tortorini per collegio di settore
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

tortorini per collegio di settore

on

  • 1,547 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,547
Views on SlideShare
712
Embed Views
835

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

11 Embeds 835

http://infanziatortorini.blogspot.it 791
http://infanziatortorini.blogspot.com 18
http://infanziatortorini.blogspot.ru 10
http://infanziatortorini.blogspot.ro 3
http://infanziatortorini.blogspot.com.es 3
http://infanziatortorini.blogspot.pt 2
http://infanziatortorini.blogspot.mx 2
http://infanziatortorini.blogspot.ch 2
http://infanziatortorini.blogspot.com.br 2
http://infanziatortorini.blogspot.be 1
http://infanziatortorini.blogspot.co.at 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

tortorini per collegio di settore tortorini per collegio di settore Presentation Transcript

  • SCUOLA DELL’INFANZIA « A.TORTORINI» Verifica finale progetti di plesso COLLEGIO DI SETTORE 22/05/2013 SCUOLA DELL’INFANZIA « A.TORTORINI» Verifica finale progetti di plesso COLLEGIO DI SETTORE 22/05/2013
  • Titolo macro-progetto: CALEIDOSCOPIO 1° nucleo tematico: “DAL PIU’ CHIARO AL PIU’ SCURO E…….RITORNO 2° nucleo tematico: “MULTI TRACCE” 3° nucleo tematico: “CALEIDOSCOPIO” Referente/i: TUTTI LE INSEGNANTI DEL PLESSO Titolo macro-progetto: CALEIDOSCOPIO 1° nucleo tematico: “DAL PIU’ CHIARO AL PIU’ SCURO E…….RITORNO 2° nucleo tematico: “MULTI TRACCE” 3° nucleo tematico: “CALEIDOSCOPIO” Referente/i: TUTTI LE INSEGNANTI DEL PLESSO • Obiettivo generale: Acquisire competenze, consolidare identità ed autonomia attraverso molteplici esperienze con i “colori” • Obiettivo generale: Acquisire competenze, consolidare identità ed autonomia attraverso molteplici esperienze con i “colori”
  • RICADUTA Tutti gli alunni sono stati coinvolti nella conoscenza di sé (schema corporeo, storia personale e le proprie emozioni) in rapporto con gli altri ,anche di diversa etnia . La scoperta delle gradazioni e delle mescolanze dei colori hanno accompagnato le proposte didattiche stimolando i bambini e favorendone una partecipazione attiva al percorso di crescita e di relazione. I bambini sono stati coinvolti in laboratori di sperimentazione di tecniche artistiche applicate con diversi materiali, su diversi supporti e con diversi strumenti. Particolare attenzione è stata rivolta verso l’osservazione della natura e di ricorrenze tradizionali del territorio. Gli alunni hanno sperimenteranno il lavoro cooperativo interagendo positivamente con i compagni, prendendo accordi e collaborando per la realizzazione di opere collettive. Sono inoltre entrati in contatto con opere pittoriche di diverso genere per l’osservazione il confronto e la riproduzione. Tutte le esperienze , sono state introdotte e guidate da un personaggio mediatore “Lello Pennello” che ha proposto molteplicità attività sul piano sensoriale, grafico pittorico e cognitivo. Il progetto ha preso spunto dalla partecipazione da parte delle insegnanti al corso di aggiornamento tenuto dal Prof. Roberto Pittarello. RICADUTA Tutti gli alunni sono stati coinvolti nella conoscenza di sé (schema corporeo, storia personale e le proprie emozioni) in rapporto con gli altri ,anche di diversa etnia . La scoperta delle gradazioni e delle mescolanze dei colori hanno accompagnato le proposte didattiche stimolando i bambini e favorendone una partecipazione attiva al percorso di crescita e di relazione. I bambini sono stati coinvolti in laboratori di sperimentazione di tecniche artistiche applicate con diversi materiali, su diversi supporti e con diversi strumenti. Particolare attenzione è stata rivolta verso l’osservazione della natura e di ricorrenze tradizionali del territorio. Gli alunni hanno sperimenteranno il lavoro cooperativo interagendo positivamente con i compagni, prendendo accordi e collaborando per la realizzazione di opere collettive. Sono inoltre entrati in contatto con opere pittoriche di diverso genere per l’osservazione il confronto e la riproduzione. Tutte le esperienze , sono state introdotte e guidate da un personaggio mediatore “Lello Pennello” che ha proposto molteplicità attività sul piano sensoriale, grafico pittorico e cognitivo. Il progetto ha preso spunto dalla partecipazione da parte delle insegnanti al corso di aggiornamento tenuto dal Prof. Roberto Pittarello. PUNTI DI FORZA • Le esperienze sensoriali con colori e materiali che hanno spaziato in tutti i campi d’esperienza • Le esperienze di cooperazione fra gli alunni per la realizzazione di opere/attività collettive • L’entusiasmo con il quale gli alunni hanno accolto le attività loro proposte PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano PUNTI DI FORZA • Le esperienze sensoriali con colori e materiali che hanno spaziato in tutti i campi d’esperienza • Le esperienze di cooperazione fra gli alunni per la realizzazione di opere/attività collettive • L’entusiasmo con il quale gli alunni hanno accolto le attività loro proposte PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano • Destinatari: TUTTI GLI ALUNNI DEL PLESSO• Destinatari: TUTTI GLI ALUNNI DEL PLESSO View slide
  • Titolo progetto: I COLORI DELL’AMICIZIA “Progetto Accoglienza” Referenti: TUTTE LE INSEGNANTI DEL PLESSO Titolo progetto: I COLORI DELL’AMICIZIA “Progetto Accoglienza” Referenti: TUTTE LE INSEGNANTI DEL PLESSO Obiettivo generale: • Inserimento positivo di tutti gli alunni nella vita scolastica della sezione e della scuola Obiettivo generale: • Inserimento positivo di tutti gli alunni nella vita scolastica della sezione e della scuola • Destinatari: TUTTI GLI ALUNNI DEL PLESSO• Destinatari: TUTTI GLI ALUNNI DEL PLESSO View slide
  • RICADUTA Gli alunni attraverso giochi ed attività hanno saputo orientarsi spazi sia temporali che spaziali della scuola, accogliere i nuovi arrivati, collaborare con i compagni di sezione, conoscere le figure che operano nella scuola (insegnanti, personale , cuoca ecc) RICADUTA Gli alunni attraverso giochi ed attività hanno saputo orientarsi spazi sia temporali che spaziali della scuola, accogliere i nuovi arrivati, collaborare con i compagni di sezione, conoscere le figure che operano nella scuola (insegnanti, personale , cuoca ecc) PUNTI DI FORZA • Costruzione di positive relazioni interpersonali • Scoperta di regole per la convivenza civile e sociale nella sezione e nel grande gruppo PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano PUNTI DI FORZA • Costruzione di positive relazioni interpersonali • Scoperta di regole per la convivenza civile e sociale nella sezione e nel grande gruppo PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano
  • Titolo sottoprogetto 1 : BIBLIOTECA “I COLORI DELLE PAROLE” Referente: Cavestro Anna Titolo sottoprogetto 1 : BIBLIOTECA “I COLORI DELLE PAROLE” Referente: Cavestro Anna • Obiettivo generale: • Educare gli alunni al piacere dell’ascolto • Avvicinare i bambini all’oggetto libro che assumerà un ruolo centrale nell’esperienza scolastica, in quanto strumento di ricerca, conoscenza e scoperta • Obiettivo generale: • Educare gli alunni al piacere dell’ascolto • Avvicinare i bambini all’oggetto libro che assumerà un ruolo centrale nell’esperienza scolastica, in quanto strumento di ricerca, conoscenza e scoperta • Destinatari:tutti gli alunni della scuola• Destinatari:tutti gli alunni della scuola
  • Ricaduta I percorsi di lettura sono stati finalizzati ad integrare, arricchire e potenziare i vari progetti di plesso. I libri e le storie sono stati i fili conduttori di varie attività didattiche. Dalla storia personale alle storie degli altri, dal mondo intorno a noi ai mondi immaginari , fiabe, filastrocche, racconti hanno accompagnano i bambini durante tutto l’anno scolastico, nella scoperta dei saperi e dei linguaggi espressivi. A fine Maggio sono stati organizzati 3 giorni di lettura, all’interno del Maggio dei libri, ai quali hanno partecipato anche genitori di lingua magrebina e moldava per la lettura di storie tipiche di questi paesi. Gli alunni sono stati inoltre stimolati a inventare storie e a costruire loro stessi dei libri dei quali avevano progettato la narrazione e le illustrazioni. Ricaduta I percorsi di lettura sono stati finalizzati ad integrare, arricchire e potenziare i vari progetti di plesso. I libri e le storie sono stati i fili conduttori di varie attività didattiche. Dalla storia personale alle storie degli altri, dal mondo intorno a noi ai mondi immaginari , fiabe, filastrocche, racconti hanno accompagnano i bambini durante tutto l’anno scolastico, nella scoperta dei saperi e dei linguaggi espressivi. A fine Maggio sono stati organizzati 3 giorni di lettura, all’interno del Maggio dei libri, ai quali hanno partecipato anche genitori di lingua magrebina e moldava per la lettura di storie tipiche di questi paesi. Gli alunni sono stati inoltre stimolati a inventare storie e a costruire loro stessi dei libri dei quali avevano progettato la narrazione e le illustrazioni. PUNTI DI FORZA • Trasversalità del progetto che ha coinvolto tutti gli alunni del plesso • La possibilità di presentare varietà di libri • I tempi di attenzione si sono allungati assieme al piacere dell’ascolto • Il progetto è stato di supporto ed integrazione degli altri progetti di plesso • Coinvolgimento dei genitori PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano PUNTI DI FORZA • Trasversalità del progetto che ha coinvolto tutti gli alunni del plesso • La possibilità di presentare varietà di libri • I tempi di attenzione si sono allungati assieme al piacere dell’ascolto • Il progetto è stato di supporto ed integrazione degli altri progetti di plesso • Coinvolgimento dei genitori PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano
  • Titolo sottoprogetto 2 : A scuola di Guggenheim Referente: Sguotti Stefania Titolo sottoprogetto 2 : A scuola di Guggenheim Referente: Sguotti Stefania • Obiettivo generale: • Osservazione e utilizzazione delle opere d’arte • Avviare i bambini al riconoscimento e uso di simboli –segni • Scoprire i luoghi dell’arte: visita al museo Guggenheim di Venezia • Obiettivo generale: • Osservazione e utilizzazione delle opere d’arte • Avviare i bambini al riconoscimento e uso di simboli –segni • Scoprire i luoghi dell’arte: visita al museo Guggenheim di Venezia • Destinatari: bambini/e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia• Destinatari: bambini/e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia
  • Ricaduta Il Progetto “ A scuola di Guggenheim” ci ha permesso - di far conoscere ai bambini l'arte pittorica come forma di espressione e rappresentazione -di trovare facilmente collegamenti con i “segni” e le “parole” -di sperimentare tecniche e materiali diversi nella rielaborazione delle opere conosciute -di applicare le nuove conoscenze negli elaborati personali superando alcuni stereotipi -di manifestare le proprie “preferenze cromatiche ed estetiche” rafforzando la propria identità -di collaborare nella realizzazione di opere collettive sperimentando la condivisione, l'ascolto del pensiero altrui e la valorizzazione del lavoro di ognuno. -di sperimentare l'attesa dell'uscita didattica alla Collezione Guggenheim con la consapevolezza di vivere un momento nuovo e significativo dell'esperienza scolastica, -di conoscere un luogo del territorio “ il museo”diverso dalla scuola, dove sono custoditi quegli elementi preziosi della cultura che durano nel tempo. Ricaduta Il Progetto “ A scuola di Guggenheim” ci ha permesso - di far conoscere ai bambini l'arte pittorica come forma di espressione e rappresentazione -di trovare facilmente collegamenti con i “segni” e le “parole” -di sperimentare tecniche e materiali diversi nella rielaborazione delle opere conosciute -di applicare le nuove conoscenze negli elaborati personali superando alcuni stereotipi -di manifestare le proprie “preferenze cromatiche ed estetiche” rafforzando la propria identità -di collaborare nella realizzazione di opere collettive sperimentando la condivisione, l'ascolto del pensiero altrui e la valorizzazione del lavoro di ognuno. -di sperimentare l'attesa dell'uscita didattica alla Collezione Guggenheim con la consapevolezza di vivere un momento nuovo e significativo dell'esperienza scolastica, -di conoscere un luogo del territorio “ il museo”diverso dalla scuola, dove sono custoditi quegli elementi preziosi della cultura che durano nel tempo. PUNTI DI FORZA • Consapevolezza che l’arte fornisce modelli di riferimento capaci di stimolare la creatività e l’immaginazione • Interiorizzazione di contesti e linguaggi espressivi in cui “il fare” apre la porta alla curiosità e all’esplorazione di percorsi originali • Valorizzazione delle abilità di analisi e di espressione • Incontro con l’arte nel luogo: museo PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano PUNTI DI FORZA • Consapevolezza che l’arte fornisce modelli di riferimento capaci di stimolare la creatività e l’immaginazione • Interiorizzazione di contesti e linguaggi espressivi in cui “il fare” apre la porta alla curiosità e all’esplorazione di percorsi originali • Valorizzazione delle abilità di analisi e di espressione • Incontro con l’arte nel luogo: museo PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano
  • Titolo sottoprogetto 3 DIVERTIAMOCI CON L’INGLESE ReferentI: Semenza Catia Andreose Francesca Titolo sottoprogetto 3 DIVERTIAMOCI CON L’INGLESE ReferentI: Semenza Catia Andreose Francesca • Obiettivo generale:• Obiettivo generale:• Obiettivo generale: • Favorire l’apprendimento della lingua inglese • Obiettivo generale: • Favorire l’apprendimento della lingua inglese • Destinatari:bambini/e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia • Destinatari:bambini/e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia
  • Ricaduta i personaggi mediatori BEAKY e la rana ROSS hanno aiutato i bambini attraverso filastrocche e canzoncine alla conoscenza delle prime frasi in lingua inglese ( come mi chiamo……..quanti anni ho ecc….) I bambini hanno partecipato tutti con grande entusiasmo e interesse a tutte le attività proposte. Ricaduta i personaggi mediatori BEAKY e la rana ROSS hanno aiutato i bambini attraverso filastrocche e canzoncine alla conoscenza delle prime frasi in lingua inglese ( come mi chiamo……..quanti anni ho ecc….) I bambini hanno partecipato tutti con grande entusiasmo e interesse a tutte le attività proposte. • PUNTI DI FORZA • Le attività di ascolto di canzoncine e filastrocche in lingua inglese sono state valide per la memorizzazione del nuovo lessico • I giochi di gruppo hanno favorito anche la socializzazione tra gli alunni di sezioni diverse • Flash card, immagini, cartelloni e lettura di libri hanno aiutato ad ampliare il patrimonio lessicale PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano • PUNTI DI FORZA • Le attività di ascolto di canzoncine e filastrocche in lingua inglese sono state valide per la memorizzazione del nuovo lessico • I giochi di gruppo hanno favorito anche la socializzazione tra gli alunni di sezioni diverse • Flash card, immagini, cartelloni e lettura di libri hanno aiutato ad ampliare il patrimonio lessicale PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano
  • Titolo sottoprogetto 4 Primi passi in sicurezza Referente: Cavestro Anna Titolo sottoprogetto 4 Primi passi in sicurezza Referente: Cavestro Anna • Obiettivo generale: • Assumere comportamenti corretti per la sicurezza, la salute propria e altrui e per il rispetto delle persone, delle cose, dei luoghi e dell’ambiente • Obiettivo generale: • Assumere comportamenti corretti per la sicurezza, la salute propria e altrui e per il rispetto delle persone, delle cose, dei luoghi e dell’ambiente • Destinatari:tutti gli alunni della scuola• Destinatari:tutti gli alunni della scuola
  • Ricaduta I piccoli spettacoli teatrali con gatto Poldo e la signora Marisa hanno rappresentato momenti di vita scolastica nei quali Poldo si comportava in modo scorretto, mentre Marisa spiegava le regole da seguire. Sono state presentate situazioni di vita pratica, facilmente comprensibili dai bambini e che hanno riguardato le loro esperienze concrete. Sono seguiti poi momenti di verbalizzazione tutti insieme che hanno consentito agli alunni di esprimersi e di riflettere comportamenti negativi ( e i pericoli connessi) e sui comportamenti e le regole da seguire per poter stare bene insieme. Le conversazioni sono state trascritte riportando fedelmente le frasi dette dai bambini. Gli argomenti sono stati approfonditi e supportati anche attraverso foto,rappresentazioni grafiche , cartelloni, canti , racconti,giochi,simulazioni. Di volta in volta Poldo e Marisa sono stati aiutati da altri personaggi come il dottor Fabio che darà consigli per stare bene in salute, il Vigile Urbano per la sicurezza in strada (Ed. Stradale), Sono state effettuate esercitazioni e le prove di evacuazione in caso d’emergenza (incendio e terremoto). Ricaduta I piccoli spettacoli teatrali con gatto Poldo e la signora Marisa hanno rappresentato momenti di vita scolastica nei quali Poldo si comportava in modo scorretto, mentre Marisa spiegava le regole da seguire. Sono state presentate situazioni di vita pratica, facilmente comprensibili dai bambini e che hanno riguardato le loro esperienze concrete. Sono seguiti poi momenti di verbalizzazione tutti insieme che hanno consentito agli alunni di esprimersi e di riflettere comportamenti negativi ( e i pericoli connessi) e sui comportamenti e le regole da seguire per poter stare bene insieme. Le conversazioni sono state trascritte riportando fedelmente le frasi dette dai bambini. Gli argomenti sono stati approfonditi e supportati anche attraverso foto,rappresentazioni grafiche , cartelloni, canti , racconti,giochi,simulazioni. Di volta in volta Poldo e Marisa sono stati aiutati da altri personaggi come il dottor Fabio che darà consigli per stare bene in salute, il Vigile Urbano per la sicurezza in strada (Ed. Stradale), Sono state effettuate esercitazioni e le prove di evacuazione in caso d’emergenza (incendio e terremoto). PUNTI DI FORZA • Trasversalità che ha coinvolto tutti gli alunni del plesso • L’informazione e la formazione degli alunni sulle situazioni di rischio presentato in modo accattivante attraverso il teatrino di Gatto Poldo e Marisa • L’apprendimento positivo delle modalità di evacuazione dell’edificio scolastico PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano PUNTI DI FORZA • Trasversalità che ha coinvolto tutti gli alunni del plesso • L’informazione e la formazione degli alunni sulle situazioni di rischio presentato in modo accattivante attraverso il teatrino di Gatto Poldo e Marisa • L’apprendimento positivo delle modalità di evacuazione dell’edificio scolastico PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano
  • Titolo sottoprogetto 5 : Mostra conclusiva di fine anno scolastico Referente: Zangirolami Chiara Titolo sottoprogetto 5 : Mostra conclusiva di fine anno scolastico Referente: Zangirolami Chiara • Obiettivo generale: • Condividere con le famiglie il percorso scolastico svolto • Obiettivo generale: • Condividere con le famiglie il percorso scolastico svolto • Destinatari:le famiglie degli alunni della scuola • Destinatari:le famiglie degli alunni della scuola
  • Ricaduta Sono stati scelti “prodotti”, “opere collettive” realizzati dagli alunni di tutta la scuola al fine di allestire una mostra per rappresentare il percorso educativo di questo anno scolastico Ricaduta Sono stati scelti “prodotti”, “opere collettive” realizzati dagli alunni di tutta la scuola al fine di allestire una mostra per rappresentare il percorso educativo di questo anno scolastico PUNTI DI FORZA • La possibilità di condividere con le famiglie il percorso educativo- didattico svolto durante l’anno scolastico PUNTI DI FORZA • La possibilità di condividere con le famiglie il percorso educativo- didattico svolto durante l’anno scolastico
  • Titolo sottoprogetto “I COLORI DELLA TERRA” Continuità :Scuola dell’Infanzia Scuola Primaria Referente: Semenza Catia Titolo sottoprogetto “I COLORI DELLA TERRA” Continuità :Scuola dell’Infanzia Scuola Primaria Referente: Semenza Catia • Obiettivo generale: • Favorire il passaggio degli alunni dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria • Creare condizioni di accoglienza favorevoli al benessere • Obiettivo generale: • Favorire il passaggio degli alunni dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria • Creare condizioni di accoglienza favorevoli al benessere • Destinatari: • Bambini/e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia • Destinatari: • Bambini/e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia
  • Ricaduta Sono state predisposte attività in collaborazione con la scuola Primaria “G.Cini”, per far conoscere, in un primo incontro alcuni prodotti del nostro territorio (le zucche ecc) e in un secondo incontro gli ambienti della scuola primaria ponendo particolare attenzione alle strumentazioni multimediali. Questi due momenti e le attività proposte sono state vissute in modo gioioso dagli alunni di entrambe le scuole Ricaduta Sono state predisposte attività in collaborazione con la scuola Primaria “G.Cini”, per far conoscere, in un primo incontro alcuni prodotti del nostro territorio (le zucche ecc) e in un secondo incontro gli ambienti della scuola primaria ponendo particolare attenzione alle strumentazioni multimediali. Questi due momenti e le attività proposte sono state vissute in modo gioioso dagli alunni di entrambe le scuole PUNTI DI FORZA - il positivo e sereno passaggio degli alunni dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano PUNTI DI FORZA - il positivo e sereno passaggio degli alunni dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria PUNTI DI DEBOLEZZA Non si evidenziano
  • Titolo sottoprogetto Continuità :Nido/Scuola dell’Infanzia Referente: Ballarin Alessandra Titolo sottoprogetto Continuità :Nido/Scuola dell’Infanzia Referente: Ballarin Alessandra • Obiettivo generale: • Favorire il passaggio dal Nido alla Scuola dell’Infanzia • Stimolare la collaborazione tra tutti i bambini, le insegnanti e gli educatori della due realtà scolastiche • Obiettivo generale: • Favorire il passaggio dal Nido alla Scuola dell’Infanzia • Stimolare la collaborazione tra tutti i bambini, le insegnanti e gli educatori della due realtà scolastiche • Destinatari: • Bambini/e degli Asilo Nido di Monselice • Destinatari: • Bambini/e degli Asilo Nido di Monselice
  • Inoltre, la scuola ha aderito ai seguenti percorsi … • Progetto Sicurezza: “ EUCAZIONE ALLA SICUREZZA ” • Progetto Continuità Nido/Infanzia – Infanzia/Primaria: «I COLORI DELLA TERRA» • Progetto: “INTEGRAZIONE ALUNNI CON DISABILITÀ” (Gruppo H) • Progetto Screening DSA • Blog di istituto • Policultura con il Politecnico di Milano