l’innovazione nell’individuo e nel gruppo Alessandro Antonietti Dipartimento di Psicologia - Università Cattolica di Milano
  • 2. CRE ative and S trategic T hinking E nhancement
  • 3. Strumenti di ricerca LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA SERVIZIO DI PSICOLOGIA DELL’APPRENDIMENTO E DELL’ETA’ EVOLUTIVA Contesti di apprendimento
  • 4. Pensare è come scalare una montagna Per raggiungere la vetta occorrono Abilità creativo-innovative Abilità strategico-analitiche
  • 5.  
  • 6. "Strumento popolare a corde, diffuso nei paesi latini e particolarmente in Spagna; è formato da una cassa armonica a forma di 8, a fondo piatto con un foro circolare al centro, e da un manico lungo fornito di cavicchi ai quali s'attaccano le corde (generalmente 6) che vengono sonate a pizzico, e di stanghette trasversali facenti funzione di tasti" (G. Devoto e G. Oli, Dizionario della lingua italiana )
  • 7. La chitarra fa piangere i sogni. Il singhiozzo delle anime perdute sfugge dalla sua bocca rotonda. E come la tarantola, tesse una grande stella per sorprendere i sospiri che tremano nella sua nera cisterna di legno F. Garcia Lorca, Le sei corde
  • 8.  
  • 9.  
  • 10.  
  • 11.  
  • 12.
    • AMPLIARE
  • 13.  
  • 14.  
  • 15. Dei personaggi importanti devono trovarsi ad un convegno e per entrare nella sala delle conferenze devono saper dire la parola segreta. Una spia vorrebbe entrare ma non sa la parola segreta. Si mette allora a spiare quelli che entrano così da poter capire il meccanismo di risposta. Arriva il primo invitato, la guardia lo ferma e gli dice "6", l'invitato risponde "3" e la guardia lo fa passare. Il secondo risponde a "10" con un "5" e passa pure lui, il terzo a "12" risponde "6" e procede oltre, il quarto a "8" risponde "4" e passa pure lui, il quinto a "24" risponde "12" e viene fatto passare come gli altri. La spia pensa di aver capito il meccanismo, quindi si presenta all'entrata e la guardia gli dice "4", la spia risponde "2" ma il guardiano l’afferra per i polsi e la fa arrestare dalle altre guardie.... Perché?
  • 16. SOLUZIONE: La parola segreta non è data dalla metà del numero della parola d’ordine ma dal numero di lettere da cui è formata la parola stessa. Ad esempio la parola ventiquattro è composta da 12 lettere, mentre la parola dieci è formata da 5 lettere.
  • 17.
    • Quale messaggio comunica questo strano codice?
  • 18. Soluzione
  • 19.
    • RIBALTARE
  • 20.  
  • 21.  
  • 22. Inizio '900: Gustave Verbeek per offrire ai lettori del Sunday New York Heralod storie a 8 vignette anziché a 4 vignette, non volendo l'editore aumentare le spese, ideò storie con vignette da vedersi da un lato e altre storie per le medesime vignette viste dal lato opposto
  • 23.  
  • 24.  
  • 25. LA COCLEA
  • 26.  
  • 27.  
  • 28. Angelo Motta (1890-1957)
  • 29.  
  • 30.  
  • 31. Tre amici
    • Tre amici Anna, Stefania e Paolo, sono in piedi, uno di fianco all’altro lungo una linea retta. Anna è alla destra di Stefania e Paolo è alla destra di Anna, ma Paolo non è alla destra di Stefania, bensì alla sua sinistra: come è possibile?
  • 32. Soluzione: tre amici
  • 33.
    • DEFORMARE
  • 34.  
  • 35.  
  • 36.
    • Anselmo non riusciva proprio ad imparare l’alfabeto, fu così che il suo maestro lo sfidò: sarebbe riuscito a mettergli in testa quel foglio pieno di lettere e numeri. Preso il pezzetto di carta - 12 x 17 cm – lo tagliò in modo da farci passare la testa del suo allievo. Tutta la classe scoppiò a ridere. Come aveva fatto?
  • 37.  
  • 38.  
  • 39.  
  • 40.
    • PERTURBARE
  • 41.  
  • 42.  
  • 43. Provate ad associare tra loro le parole “ televisore ” e “ formaggio ” Cosa vi viene in mente?
  • 44. Tecnologia “ Picture in Picture ”, introdotta nei televisori a partire dagli anni ’80.
  • 45. [email_address] www.psycholab.net/creste