Ccsvi   reazione di alcuni membri della comunità scientifica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Ccsvi reazione di alcuni membri della comunità scientifica

on

  • 564 views

 

Statistics

Views

Total Views
564
Slideshare-icon Views on SlideShare
564
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Ccsvi   reazione di alcuni membri della comunità scientifica Ccsvi reazione di alcuni membri della comunità scientifica Document Transcript

    • Tradotto liberamente da Matteo Pisanu Fondatore e membro del Movimento CCSVI Sardegna http://www.facebook.com/group.php?gid=3105821480904 DICEMBRE 2010Yves SavoieMultiple Sclerosis Society of Canada - CEO.................................................. ..............RE: IL dibattito sulla questione ccsvi e reazione di alcuni membri della comunità medica Egregio Savoie, un messaggio molto incriminante è giunto alla mia attenzione, il quale è stato scritto da un membro delComitato Medico Consultivo. Ho parlato personalmente con il destinatario del suddetto messaggio, che haespresso il proprio permesso a condividerlo con tutti voi. INIZIO DEL MESSAGGIO From: Freedman, Mark To: xxxxxxxxxx Inviato venerdì, 3 dicembre 2010 1:49:45 AM Oggetto: Re: MS XXXXXXX, sono molto amareggiato del fatto che lei voglia aderire all’isterico movimento basato su fattiinfondati, che viene seguito non meno di un culto, alimentato dai media che stanno sfruttando la reazionedelle persone, sfamandoli con infinito materiale. Cosa succede se la ricerca dimostra, come pare stiafacendo, che le vene di pazienti affetti da SM non sono diverse da quelle di chiunque altro? Dovremmoallora andare tutti a cercare di alterare la nostra “normale” anatomia? Non si è imparato nulla dalla ormaiTragica morte dell’uomo di Costa Rica che ha rifiutato il consiglio dei medici di a) non fare procedura e b) dinon tentare di “sturarsi”? Ma chi sono io per obiettare sulle parole dei molti esperti auto-acclamatisi che alimentano questafrenesia, come il dott. Embry (Presidente di Direct-MS ndr) i cui studi sugli oggetti senza vita gli hannofornito la saggezza di commentare problemi così complessi? Sarei felice di poterne discutere con voi in qualsiasi momento XXXXXXXXXXX, ma come mai Lei oqualche altro “affiliato” ( nel senso di membri di una setta di culto ndr) crediate che io abbia influenza sulgoverno, questo va oltre la mia normale comprensione. Il nostro sistema supporta la medicina basatasull’evidenza. Fare qualsiasi altra cosa distruggerebbe tutto. Così, le prove (che noi abbiamo raccolto ndr)semplicemente non supportano la teoria della CCSVI, nonostante gli innumerevoli rapporti aneddotici. Ma daltra parte, che cosa conosco circa tali cose?
    • FINE DEL MESSAGGIO La incoraggerei ad esaminare e portare questo membro del Comitato che supervisiona la ricerca per laSM in Canada per richiamarlo all’ordine. Questo tipo di comportamento è inaccettabile e non si addice adun membro della comunità medica. Egli inoltre macchia ulteriormente l’immagine della Multiple SclerosisSociety of Canada – un’immagine che è, a mio modesto parere, già compromessa. Riferirsi al movimento CCSVI come se fosse una setta, un movimento che sta cercando di migliorare laqualità della vita di molti canadesi che hanno sacrificato la propria vita per un barlume di speranza, inquanto soffrono di una malattia incurabile, una patologia lunga quanto una vita per la quale non esistonotrattamenti per le forme progressive, è semplicemente imperdonabile. Ciò ci fornisce un’immagine deldisprezzo che il dott. Freedman ha per i suoi pazienti. Sapendo poi che questo ricercatore ha ricevuto quasi7 milioni di dollari in fondi per la ricerca dalla MS Society of Canada (secondo i documenti di sovvenzionedella ricerca), fondi raccolti dai volontari per l’organizzazione, è davvero patetico. Se si continuano ad includere neurologi che fanno osservazioni così scandalose nei vostri comitati,permettendogli di influenzare le decisioni mediche che riguardano la vita di 75.000 canadesi, anche voistarete dimostrando lo stesso disprezzo per i malati di SM, associando voi stessi con questa persona oqualsiasi altro che si abbassa nel pronunciare vili commenti di questa natura. Secondo la lista contenuta nell’”Abstract: 26th Congresso of the European Committee for Treatmentand Research in Multiple Sclerosis (ECTRIMS) 15th Annual Conference of Rehabilitation in MS”,(http://msj.sagepub.com/content/16/10_suppl/S7.citation), dott. Mark Freedman è: Consigliere,consulente, membro del Comitato Direttivo e speaker e ha ricevuto indennizzi personali dalle seguenticompagnie: Bayer Healthcare, Biogen Idec, Teva Neuroscience, Merck Serono, Novartis, Sanofi-aventis,Pfizer, Genentech. Egli ha inoltre una carica nel Canadian network of MS clinics(http://www.cnmsc.org/ContactUs.aspx). A me pare che il tipo di reazione emotiva e bizzarra che egli ha avuto verso questo paziente èparagonabile alla reazione che avremmo da un animale selvaggio con le spalle al muro. Sapendo che il dott.Freedman è partecipante in uno degli studi sulla CCSVI che stanno ottenendo compensi è una farsa per lapopolazione generale. Tuttavia, per le persone con SM ciò rappresenta una influente roccaforte nellaricerca finanziata dalla MS Society of Canada. Se credo che la CCSVI sarà la risposta a tutti i nostri quesiti che abbiamo sulla SM… certamente no. Maio credo che sia una teoria emergente molto interessante che potrà essere schiacciata soltantodall’incompetenza dei ricercatori canadesi. Adesso ho compreso perché Zamboni era stato citato per averdetto che gli studi Americani e Canadesi sono stati progettati per fallire. Oltre a ciò noi sappiamo, caroSavoie, che l’influenza che la MS Society of Canada ha nelle decisioni dell’ Canadian Institutes of HealthResearch è semplicemente una cortina fumogena per acquistare più tempo. Come per gli studi chericevono finanziamenti dalla MS Society of Canada, solo uno dei quattro studi ha partecipanti che non sonodocumentati quali anti-CCSVI (oppositori della ricerca sulla CCSVI ndr). Che il Vostro comitato di espertiinternazionali consenta al dott. Mark Freedman di partecipare in qualità di ricercatore secondario anche inquesta importante questione, va oltre la mia capacità di comprensione e oltre la mia volontà di perdonareun’Associazione che esiste soltanto perché 75.000 di canadesi soffrono di un’incurabile patologia, e che sinutre della stessa disperazione di queste stesse persone. Dal momento che il dott. Freedman ha aperto la porta al tema dei comportamenti “da setta”, io avreipensato a cosa potrebbe significare ciò. Alcuni caratteri di comportamenti “settari” sono sinonimo dicontrollo mentale. Punto uno per il dott. Freedman. Altre caratteristiche sono gli attacchi “ad hominem”per coloro che osano pensare diversamente. Punto due del dott. Freedman. Spesso i leader delle settecomandano il massimo rispetto e pretendono obbedienza indiscussa. Punto tre del dott. Freedman. Mifermerò qui, credo di aver dato il mio punto di vista molto chiaramente, sul dove mi porta tutto questo. Io non ho dubbi sul fatto che il dott. Freedman sia un lodevole ricercatore. Egli ha probabilmente fattoil suo meglio con la conoscenza che aveva. Ma resistere ad un cambiamento o spostamento di paradigma, epensare di conoscere già tutto sulla storia, sulle origini, le cause della SM sarebbe una dichiarazione
    • oltraggiosa. Dott. David Hubbard, un neurologo della California ha dichiarato: “quarant’anni e miliardi didollari hanno prodotto nulla; teorie virali e autoimmuni della SM sono tutt’ora da dimostrare. Non esisteuna pubblicazione di qualsiasi Associazione o casa farmaceutica del mondo che possa dichiarare conassoluta certezza che la SM sia soltanto una condizione autoimmune. Eppure questo è dove la maggiorparte dei dollari alla ricerca vengono incanalati. In difesa del prof. Zamboni, egli dichiarò fin dall’inizio dellasua ricerca che avesse bisogno d’aiuto. Il suo studio originale può aver avuto dei difetti, e il suo messaggio èsempre stato: andiamo a vedere insieme se c’è questo collegamento (quello tra sm e ccsvi ndr). Egli non hamai cercato di mantenere il controllo sui suoi studi, quanto piuttosto cerca di indagare insieme alle personeche abbiano la volontà di aiutare questa teoria emergente. Egli non ha mai detto che potrebbe far guarire ipazienti affetti da SM, o che abbia chiesto di “porre fine a tutte le terapie” per la SM. Tutto ciò che havoluto è sempre stato di aiutare coloro che sono affetti da SM e offrire loro un miglioramento della propriaqualità di vita. Trovo sospetto che, invece di studiare la teoria, i ricercatori abbiano associati alla MS Societyof Canada vogliano seppellirla. Oppure, potrebbe trattarsi di una situazione in cui vogliono manipolare irisultati in modo dar far sembrare che “loro” hanno trovato la risposta alla SM. Qualunque cosa sia, comepaziente con SM e come amico di molte persone affette da SM, sono qui a chiedere ufficialmente ledimissioni del Dott. Mark Freedman da qualsiasi commissione/comitato o ricerca legati alla MS Society ofCanada. Vorrei anche chiedere che egli sia definitivamente escluso da qualsiasi forma di influenza sulledecisioni che riguardano la ricerca per la SM del Canada Cordialmente e con rispetto Christopher ALKENBRACK xxxxxxx, Nova Scotiamessaggio inviatoper conoscenza a:Tutti i leader Divisione per la MS Society of Canada;- Il Primo Ministro, Steven Harper;- Il Ministro federale della Sanità, Leona- Tutti i ministri della sanità provinciale;- Dr. Mark Freedman;- Alcuni politici;- Numerosi membri della stampa canadese.