• Like

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Social Network nella didattica

  • 17,661 views
Uploaded on

Social Network nella didattica. Presentazione di Caterina Policaro a SMAU 2010 per IWA

Social Network nella didattica. Presentazione di Caterina Policaro a SMAU 2010 per IWA

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
No Downloads

Views

Total Views
17,661
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
29

Actions

Shares
Downloads
235
Comments
2
Likes
17

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Social Network nella Didattica Uso, consapevolezza, opportunità, proposte Caterina Policaro
  • 2. Fonte: http://www.thersa.org/events/vision/archive/sir-ken-robinson
    • Son cambiati i paradigmi comunicativi ed educativi
  • 3.
    • Una conversazione in una scuola elementare ...
    • “ Chi non ha il telefonino?”
    Antiquariato! Nessuno! Quasi tutti Qualcuno...
  • 4.
    • Una conversazione in una scuola elementare ...
    • “ Chi non ha il computer?” - “Chi non sa usare internet?”
    Pochi. Tutti lo hanno usato almeno una volta. Tutti sanno usarlo.
  • 5.
    • Qualche dato utile
    Età: 7 – 11 anni Usa internet per... FONTE: Rapporto Telefono Azzurro – Eurispes 2009
  • 6.
    • Una conversazione in una scuola elementare ...
    • “ Conosci e usi almeno uno di questi social network?”
    Certo!
  • 7.
    • Qualche dato utile - Adolescenti
    FONTE: Rapporto Telefono Azzurro – Eurispes 2009 Ha un Profilo Sui Social Network Usa Internet per...
  • 8. 2007 2008 2009
    • Quali canali di comunicazione usano gli studenti?
      • Chat
      • Social network
  • 9.
    • Qualche dato utile
    Età: Adolescenti Usa i Social Network per... FONTE: Rapporto Telefono Azzurro – Eurispes 2009
  • 10.
    • Cosa sono i social network?
      • Servizi online su cui ci si relaziona con contatti e amici
      • Permettono di comunicare e condividere qualcosa
      • Basta registrarsi e creare un profilo per cominciare a raccontarsi
      • Permettono la pubblicazione e la condivisione di link, immagini, video
      • Sono “piazze virtuali” in cui si fa community
  • 11.
    • Cosa si fa sui social network tipo Facebook?
    • (Detto da adulto ad adulto)
      • Rafforzare le connessioni reali
      • Creare attività con gli amici
      • Aggiornarsi sullo stato degli amici
      • Conoscere amici degli amici
      • Condividere i propri interessi
      • Conversare
      • Partecipare
  • 12.
    • Cosa si fa sui social network tipo Facebook?
    • (Detto come lo dicono gli studenti)
      • Ci commentiamo
      • Ci tagghiamo
      • Postiamo le foto
      • Clicchiamo su “Mi Piace”
      • Ci messaggiamo
      • Chattiamo
      • Mettiamo le faccine :)
      • Condividiamo, passiamo parola, giochiamo...
      • Ci esprimiamo liberamente
  • 13.
    • Diffusione e capillarità
    • La diffusione di Facebook è paragonabile
    • solo alla diffusione dei telefonini:
    • una rivoluzione sociale .
  • 14. FONTE: http://www.vincos.it/osservatorio-facebook/
  • 15.
    • Social Network e Sfide educative
      • Non negarne l'esistenza, accettarne le dinamiche
      • Capire come funzionano
      • Capire come li usano gli studenti
      • Parlare il loro stesso linguaggio
      • Utilizzarli come canale comunicativo
      • Considerare la vita online parte integrante della quotidianità
      • Educare alla consapevolezza
      • Gestire spazio pubblico vs spazio privato
      • Provare ad integrare/migliorare la didattica
  • 16.
    • Educare alla consapevolezza dello strumento
      • Cosa ci faccio io?
      • Cosa ci fanno gli altri?
      • Chi può vederci?
      • Cosa condividiamo?
      • Chi può leggerci?
      • Come funziona esattamente?
      • Come gestire la rete di contatti?
      • Dove finisce quello che postiamo?
      • (Motori di ricerca, altri social ecc.)
      • Ci sono delle regole?
  • 17.
    • E quindi la privacy?
  • 18.
    • La regola della nonna
    • Non dire o fare
    • con i telefonini
    • o su internet
    • quello che non faresti
    • mai davanti a
    • nonna, mamma,
    • prof ecc. ecc.
    • Vale anche per te, adulto!
  • 19.
    • Eppure...gli adolescenti...
      • Il 26% condivide l'indirizzo di casa
      • Il 56% indica il nome della propria scuola
      • Il 76% scambia in pubblico foto/video propri e altrui (spesso situazioni imbarazzanti), indirizzo mail, contatto MSN, numero di cellulare...
      • Il 46% risponde a persone sconosciute
    FONTE: Safer Internet Day 2010
  • 20.
    • Come integrare i social network nella didattica:
      • Condividendo sapere, materiale didattico, opinioni e riflessioni ecc.
      • Collaborando : docente/studente, studente/studente, gruppi di studenti ecc.
      • Interagendo e usando la multimedialità come alternativa alla lezione classica
      • Partecipando
      • Utilizzandoli come punto di accesso alla conoscenza in rete (risorse, relazioni, informazioni, eventi)
  • 21.
    • Social Network pensati appositamente per la didattica
      • Ning.com diventato a pagamento
      • Edmodo.com: tutte le funzioni del social network ma adattato a insegnanti/studenti/apprendimento
  • 22.
    • Social Network pensati appositamente per la didattica
      • Teachertube.com o Schooltube.com: una sorta di Youtube di soli contenuti video didattici
  • 23.
    • Vantaggi
    • Ambiente dedicato
    • Protezione e privacy
    • Gestione completa di materiali e interazioni
    • Pianificazione didattica
    • Svantaggi
    • Quasi sempre in Inglese
    • Gli studenti ci “devono” entrare
    • Tempo e istruzioni per l'uso
    • Social Network Didattici
  • 24.
    • Oppure integrare nella didattica i Social Network già utilizzati quotidianamente da studenti e docenti?
  • 25. FONTE: http://c4lpt.co.uk/recommended/top100-2010.html Top 100 Tools for Learning 2010 (Jane Hart) Gratuiti e più usati dalle persone
  • 26.
    • Social Network utilizzati quotidianamente
    • Vantaggi
    • Funzionamento noto
    • Canale comunicativo già in uso
    • Interazione continua tra reale e online
    • Minori resistenze
    • Svantaggi
    • Conoscere bene lo strumento
    • Piegare a uso didattico potrebbe non essere gradito
    • Comunicazione 24/7
    • Tanto rumore
    • Ci vuole tempo
  • 27.
    • Alcune proposte didattiche per i SN più noti:
  • 28.
    • Twitter nella didattica (con soli 140 caratteri!!)
      • Chat di classe e canale comunicativo
      • Avere il senso di ciò che accade nel mondo
      • Tenere traccia di una parola chiave
      • Seguire un convegno
      • Ottenere feedback immediato
      • Seguire un esperto o una persona famosa
      • Prendere appunti pubblici, collettivi
      • Assegnare i compiti
      • Imparare le lingue
      • ecc.
    Fonte: http://www.slideshare.net/catepol/twitter-nella-didattica
  • 29.
    • Youtube nella didattica (canale video)
      • Contenuti video preparati dal docente
      • Visione di contenuti di altri, di esperti
      • Documentazione di progetti didattici
      • Esercitazioni
      • Elaborati video degli studenti
      • Ricerca
      • Produzione
      • Creatività
      • ecc.
    Fonte: http://www.catepol.net/2008/02/20/youtube-per-la-didattica/
  • 30.
    • Facebook nella didattica?? (Perchè no?)
      • Non è uno strumento di apprendimento ma un luogo dove gli studenti possono “anche” apprendere
      • Relazionarsi con gli studenti al loro stesso livello
      • Contesto d'apprendimento da costruire insieme
      • Strumento privilegiato di comunicazione fuori dall'aula scolastica
      • Valorizzazione della dimensione informale
      • Gruppi ad hoc in cui discutere, approfondire gli argomenti trattati in classe
      • ecc.
    Fonte: http://www.catepol.net/2009/03/03/facebook-e-didattica
  • 31.
    • Limiti dell'uso dei social network nella didattica
      • La partecipazione richiede impegno, motivazione, continuità, tempo, produzione di contenuti e scambio di informazioni: nulla è scontato.
      • Lo scambio deve essere reciproco e non monodirezionale
      • La rete fa parte della vita reale degli utenti, non è un mondo a sé
      • Non è detto che gli studenti accettino questa invasione di campo
      • Bisogna conoscere le dinamiche d'uso, non si improvvisa
      • Overload comunicativo e troppo multitasking
      • Non sostituiscono la didattica ma la possono integrare
  • 32.
    • “ Internet è una realtà meravigliosa.
    • Noi adulti abbiamo il dovere morale di imparare ad aggeggiare con quelle macchine che lo sviluppo tecnologico ci ha messo in casa: dobbiamo affrontare con coraggio la sfida di questa nuova alfabetizzazione, andare incontro alla frustrazione che di certo proveremo davanti ai fallimenti che ci ridicolizzeranno, specialmente nel confronto con la genialità spontanea dei ragazzi che ci stanno a guardare alle prese col copiaincolla...”
    • Noi docenti non possiamo più davvero continuare a dire:
    • “ Io, lo ammetto, sono tennologicamente inniorante”
    Cit. da: Antonella Landi (professoressa e blogger), Tutta colpa dei genitori, Mondadori 2010
  • 33. Grazie per l'attenzione!