• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
La città civile
 

La città civile

on

  • 209 views

La presentazione di Giampiero Mucciaccio del Centro Antartide per il convegno "La città civile e cortese", dicembre 2011

La presentazione di Giampiero Mucciaccio del Centro Antartide per il convegno "La città civile e cortese", dicembre 2011

Statistics

Views

Total Views
209
Views on SlideShare
209
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    La città civile La città civile Presentation Transcript

    • La città civile: dal progetto al Piano comunale Cappella Farnese, 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Gennaio 1996, Walter Vitali, intervista a la Repubblica, “Cara Bologna, riscopriamo un nuovo senso civico” “Mi piacerebbe che la città ritrovasse il senso di appartenenza, l’impegno civico diffuso, il suo orgoglio”. Novembre 2000, Emilio Marrese, la Repubblica Non che sotto le due torri si viva come nella jungla, per carità, ma laria è cambiata un po anche qui. Le eccezioni alla regola della cordialità aumentano. Più intolleranti, aggressivi, nevrotici: in una parola, normali. Italiani. Sproporzione tra problemi e reattività sociale A fronte dei problemi che si aggravavano avvertivamo l’inadeguatezza della reattività sociale, culturale, politica. La sensazione era di una progressiva assuefazione alla maleducazione, ai muri sporchi, al non rispetto delle regole, ad un incattivimento sempre maggiore.
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 PROBLEMA Caduta del senso civico Si avverte ancora di più perchè Bologna era percepita come capitale del senso civico in Italia CONSTATAZIONE Reazione inadeguata ai problemi
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Il progetto nasce per far crescere l’attenzione, dar voce alla città virtuosa, testimoniare che è possibile reinventare la città civile. È un progetto con obiettivi “minimi” ma ambiziosi, che vuole dimostrare che esiste una città altra, che va valorizzata, coordinata, messa in rete.
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 “In questo progetto ho percepito l’aria, il vento delle emozioni e delle occasioni non deluse di un tempo”. Roberto Roversi, poeta
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Il progetto mette la scuola al centro Parte dalla percezione di una scuola ricca di intelligenze, di passione, sensibilità e competenze che potevano essere messe a disposizione di tutta a comunità. Con un doppio ruolo della scuola: •Ascolta la città ed educa i giovani cittadini •Parla a tutta la città con azioni esterne alla scuola
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Il muro dell’inciviltà
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Torna il sole all’arcobaleno
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Il tunnel sotto al ferrovia
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Un graffito alle scuole Volta
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011Premio Bologna città civile
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Poliambulatorio Carpaccio
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 La Settimana del Saluto 2010
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 La Settimana del Saluto 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011E le gomme da masticare?
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Giardinieri di civiltà
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Con la proposta di dar vita a un Piano comunale per la città gentile e cortese si tenta di fare un salto di qualità La necessità di lavorare su questi temi è infatti diffusa e sentita da diversi attori in città e sarebbe politicamente interessante affidare il progetto ad una dimensione più ampia. Un lavoro sul senso civico potrebbe diventare un progetto della città di Bologna, con la regia dell’amministrazione comunale. A questa realtà e alle tante che svolgono in città ruoli chiave per la gestione economica, culturale e sociale, fa appello il convegno, che vuole porsi come momento fondamentale per lo sviluppo di un Piano comunale sul tema del senso civico, un piano che valorizzi, mettendole a sistema, le tante esperienze già presenti che lavorano in questo senso, individuando altresì aree di intervento e azione laddove ce ne sia un bisogno non ancora soddisfatto.
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Finalità - Fare di Bologna nuovamente una capitale del senso civico, attraverso la partecipazione di una pluralità di soggetti diversi, con il protagonismo di tanti attori cittadini - Tradurre nel concreto i concetti di partecipazione, sussidiarietà, solidarietà, fiducia, rispetto Obiettivi del Piano: - Dar vita ad un’azione permanente e di lunga durata - Valorizzare e coordinare le tante azioni che in città vanno già in questa direzione - Gratificare le virtù di tanti - Individuare aree di intervento sulle quali agire - Programmare azioni concrete su specifici temi Coltivare il capitale sociale
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Protagonisti Istituzioni, università, aziende, associazioni, mondi grandi e piccoli. Il Comune il Bologna dovrebbe svolgere un ruolo di regia. Le scuole potrebbero avere un ruolo a loro volta di primo piano, per lo sviluppo di attività educative rivolte all’interno e di azione comunicative rivolte a tutta la comunità. Università: sviluppo di percorsi di studio e ricerca che coinvolgano docenti e studenti e che costituiscano il fondamento teorico del piano. Anche i singoli cittadini potrebbero avere un ruolo attivo nella stesura del piano attraverso forme di partecipazione da stabilire.
    • La città civile e cortese – 6 dicembre 2011 Temi, obiettivi specifici, strade e risorse vogliamo deciderli qui, oggi, con voi Grazie! Giampiero.Mucciaccio@centroantartide.it