• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
I vantaggi della tecnologia di marketing nell’attuale scenario multicanale
 

I vantaggi della tecnologia di marketing nell’attuale scenario multicanale

on

  • 284 views

Presentazione dei risultati dell’indagine Teradata eCircle ...

Presentazione dei risultati dell’indagine Teradata eCircle
“The Data-Driven Marketing Survey 2013, Europe”.
I vantaggi della tecnologia di marketing nell’attuale scenario multicanale

Statistics

Views

Total Views
284
Views on SlideShare
284
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
4
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    I vantaggi della tecnologia di marketing nell’attuale scenario multicanale I vantaggi della tecnologia di marketing nell’attuale scenario multicanale Document Transcript

    • data-driven: I vantaggi della tecnologia di marketing nell’attuale scenario multicanale Presentazione dei risultati dell’indagine Teradata eCircle “The Data-Driven Marketing Survey 2013, Europe”
    • CONTENUTI Introduzione 4 Executive summary 6 Un’esplosione di possibilità 7 Under pressure: la grande sfida dei big data 9 Investimenti in tecnologia: chi è avanti e chi resta indietro 10 Acquisire vantaggio competitivo grazie alla tecnologia di marketing 13 Vincere la sfida della multicanalità 16 The big picture: il supporto della tecnologia alle aziende data-driven 21 Il supporto di Teradata 22 PagINA 2
    • “SIAMO DI FRONTE AD UN IMPORTANTE CAMBIAMENTO NELLA MENTALITÀ DEI MARKETER EUROPEI E NEL MODO IN CUI INVESTONO. IL MARKETING DATA-DRIVEN STA CAMBIANDO I GIOCHI. I MARKETER PIÙ ESPERTI STANNO GIÀ BENEFICIANDO DELL’ATTUALE SCENARIO E SETTORI PIÙ INNOVATIVI TROVIAMO TELCO, FINANZIARIO, IT E RETAIL.” Volker Wiewer, Vice President International, Teradata eCircle PagINA 3
    • INTRODUZIONE Nel 21° secolo marketing è cresciuto a ritmo sorprendente. Negli ultimi 10 anni l’esplosione delle comunicazioni digitali ha offerto alle aziende una moltitudine di nuove opportunità per comunicare con consumatori e clienti. E la crescita non sembra arrestarsi, anche grazie alla nascita di nuovi canali di comunicazione che si aggiungono a quelli esistenti come stampa, TV, call center e email. Insieme alle opportunità però nascono anche nuove sfide. Per identificare queste sfide, per comprendere cosa significano per le aziende e per capire quanto i marketer utilizzino già il supporto di tecnologia specifica per superarle, Teradata eCircle ha realizzato una ricerca sul tema del marketing multicanale. “The Data-Driven Marketing Survey 2013, Europe” ha coinvolto oltre 1.100 senior marketer di 19 Paesi europei. PagINA 4 I risultati mostrano come la multicanalità sia già parte della quotidianità dei marketer, che dichiarano di utilizzare in media oltre 7 canali diversi per le campagne di marketing. Risultato: i marketer oggi ricevono una moltitudine di dati, provenienti da molteplici fonti e canali, e devono trovare modi nuovi ed efficaci per interpretarli ed utilizzarli in modo efficace. I marketer che riescono ad analizzare in modo efficiente i dati di cui dispongono ottengono un’accurata fotografia dei propri clienti ed una visione precisa dei loro comportamenti. La reale difficoltà sta nell’estrarre le informazioni più significative e, ancor di più, nel riuscire a reagire in tempo reale. Nel contempo, la difficile situazione economica mette i marketer sotto pressione per aumentare in modo diretto i profitti dell’azienda e per giustificare il successo dell’attività grazie alla misurazione del ritorno sull’investimento (ROMI). La ricerca dimostra inoltre come la tecnologia di marketing, nella forma di soluzioni di Campaign Management/Marketing Resource Management, offre già ai marketer un supporto importante per superare questi ostacoli. Oggi però solo un marketer su dieci utilizza entrambi questi strumenti per la gestione dell’attività. I marketer che adottano questa tecnologia dichiarano di sentirsi molto più preparati per analizzare i dati provenienti dalle diverse fonti e riescono a gestirli con maggiore semplicità, generando sensibili incrementi nelle performance delle campagne. L’analisi e l’elaborazione dei dati sono ingredienti fondamentali per il successo nell’attuale scenario di marketing digitale multi-canale. Le soluzioni tecnologiche “bestin-class” di Teradata eCircle supportano i marketer nel trarre il massimo vantaggio dalla potenza del marketing data-driven.
    • In collaborazione con Technical University Munich e University of Applied Management DATA-DRIVEN MARKETING SURVEY CHI ABBIAMO COINVOLTO? stati 42% BIELORUSSIA BULGARIA REPUBBLICA CECA POLONIA RUSSIA UCRAINA 8% 22% 10% DANIMARCA FINLANDIA OLANDA NORVEGIA SVEZIA FRANCIA ITALIA SPAGNA Austria GermanIA SVIZZERA SETTORI 19% AUTOMOTIVE INFORMAZIONE COMUNICAZIONE IT 3% EDITORIA STAMPA ALTRO IRLANDA UK 18% 17% 5% 9% 13% TURISMO TRASPORTI SERVIZI (CONSULENZA ED EDUCAZIONE) PagINA 5 RETAIL (INCL. E-COMMERCE) FMCG MANIFATTURIERO 10% 11 % 13% FINANZIARIO ASSICURAZIONI REAL ESTATE
    • Executive Summary L’indagine Teradata eCircle dimostra come i marketer europei utilizzano, in media, oltre sette canali in contemporanea per l’attività di comunicazione. Emerge chiaramente anche lo spostamento verso il digitale, come confermano i marketer che dichiarano di voler aumentare gli investimenti sui canali digitali nei prossimi dodici mesi, in particolare su social media (78.9%), mobile marketing (78.6%) e advertising online (69.6%). Nel contempo però l’attuale situazione economica mette i marketer sotto pressione per aumentare in modo concreto i profitti e per giustificare i successi misurando con precisione il ritorno sull’investimento (ROI). Nel contempo, oltre due terzi degli intervistati lamenta la visione limitata dei propri dipartimenti marketing (27%), la mancanza di strumenti di misurazione (23%) ed il lavoro di gestione (18%) tra i maggiori ostacoli. PagINA 6 Nonostante le dichiarate difficoltà, più della metà dei dipartimenti marketing delle aziende coinvolte nell’indagine investe meno del 5% per migliorare l’attività di marketing grazie alla tecnologia. I settori che investono maggiormente sono telecomunicazioni, informazione e IT, con il 19% del budget dedicato al miglioramento delle infrastrutture di marketing. Seguono retail (17%) e finanziario (13%). I marketer che già utilizzano sistemi e tecnologie di marketing si sentono decisamente più preparati per analizzare i dati provenienti da fonti differenti, e si dichiarano due volte più soddisfatti dei propri programmi di marketing rispetto agli altri marketer intervistati. Questo dimostra come un’analisi efficace dei dati sia l’ingrediente fondamentale per il successo nell’attuale scenario digitale multi-canale. Dall’indagine emerge che il 33% dei marketer utilizza una tecnologia di Campaign Management per monitorare la propria attività, mentre il 17% usa una soluzione di Marketing Resource Management. Solo un marketer su dieci conferma di utilizzare entrambe le soluzioni. “The Data-Driven Marketing Survey 2013, Europe” si basa sulle risposte fornite da oltre 1,100 responsabili marketing che operano nei nove settori merceologici principali in 19 Paesi europei tra cui Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna e Russia.
    • UN’ESPLOSIONE DI POSSIBILITA’ Proprio con l’obiettivo di comprendere la rapida evoluzione ed il cambiamento dello scenario di marketing che sta investendo tutti i settori, Teradata eCircle ha chiesto a oltre 1.100 marketer europei di raccontare le proprie sfide e di indicare quali sono le tecnologie di marketing su cui stanno investendo per superarle. L’indagine “The Data-Driven Marketing Survey 2013, Europe” è stato condotta da Teradata eCircle all’inizio del 2013, in collaborazione con la Technical University of Munich e la University of Applied Management. I settori coperti dallo studio spaziano da retail a manifatturiero, da quello finanziario ai trasporti, dall’editoria all’informazione sino all’information technology (ICT). PagINA 7 I risultati confermano quello che molti di noi già sanno sulla base della propria esperienza personale: negli ultimi anni la crescita dei canali digitali ha trasformato lo scenario di marketing e questo cambiamento sembra inarrestabile. La novità riguarda la sempre maggiore importanza che la tecnologa di marketing ricopre nell’aiutare le aziende a rimanere al passo con i cambiamenti e a migliorare i risultati. Dalla ricerca emerge come ICT, retail e finanziario siano i settori che per primi hanno investito in modo importante per supportare i team marketing con gli strumenti più appropriati per gestire l’attività quotidiana. Tre sono le principali sfide che preoccupano i marketer nel 2013: • La diversità di canali da gestire: oltre la metà dei rispondenti dichiara di utilizzare sette o più canali di marketing per raggiungere i propri clienti. Il 70% usa ancora canali tradizionali, come la pubblicità su carta stampata. Comunicare un messaggio consistente su tutti i canali è un imperativo. • L’analisi dei dati: necessità di analizzare i dati provenienti da fonti diverse per ottenere informazioni strategiche. • Giustificare gli investimenti di marketing: tra i più grandi ostacoli la pressione per aumentare i profitti, la necessità di misurare il successo dell’attività e di dimostrare l’efficacia dell’attività di marketing misurando il ROI.
    • LA FORTE CRESCITA DEI CANALI DIGITALI HA RECENTE TRASFORMATO IL MONDO DEL MARKETING E IL TREND NON DIMOSTRA SEGNI DI VOLERSI FERMARE. PagINA 8
    • Under pressure: LA GRANDE SFIDA DEI Big Data Il 27% dei marketer identifica la forte pressione per ottenere risultati a breve termine come una delle principali barriere che limitano l’efficacia e le performance delle campagne di marketing. Molto spesso inoltre i marketer non hanno la possibilità di misurare in modo realistico le performance e di dimostrare di conseguenza il ROI dell’attività di marketing (23%). Ma le sfide non sono finite. Il 18% dei rispondenti lamenta anche un notevole lavoro legato alla gestione delle campagne, che aumenta con l’aumentare la complessità dell’ambiente di marketing in cui operano. Le difficoltà e gli ostacoli non aiutano CMO e Direttori Marketing nell’affrontare la pressione a cui vengono sottoposti dal management delle organizzazioni in cui operano. I team marketing sono sempre più spinti a generare un concreto aumento nei profitti e a dimostrare il successo dell’attività. I marketer oggi devono riuscire a dimostrare il contributo nel raggiungimento degli obiettivi aziendali e molti di loro si trovano in forte difficoltà a causa del complesso ecosistema di marketing in cui operano. A questo si aggiunge anche il bisogno di comunicare in modo consistente su tutti i canali utilizzati e di gestire in modo efficace i dati provenienti dalle diverse fonti. I marketer oggi hanno accesso a notevoli quantità di dati ed è fondamentale che dispongano degli strumenti e delle soluzioni appropriate per derivarne informazioni strategiche integrando, aggregando e analizzando. 3.83 2.80 Archivio big data 3.34 3.34 Aggregazione, preparazione big data Analisi big data 3.46 Raggiungimento di consistenza multi-canale 3.53 Misurazione del successo Conferma efficacia in base al ritorno sull’investimento 4 3 2 1 _Fig 1. Le più grandi sfide di marketing nel 2013 Valore medio misurato su una scala da 6 punti 1 = per nulla impegnativo - 6 = molto impegnativo PagINA 9 3.72 Aumento dei profitti
    • InvestmentI IN tecnologIA: CHI E’ AVANTI E CHI RESTA INDIETRO I marketer dichiarano di soffrire la forte pressione legata alla crescente complessità del mercato in cui operano ed all’aumento della competizione. La ricerca rivela che le aziende stanno investendo nelle tecnologie online per supportare i propri team in questo difficile compito. Metà dei rispondenti dichiarano di investire solo il 5% del budget marketing per la tecnologia. In media i marketer spendono l’11.7% del proprio budget per soluzioni ed applicazioni tecnologiche legate all’attività di marketing. 23.1% 6-10 % investito 0.9 % 2.9% 22.1% 4 % investito 11-30 investito 3 % % investito 31 e oltre % 6.4% 5 investito % 2 % investito 6.3% 0 investito % 8.4 % _Fig 2. % di budget investito per l’acquisto di tecnologia di marketing PagINA 10 1 investito % 9.2% 20.6%
    • Per quanto riguarda i settori merceologici, ai primi posti in termini di investimenti troviamo ICT (19.1%) e retail (16.8%), seguiti dai servizi (11.4%). 20 10 0 11.4 Servizi (Consulenza & Educazione) 12.9 13.1 16.8 19.1 Manifatturiero & FMCG Finanziario, Assicurazioni e & Real Estate Retail (incl. e-commerce) Informazione, Comunicazione & IT _Fig 3. Cinque settori che investono maggiormente in tecnologia per il marketing in % Questi investimenti riguardano soluzioni relative all’intera area di attività del marketing, con focus sul marketing digitale. Sistemi di web analytics, piattaforme di email marketing, search engine optimization (SEO) e tool di social media management sono in cima alle soluzioni più utilizzate dalle aziende coinvolte nella ricerca. Archiviazione materiali digitali 3.22 Review delle performance ed approvazione in un unico tool 3.32 Gestione completa del budget in un unico tool 3.35 Creazione di workflow 3.46 Visione generale di tutte le campagne (anche di altri Paesi) sotto forma di calendario 3.95 Automazione delle campagne di marketing 4.03 • Campagne personalizzate Integrazione delle attività di marketing 4.11 • Integrazione delle attività di marketing Segmentazione accurata • Segmentazione accurata • Automazione delle attività di marketing • Visione d’insieme di tutte le campagne 4.40 Analisi delle campagne • Analisi delle campagne 4.22 Campagne personalizzate Non sorprende che i marketer si aspettino di ottenere importanti vantaggi dalla tecnologie in cui investono, tra cui: 4.44 1 2 Insieme anche al supporto nella gestione dell’operatività, dalla creazione di workflow all’utilizzo di un unico sistema per gestire budget, planning e approvazione delle campagne. 3 4 _Fig 4. Aspettative dalla tecnologia di marketing Valore medio misurato su una scala di 6 punti 1 = per nulla importante - 6 = molto importante PagINA 11
    • Nei prossimi 12 mesi i marketer investiranno principalmente in web analytics, social media e SEO. Aumenteranno inoltre gli investimenti nella tecnologia per email marketing, search engine marketing e mobile marketing. 2.64 Tecnologia per la gestione del budget marketing 2.66 Soluzioni per affiliate marketing Tecnologia per la gestione delle risorse di marketing e digital marketing 2.71 Soluzioni di project management 2.80 3.03 Soluzioni per lead management e lead nurturing 3.20 Tecnologia per la gestione dei contenuti Tecnologia di campaign management 3.30 Tecnologia per mobile marketing 3.32 Software per bid management 3.39 3.45 Tecnologia per email marketing 3.51 Tecnologia per l’ottimizzazione sui motori di ricerca 3.58 Tecnologia di social media management 3.59 Tecnologia per web analytics 1 2 _Fig 5. Investimenti pianificati in tecnologia di marketing nei prossimi 12 mesi Valore medio misurato su una scala di sei punti. 1 = per nulla - 6 = molto PagINA 12 3 4 5 6
    • ACQUISIRE VANTAGGIO COMPETITIVO GRAZIE ALLA TECNOLOGIA DI MARKETING Nonostante molte aziende investano già in tecnologia per il marketing, sono ancora tante quelle che non adottano soluzioni specifiche e professionali per la gestione delle risorse e delle campagne e per ottenere una visione integrata che permette un aumento dell’efficienza e delle performance. Le soluzioni per la gestione integrata dell’attività di marketing comprendono due tipologie Campaign Management and Marketing Resource Management (MRM). Mentre il 33% degli intervistati dichiara di usare già una tecnologia di Campaign Management, solo il 17% usa una soluzione di Marketing Resource Management. Un marketer su dieci utilizza entrambe le soluzioni. Alcune aziende beneficiano già di un appropriato utilizzo della tecnologia di marketing, mentre altre devono ancora avvicinarsi a questa realtà. Perchè le aziende non adottano soluzioni di Campaign Management Le soluzioni di Campaign Management multicanale permettono alle aziende di definire, gestire e comunicare ai diversi segmenti di target in modo coerente nell’ambiente in cui operano, usando uno o tutti i canali compresi direct mail, call center, sito internet, email, social network o addirittura community specifiche legate ad esempio a minisiti o portali verticali. I marketer oggi cercano un ritorno concreto dai propri investimenti, in modo particolare da software e tool tecnologici. Le principali ragioni per cui i marketer scelgono una soluzione di Campaign Management sono le seguenti: generare profitti (55.7%), creare relazioni con i consumatori (28.6%) e migliorare la customer experience (24.3%). 60% 55.7 Generare maggiori profitti 50% 40% 28.6 30% 20 20% 10% 16.3 7.6 Creare relazioni con i consumatori Coinvolgere i consumatori su più canali Inviare offerte più rilevanti 18.6 Costruire una visione d’insieme dei consumatori integrando i dati da canali differenti 24.3 Migliorare le performance delle campagne (es. open rate, click through) 9.2 Sfruttare i big data per campagne più targettizzate 0% _Fig 6. Obiettivi da raggiungere con un tool di Campaign Management in % PagINA 13 Migliorare la customer experience 14.3 Migliorare la conoscenza del comportamento e delle preferenze dei clienti
    • Le soluzioni per campagne multi-canale permettono alle aziende di definire, pianificare ed eseguire campagne mirate per i singoli segmenti di target in un ambiente evoluto, utilizzando uno o tutti i canali. PagINA 14
    • Perchè le aziende scelgono un tool di Marketing Resource Management I tool di Marketing Resource Management permettono di automatizzare le attività di marketing più comuni quali pianificazione, gestione del budget e monitoraggio degli investimenti, workflow ed esecuzione dei progetti, degli eventi e dell’attività legata al brand. L’attuale situazione economica spinge molte aziende a ridurre i budget ed i marketer si trovano nella condizione di dover fare ancora di più con meno risorse. Allo stesso tempo però i team marketing devono gestire i canali esistenti ed i nuovi canali digitali emergenti in continuo sviluppo. Dove non è possibile espandere l’attività in parallelo con l’aumento della domanda è fondamentale lavorare per aumentare l’efficienza. Per le organizzazioni che sono interessate ad un sistema di Marketing Resource Management, le principali motivazioni sono l’aumento dell’efficienza e la riduzione del time-to-market (48.2% dei rispondenti). Oltre un terzo dei marketer desidera attuare più attività di marketing con le stesse risorse (35.7%) mentre più del 20.8% desidera ottenere una visione unica e completa di tutte le attività di marketing. 48.2% Supporto di più attività con le medesime risorse Aumento dell’efficienza e riduzione del time-to-market 35.7% Creazione di una visione d’insieme dell’attività di marketing 20.8 % Gestione degli investimenti in real-time Maggiore efficienza grazie all’utilizzo di materiali già esistenti Riduzione dei costi marketing Integrazione di planning, spesa ed esecuzione per determinare il ROI 7.8% 13.9% 19.4% 14.2 % 16.8% 18.7% _Fig 7. Obiettivi da raggiungere con un tool di Marketing Resource Management in % PagINA 15 Migliore reportistica dell’attività di marketing Definizione dei processi corretti all’interno dell’organizzazione
    • VINCERE LA SFIDA DELLA MULTICANALITA’ Forse per questo non c’è da sorprendersi se le aziende investono nettamente di più per campagne di marketing sui canali digitali rispetto a quelle sui canali più “tradizionali”, come ad esempio call center, punto vendita o eventi. I marketer oggi operano in un ambiente in costante evoluzione, in cui i canali aumentano ad un ritmo impressionante. In media i marketer europei comunicano su oltre sette canali differenti – dai social media alla stampa, dai motori di ricerca alla TV. Tra i canali più utilizzati rientrano quelli digitali, come l’email (85%), e quelli più tradizionali come stampa e direct mail (usati da oltre il 75% degli intervistati). I sette canali che registrano i maggiori investimenti sono: Oltre un quarto dei marketer coinvolti nell’indagine lavora per coordinare la customer experience su oltre dieci canali. I marketer si aspettano di raggiungere specifici obiettivi con l’attività di marketing, ed i canali digitali spesso sono i mezzi ideali per raggiungerli. Ad esempio, la flessibilità e la velocità di sviluppo del mondo digitale aiutano a migliorare l’efficienza e a ridurre il time-to-market, permettendo ai marketer di usare le stesse risorse per supportare più canali. La proliferazione dei canali digitali rappresenta il trend più significativo. Nella top ten dei canali su cui i marketer europei investiranno nel 2013, i primi sette sono digitali. 80 78.9 • Mobile advertising • Pubblicità Online (display) • Search engine optimisation • Email marketing • Sito internet aziendale • Messaggi SMS La stragrande maggioranza dei marketer (78.9%) dichiara di voler aumentare gli investimenti per l’attività di marketing sui social media, e altrettanti investiranno sul mobile (78.6%). L’advertising online è tra i canali su cui il 69.6% dei marketer dichiara di voler investire più budget. Supportare l’attività su tutti questi canali richiede molto lavoro. Con l’aumento del numero di canali aumenta anche il lavoro per gestirli, come dichiara un rispondente su cinque. 78.6 69.6 70 • Social media 67.1 58.3 60 56.8 50 50 40.7 40 39.6 36.1 30 19.7 20 19.6 17.2 10 0 Social media Mobile Pubblicità advertising/ online mobile (display) marketing Search Email Sito engine marketing aziendale optimization _Fig 8. Canali su cui i marketer investiranno nei prossimi 12 mesi in % PagINA 16 Messaggi SMS Call centre Campagne Eventi su punto vendita Pubblicità offline Annunci Pubblicità su stampa / direct mail
    • I marketer che hanno già adottato una soluzione di Campaign Management si sentono più preparati per ottenere una comunicazione consistente su tutti i canali rispetto agli altri marketer. I marketer che usano una soluzione di Campaign Management per comunicare su 12 canali registrano fino al 13% in meno di problemi nel mantenere un messaggio consistente su tutti. 31 % Usa da 4 a 6 canali 26 % Usa da 10 a 13 canali Gestire una moltitudine di dati L’esplosione dei canali digitali sta creando una moltitudine di dati che i marketer provano a gestire ed analizzare con non poche difficoltà. I marketer raccolgono sempre più informazioni sui propri clienti - l’83.7% dati demografici, il 67.3% dati relativi alla navigazione e il 65.9% dati relativi al customer service. L’indagine Teradata eCircle dimostra come i marketer siano desiderosi di raccogliere ancora più dati, in primis dati psicografici, dati relativi alla customer satisfaction e dati legati al coinvolgimento dei clienti. 10 % Usa da 0 a 3 canali 33 % Usa da 7 a 9 canali _Fig 9. Numero di canali che i marketer usano per raggiungere i clienti in % 50.9 47.9 50 I dati psicografici in particolare offrono ai marketer preziose informazioni su come si comporta il proprio target audience - come personalità, valori, attitudini, interessi e stile di vita. 45.4 40 Con l’aumento dei dati raccolti e il numero crescente di canali, quello che una volta era un rivolo di informazioni facilmente gestibili si è trasformato in un torrente travolgente. I sistemi e la tecnologia di marketing aiutano ad estrarre le informazioni utili e a gestirle in modo intelligente. 30 20 10 0 Dati psicografici Dati sulla soddisfazione dei clienti Dati sul coinvolgimento dei clienti _Fig 10. Dati che i clienti desiderano raccogliere in % PagINA 17
    • Non è necessario chiedere ad un esperto di data management per riconoscere qualcosa di ovvio: coinvolgere i clienti è sempre più importante, soprattutto in tempi di crisi economica. Gli investimenti di marketing sono quindi destinati ad aumentare mano a mano che le aziende si sforzano raggiungere risultati migliori. Questo è sempre il caso, a prescindere dal fatto che le aziende abbiano come target i consumatori oppure altre aziende. 48.2 65.9 Dati e-commerce Dati di customer service 49.0 Interazioni sui social media 44.6 Dati sul coinvolgimento dei clienti 32.0 Dati del punto vendita 50.1 Dati sulla customer satisfaction 67.3 Navigazione sul sito 22.9 83.7 Dati demografici _Fig 11. Dati sui clienti raccolti dai marketer in %. PagINA 18 Dati psicografici
    • I marketer che hanno già adottato soluzioni di Campaign Management o Marketing Resource Management si dichiarano più soddisfatti delle performance della propria attività e si sentono più preparati per affrontare le sfide quotidiane. I marketer che usano già una soluzione di Campaign Management si sentono anche in grado di analizzare i dati in modo più efficace (sono in media l’11% più efficienti nell’analisi dei dati psicografici rispetto a coloro che non usano questi strumenti). Questo dimostra come la tecnologia per il marketing agevola le imprese nel migliorare le proprie capacità di data analytics. Come indicano i risultati dell’indagine, la scelta e l’utilizzo di una tecnologia per la gestione integrata dell’attività di marketing non solo aiuta i marketer ad affrontare in modo più efficace le sfide legate alla multicanalità, ma offre una solida base per prendere decisioni tattiche e strategiche che portano ad un maggiore successo. Molto Soddisfatto 9.19 8.61 8.03 Soddisfazione per il successo dell’attività 6.82 5.93 4.32 Non del tutto soddisfatto In grado Non in grado Capacità di effettuare scelte di marketing data-driven _Fig 12. Le scelte strategiche basate sui dati migliorano il successo dell’attività di marketing Valore medio calcolato su una scala di 13-punti 1 = non in grado - 13 = perfettamente in grado PagINA 19
    • La scelta e l’utilizzo di tecnologia specifica per il marketing può aiutare le aziende a gestire in modo più efficace le sfide legate alla multicanalità e fornisce una base solida per prendere decisioni strategiche in grado di aumentare il successo dell’attività. PagINA 20
    • The big picture: il supporto della tecnologia ALle aziende data-driven “The Data-Driven Marketing Survey 2013, Europe” dimostra come la tecnologia di marketing offra strumenti importanti per aiutare i marketer a raggiungere risultati consistenti su tutti i canali utilizzati. Questo è sempre più importante se si considera la crescita continua nel numero di possibili canali di marketing, specialmente in ambito digitale. La tecnologia di marketing offre gli strumenti più idonei per coinvolgere efficacemente i clienti. I marketer che la utilizzano possono gestire ed analizzare i dati per costruire fondamenta solide su cui basarsi per prendere decisioni strategiche. PagINA 21 In altre parole, la tecnologia di marketing seziona i dati per rivelare uno scenario più ampio. Le aziende che desiderano migliorare performance e ROI della propria attività di marketing, e che vogliono misurare in modo oggettivo i risultati delle proprie campagne, riconoscerà la necessità di avvalersi di soluzioni di Campaign Management e Marketing Resource Management.  
    • IL SUPPORTO DI TERADATA Teradata è leader a livello mondiale nelle piattaforme di data analytics, nelle applicazioni e nei servizi che permettono alle organizzazioni di compiere le scelte migliori per aumentare il proprio vantaggio competitivo. Integrated Marketing Management (IMM) è la soluzione “best-inclass” di Teradata che aumenta la produttività e le performance delle organizzazioni attraverso un approccio data-driven che semplifica le complessità dell’attuale scenario di marketing in costante cambiamento ed evoluzione. Teradata offre soluzioni innovative e performanti per la gestione integrata dell’attività di marketing: Teradata Marketing Operations permette di dimostrare il ROI dell’attività di marketing connettendo i risultati delle campagne con le operazioni interne e gli investimenti. Le soluzioni Marketing Operations di Teradata aiutano le organizzazioni a: • Misurare con precisione gli investimenti di marketing • Generare risultati misurabili a vantaggio del business • Orientare gli investimenti sui canali più performanti • Dimostrare il ROI grazie alla visibilità in tempo reale sui risultati di tutte le campagne di marketing • Ottenere informazioni sulle singole performance all’interno di una visione globale Teradata Multi-Channel Campaign Management aiuta a creare campagne in grado di generare risultati concreti. Una customer experience coerente sui canali digitali e tradizionali permette di: • Integrare i canali online ed offline per creare una visione a 360 gradi sul cliente • Inviare campagne personalizzate per interagire in tempo reale con i consumatori • Ottimizzare le campagne grazie a dati disponibili in tempo reale, per comprendere ciò che performa meglio e ciò che non funziona • Integrare i profili social per creare campagne targetizzate basate sui dati provenienti dai social network • Comprendere meglio il comportamento e le preferenze dei consumatori per creare comunicazioni più rilevanti PagINA 22
    • Teradata Digital Messaging Center permette la creazione e l’invio di campagne personalizzate di digital marketing via email, mobile e social media, integrando perfettamente i risultati e le informazioni di tutti i canali per: • Controllare le campagne di digital marketing in modo tempestivo ed intelligente • Inviare comunicazioni più rilevanti, personalizzate e targetizzate • Aumentare l’efficacia delle campagne di digital marketing • Ottenere una customer experience più consistente • Acquisire nuovi clienti tramite tutti i canali online Teradata Marketing Analytics and Data Management aiuta le aziende a gestire ed analizzare i dati, trasformandoli in preziose informazioni per: • Comprendere meglio i modelli di dati, le interazioni dei clienti e l’efficacia dell’attività cross-channel con particolare riferimento al digital marketing • Sviluppare una visione a 360 gradi del cliente – anche su sistemi differenti • Trasformare dati sui clienti provenienti dai sistemi di data wharehousing in informazioni strategiche per creare campagne di marketing ancora più efficaci • Coordinare le offerte ed i contenuti su più canali utilizzando un unico sistema per la gestione dei dati • Configurare facilmente interfacce personalizzate che forniscono visibilità completa e in tempo reale su tutte le campagne • Rispettare la privacy dei clienti tramite una corretta gestione dei dati e l’invio di offerte basate su preferenze ed autorizzazioni individuali • Garantire che le informazioni più accurate ed aggiornate siano sempre disponibili per creare un’unica repository con i dati di tutti i clienti • Creare molteplici report basati su template, standard oppure ad hoc • Integrarsi in modo completo con Salesforce.com, con sistemi di CRM esterni oppure interni per massimizzare gli investimenti Per maggiori informazioni su Teradata eCircle visita teradata.com o ecircle.com. PagINA 23
    • Teradata Corporation (NYSE: TDC) è leader mondiale nell’ambito del data analytics ed offre soluzioni di data warehousing, big data analytics e business applications. I prodotti e le soluzioni innovative di Teradata consentono alle aziende di integrare ed analizzare i propri dati per agevolare le decisioni strategiche e ottenere vantaggio competitivo. Per maggiori informazioni visitare www.teradata.com Via Pietro Orseolo 12, 20144 Milano T. +39 02 3087 620 - E. info-it@ecircle.com The Best Decision Possible is a trademark, and Aprimo, Teradata and the Teradata logo are registered trademarks of Teradata Corporation and/or its affiliates in the U.S. and worldwide. Teradata continually improves products as new technologies and components become available. Teradata, therefore, reserves the right to change specifications without prior notice. All features, functions, and operations described herein may not be marketed in all parts of the world. Consult your Teradata representative or Teradata. com for more information. Lunexa is a trademark or registered trademark of Lunexa, LLC. MicroStrategy is either a trademark or registered trademark of MicroStrategy Incorporated in the United States and certain other countries. Webtrends is a registered trademark of Webtrends Inc. in the United States and other countries. KXEN is a trademark or registered trademark of KXEN. © 2013 Terradata Corporation. All rights reserved. Produced in U.S.A.