Your SlideShare is downloading. ×
0
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Campora Formazione Formatori Ifts
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Campora Formazione Formatori Ifts

2,219

Published on

Lezione tenuta a Campora a docenti e Dirigenti Scolastici della Calabria impegnati in progetti IFTS

Lezione tenuta a Campora a docenti e Dirigenti Scolastici della Calabria impegnati in progetti IFTS

Published in: Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,219
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
92
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 2. 1. Obiettivi Dello Stage 2. Valenze 3. Occasione di apprendimento 4. Valorizzazione Offerta Formativa 5. Caratteristiche e Linee Guida 6. Indirizzi per L'attuazione 7. Aspetti della Valutazione 8. Strumenti di Gestione e Documentazione Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 3. Attività di Stage Il Piano di intervento del Sistema di Alta Formazione dei percorsi IFTS promuove Attività innovative di sostegno della ricerca applicata, indirizzata all’innovazione del prodotto,  del processo  dell'organizzazione dell’impresa. dell’impresa  Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 4. Attività di Stage In tali attività si coniugano armonicamente - gli standard e le procedure normate o divenute prassi consolidate - gli elementi progettuali ed attuativi più innovativi, mediante soluzioni appropriate per il raccordo dell’azione formativa con il processo di trasferimento tecnologico. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 5. Obiettivi dello Stage 1. attuare i risultati delle indagini 2. verificare e regolare 3. progettare e produrre materiali 4 individuare delle best practice Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 6. Obiettivi dello Stage 1. attuare i risultati delle indagini - sulle caratteristiche e sulle prospettive evolutive dei settori produttivi di riferimento, - sul trasferimento tecnologico di processo e di prodotto; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 7. Obiettivi dello Stage 2. verificare e regolare la corrispondenza tra - gli obiettivi di apprendimento del percorso - i cambiamenti dell’innovazione tecnologica del settore d’intervento considerato Puntuale ricognizione delle necessità dell’ambiente di lavoro dello stage; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 8. Obiettivi dello Stage 3. progettare e produrre materiali significativi a supporto dell’attività di stage; 4 individuare delle best practice di formazione on the job e di accompagnamento al lavoro Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 9. Attività delle reti e partenariati Ciascun partenariato provvederà alla configurazione delle attività di stage in linea con le finalità proprie dell’iniziativa formativa nel suo complesso. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 10. Stage = azione specifica  dell’iter formativo opportunità per  avviare sinergie positive con il territorio di appartenenza nell’ambito delle attività della rete Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 11. Necessario sviluppare interazioni e collaborazioni con le imprese e le istituzioni del territorio per collocare i corsisti in stage Creazione del network della comunità di innovazione un’azione IFTS Calabria – 13 Settembre 2007 di sistema. Formazione Formatori
  • 12. Valenze dello Stage 1. Di Orientamento 2. Di Formazione 3. Di Avviamento al Lavoro Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 13. Valenza Orientativa Inserimento di singoli allievi in progetti di innovazione  Strumento per acquisire informazioni sul mondo del  lavoro finalizzate alle diverse scelte professionali o di studio. Occasione di confronto per l’allievo (propri interessi,  valori, aspirazioni e potenziali situazioni lavorative; Trasferimento dell’innovazione tecnologica nei  processi produttivi, nei prodotti e nei servizi Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 14. Valenza Orientativa Occorre una guida attenta - all’osservazione - alla rielaborazione dell’esperienza dei corsisti all’interno di centri di ricerca e imprese del Mezzogiorno, deve poter trasferire innovazione e consentire all’allievo di diventare una “cellula promotrice del cambiamento”. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 15. Valenza Formativa Acquisizione di competenze di base per il cittadino  lavoratore riferite ad uno specifico ambito occupazionale; Nella pratica formativa si completano le competenze  tecnico-professionali e soprattutto quelle trasversali per le quali è necessario il riferimento ad una situazione concreta. Contatto con i centri ricerca mediato dall’impresa ospite  Conoscenza di linguaggi e di metodi innovativi della  ricerca applicata, processo virtuoso di crescita culturale e professionale fondato sulla curiosità Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 16. Valenza di Accompagnamento Al Lavoro L’esperienza di stage è funzionale al “job placement”: azione di accompagnamento attraverso - l’inserimento dei soggetti in un team specifico - con compito ben delineato in termini progettuali - connesso alla realizzazione interventi di innovazione di prodotto e/o processo. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 17. Opportunità dello Stage Lo stage costituisce un’occasione di apprendimento importante e irrinunciabile per il corsista e contemporaneamente di valorizzazione dell’offerta formativa per il partenariato. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 18. Occasione di Apprendimento Promuovere, in uno scenario socio- Promuovere  economico in rapida evoluzione, l’acquisizione di competenze professionali e comportamenti flessibili Favorire l’occupabilità conferendo  concretezza alle potenzialità formative del lavoro, in un contesto di collaborazione tra mondo della formazione, dell’impresa, della ricerca e dell’innovazione tecnologica Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 19. Occasione di Apprendimento Facilitare il raggiungimento di  una formazione poliedrica in grado di innovare perchè porta  effettivo vantaggio competitivo nel lavoro, di innovarsi perchè finalizzata  allo sviluppo di capacità di riqualificazione nel tempo Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 20. Occasione di Apprendimento Facilitare la conoscenza di realtà aziendali  tenendo conto della loro prospettiva di evoluzione futura Consentire il consolidamento dell’identità  personale per favorire il potenziamento della consapevolezza  individuale, la voglia di essere protagonisti delle  proprie scelte, l’invito a trovare soluzioni sempre più  indipendenti e di auto-imprenditorialità Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 21. Valorizzazione Offerta Formativa Individuare soluzioni relazionali che favoriscano  la costituzione e il consolidamento di una vera comunità di innovazione per la rete  Condividere finalità educative mirate ad una  crescita non solo culturale, ma anche sociale ed culturale economica del territorio con particolare riferimento allo sviluppo precompetitivo Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 22. Valorizzazione Offerta formativa Sviluppare nuove forme di interazione tra  istituzioni, sistemi formativi, imprese e centri di ricerca Contribuire alla formazione del cittadino  lavoratore conferendo concretezza alle aspettative dei giovani in uno scenario caratterizzato da rapide dinamiche di cambiamento Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 23. Caratteristiche STAGE Da regolamento Gli elementi caratterizzanti lo stage di un percorso IFTS sono esplicitati dal D.I. n. 436/2000-art. 4 (standard del percorso IFTS)-comma 2 “I percorsi dell’IFTS relativi alle figure di cui al comma 1 rispondono ai seguenti standard: a)…Gli stage aziendali e i tirocini formativi sono obbligatori almeno per il 30% della durata del monte ore complessivo dei corsi, rispondono a corsi standard di qualità, possono essere svolti anche all’estero ed essere collocati all’interno dei corrispondenti sistemi di certificazione europei;…” Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 24. La Durata Il peso orario dell’esperienza formativa di stage non può essere inferiore al 30% della durata complessiva del percorso. percorso Si suggerisce l’estensione del periodo almeno al 40% del monte ore complessivo (proposta valutata dal Comitato Tecnico Scientifico sulla base degli obiettivi del percorso specifico e delle effettive potenzialità dell’ente ospitante nel proporsi quale “Impresa Formativa per l’Innovazione”). Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 25. Lo standard di qualità Lo stage, insieme alla presenza di almeno la metà di docenze rappresentate da esperti provenienti dal mondo della produzione, delle professioni e del lavoro, rappresenta un aspetto qualificante del rapporto che la formazione costruisce ed implementa nell’IFTS con il lavoro, rapporto esteso alle realtà produttive, pubbliche e private, che hanno fatto dell’innovazione il loro core business. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 26. Mobilità Europea D.I. 436/2000 - piano d’intervento CIPE come opportunità per promuovere la mobilità formativa e lavorativa in Europa facilitando: l’avvio di esperienze pilota di stage presso aziende  europee; europee sarebbe auspicabile l’individuazione di un elenco di  aziende o centri di ricerca leader in Europa nel settore di riferimento l’utilizzo dei dispositivi del framework Europass in  particolare dell’Europass Formazione (Euromobility) per certificare l’attività di stage Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 27. Linee Guida “Linee guida per la progettazione dei percorsi formativi I.F.T.S.”del 1999 Necessità di progettare e gestire lo stage integrato agli  obiettivi del corso, le attività d’aula e le propensioni professionali dei corsisti; Massima attenzione agli aspetti riguardanti il tirocinio  già nella fase di costituzione dei Gruppi di progettazione; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 28. Linee Guida “Linee guida per la progettazione dei percorsi formativi I.F.T.S.”del 1999  Presenza di rappresentanti delle aziende interessate  all’accoglienza dei tirocinanti sia nel Gruppo di macro progettazione, per quanto riguarda gli aspetti cruciali di impostazione del percorso (dimensionamento delle componenti e definizione della struttura didattica), sia nei Gruppi di microprogettazione, dei quali uno dovrebbe essere dedicato in modo specifico alla progettazione del ‘modulo tirocinio’; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 29. Linee Guida “Linee guida per la progettazione dei percorsi formativi I.F.T.S.”del 1999 La composizione del Gruppo di micro-progettazione del tirocinio/stage integrata dalla presenza dei tutor formatori e dei tutor aziendali (soggetti designati dall’azienda ospitante per l’affiancamento dei corsisti) che in tale sede potranno definire nel dettaglio le modalità di interscambio e di reciproca consultazione indispensabili sia per il controllo di congruenza tra le attività d’aula e le attività in azienda, sia per la messa in opera dei procedimenti di valutazione dei risultati conseguiti nel corso del tirocinio stesso; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 30. Linee Guida “Linee guida per la progettazione dei percorsi formativi I.F.T.S.”del 1999 La struttura del progetto didattico può prevedere modalità diverse di attuazione dello stage collocato alla fine del percorso come avviene generalmente oppure suddiviso in due o tre parti con diverse collocazioni; l’articolazione dell’attività di stage dovrà tener conto sia delle necessità formative e soprattutto, secondo le eventuali esigenze di compimento, di periodi intermedi riferiti ad obiettivi formativi specifici, sia della disponibilità all’accoglienza dell’azienda o del centro di ricerca ; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 31. Linee Guida “Linee guida per la progettazione dei percorsi formativi I.F.T.S.”del 1999 L’esplicitazione delle caratteristiche professionali dei tutor aziendali, la congruenza tra la posizione ricoperta e la natura della figura professionale in formazione; l’assegnazione degli allievi presso le aziende ospitanti andrà esperita attraverso modalità definite in sede di progettazione. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 32. Indirizzi per L'attuazione Le diverse tipologie di esperienze di stage che costituiscono palestre per l’apprendimento, possono esplicitarsi anche in punti diversi del percorso formativo, ad esempio in corrispondenza di: Esercitazioni pratiche presso i laboratori: breve sessione formativa di osservazione del lavoro volta all’applicazione arricchimento e sperimentazione di aspetti particolarmente innovativi connessi all’unità formativa di riferimento; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 33. Indirizzi per L'attuazione Esperienza lavorativa ad integrazione del percorso che permette di osservare, assumere informazioni e conoscere contesti lavorativi diversi e ad alto contenuto tecnologico; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 34. Indirizzi per L'attuazione Necessaria Esperienza formativa in loco, finalizzata all’acquisizione di competenze interdisciplinari specifiche, connesse alla realizzazione dell’innovazione e del trasferimento tecnologico: deve pertanto rientrare nel progetto formativo personalizzato condiviso tra allievo e partnership formativa (patto formativo) e deve essere a tutti gli effetti documentata e valutata. In questo caso l’intervento dell’impresa/Centro di ricerca diventa essenziale in quanto “impresa formativa per l’innovazione” nella quale l’azione formativa si estrinseca attraverso la messa a punto di “project work” specifici; Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 35. Indirizzi per L'attuazione Esperienza di pre-inserimento è auspicabile che il progetto formativo preveda un’attività conclusiva del percorso finalizzata all’occupazione . Di queste la 3) è necessaria, mentre le altre possono essere introdotte a completamento e rafforzamento dell’intervento connesso all’esperienza formativa. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 36. Aspetti Della Valutazione La struttura del processo prevede di identificare uno o, al più, due soggetti in formazione per ciascun team aziendale. Quest’ultimo in generale segue un singolo progetto di innovazione e gli allievi vengono inseriti in uno specifico periodo temporale in corrispondenza di una o due fasi del ciclo di vita del progetto seguito dal team. Naturalmente il tutor aziendale con l’allievo esegue ogni giorno la registrazione delle attività svolte, riportandone la denominazione coerente con quella evidenziata nel piano che il team ha elaborato per il progetto di innovazione. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 37. Aspetti Della Valutazione La tracciabilità delle attività svolte è necessaria per adattare la valutazione finale sui prodotti elaborati dai soggetti in formazione e per verificare la coerenza delle stesse rispetto a quanto previsto nel progetto esecutivo del modulo di stage elaborato per quegli stessi allievi. Rielaborare le competenze acquisite in una situazione non formale, trasferendole in un quadro caratterizzato da indicatori misurabili e quindi passibili di valutazione. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 38. Aspetti della Valutazione Nella progettazione esecutiva dello stage rivestono grande importanza l'individuazione di sedi coerenti con gli obiettivi e i contenuti del progetto, ma anche con le diverse caratteristiche degli allievi. Per individuare le aziende (una sola per ogni allievo) è necessario che il gruppo di progetto: individui una rosa di aziende disponibili a livello territoriale, regionale, nazionale ed europeo in collaborazione con un'associazione imprenditoriale e in stretto raccordo con l'impresa partner; incroci i dati disponibili nella scheda allievo con quelli della scheda azienda e scelga l'azienda nel quale verrà ospitato ogni allievo Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 39. Aspetti della Valutazione La valutazione dello stage è un processo fortemente integrato con le fasi di progettazione e realizzazione finalizzato alla ridefinizione continua e al miglioramento delle attività. Nella valutazione rivestono grande importanza l'integrazione dei diversi punti di vista di cui sono portatori i differenti soggetti, compreso lo stagista, e la trasparenza delle procedure. Un efficace sistema di valutazione deve prevedere: Una osservazione sistematica delle attività del singolo stagista che preveda l'utilizzo da parte del tutor aziendale degli strumenti di osservazione definiti nella fase di progettazione e la condivisione con lo stagista degli esiti dell'osservazione Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 40. Aspetti della Valutazione un monitoraggio in itinere che preveda la condivisione dei risultati dell'osservazione, l'utilizzo degli strumenti di monitoraggio da parte del tutor aziendale e tutor scolastico e l'elaborazione e la discussione dei risultati nel gruppo di progetto ed una eventuale riprogettazione parziale e totale del percorso di stage Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 41. Aspetti della Valutazione una valutazione di processo e prodotto che preveda l'utilizzazione degli strumenti di autovalutazione progettati da parte dello stagista, l'utilizzazione degli strumenti di valutazione delle competenze da parte del tutor aziendale, la condivisione della valutazione delle competenze tra tutor aziendale e tutor scolastico e con lo stagista, l'utilizzazione degli strumenti di valutazione del percorso/processo da parte del tutor aziendale, la condivisione della valutazione di processo tra tutor aziendale, tutor scolastico con lo stagista e la discussione dei risultati della valutazione nel gruppo di progetto. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 42. Documentazione La scheda allievo deve contenere le seguenti aree di descrizione: pregressi formativi e lavorativi; quadro di competenze acquisite nel percorso IFTS; motivazioni e comportamenti. La scheda azienda (condivisa dall'azienda partner e dall'associazione e inviata alle aziende individuate) deve contenere le seguenti aree di descrizione: settore e comparto, dimensioni, sedi, modalità organizzative e produttive; esperienze di stage pregresse, presenza e formazione di tutor, esiti stage precedenti (soddisfazione/assunzione di stagisti); disponibilità alla realizzazione di stage nuovi o ulteriori (individuando numero degli stagisti e settori e funzioni nei quali introdurli), ad assumere eventualmente stagisti, a formare tutor, a individuare modalità congiunte di monitoraggio e valutazione delle esperienze. Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 43. Documentazione a cura del Tutor Il tutor scolastico che seguirà ogni stagista dovrà preparare il percorso di stage di ogni allievo a lui affidato, definendo in accordo con l'azienda: Le competenze da acquisire, La funzione/processo nel quale dovrà essere inserito, II ruolo che dovrà ricoprire, Il tutor e le altre figure dell'azienda di riferimento, Le modalità di acquisizione delle competenze (privilegiando gli approcci attivi come: problem solving, lavoro in team, gestione dell'imprevisto, attribuzione di responsabilità nell'espletamento delle funzioni, quot;apprendimento dall'errorequot;, razionalizzazione e capitalizzazione dell'esperienza attraverso la registrazione sistematica dei diversi aspetti dell'esperienza da parte dell'allievo), Le modalità e gli strumenti di osservazione, monitoraggio, e valutazione - La durata - La logistica - I costi Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 44. Ancora sul Tutor Nella realizzazione dello stage rivestono grande importanza la motivazione degli allievi e l'interazione tra i vari soggetti partner. In questa fase il tutor scolastico dovrà collaborare con il tutor aziendale promuovendo: una informazione/motivazione degli allievi preventiva in sede scolastica sulle attività di stage attraverso la condivisione della scheda azienda con ogni allievo e la presentazione congiunta del percorso di stage da parte del tutor scolastico e del tutor aziendale Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007
  • 45. Ancora sul Tutor una informazione/motivazione degli allievi iniziale in azienda attraverso la presentazione delle modalità organizzative e gestionali del processo produttivo, l'illustrazione delle funzioni e del ruolo da rivestire e delle regole aziendali, la presentazione di alcune figure‑chiave, la definizione delle modalità di raccordo con il tutor aziendale una interazione efficace tra i diversi partner del progetto (scuola/università e azienda) durante lo stage attraverso una programmazione e realizzazione dei momenti di verifica congiunti in azienda e una programmazione di eventuali correttivi da introdurre a cura del tutor aziendale Formazione Formatori IFTS Calabria – 13 Settembre 2007

×