Your SlideShare is downloading. ×
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Presentazione pof 11-12 infanzia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione pof 11-12 infanzia

4,999

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
4,999
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. P iano dell’ O fferta F ormativa - Iscrizioni- Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA DELL’INFANZIA
  • 2. ISCRIZIONI
    • Possono essere iscritti alla scuola dell’infanzia le bambine e i bambini che compiono i 3 anni di età entro il 31 dicembre 2012;
    • possono iscriversi anche i bambini e le bambine nati successivamente, compresi coloro che compiranno i tre anni di età entro il 30 aprile 2013.
  • 3. MODELLI ORARI
    • Le famiglie possono scegliere tra :
    • Orario ordinario (intera giornata) con refezione
    • Orario ridotto delle attività educative (solo mattino con o senza refezione)
  • 4. FORMAZIONE SEZIONI
    • 18: numero minimo di alunni per sezione (CdM 18/12/08 Riorganizzazione rete scolastica)
    • 26: numero massimo di alunni per sezione
    • Eventuali liste d’attesa: criteri di precedenza deliberati dal Consiglio di Circolo
  • 5.
    • Le domande d’iscrizione saranno accolte sulla base dei
    • seguenti criteri di priorità:
    • 1) residenza nel comune
    • 2) residenza nei comuni della direzione didattica
    • 3) residenza in altri comuni.
    • All’interno della graduatoria n. 1 hanno precedenza i
    • bambini portatori di handicap, tale precedenza è
    • applicata anche nelle graduatorie n. 2 e n. 3, ove
    • sussistano le seguenti condizioni:
    CRITERI PER L’ACCOGLIMENTO DEGLI ALUNNI NELLE SCUOLE
  • 6.
    • la capienza prevista dalla normativa dell’aula
    • disponibile per la classe d’inserimento oltre
    • all’accoglimento di detto alunno consenta anche la
    • presenza del docente di sostegno e dell’eventuale
    • educatore;
    • nel plesso richiesto vi sia la disponibilità di
    • collaboratori scolastici e/o assistenti (nel caso di
    • particolari disabilità fisiche), di spazi e di strutture
    • idonei ai particolari bisogni connessi con l’attuazione
    • dei necessari percorsi individualizzati. Il numero
    • massimo di nuovi alunni H residenti al di fuori del
    • comune ed accoglibili in ogni plesso verrà valutato
    • internamente al GLIS.
  • 7.
    • In assenza di entrambe le condizioni sopra indicate, si scorre la graduatoria.
    • I bambini “anticipatari” (ossia che compiono 3 anni fra il mese di gennaio e la fine di aprile) sono inseriti in coda in ognuna delle 3 graduatorie sopra indicate.
  • 8. Per le precedenze valgono i seguenti criteri: (v. Regolamento di Circolo art. 28) bambini residenti nello stradario di pertinenza come da mappa pubblicata nel sito per la scuola di riferimento bambini residenti in vie limitrofe allo stradario (punto a) e bambini residenti nelle frazioni per la scuola di riferimento(trasporto Codroipo) fratelli gemelli bambini che hanno fratelli che frequentano la stessa scuola (a.s. 2011/12) bambini con genitore con invalidità accertata L. 104/92 bambini il cui nucleo familiare è seguito dai servizi sociali e/o da altre strutture
  • 9. bambini che hanno fratelli minori di 10 anni (nati entro il 2002) bambini orfani, o affidati ad altra famiglia bambini conviventi con un solo genitore bambini i cui genitori lavorano entrambi bambini con genitori fruitori della L. 104 (art. 33 comma 3) per familiari bambini con nonni residenti nel comune della scuola richiesta, ma non situata nel comune di residenza, e i cui genitori lavorano entrambi
  • 10.
    • Per residenza si intende la residenza del nucleo
    • familiare dell’iscritto. E’ presa in considerazione
    • esclusivamente la documentazione presentata
    • all’atto dell’iscrizione; successivi cambiamenti o
    • integrazioni non determineranno variazioni nella
    • graduatoria;
    • la condizione di i nvalidità deve essere
    • documentata (L. 104/92);
  • 11.
    • a parità di punteggio ha precedenza l’alunno che è nato prima;
    • alle domande di iscrizione pervenute oltre il
    • 20 febbraio 2012 anche da parte di residenti
    • verrà assegnato un numero di protocollo
    • attestante la data di presentazione, le
    • domande presentate oltre la scadenza
    • verranno accolte solo dopo che saranno state
    • accettate tutte le domande presentate entro la
    • scadenza da parte di alunni nati nel 2009
    • (residenti e non).
  • 12.
    • Il mancato accoglimento, debitamente motivato, sarà comunicato alla famiglia con la massima urgenza per consentire l'opzione verso altra scuola.
    • Pubblicazione elenchi alunni accolti: 26 febbraio 2012 ore 10.30
  • 13. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA ’
    • Il Patto educativo previsto dal DPR 21 novembre 2007 n. 235,
    • Redatto dal Collegio Docenti e adottato dal Consiglio di Circolo,
    • vuole essere una alleanza, un accordo tra genitori, insegnanti
    • e alunni per condividere lo svolgimento del percorso formativo,
    • delineare i diritti – doveri all ’ interno dei diversi ruoli.
    • Il rispetto di tale “ Patto ” costituisce condizione indispensabile
    • per costruire un rapporto di fiducia reciproca, attraverso la
    • partecipazione responsabile di tutte le componenti della
    • comunità scolastica per il conseguimento del successo
    • Formativo di tutti gli alunni.
    • PATTO_EDUCATIVO_INFANZIA_dd_Codroipo
  • 14. AZIONI DI ACCOGLIENZA
    • Per facilitare l’inserimento alla scuola dell’infanzia
    • I genitori:
      • nel mese di gennaio/febbraio , visitano le scuole (Scuole Aperte)e le insegnanti presentano il POF
      • nel mese di settembre , prima dell’inizio dell’anno scolastico, partecipano all’assemblea per la presentazione dell’organizzazione scolastica
      • nel mese di ottobre/novembre partecipano agli incontri individuali con le insegnanti.
    • I bambini:
      • nel primo periodo dell’anno scolastico l’organizzazione è funzionale all’accoglienza dei piccoli.
  • 15. Modalità di inserimento dei bambini di tre anni durante le prime tre settimane di frequenza scolastica. (Art.»25 del Regolamento di Circolo) L’inserimento di questi alunni nelle quattro scuole dell’infanzia del circolo avverrà progressivamente come esplicitato nel sottostante art.25. « Al fine di favorire il progressivo inserimento del bambino nella nuova realtà nelle scuole del circolo si attua la modalità di accoglienza qui precisata: nelle prime due settimane la frequenza è compresa fra le ore 9:00 e le 12:00, senza pranzo, nella terza settimana il bambino resta a scuola dalle 8:45 alle 13:00 con pranzo, infine dalla quarta settimana segue l’ orario completo. In casi particolari la scuola può prevedere un inserimento più rapido, o dilazionato.»
  • 16. AZIONI DI INTEGRAZIONE
    • La scuola realizza percorsi di integrazione e sostegno per
    • Alunni in situazione di disagio e handicap
    • Alunni stranieri
    • Collaborano con gli insegnanti di classe alla realizzazione di tali percorsi l’insegnante di sostegno e i mediatori linguistici
  • 17. ASSICURAZIONE INTEGRATIVA Durante l’attività scolastica, comprese le visite di istruzione e le uscite, gli alunni sono coperti da una polizza assicurativa fornita gratuitamente dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in aggiunta ad essa per aumentare la copertura assicurativa la scuola propone alle famiglie di stipulare un’assicurazione integrativa con una particolare compagnia scelta secondo la procedura richiesta. ASSISTENZA SANITARIA L’A.S.S. è presente sul territorio con l’unità operativa di neuropsichiatria infantile, che opera in collaborazione con le famiglie e le istituzioni scolastiche per attività di aiuto in situazioni di svantaggio. Attualmente i bambini medi vengono sottoposti ad una visita ortottica.
  • 18. ATTIVITÀ DI ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
    • Progetti
    • Uscite didattiche e visite di istruzione
    • Queste attività, prima di essere operative, vengono discusse e approvate dagli organi collegiali (assemblea di plesso/sezione, consigli di intersezione, collegio docenti e consiglio di circolo).
  • 19. ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA
    • In ogni sezione operano, di norma:
    • due docenti
    • - le sezioni possono essere eterogene e/o omogenee
    • per età
    • - in alcuni plessi vengono organizzate attività per gruppi
    • eterogenei e/o omogenei per età
    • un docente per la religione cattolica nominato dalla curia arcivescovile
    • La compresenza viene usata per attuare progetti in piccoli gruppi e/o interventi individualizzati
    • Nelle classi in cui sono presenti alunni con certificate disabilità, l'insegnante di sostegno opera interventi di natura integrativa.
  • 20. Organizzazione della scuola dell’infanzia
    • Le insegnanti programmano le attività facendo riferimento ai CAMPI D’ESPERIENZA previsti dalle INDICAZIONI NAZIONALI e alle competenze descritte nel CURRICOLO della scuola dell’infanzia approvato dal Collegio Docenti .
  • 21. CAMPI D’ESPERIENZA
    • IL SE’ E L’ALTRO
    • IL CORPO IN MOVIMENTO
    • LINGUAGGI, CREATIVITA’, ESPRESSIONE
    • I DISCORSI E LE PAROLE
    • LA CONOSCENZA DEL MONDO
  • 22. SCUOLA DELL’INFANZIA BERTIOLO
  • 23.
    • A.s. 2011 – 2012: sezioni 2 n. alunni 42
    • PROGETTI
    • Pratica psicomotoria
    • Lingua inglese
    • Lingua friulana
    • Integrazione con il territorio
    • Teatro
    • Musica
  • 24. SCUOLA DELL’INFANZIA via POLITI - CODROIPO
  • 25.
    • A.s. 2011 – 2012: sezioni 3 n. alunni 78
    • PROGETTI
    • Pratica psicomotoria
    • Yoga
    • Integrazione con il territorio
    • Lingua inglese
    • Lingua friulana
    • Biblioteca Insieme
    • Musica
  • 26. SCUOLA DELL’INFANZIA via Invalidi del Lavoro - CODROIPO
  • 27.
    • A.s. 2011 – 2012: sezioni 3 n. alunni 78
    • PROGETTI
    • Pratica psicomotoria
    • Integrazione con il territorio
    • Lingua inglese
    • Lingua friulana
    • Musica
  • 28. SCUOLA DELL’INFANZIA RIVOLTO
  • 29.
    • A.s. 2011 – 2012: sezioni 3 n. alunni 78
    • PROGETTI
    • Pratica psicomotoria
    • Lingua friulana
    • Integrazione con il territorio
    • Approccio alla lingua inglese
    • Biblioteca Insieme
    • Musica
    • Biblioteca
  • 30. Sito web: www.cdcodroipo.it
    • Grazie
    • per la partecipazione
    • e
    • Arrivederci

×