Slide vivere incontri con associazioni di migranti
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Slide vivere incontri con associazioni di migranti

on

  • 1,444 views

Vivere in Italia - Diapositive dagli incontri con le associazioni di migranti. Gennaio-febbraio 2012

Vivere in Italia - Diapositive dagli incontri con le associazioni di migranti. Gennaio-febbraio 2012

Statistics

Views

Total Views
1,444
Views on SlideShare
1,339
Embed Views
105

Actions

Likes
0
Downloads
20
Comments
0

1 Embed 105

http://www.vivereinitalia.eu 105

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Slide vivere incontri con associazioni di migranti Slide vivere incontri con associazioni di migranti Presentation Transcript

  • VIVERE IN ITALIALA LINGUA PER IL LAVORO E LA CITTADINANZA Fondazione Ismu
  • VIVERE IN ITALIA LA LINGUA PER IL LAVORO E LA CITTADINANZA Obiettivi dell’incontro• Ottimizzare le risorse del territorio attraverso il miglioramento della comunicazione• Illustrare la normativa attuale: - permesso di soggiorno CE (Per chi?; Dove?; Come?;...?) - accordo di integrazione• Presentare le proposte formative in atto per prepararsi al test e ottenere la Certificazione di Italiano L2• Fare emergere i bisogni di formazione linguistica delle realtà del terzo settore per sviluppare progetti futuri e nuove proposte d’intervento
  • Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo PUÒ CHIEDERLO CHI: • è titolare di un PERMESSO DI SOGGIORNO di lunga durata (es. lavoro o famiglia) ed è regolarmente soggiornante in Italia da almeno 5 anni ATTENZIONE!!! ATTENZIONE!!!NON valgono i permessi Lo straniero NON deve essere stato all’estero- di breve durata (es. per cure mediche) per più di 6 mesi consecutivi o- per motivi di studio, formazione professionale 10 mesi nel quinquennio- motivi umanitari, protezione temporanea o asilo (salvo obblighi militari o gravi e documentati(dal 2013 anche per titolari di status di protezione int.le) problemi di salute o di famiglia) . • ha un REDDITO annuo non inferiore a 5.424,9 euro (uguale all’assegno sociale) • abita un ALLOGGIO idoneo (certificato da Comune o ASL) • dimostra una CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA di livello A2 3
  • Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo Come dimostrare la conoscenza della LINGUA ITALIANA?• È possibile sostenere un test di lingua italiana di livello A2 (DM 4 giugno 2010)• La domanda si fa online alla prefettura, al sito https://testitaliano.interno.it/Ministero/index2.jsp: bisogna registrarsi e compilare il modulo di domanda!• entro 60 giorni la prefettura convocherà l’interessato presso una sede di esame per lettera inviata via posta MA … Non tutti• i test si svolgono presso i CTP (centro di educazione degli adulti) devono fare il test di italiano È possibile chiedere informazioni al CTP più vicino alla propria residenza 4
  • Le disposizioni del decreto non si applicano:• ai figli minori degli anni 14, anche nati fuori dal matrimonio, propri e del coniuge;• allo straniero affetto da gravi limitazioni alla capacità di apprendimento linguistico derivanti dalletà, da patologie o da handicap, attestate mediante certificazione rilasciata dalla struttura sanitaria pubblica MA … non sono esclusi i maggiori di anni 65• a chi è già in possesso di un attestato di conoscenza della lingua italiana (livello A2) rilasciato da CTP o dagli enti certificatori riconosciuti dal MAE e MIUR: – Università degli studi di Roma Tre – Università per stranieri di Perugia – Università per stranieri di Siena – Società Dante Alighieri
  • • a chi ha ottenuto, nellambito dei crediti per l’accordo di integrazione il riconoscimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2;• chi ha conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano;• chi frequenta un corso di studi presso una Università italiana statale o non statale legalmente riconosciuta, o frequenta in Italia il dottorato o un master universitario;• dirigenti e personale altamente specializzato, professori universitari, traduttori e interpreti, giornalisti, …
  • Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo FARE DOMANDA …PER CHIÈ possibile chiedere il permesso di soggiorno CE anche per i propri FAMILIARI(stesse regole del ricongiungimento familiare) però è necessario avere:• un reddito più alto (per ogni familiare si aumenta di 2.712,45)• il certificato di idoneità alloggiativa rilasciato dal Comune Il permesso NON può essere rilasciato o dalla ASL in proporzione al numero di persone presenti comunque alloI parametri e i costi relativi a tale richiesta variano da città a città! straniero considerato un pericolo per l’ordine pubblico eDOVE e COME per la sicurezza• Si presenta domanda presso gli uffici postali - Sportello Amico pubblica (compilare un apposito Kit giallo seguendo le istruzioni)• Si può avere assistenza gratuita per compilare la domanda presso Comuni e Patronati 7
  • Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo FARE DOMANDA … I FIGLI MINORI• I figli minori di anni 14 non devono fare una domanda autonoma rispetto a quella del genitore che chiederà l’iscrizione, sul proprio documento, del figlio minore degli anni 14,• al compimento del 14° anno di età al minore è rilasciato un permesso di soggiorno per motivi familiari fino al compimento della maggiore età, o il permesso di soggiorno CE (se già in possesso dei genitori),• al compimento della maggiore età allo straniero titolare di un permesso di soggiorno per famiglia è rilasciato un permesso di soggiorno per motivi di studio, di accesso al lavoro o di lavoro, a seconda dell’attività svolta, oppure si procederà al rinnovo del titolo posseduto.
  • Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodoINFORMAZIONI• Sul Portale Immigrazione www.portaleimmigrazione.it puoi trovare: Sito del Ministero o informazioni generali sulla procedura; dell’Interno o indirizzi dei Comuni e dei Patronati abilitati; o indirizzi degli uffici postali con Sportello Amico; o stato di avanzamento della tua pratica, inserendo in un’area riservata user id e password riportati sulla ricevuta rilasciata dalle Poste al momento della presentazione della domanda.• Numeri utili: o 800.309.309 (gratuito) Per informazioni generali e l’indirizzo dei Comuni e dei Patronati abilitati. Attivo tutti i giorni, 24 ore su 24, è in italiano, inglese, spagnolo, arabo e francese. o 803.160 (gratuito) Per conoscere l’indirizzo degli uffici postali con Sportello Amico. Attivo dal lunedì al sabato, con orario 8-20. o 848.855.888 (tariffa urbana). Per informazioni sullo stato di avanzamento della tua pratica. Attivo dal lunedì al venerdì con orario 8-20. o 800.513.340 (gratuito) Telefono Mondo. Servizio di consulenza telefonica multilingue. Attivo dal lunedì al venerdì, con orario 14-18. 9
  • Regolamento concernente la disciplina dell’accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato DPR 14 settembre 2011, n. 179 - GU n. 263 del 11 novembre 2011 entrerà in vigore il 10 marzo 2012(articolo 4-bis, comma 2, del TU in materia di disciplina dellimmigrazione e norme sulla condizione dello straniero, 1998) 10
  • Accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato DESTINATARI Lo straniero, di età superiore ai 16 anni, che per la prima volta presenta ladomanda di permesso di soggiorno, di durata non inferiore a 1 anno, allo SportelloUnico per l’Immigrazione (presso la Prefettura - permessi per lavoro subordinato oricongiungimento familiare) o alla Questura competente (per tutti gli altri casi). NB: Per i minori, di età compresa tra i 16 e i 18 anni, è richiesta la sottoscrizione anche da parte dei genitori o di chi esercita la potestà genitoriale regolarmente SONO ESCLUSI soggiornanti nel territorio nazionale• I soggetti con patologie o disabilità gravi,• i minori non accompagnati affidati ovvero sottoposti a tutela,• le vittime della tratta di persone, di violenza o di grave sfruttamento, per le quali laccordo è sostituito dal completamento del programma di assistenza ed integrazione sociale. 11
  • Accordo di integrazione tra lo straniero e lo StatoIN COSA CONSISTE?• L’accordo è articolato per crediti: quando si sottoscrive l’accordo tutti hanno 16 crediti e bisogna arrivare ad averne 30 per essere in regola con l’accordo• L’accordo dura 2 anni + 1 anno di proroga (es. in caso di difficoltà a raggiungere i livelli di conoscenze richiesti)• Entro i 3 mesi successivi dalla stipula dellaccordo ATTENZIONE!!! corso gratuito di formazione civica e Se lo straniero non di informazione sulla vita civile in Italia partecipa al corso perde (5-10 ore, materiali in L1) subito 15 crediti 12
  • Accordo di integrazione … DOVERI dei soggetti coinvolti IMMIGRATO STATO ITALIANOAcquisire Sostenere il processo di integrazione dello straniero• un livello adeguato di conoscenza della lingua (iniziative in collaborazione con regioni e enti locali, italiana parlata equivalente almeno al livello A2 - CTP, terzo settore, organizzazioni di datori di lavoro e QCER emanato dal Consiglio dEuropa. lavoratori, …)• sufficiente conoscenza dei principi fondamentali della Costituzione della Repubblica e dellorganizzazione e del funzionamento delle istituzioni pubbliche in Italia Offrire un corso gratuito di formazione civica e di• sufficiente conoscenza della vita civile in Italia, informazione sulla vita in Italia con particolare riferimento ai settori della sanità, della scuola, dei servizi sociali, del lavoro e agli obblighi fiscaliGarantire ladempimento dellobbligo di istruzione daparte dei figli minori. testoAderire e rispettare i principi della Carta dei valoridella cittadinanza e dellintegrazione
  • Accordo di integrazione tra lo straniero e lo StatoCREDITI• Possono essere DECURTATI o quanto ai provvedimenti giudiziari di condanna e alle misure di sicurezza personali, sulla base degli accertamenti di ufficio attivati presso il casellario giudiziale e il casellario dei carichi o quanto alle sanzioni pecuniarie connesse a illeciti amministrativi e tributari, sulla base della documentazione acquisita crediti decurtabili• Sono ASSEGNATI sulla base della documentazione prodotta dallo straniero, nel periodo di durata dellaccordo, relativa a: o adempimento obbligo scolastico dei figli minori o acquisizione di determinate conoscenze (es. la conoscenza della lingua italiana, della cultura civica e della vita civile in Italia) o svolgimento di determinate attività (es. percorsi di istruzione e formazione professionale, conseguimento di titoli di studio, iscrizione al servizio sanitario nazionale, …) crediti riconoscibili 14
  • Accordo di integrazione tra lo straniero e lo StatoCREDITI• Se lo straniero NON ha presentato idonea documentazione (entro 15 giorni dallo scadere dei 2 anni) apposito test di conoscenza della lingua italiana, della cultura civica e della vita civile in Italia effettuato, a cura dello Sportello Unico per l’Immigrazione, anche presso i centri per listruzione degli adulti• Tutti i crediti assegnati o decurtati sono gestiti da un’anagrafe nazionale alla quale potranno accedere gli interessati per controllare la loro posizione 15
  • Accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato ESITI • Estinzione dell’accordoN. crediti ≥ 30 • AttestatoOK livello A2 della lingua italiana parlataOK livello di sufficienza della conoscenza della cultura civica e della vita civile in Italia0 < N. crediti ≤ 30 Accordo prorogato per 1 anno (alle stesse condizioni)NO livello A2 della lingua italiana parlataNO livello di sufficienza della conoscenza della cultura civica e della vita civile in Italia Risoluzione dellaccordo per inadempimento, quindiN. crediti ≤ 0 revoca del permesso di soggiorno o il rifiuto del suo rinnovo ed espulsione dello straniero dal territorio nazionale (previa comunicazione, con modalità informatiche, dello sportello unico alla questura) 16
  • 2 Progetti per prepararsi ed ottenere gratuitamente la certificazione di Italiano L2 Certifica Il tuo Italiano Vivere in Italia La lingua per l’inclusione sociale, L’italiano per il lavoro e la cittadinanza il lavoro e la cittadinanza PROMOTORI Regione Lombardia Osservatorio Regionale per l’Integrazione e la Multietnicità (ORIM) Fondazione ISMU USR Lombardia/ Centri Territoriali per adulti DESTINATARI:Adulti e giovani (maggiori di 16 anni) stranieri neo-arrivati o che non hanno ancora acquisito la certificazione di competenza di italiano (livelli A1, A2, B1, B2)
  • Certifica Il tuo Italiano Vivere in Italia La lingua per l’inclusione sociale, il lavoro e la cittadinanza L’italiano per il lavoro e la cittadinanza AZIONI AZIONI259 CORSI DI ITALIANO L2 (nelle prov. lombarde) 154 CORSI DI ITALIANO L2 (nelle prov. lombarde) Corsi finalizzati al rilascio delle certificazioni A1, A2,  29 Corsi di livello A2 (40 ore) con moduli diB1 e B2 con elementi di educazione alla cittadinanza. orientamento al lavoro e bilancio di competenzeModuli flessibili di 20/30/40 ore. per stranieri disoccupati o a rischio di disoccupazione Sperimentazione in 5 diverse province (MI, VA, MN,BS, SO) di moduli di:  25 corsi brevi (12 ore) di preparazione al test di  Italiano L2 e orientamento al lavoro e livello A2 valido per il permesso di soggiorno CE all’imprenditoria collaborazione in con le Camere di Commercio;  67 Corsi di livello A1 e A2 ed educazione civica  Italiano L2 per la patente di guida;  Italiano L2 per la sicurezza sul lavoro.  11 sperimentazioni di livello A2 orientati al mercato del lavoro, le professioni, la sicurezza, dedicati a stranieri occupati  22 Corsi propedeutici al livello A1 per analfabeti anche in lingua madre
  • Certifica Il tuo Italiano Vivere in Italia La lingua per l’inclusione sociale, il lavoro e la cittadinanza L’italiano per il lavoro e la cittadinanza AZIONI AZIONIFORMAZIONE DOCENTI FORMAZIONE DOCENTI• 2 corsi di preparazione all’esame DITALS I a Milano (IISS • 2 corsi di preparazione all’esame DITALS II a Frisi) e a Varese; Milano e Brescia (30 ore) http://www.certificailtuoitaliano.it/?p=1053 • 6 corsi base – 6 incontri ciascuno (a Bergamo, Milano, Lecco, Lodi, Cremona, Sondrio)• corso sull’educazione alla cittadinanza per gli adulti: • 8 incontri su didattica per i gruppi di analfabeti priorità, strategie e materiali anche in lingua o 3 incontri ciascuno centralizzati a Milano per madrehttp://www.vivereinitalia.eu/fei/corsi-docenti/622-622/ approfondire il tema e condividere gli obiettivi del • 8 incontri su insegnamento dell’Italiano per il lavoro, lavoro e la sicurezza (lessici specifici e glossari); o 6 laboratori – 5 incontri ciascuno (Milano, Varese, • 4 corsi - 2 incontri ciascuno per diffondere l’utilizzo Brescia, Mantova, Pavia) per l’individuazione degli strumenti web e della piattaforma Moodle (a condivisa di priorità, strategie, modelli di percorsi; Monza, Pavia, Sondrio e Varese); • Sportello di consulenza pedagogica per via• 2 corsi avanzati sull’utilizzo del web per l’accesso e telematica (a cura del Settore Educazione della l’implementazione autonoma della piattaforma moodle Fondazione Ismu) – 5 incontri a Milano e Mantova http://www.certificailtuoitaliano.it/?category_name=formazione- Dettagli sul sito: docenti-l2 http://www.vivereinitalia.eu/fei/category/corsi-docenti/PRODUZIONE DI MATERIALI DIDATTICI PRODUZIONE DI MATERIALI DIDATTICI 19
  • Certifica Il tuo Italiano Vivere in Italia La lingua per l’inclusione sociale, il lavoro e la cittadinanza L’italiano per il lavoro e la cittadinanza DOVE SI SVOLGONO I CORSI? DOVE SI SVOLGONO I CORSI?I corsi di preparazione all’esame di Vivere in Italia prevede l’attivazione dicertificazione di italiano sono organizzati in • Corsi di italiano L2 (Caritas Lombarde etutte le Province Lombarde dai Centri Farsi Prossimo Onlus),Territoriali Permanenti per l’educazione degli • Corsi di educazione alla Cittadinanzaadulti ed altri enti e associazioni (Reti Certifica). (USR), • Corsi modulari per stranieri occupati (Galdus Società Cooperativa), • Corsi modulari di orientamento al lavoro e bilancio di Competenze (Enaip) … su tutto il territorio lombardo.Trovi i dettagli dei corsi sul sito Trovi i dettagli dei corsi sul sitohttp://www.certificailtuoitaliano.it/?page_id= http://www.vivereinitalia.eu/fei/corsi-in-992 lombardia/
  • Certifica Il tuo Italiano Vivere in Italia La lingua per l’inclusione sociale, il lavoro e la cittadinanza L’italiano per il lavoro e la cittadinanza DOVE SI SVOLGONO GLI ESAMI PER LA DOVE SI SVOLGONO GLI ESAMI PER LA CERTIFICAZIONE? CERTIFICAZIONE?Gli esami si svolgono presso i Centri Territoriali La frequenza con esito positivo di tutti i percorsiPermanenti di Educazione degli adulti accreditati per formativi di Vivere in Italia darà la possibilità dila certificazione. accedere gratuitamente, tramite «passerelle» adGeneralmente… hoc, ai percorsi per ottenere la certificazione di 1. la prima data d’esame viene fissata in livello A2, previste dal progetto regionale maggio/giugno Certifica il tuo italiano 2. la seconda in novembre/dicembre. I due progetti sono complementari e integrati tra loro! SITO: SITO: www.certificailtuoitaliano.it www.vivereinitalia.eu 21
  • QCER Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue Consiglio d’EuropaIl CEFR (Common European Framework of Reference for Languages),in italiano QCER, stabilisce linee guida utilizzate per descrivere le abilitàacquisite da chi studia una lingua straniera (o seconda).È stato elaborato dal Consiglio d’Europa con lo scopo di fornire un metodocomune, applicabile a tutte le lingue europee, per accertare le conoscenze eper trasmetterle.Il QCER si articola in sei livelli.
  • QCER Livelli di competenza• LIVELLO ELEMENTARE: A1 contatto A2 sopravvivenza• LIVELLO INTERMEDIO: B1 soglia B2 progresso• LIVELLO AVANZATO: C1 efficacia C2 padronanza
  • QCER Livelli di competenzaI livelli di competenza del QCER• vengono utilizzati come parametri per valutare le competenze linguistico-comunicative individuali.• gli enti certificatori di tutta Europa utilizzano ormai solo i livelli del QCER per la certificazione delle competenze nelle lingue europee.Il QCER si occupa di …• apprendimento• insegnamento• valutazione … delle lingue moderne
  • QCER - Livelli di competenzaA1 Council of Europe 2001- La Nuova Italia-Oxford 2002 p. 32 A2Riesce a comprendere e utilizzare Riesce a comprendere frasi isolate ed espressioni familiari di uso espressioni di uso frequente quotidiano formule molto comuni relative ad ambiti di immediata per soddisfare bisogni di tipo rilevanza (ad es. informazioni di concreto. base sulla persona e sulla famiglia,Sa presentare se stesso/a e altri ed è in acquisti, geografia locale, lavoro). grado di porre domande su dati Riesce a comunicare in attività semplici personali e rispondere a domande e di routine che richiedono solo analoghe (il luogo dove abita, le uno scambio di informazioni persone che conosce, le cose che semplice e diretto su argomenti possiede). familiari e abituali.È in grado di interagire in modo Riesce a descrivere in termini semplici semplice purché linterlocutore parli aspetti del proprio vissuto e del lentamente e chiaramente e sia proprio ambiente ed elementi che disposto a collaborare si riferiscono a bisogni immediati.
  • Rilevazione deibisogni di formazione linguisticadelle realtà del terzo settore QUESTIONARIOSuggerimenti e proposte 26
  • Grazie per l’attenzione e … … buon lavoro!!! Cristina Zanzottera Fondazione Ismu - Milano c.zanzottera@ismu.org