Da zero al cloud

498 views

Published on

Una panoramica di come l'economia di hardware e software cambiano il mercato IT, in una panoramica storica dal 1940 al futuro. Quali sono le motivazioni dietro la nascita del PC, il cloud, il prossimo futuro basato su HTML5. Presentazione preparata per le scuole superiori per conto del DITEDI.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
498
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Da zero al cloud

  1. 1. Levoluzione dellinformatica:Da zero al cloud, e oltreCarlo DaffaraDistretto delle Tecnologie Digitali
  2. 2. ?I.S.I.S. Raimondo DAronco, via Battiferro, 7 - 33013 Gemona del Friuli (UD)Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  3. 3. ● "I think there is a world market for maybe fivecomputers." -- Thomas Watson, chairman ofIBM, 1943.● "Where a calculator on the ENIAC is equippedwith 18,000 vacuum tubes and weighs 30 tons,computers in the future may have only 1,000vacuum tubes and weigh only 1.5 tons." --Popular Mechanics, 1949● "I have traveled the country … and talked withthe best people, and I can assure you that dataprocessing is a fad that wont last out the year."-- The editor in charge of business books forPrentice Hall, 1957.Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  4. 4. ● Negli anni 50-60 la programmazione eratalmente complessa (e il calcolo sui computerdellepoca così costosa) da obbligare gli utentia lavorare assieme...Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  5. 5. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloudEDSAC, 1949
  6. 6. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloudUnivac, 1951
  7. 7. ● ...fino al 1965, e il primo desktop computer.(Olivetti Programma101)...Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  8. 8. ● ...fino al 1975, e il primo computer“hobbistico” (seguito dopo un paio danni dadecine di modelli diversi – Apple, Commodore,Sinclair...)Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  9. 9. ● ...e al 1980, con la nascita del primo PC...Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  10. 10. ● ...e il consolidarsi del mercato del software“shrinkwrapped”:Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  11. 11. ● "I think there is a world market for maybe fivecomputers." -- Thomas Watson, chairman ofIBM, 1943.● Dove sta lerrore? Pensare che il costo dicomprare e programmare un computerscendesse in modo “lineare”.● Ma quando la produzione aumenta, il costoscende...● ...per tutto tranne che per il software.Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  12. 12. ● “There is no single development, in eithertechnology or in management technique, thatby itself promises even one order-of-magnitudeimprovement in productivity, in reliability, insimplicity.” Fred Brooks, 1986● “Software crisis was a term … used todescribe the impact of rapid increases incomputer power and the complexity of theproblems that could be tackled. The term wascoined by some attendees at the first NATOSoftware Engineering Conference in 1968 atGarmisch, Germany.”Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  13. 13. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  14. 14. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  15. 15. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  16. 16. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  17. 17. Percentuale di codice OSS nel poolcomplessivo di codice creato negli ultimi 5anni: 35%Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  18. 18. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  19. 19. “While IBM initially contributed softwarethat was valued at 40M$, externalcontributors to the project created softwarerepresenting a value of roughly 1.7B$ overthe examined period.” (Spaeth, Stuermer,von Krogh “Enabling knowledge creationthrough outsiders: towards a push model ofopen innovation”)Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  20. 20. DrupalCon 2010, CopenhagenLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  21. 21. ● Via via che il software include elementi OpenSource, rimpiazza componenti precedenti“legacy”.● Ma adesso il software non viene più pensatocome a un unico oggetto monolitico (troppocostoso da creare), ma una rete di oggetti; inparte perchè il software OSS che lo compone“parla” più facilmente con standard aperti.● Inoltre, è più difficile trovare un unicointerlocutore per lintero progetto IT I→componenti devono parlarsi facilmenteLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  22. 22. ● Il centro dellinfrastruttura IT diventalapplicazione e il suo funzionare “in rete” conle altre.● Se una volta si ragionava per server, adessodiventa necessario pensare a un livello più alto,anche grazie alla virtualizzazione che consentedi pensare ai vecchi server fisici come“applicazioni”Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  23. 23. ● Se ho tutto virtualizzato, posso pensare diridurre il costo dellinfrastruttura sottostantein un “computing fabric” di cui ignoro idettagli● CPU, storage, networking diventano“commodities” interscambiabili, gestibili conuna interfaccia standardizzata...Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  24. 24. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  25. 25. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  26. 26. ● Quando le applicazioni sono “granulari”, i costidiventano radicalmente diversi rispetto alsoftware tradizionale● Stato Italiano: costo ICT complessivo 5578M€(2011) per 60.6M “utenti”● Facebook: costo ICT complessivo 1481M€(2012) per 1B “utenti”● ICT “legacy”: 92€/utente● ICT “new”: 1.4€/utente (65 volte di meno)Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  27. 27. ● E se pensate che FaceBook non sia una veraapplicazione...● “Facebook pushes it’s 1GB binary of compiledPHP to it’s 10,000s of servers usingBitTorrent … Can roll Facebook.com in about15min”● Soltanto il codice JavaScript della primapagina pesa 1MB.● “Another aspect of the Facebook engineeringteam is how large the ratio of active user todeveloper is. Currently it stands at 1.1 millionusers per developer”Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  28. 28. ● Una volta rese granulari, le applicazionipossono evolvere con modelli meno rigidi e piùflessibili:Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  29. 29. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  30. 30. Project failure data:● Jones :“the cancellation rate for applicationsin the 10,000 function point size range isabout 31%. The average cost for thesecancelled projects is about $35,000,000”● Standish group, 2009: 24% of projects arecanceled before deployment● Sauer & Cuthbertson, in an Oxford universitysurvey of 2003: 10%● Dynamic Markets Limited: 25%+ of allsoftware and services projects are canceledbefore completionLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  31. 31. "We retendered the hosting for a small part ofgovernment recently, and the incumbentsystems integrator bid £4m, while a UK SME[small/medium-sized enterprise] bid £60,000.Thats a 98.5% saving. Thats massive. … Butpeople are worried about doing it differently.Theres a comfort in the size of big suppliers,despite the poor record some have for delivery– and costs from some bidders that seem toogood to be true." F.Maude, UK Cabinet OfficeMinisterLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  32. 32. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  33. 33. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  34. 34. ● Adesso ho tutte le mie applicazioni realizzatein modo granulare, moderno... da qualche parte(private o public). Come ci accedo?● Client locale? E quanti ne devo installare? E ilcosto di installazione? E le incompatibilità?● Remotizzazione? (RDP, ICA...) Forse, ma devodotare di accesso remoto ogni macchinavirtuale (complesso!) oppure usare un gateway(costoso!)● HTML5!Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  35. 35. ● LHTML5 (+JS, +WebGL, +...) consente diavere applicazioni locali, funzionanti anche inassenza di connettività, con funzionalità 3D,video, audio, interfacce form complesse...● ...tutte basate su software Open (al 95%)● Le applicazioni sono “buone abbastanza”, ilcosto di gestione e provisioning decisamentepiù basso le web apps sono il principale→ambito di sviluppo applicativo dal 2009 in poiLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  36. 36. ● Posso usare qualsiasi cosa abbia un buonbrowser. Ad esempio un tablet, o il mio PC dicasa al posto di quello dellufficio →consumerization: utilizzo di strumenti“consumer” invece di “enterprise”Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  37. 37. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  38. 38. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  39. 39. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  40. 40. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  41. 41. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  42. 42. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  43. 43. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  44. 44. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  45. 45. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  46. 46. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  47. 47. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  48. 48. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  49. 49. From: "The future of computing: indispensable or unsustainable?"Royal Academy of Engineering, 2011Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  50. 50. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  51. 51. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  52. 52. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  53. 53. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  54. 54. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  55. 55. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  56. 56. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  57. 57. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  58. 58. ● Con la riduzione dei costi e delle dimensioni,diventa possibile aggiungere intelligenza amolti oggetti, che diventano sia “attuatori” che“collettori”, migliorando oggetti comuni eraccogliendo informazioniLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  59. 59. ● Questo significa che i dati diventano utili – equindi bisogna raccoglierli, elaborarli, con unascala potenzialmente immensaLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud
  60. 60. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloudFreescale Kinetis KL02, 1.9 x 2.00 x 0.56mm, 0.75$
  61. 61. Levoluzione dellinformatica: da zero al cloud● In conclusione:● LIT sarà ancora più diffuso e importante...● ...ma molto più differenziato e distribuito● Il software sarà scritto diversamente, usandoarchitetture distribuite ed aperte, supiattaforme grandi e piccole● Molta dellintelligenza distribuita verrà daidati, raccolti da una miriade di fonti● Il ritmo di cambiamento attuale continueràad aumentare ancora...● ...e in gran parte dovrete esplorare per contovostro
  62. 62. Grazie!Carlo Daffaracarlo.daffara@cloudweavers.euhttp://carlodaffara.conecta.itTwitter: @cdaffaraLevoluzione dellinformatica: da zero al cloud

×