PloneGov: una riflessione sul "resource pooling" in una community di Enti

1,478 views
1,421 views

Published on

Il software libero non è (totalmente) gratuito: casi di (ri)uso tra Enti Pubblici in una riflessione disincantata, per uscire da pericolose semplificazioni.

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,478
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
403
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

PloneGov: una riflessione sul "resource pooling" in una community di Enti

  1. 1. PloneGov: una riflessione sul "resource pooling" in una community di EntiCesare Brizio, Communications and Marketing, ZEA Partners Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unisci e conquista!
  2. 2. Visione di sistema su una strategia condivisa Obiettivi comuni: Comunità di Tecnologia ad es. esigenze Utenti Metodi Comune condivise Gov FATTORE ABILITANTE: Protezione supporto della P.I. tecnologicoGriglia di riferimento comune: ad es. pratiche del software libero, Leggi italiane sul “riuso” Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  3. 3. Un’implementazione pratica: il triangolo di PloneGov Enti Pubblici Gov Comunità PMI (rete Zea Partners Plone & altre) Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  4. 4. Il triangolo di PloneGov: visto da vicino COMUNITA’ DI UTENTI Stile Enti Pubblici: bisogni & soluzioniComunitario Tutela P.I. della Comunità di Utenti METODI & TECNOLOGIA FATTORE ABILITANTE Plone, tecnologia PMI software libera Gov (Rete Zea Partners & altre PMI): consulenza Tutela P.I. della tecnica & servizi Plone Foundation + modello di business conforme alla Legge, non invasivo Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  5. 5. PloneGov Italia oggi....- Solo Enti Pubblici- Blando supporto da parte di una rete di imprese del software libero- Una quarantina di Enti ETEROGENEI (Comuni, Province, Regioni, AUSL, Ospedaliere, Agenzie, Università, Ricerca...)- Focus tecnologico: tutti usano Plone- Dichiarati obiettivi di riuso (varie esperienze in atto). Vetrina (schede descrittive) delle applicazioni disponibili- Dichiarato (solo parzialmente attuato) obiettivo di co-progettazione- Nessuna risorsa umana o economica dedicata: puro volontarismo- Alcuni Enti rilasciano ufficialmente software Plone sul repository globale di questa tecnologia- Finalmente è imminente il lancio del repository di software liberamente scaricabile (ma proprio del “come riusare” vi parlo oggi) Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  6. 6. Modello comunitario.... Attenzione, questo modello di community nata dal basso non è assimilabile a quello, più maturo, delle community network:PloneGov e iniziative simili non hanno ambiti territoriali/istituzionali, nonhanno forma giuridica, non hanno staff, e (per ora) non hanno un forte riconoscimento politico.-Le prime esprimono politiche, ad esempio Regionali (legantepolitico-territoriale). Animate dal basso, ma pensate e governatedall’alto (elemento qualificante). Presidiate dalle istituzioni.-PloneGov et similia, ad oggi, “cercano” politiche in cuicollocarsi / riconoscersi (legante soprattutto tecnologico /filosofico). Presidiate da volontari. Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  7. 7. RIUSO COSTI? Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  8. 8. RIUSO NASCOSTI! Ma basta ragionare un attimo... Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  9. 9. Costi banali: precondizioni all’usoQuesti, li sanno anche i bambini...•Installazione• Formazione• PersonalizzazioneAltre precondizioni non economiche• Modelli di convenzione tra Enti• Modelli di licenza: ad esempio, EUPL Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  10. 10. Costi meno banali: precondizioni al RIuso• Documentazione ‣ Piattaforma ‣ Soluzione• Pacchettizzazione ‣ Bonifica dati ‣ Astrazione dal contesto specifico ‣ “Buildout”• Integrazione ‣ Modulare / Parametrico ≠ integrabile ‣ Integrabile... entro certi limiti Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  11. 11. Un caso reale da un’Associazione di Enti Unione Reno GallieraAlbo pretorio online con integrazione verso differenti standard applicativi back-office Comuni dell’Unione Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  12. 12. Aspetti meno banali• I singoli Comuni hanno ognuno la propria soluzione di gestione Atti.• L’Unione ha investito il proprio budget per integrare nella propria infrastruttura IT e sul portale comune Plone i vari Albi (sviluppando plug-in ad hoc per ogni standard)• L’unione associa anche i servizi IT, quindi è un’istituzione specificamente orientata al “resource pooling” e si è mossa brillantemente, ma nel rispetto della propria missione Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  13. 13. Un caso reale tra Enti identici Camera di Commercio di Ferrara Portale e Intranet Altre 8 Camere di Commercio Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  14. 14. Aspetti meno banali• Aspetti negativi • Atteggiamento passivo / oppositivo di InfoCamere e ReteCamere • Disponibilità di soluzioni di portale “ufficiali” fornite da questi attori• Aspetti positivi • Modello di convenzione con servizi a listino: CCIAA vende un carnet di servizi • Impegno diretto del personale dell’Ente proponente a fornire servizi • Completezza del carnet di servizi: dal livello base, alle personalizzazioni avanzate • Effort di formazione trasversale (Unioncamere/IFOA) • Integrazione di servizi erogati da attori istituzionali del sistema camerale: superare la diffidenza Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  15. 15. Un caso reale tra Enti simili Provincia di Ferrara Intranet / DMS / Gestione atti / Sistema Gestione Qualità Comune di Padova Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  16. 16. Effort tecnologico (solo parzialmente atteso)• Documentazione di installazione (1 g/uomo)• Documentazione applicativa (stimata: 10 / 15 gg/uomo)• Svuotamento DB e astrazione dal contesto (5 gg/uomo)• Protocollo “fake” (2-3 gg/uomo)• Movimentazione fisica (1 g/uomo)• Installazione presso l’ente riusante (1 gg/uomo)• Integrazione tra soluzioni (da stimare: settimane/uomo) Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  17. 17. Caso limite: “sviluppo conto terzi” (offerta in uso) Camera di Commercio di Ferrara Sistema di archiviazione e movimentazione digitale dei fascicoliProcura della Repubblica c/o Tribunale Ferrara Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  18. 18. Aspetti meno banali• Aspetti negativi • Sospettosità del CISIA (infrastruttura ministeriale deputata all’IT) • Mega-progetti Ministeriali di settore, in parte sovrapposti• Aspetti positivi • Gradimento da parte del Personale del Tribunale • Assunzione di responsabilità da parte del Tribunale: “Col Ministero, litighiamo noi!” • Interesse di altre istituzioni (Prefetture, DIA ...) • In prospettiva, risparmi di tempo molto consistenti Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  19. 19. I problemi di fondo? L’entusiasmo ingenuo: "Riusare è bello... basta volerlo." L’approccio reattivo: "Qualcuno ci penserà, al momento giusto..." L’equivoco storico: "E’ software libero! Non c’è nulla da spendere." Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  20. 20. La soluzione? “RESOURCE POOLING” (approccio proattivo) • Più facile se.... ‣ ... ci sono esigenze omogenee (CommunesPlone); ‣ ... ci sono capitolati fatti bene (“Tariffario a giornata per supporto al riuso”); ‣ ... la mission dell’Ente è elastica (CCIAA meglio che Tribunale...); ‣ ... si tiene conto degli hidden costs; ‣ ... si coinvolge l’ente di ordine superiore (Infocamere, Ancitel...). • Più difficile... ‣ ... tra Enti eterogenei; ‣ ... per “umbrella projects” con obiettivi troppo vaghi / vasti; ‣ ... senza allocazione di risorse alle giuste voci; Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  21. 21. CONCLUSIONE • No alle eccessive semplificazioni: l’impreparazione a gestire i costi di riuso è peccato mortale, perché IMPEDISCE il riuso; • Coinvolgere il livello politico e gli Enti di rango superiore fino dall’istante zero; • Deliberare il riuso e il modello di convenzione; • Il riuso necessita di specifici canali di tipo amministrativo, e alcuni sono ancora quasi inesplorati: tra enti omogenei (Es. Comuni, CCIAA...) ancora ancora, tra enti eterogenei (Es. Comuni + Università + AUSL) non so neppure se esiste il modello teorico; • I fornitori sono dalla vostra parte, ma non possono creare da soli le condizioni di cui ai punti qui sopra. Gov Italia Cesare Brizio PloneGov: unite and conquer!
  22. 22. Domande?Cesare BrizioZEA Partnerscesare@zeapartners.org
  23. 23. Grazie. Thank you.

×