• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Medialibraryonline e prestito di e-book reader nelle biblioteche senesi: presentazione agli insegnanti
 

Medialibraryonline e prestito di e-book reader nelle biblioteche senesi: presentazione agli insegnanti

on

  • 1,362 views

Presentazione alle insegnanti delle scuole secondarie inferiori di Chiusi (SI) del nuovo servizio della Biblioteca comunale di prestito di e-book reader e Medialibraryonline

Presentazione alle insegnanti delle scuole secondarie inferiori di Chiusi (SI) del nuovo servizio della Biblioteca comunale di prestito di e-book reader e Medialibraryonline

Statistics

Views

Total Views
1,362
Views on SlideShare
1,362
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
25
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Medialibraryonline e prestito di e-book reader nelle biblioteche senesi: presentazione agli insegnanti Medialibraryonline e prestito di e-book reader nelle biblioteche senesi: presentazione agli insegnanti Presentation Transcript

    • MEDIALIBRARYONLINE E PRESTITO DI E-BOOK READER un nuovo servizio nelle biblioteche pubbliche senesi
    •  
    •  
    • Il ruolo della Biblioteca pubblica oggi Biblioteca come luogo SOCIALE, non solo della cultura. Biblioteche come “piazze del sapere”. Ripensare la biblioteca con una forte funzione sociale - non esistono più i circoli o le sezioni, non delegare questo ruolo soltanto al Centro commerciale (“ Le piazze del sapere ” A. Agnoli, Laterza, 2009)
    • Siena : cosa sta succedendo nelle nostre biblioteche La Regione Toscana, con decreto n. 3859 del 14/09/2011 “L.R. 21/2010 . Progetto di iniziativa regionale “Garantire il diritto di tutti all’informazione : Biblioteche e archivi, per l’anno 2011. Cofinanziamento di progetti delle reti documentarie toscane per il potenziamento delle raccolte multimediali delle biblioteche comunali”, ha concesso alla Rete Redos un contributo di Euro 15.000,00 per la realizzazione del servizio multimediali nelle biblioteche facenti parte della rete (il progetto totale è di Euro 21.000,00). Per la Biblioteca comunale di Chiusi e quindi per tutti gli utenti ciò comporta: Euro 4.066,81 (iva compresa) abbonamento annuale al servizio download mp3 per tutti gli utenti di tutte le biblioteche della rete (in potenza per tutti i cittadini della provincia di Siena); Euro 3.630,00 (iva compresa) digital lending Euro 4.990,00 (iva compresa) per acquisto di n. 33 device di cui 1 per Chiusi con circa 30 e-book a pagamento e molti altri free Grazie alla Convenzione sottoscritta da Regione Toscana con Horizons, abbiamo per 3 anni gratuitamente la possibilità di usare la piattaforma MLOL
    • UNA DIVERSA ESPERIENZA DI LETTURA … gli Ebook
    • Nel 2010 in USA il 72% delle biblioteche pubbliche presta e-book Il 61% degli utenti legge e-book sul proprio pc; Il 52% su e-book reader; Il 36% su altri dispositivi; Il 16% sui pc della biblioteca Il 30% delle biblioteche pubbliche presta device precaricati E-book più prestati Fiction bestseller (83%) Mystery (62%) Saggistica (50%) Attualità (35%) (fonte Library Journal)
    • 23.761 al 5/01/2012 e-book in vari formati (1 titolo in più formati epub, pdf, kindle book)
    • In Italia: MERCATO DEGLI E-BOOK Nel 2010 nasce in Italia il mercato degli e-book (consumer): a gennaio 2010 risultavano in commercio 1.601 titoli italiani in formato e-book (leggibili cioè su un device dedicato). A dicembre 2010 gli e-book erano 6.950 (AIE - aggiornamento al 30 settembre 2011) Nel 2010 TITOLI DI E-BOOK PUBBLICATI In Italia: 6.950 UK: 400.000 DE: 40.000 FR: 70.000 ES: 2.500 USA: 594.000
    • Nel 2011: Aumenta il numero di titoli disponibili (18mila a settembre 2011 che diventeranno 20-21mila a dicembre di quest’anno) e la diffusione di dispositivi di lettura, con oltre 390mila e-reader venduti nel Paese (giugno 2011) nonostante i prezzi medi ancora elevati (199-299 euro). Si evidenzia inoltre una sostanziale stabilità del prezzo medio degli e-book italiani (11,18 euro), indice del fatto che gli editori sono alle prese con la costituzione del catalogo, e appare evidente la crescita del formato ePub come standard di produzione.  (blog: EbookreaderItalia.com) “ Le feste natalizie confermano il successo del libro digitale negli Stati Uniti. Secondo la classifica dei libri più venduti stilata da  Usa Today , che combina le vendite di e-book e quelle di volumi cartacei, la versione digitale del libro è più popolare per 42 titoli su 50. A luglio la cifra era ferma a 25 su 50. Gli analisti stimano che un americano su 5 legga e-books, su qualsiasi tipo di device . Forrester Research stima che Amazon abbia venduto 5 milioni di Kindle Fire dall'uscita sul mercato, al prezzo di 199 dollari, mentre per Nook Tablet, la tavoletta di Barnes&Noble in vendita a 249 dollari, la stima è di due milioni. Le vendite di e-book sono raddoppiate nel 2011, conquistando il 20% del mercato, ma i libri cartacei detengono ancora saldamente la maggioranza ” (laStampa.it del 10.01.2012)
    • E- book E’ la contrazione delle parole inglesi “Electronic book” Gino Roncaglia, fondatore del Progetto Manuzio, ha dato questa definizione : “ con il termine e-book si intende un’opera letteraria monografica pubblicata in forma digitale e consultabile mediante appositi dispositivi informatici”
    • Contenuto: Rispetto al cartaceo non cambia Testo: Pubblicato con formati digitali adatti alla lettura su supporti elettronici Consultazione: può avvenire sia online ( streaming ) che offline su supporto digitale autonomo (dopo il download , quindi non è necessario, in questo caso, essere collegati alla rete) Accesso - licenze: Si acquistano via internet tramite piattaforme, aggregatori , consorzi di editori, oppure per alcuni titoli sono totalmente gratuiti.
    • Per essere letto un e-book
      • deve avere un e-book reader device:
      • i dispositivi tecnologici, cioè hardware che supportino il software: tablet, Ipad, pc, smartphone …
      • deve avere un e-book reader, cioè un software per la lettura
      • Qualche esempio:
      • - Adobe Digital Editions
      • - Calibre
      • - Microsoft Reader
      • - Ebook4u Reader ...
    • E-book formati
      • Un insieme di regole che stabiliscono come il testo del libro deve essere organizzato una volta digitalizzato e trasformato in libro elettronico.
      • I formati possono essere aperti: non sono di proprietà di una specifica azienda e per questo sono compatibili con vari dispositivi (es. ePub)
      • Proprietari se legati a specifici dispositivi.
      • I più usati sono : PDF ePub TXT Mobipocket/Kindle Amazon AZW HTML RTF PRC JPG …
    • Formati più in uso PDF Formato utilizzato da molto tempo Per le sue qualità standardizzanti si presta per la stesura di documenti burocratici (es. moduli da compilare). Viene utilizzato negli e-book per la precisione con cui rappresenta sullo schermo la pagina stampata. Documenti stesi con tale formato possono essere letti da device del tipo, Kindle, Sony, Kobo , Nook Epub È il formato standard per e-book del settore dell’editoria Quasi tutti gli e-book in vendita oggi sono in formato e-pub Permette di adattare l’impagninazione del testo alla dimensione del dispaly del dispositivo con cui è letto (e-reader, smartphone, tablet…). E’ utilizzato da Sony, Nook, Kobo, Borders … iBook della Apple legge ePub L’unico dispositivo per e-book che non è in grado di leggere e-pub è il Kindle di Amazon. Mobi Pocket/Kindle E’ il formato utilizzato da Amazon per i suoi lettori Kindle. Il formato originale mobi è stato modificato da Amazon, inserendo alcune modifiche grazie ad uno schema di DRM. AZW Il formato del Kindle di Amazon è spesso chiamato AZW. Esistono applicazioni ufficiali di lettori di Mobipochet, per PC, Blacberry e Windows Mobile Importante: I file AZW non protetti da DRM possono essere letti da numerose altre applicazioni per PC e APPLE compresi CALIBRE, STANZA, e FBREADER
    • DRM: DIGITAL RIGHTS MANAGEMENT
      • Gestione dei diritti digitali: sistemi tecnologici per gestire e amministrare i diritti legati al diritto d’autore (e diritti connessi).
      • Sono una protezione e un sistema di tracciabilità per evitare la copia e la circolazione gratuita dei contenuti degli e-book.
      • I DRM sono anche chiamati "filigrana digitale", in quanto le informazioni nascoste che vengono aggiunte  hanno lo scopo di regolamentarne l'utilizzo, come la filigrana delle banconote.
      • Ma le limitazioni imposte con i DRM:
      • soddisfano le esigenze di protezione delle grandi imprese multinazionali nei confronti della libertà dell'utente;
      • sviluppano modelli di business rigido, dove l'utente può solo sottostare ai termini a lui imposti, e impediscono all'utente il libero accesso ai file
      • La legge italiana sul diritto d'autore (legge 22 aprile 1941 n. 633, in materia di "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio") permette ai titolari di diritti d'autore e di diritti connessi di apporre sulle opere dell'ingegno (brani musicali, film, software, ecc.) misure tecnologiche di protezione efficaci
      • Social DRM
      • Nessuna limitazione ma il file contiene alcuni dati relativi all’acquirente (nome, cognome e/o email) per rendere l’opera tracciabile e riconducibile all’acquirente
    • E-book reader device dedicati
      • Sono dispositivi tecnologici che come funzione “principe” hanno quella di permettere la lettura di e-book. Possono avere anche funzioni secondarie (navigazione in internet, riproduzione di file audio…)
      • Hanno una notevole autonomia di energia
      • Hanno dimensioni simili a quelle di un libro cartaceo
      • Sono pensati per consentire una esperienza di lettura simile a quella del libro cartaceo
      • Hanno un peso che si aggira sui 200 gr.
      • Hanno necessità di fonte di luce esterna per permettere la lettura
      • Sono dotati di tecnologia ad inchiostro elettronico
    • Inchiostro elettronico Uno schermo  E-Ink non è retroilluminato , a differenza dei classici LCD di netbook, notebook e dei tablet, ed è costituito da due sottili strati di plastica trasparente che contengono migliaia di microcapsule. Ogni microcapsula contiene del fluido chiaro nel quale sono immerse, in sospensione, delle particelle di  colore bianco , con carica positiva, e  nero , con carica negativa. I due strati di plastica sono applicati degli elettrodi in grado di fornire corrente elettrica; quello superiore è trasparente ed è rivolto all’utilizzatore, quello inferiore è interno al dispositivo. L’applicazione di una carica negativa (con segno “-” nel disegno sopra) ad un elettrodo attira le particelle bianche di segno opposto (positive) respingendo quelle nere (negative) che raggiungeranno così la superficie superiore trasparente; viceversa applicando una carica positiva (con segno “+”) saranno le particelle bianche a raggiungere la superficie esterna con quelle nere che andranno a collocarsi sulla superficie interna. In questo modo governando opportunamente l’applicazione di corrente agli elettrodi si vengono a generare sulla superficie superiore (che è rivolta all’utilizzatore) dei caratteri e delle immagini. L’inchiostro elettronico che viene usato per la produzione degli schermi degli e-reader per funzionare non richiede l’alimentazione nei due stati finali (particelle bianche o nere sulla superficie trasparente) ma solo durante il passaggio di stato; significa che la batteria viene chiamata in causa per fornire la corrente agli elettrodi solo durante la transazione da uno stato all’altro. Ad esempio: se le particelle nere sono sulla superficie superiore (stato stabile) , l’utilizzatore vedrà sullo schermo un punto nero. Per far ”migrare” queste particelle sulla parete interna devo applicare agli elettrodi una carica (positiva). Questo significa che l’ebook reader consuma batteria solo durante il cambio pagina ed è per questo motivo che, di solito, la durata della batteria non è espressa in ore ma in giorni o in cambi pagina.
    •  
    • E-book reader device VS Tablet
      • E-book reader device
      • Batteria: forte durata
      • Display: e-ink (inchiostro elettronico)
      • Funzioni: legate prevalentemente alla lettura di testi. Permette annotazioni, sottolineature, funzione segnalibro, etc.
      • Collegamento: Wi-fi o 3G
      • Tablet
      • Batteria: media durata
      • Display: LCD (retroilluminato)
      • Funzioni: molto ricco di funzioni e di applicazioni. Può essere impiegato in diversi ambiti
      • Può leggere anche e-book
      • Collegamento: Wi-fi o 3G
    • A Chiusi arriverà il... Cybook odyssey
      • Scheda tecnica
      • 1) processore Cortez A8 Texas Instruments OMAP3611 da 800 Mhz ed una RAM da 128 MB LP DDR (2.000 documenti)
      • 2) 166mm di altezza, 120mm larghezza e 9mm di spessore;
      • 3) peso: 195 gr
      • 4) schermo: 6 pollici, e-ink pearl
      • 5) memoria: 24 GB, estensibili a 32
      • 6) batteria: durata 30 giorni (25.000 cambi di pagine)
      • 7) connessioni: Wi-fi, porta USB, cuffie audio
      • 8) formati: e-PUB, PDF, HTML, TXT, FB2
      • Euro 159,00
    • E-book gratuiti
      • Naturalmente, in rete si possono scaricare e-book gratuitamente:
      • Liber Liber - Progetto Manuzio
      • Progetto Gutenberg
      • Wikisource
      • Internet Archive
      • Internet Culturale
      • Europeana
      • Gallica
      • Google books
      • Amazon …
      • E-book vantaggi
      • 1) Facilità di aggiornamento delle informazioni
      • 2) Risparmio di spazio (un lettore può contenere molte opere)
      • 3) Riduzione dei costi legati alle gestione del cartaceo
      • 4) Maggior facilità di acquisizione
      • 5) Aumenta la possibilità di titoli a disposizione dell’utente
      • 8) Si può acquistare o prendere in prestito un libro comodamente da casa e questo va a vantaggio delle persone disagiate
      • E-book svantaggi
      • 1) I formati, lo scarico e la lettura sono legati al venditore.
      • 2) Maggior deterioramento del materiale (richiederebbe un refreshing continuo)
      • 3) I dispositivi di lettura hanno bisogno di essere continuamente ricaricati e possono subire danni, possono essere persi o rubati.
      • 4) Il costo del contenuto è ridotto ma, per essere letto c’è bisogno di consumo di energia
    •  
    • MLOL ( http://www.medialibrary.it) è il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione di contenuti digitali. Il progetto - partito nel marzo 2009 - è promosso dalla Horizons Unlimited (Bologna) e raggruppa oggi circa 2.000 biblioteche in 10 regioni, con una popolazione di riferimento di oltre 10 milioni di abitanti; MLO L è la piattaforma italiana, ad oggi l’UNICA, che permette di distribuire via internet, in modalità remota, ogni tipologia di oggetto digitale (audio, video, testi, banche dati a pagamento, testi storici in formato immagine, archivi iconografici, audiolibri, libri digitalizzati, e-learning, live-casting in tempo reale, etc.); MLOL è un network formalizzato da una convenzione nazionale con un sistema capofila nominato dagli altri enti aderenti (il capofila è oggi il Consorzio Sistema Bibliotecario Nord-Ovest di Milano, CSBNO), nel 2011 anche Regione Toscana ha firmato una convenzione della durata di 3 anni, permettendo a tutte le 12 reti regionali di usufruire di questo servizio.
    • http://toscana.medialibrary.it
    •  
      • DIGITAL LENDING = Prestito di e-book
      • A settembre 2011 erano 170 gli editori italiani distribuiti su MLOL, soprattutto attraverso l’accordo con Edigita che gestisce la distribuzione di e-book per il gruppo Feltrinelli (Feltrinelli, Apogeo, Kowalski, URRA), il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol (Bollati Boringhieri Editore, Chiarelettere, Corbaccio, Garzanti Libri, Fazi Editore, Guanda, IO scrittore, Longanesi, NORD, Ponte alle Grazie, Salani Editore, TEA, A. Vallardi), il Gruppo RCS e altri editori italiani.
      • Grazie all’accordo stipulato da MediaLibraryOnLine ed Edigita, da maggio 2011 gli utenti delle biblioteche possono prendere in prestito e-book via internet. Si tratta di un passaggio importante perché l'ingresso degli editori italiani della narrativa e della saggistica nel mondo delle biblioteche digitali rappresenta per le biblioteche italiane una vera e propria rivoluzione nelle modalità di distribuzione dei propri contenuti.
      • Le biblioteche acquistano delle licenze che permettono il download ( scarico ) gratuito a tempo da parte degli utenti finali. L'utente – dotato di credenziali di accesso fornite dalla biblioteca di riferimento – si connette al portale MediaLibraryOnLine e scarica un e-book che potrà utilizzare liberamente per 14 giorni, leggendolo sul proprio computer o su un device mobile (e-reader, tablet, smartphone). Al termine del periodo di prestito il file risulterà illeggibile dall'utente che lo ha scaricato. La tecnologia impiegata per realizzare questo sistema di prestito è Adobe Content Server 4.0, col relativo sistema di DRM MLOL accessibili oltre che da PC anche da dispositivi mobili come:
      • - smartphone e tablet (iPhone, iPad, dispositivi basati su Android, ecc.)
      • - e-reader device basati su e-ink
      • Prepariamoci :
      • TECNICA Scaricare sui pc di lavoro i seguenti programmi free:
      • CALIBRE http://calibre-ebook.com/ (soprattutto per i bibliotecari)
      • Calibre è un programma free che permette di gestire gli e-book sul proprio pc o smartphone o altrodevice.
      • Con Calibre è possibile: visualizzare gli e-book, CONVERTIRE I FORMATI per un e-reader specifico, organizzare i contenuti, sincronizzare i contenuti con i dispositivi di lettura
      • ADOBE DIGITAL EDITIONS (anche per gli utenti, per il digital lending ) http://www.adobe.com/products/digitaleditions/
      • Adobe Digital Editions è un'applicazione della Adobe Systems, basata sulla tecnologia Adobe Flash che permette la lettura e il download online di e-book, riviste e quotidiani digitali e altre pubblicazioni. Il software supporta file PDF, HTML (attraverso il formato ePub) e contenuti leggibili attraverso  Flash . Attraverso un sistema di Digital rights management, dal maggio 2008, Digital Editions permette la condivisione di documenti eBook in una rete di più computer, attraverso l'autenticazione di un utente Adobe. Si utilizza, quindi, per scaricare e acquistare contenuti digitali, da leggere sia online che offline,  trasferire e-book protetti dal proprio PC ad altri computer o dispositivi, organizzare gli e-book in una biblioteca personalizzata e annotarne le pagine.
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
      • MP3 Download free
      • Un modo rivoluzionario di distribuire la musica in biblioteca
      • MLOL mette a disposizione (da settembre 2011) delle biblioteche aderenti la possibilità di acquisire (attraverso MLOL Shop) un nuovo servizio di download di tracce musicali per gli utenti. Si tratta di un servizio che ha il costo rapportati alla circolazione (ultimo dato disponibile sui prestiti annuali aggregati per tutte le tipologie di materiali) della biblioteca/rete. Le caratteristiche principali del servizio sono le seguenti:
      • accesso all’intero catalogo Sony distribuito in Italia (ca. 50.000 album musicali/500.000 tracce musicali). Il catalogo messo a disposizione spazia su un numero amplissimo di generi musicali;
      • accesso al catalogo IODA (ca. 3.000.000 di tracce musicali, incluse centinaia di etichette italiane);
      • accesso flat: nessun limite relativamente al numero di utenti che può usufruirne;
      • DRM Free: gli MP3 scaricati dagli utenti sono privi di DRM e possono quindi essere conservati dall’utente dopo il download!
      • MA: limitazioni di download settimanali: ogni utente ha un limite massimo di 3 download settimanali (12 al mese, ca. 144 l’anno) Tale servizio è un’esclusiva per l’Italia di Horizons Unlimited srl, la società che gestisce la piattaforma MLOL.
      • Si tratta di un servizio usato dalle più grandi public library americane (ad esempio la New York Public Library) e che - connesso a una adeguata campagna di comunicazione - può avere effetti significativi sull’impatto delle biblioteche e sulla generazione di nuovi iscritti ai sistemi bibliotecari aderenti.
      • Al di là del servizio di accesso remoto per gli utenti, “Free MP3 Download” è un nuovo modo di acquistare musica per le biblioteche, anche per i contenuti che le biblioteche vorranno salvare localmente per accesso on site.
      • Per gli utenti che non dispongono di mezzi propri di accesso a Internet, le biblioteche potranno gestire (attraverso le postazioni informatiche ordinarie) il caricamento delle tracce musicali su supporti USB o di altro genere dell’utente.
    •  
    •  
    • Ascolta l’anteprima
    •  
    • QUOTIDIANI E PERIODICI n.1745 Testate nazionali (Il Sole 24 ore, La Stampa, Il Riformista, Il Giornale, l’Unità, ecc) e internazionali (The Guardian, The Washington Post, Le Monde, ecc) leggibili ogni giorno nella loro versione cartacea digitalizzata. Una vastissima edicola di oltre 1.700 titoli che ti permette di consultare ogni giorno, dal tuo PC, le pagine delle maggiori testate del mondo.
    • UK Telegraph
    •  
    • Ricerca per parole chiave su tutto il materiale digitale:
      • Riassumendo, attraverso MLOL l’utente potrà (da casa o da dove vuole):
      • 1. prendere a prestito e-book dei principali editori italiani (gruppo Edigita)
      • 2. consultare banche dati ed enciclopedie;
      • 3. leggere le versioni “edicola” dei quotidiani o di altri periodici (Press display)
      • 4. ascoltare e scaricare audio musicali;
      • 5. visionare video in streaming;
      • 6. ascoltare e scaricare audiolibri;
      • 7. assistere in live-casting ad eventi organizzati dalle biblioteche o rivederne le registrazioni;
      • 8. consultare manoscritti e testi antichi in formato immagine;
      • leggere libri digitalizzati attraverso tipologie diverse di e-book reader
    • PER UNA RIFLESSIONE: NATIVI DIGITALI O GOOGLE GENERATION O SMANETTONI Overload di informazioni e difficoltà di gestirle Motori di ricerca come Google sono semplici e immediati e molti (giovani??), quando viene loro assegnata una ricerca, usano Google piuttosto che mettersi alla prova con un + tradizionale ambiente bibliotecario
    • IMPARIAMO AD IMPARARE : Information literacy in Biblioteca Il ruolo della biblioteca: aiutare nel rendere i cittadini capaci di cercare in modo critico le informazioni e i documenti per essere autonomi nel valutare e decidere. Si è spesso dato per certo che, una volta possedute le capacità di usare le tecnologie, le conoscenze sarebbero arrivate; si è investito molto nel colmare il “divario digitale” tra gli individui: divario nelle possibilità di accesso e divario nelle competenze. Dal rapporto di PISA 2011 emerge che per i nativi digitali, un uso ampio del PC non è sufficiente a determinare buoni risultati di apprendimento; coloro che hanno condizioni economiche, sociali e culturali di buon livello elevano le proprie performance. PISA: Programme for international student assessment SECONDO DIVARIO DIGITALE dovuto alle condizioni familiari e al contesto sociale
    • IMPARIAMO AD IMPARARE : Information literacy in Biblioteca NOI BIBLIOTECARI SIAMO CHIAMATI A: - fornire strumenti nuovi e tecnologie per contribuire a superare sempre di più il “divario digitale” e le differenze economiche (e-book reader, e-book, materiali digitali…) - fornire strumenti “intellettivi” utili a superare il secondo divario digitale, quello del contesto sociale di formazione (Information literacy in biblioteca / Laura Ballestra, Ed. Bibliografica, 2011)
    • Strumenti “da biblioteca” CHIEDI IN BIBLIOTECA Chiedi in Biblioteca  è un servizio di  biblioteca a distanza , promosso e coordinato dalla Regione Toscana, che mette a disposizione di tutti le risorse e le professionalità presenti nelle biblioteche toscane  per 24 ore al giorno e per sette giorni la settimana . Con l'aiuto di un  modulo  l’utente può porre le domande a una squadra di  bibliotecari professionisti , i quali cercheranno la migliore risposta tra le risorse della rete o tra gli scaffali delle loro biblioteche. Gli utenti riceveranno la risposta via posta elettronica entro pochi giorni.
    •  
    • Alcuni strumenti del web 2.0 che potrebbero interessare
    • Bookliners , un progetto italiano. Trae spunto da un nuovo formato digitale, il booklin cioè una copia del testo fruibile in streaming. La novità è che i lettori possono visualizzare ed utilizzare interattivamente il libro inserendo commenti testuali o multimediali sul formato elettronico. Senza la necessità di un device apposito. Basta registrarsi al sito gratuitamente, sfogliare il catalogo dei testi disponibili, visualizzare alcuni estratti e, una volta acquistato il booklin, accedere al libro intero. A quel punto, scatta il lato “social” dell’iniziativa: si può vedere cosa ne pensano gli altri lettori, inserire appunti e sottolineature sul formato digitale, partecipare alla discussione con commenti testuali, link audio e video. Ogni chiosa può essere oggetto di risposte, ed è possibile seguire le conversazioni a cui si è più interessati. O ancora creare gruppi di lettura. All’iniziativa hanno già aderito numerosi editori, tra cui minimum fax, Nottetempo, Iperborea, Newton Compton, i classici di Liber Liber-Progetto Manuzio e le opere del collettivo Wu Ming. Es. Gino Roncaglia ha reso disponibile per intero  La quarta rivoluzione: sei lezioni sul futuro del libro , con la possibilità di interagire direttamente con l’autore e condividere il testo con gli altri utenti della piattaforma.
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    • Contribuire alla conoscenza globale, correggendo o implementando le voci dell’enciclopedia online
    •  
    • http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:Come_scrivere_una_voce
    • http://www.childrenslibrary.org
    •  
    • http://inanimatealice.com/
    • Sigil  è un editor open source per creare il proprio e-book in formato ePub (è stato creato nel 2009). E’ multipiattaforma: per Microsoft Windows, per MAC e Linux.
    • Posso leggerlo con Abode Digital Editions, Oppure trasformare il formato da epub in mobi per Kindle, con Calibre… e leggerlo sul Kindle, oppure metterlo online
    • APPENDICE LA LETTURA IN ITALIA: dati 2010 Il 46,8% della popolazione dichiara – al netto dei fenomeni che riguardano altri modalità di lettura (professionale, di opere di consultazione e manualistica pratica, su schermi, ecc. praticata dal 12-13% degli italiani) – di aver letto «almeno un libro». Sono 26,6 milioni di persone, con un incremento sull’anno precedente particolarmente cospicuo: +3,8%. Circa 968 mila persone sono entrate, tra 2009 e 2010, all’interno del mercato del libro. Tenuta (e crescita) della lettura nelle fasce giovani della popolazione (6-17 anni), restano sullo sfondo tutti i problemi irrisolti che caratterizzano il nostro mercato: Le differenze generazionali : al picco del 65,4% degli 11-14enni corrisponde un 22,9% di lettori tra gli over 75enni. Il 34,6% bambini e ragazzi inseriti nei processi di scolarizzazione dell’obbligo non leggono libri diversi da quelli di testo. Le differenze di genere : legge il 53,1% delle donne rispetto al 40,1% degli uomini. In tutte le fasce di età la percentuale di lettrici è sempre superiore a quella dei lettori; anche tra chi ha più di 75 anni: 23,5% vs 21,9%. Fenomeno a sua volta legato a dinamiche sociale: accesso femminile all’istruzione obbligatoria dagli anni Sessanta- Settanta; ingresso nel mondo del lavoro; ecc. Le differenze territoriali : a un Trentino Alto Adige che si colloca al 57,9% e un Friuli al 56,3%, corrispondono una Basilicata con il 31,4%, una Sicilia con il 32,8%, una Campania con il 33,3%, o la Puglia con il 33,6%, ecc. Nelle regioni del Nord Italia si legge come in Francia, Inghilterra, al Sud Italia si legge come a Malta, Portogallo o Bulgaria Il 46,8% della popolazione ha letto almeno un libro. Il 20,7% da 1 a 3 libri; il 19% da 4 a 11 libri, solo il 7,1% della popolazione ha letto più di 12 libri nel 2010. Definizione di “letto almeno un libro”: lettura di almeno un libro non scolastico nei 12 mesi precedenti nella popolazione con più di 6 anni di età. Il valore esclude il fenomeno della «lettura morbida» e di altri tipi di lettura (ad es. professionale, su supporti digitali). (AIE aggiornamento a settembre 2011)
    • Biblioteca Comunale di Chiusi e Informagiovani Martedì: 15:00-18:30 Mercoledì: 15:00-18:30 Giovedì: 15:00-18:30 Venerdì: 9:15-13:00 (Informagiovani dalle 9:45) Sabato: 9:15-13:00 (Informagiovani dalle 9:45) SEDE E RECAPITI Via G. Paolozzi, 6 - Chiostro San Francesco, 53043, CHIUSI   Telefono:  0578/223080 e 0578/223626 (Uff. Cultura)   Fax:  0578/227864 (Comune) Email:   [email_address] ,  [email_address] Sito web:  www.redos.it