Favaretti hta cardiovascolare firenze 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Favaretti hta cardiovascolare firenze 2012

on

  • 1,102 views

HTA e trattamenti cardiovascolari. Cardiology towards the future, Firenze

HTA e trattamenti cardiovascolari. Cardiology towards the future, Firenze

Statistics

Views

Total Views
1,102
Views on SlideShare
1,102
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Favaretti hta cardiovascolare firenze 2012 Favaretti hta cardiovascolare firenze 2012 Presentation Transcript

    • 4 th INTERNATIONAL CARDIO EVENT CARDIOLOGY TOWARDS THE FUTURE Innovation in Cardiology Florence, January 19 th - 21 th 2012 © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine C. Favaretti Presidente SIHTA Direttore generale, Azienda Ospedaliero-Universitaria, Santa Maria della Misericordia Udine HEALTH TECHNOLOGY ASSESSMENT IN CARDIOVASCULAR TREATMENT
    • Risorse Bisogni 2000 2010 2020
      • La sanità di oggi deve confrontarsi con un quadro socio economico caratterizzato da risorse limitate , a fronte di bisogni di salute in continua crescita;
      • Tutti i Paesi ricchi stanno immettendo maggiori risorse in Sanità ma, ovunque, l’aumento degli investimenti finanziari risulta del tutto insufficiente a soddisfare l’ incremento stabile dei bisogni e della domanda che stanno crescendo in modo più veloce delle risorse disponibili.
      [Ricciardi, La Torre,Health Technology Assessment, principi, dimensioni e strumenti] © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Lo scenario della sanità per i soggetti erogatori di assistenza sanitaria
    • Innovazione tecnologica e sostenibilità: l’approccio di HTA © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Valutare l’impatto delle tecnologie sanitarie sull’organizzazione e sulla gestione significa considerare una serie di elementi necessari ad assumere le decisioni più opportune sull’acquisizione e sulla collocazione delle tecnologie in seno all’organizzazione. E’ una fase importante dell’inserimento delle tecnologie in ospedale che segna fin dall’origine l’efficacia e l’efficienza del servizio che la struttura sarà in grado di offrire. I processi di introduzione delle tecnologie sanitarie
    • [Favaretti, 2009] © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine tecnologie nei processi assistenziali valutazione di impatto quesiti risposte PARTI INTERESSATE decisione informata e responsabile tecnologie disponibili
    • Innovazione tecnologica e sostenibilità: l’approccio di HTA © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Aspetti da considerare
      • Ogni tecnologia deve essere introdotta in seno all’ organizzazione solo se rispetta determinati requisiti e permette di:
      • Offrire un servizio che risponde alle reali necessità ;
      • Essere in linea con l’aggiornamento delle opzioni
      • diagnostico-terapeutiche del momento;
      • Essere professionalmente sostenibile dall’équipe che la
      • utilizza;
      • Avere e mantenere costi sostenibili;
      • Avere un valore etico intrinseco.
    • Innovazione tecnologica e sostenibilità: l’approccio di HTA © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Aspetti etici e sociali
      • Considerare se la tecnologia permette di:
      • eseguire esami non invasivi (> accettabilità);
      • anticipare la diagnosi (terapie con migliori risultati?!);
      • attuare terapie più mirate (< interventi demolitivi);
      • incrementare la speranza di vita (> vita media);
      • aumentare la qualità della vita (< invalidità);
      • recuperare risorse economiche (< costi terapie);
      • liberare spazi di altre attrezzature (> disponibilità per altri esami);
      • essere accessibile con equità (per tutti e non per pochi).
      • Governare questo limite in base a criteri condivisi è un dovere morale per tutti i decisori sanitari e responsabili della gestione dei budget sia a livello nazionale che locale.
      • Al fine di valutare la migliore allocazione delle risorse si deve disporre di strumenti
      • per confrontare :
      • progetti e tecnologie sanitarie;
      • criteri di efficacia e convenienza;
      • per identificare:
      • una scala di priorità in base alla quale indirizzare le risorse pubbliche
      Un quadro complessivo delle risorse impiegate può determinare decisioni ottimali Efficacia Risorse limitate Qualità Sicurezza © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
            • [eHealth 2008 – Portoroz May 6 2008]
      © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Health concepts define services DISEASE HEALTH Pathogenesis Salutogenesis Disease Management Health Management Care Management Health literacy Home care Personal health Telemonitoring Behavioural support Telemedicine e-Health
    • e-Health: “ anywhere, anytime ” © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine L’e-Health - consente di rilevare e trasmettere informazioni mediche e fornisce servizi a distanza utilizzando innovative tecnologie associate ai moderni sistemi di telecomunicazione. L’e-Health fa in modo che a spostarsi siano le informazioni e non le persone .
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Home e-Health: Gestione delle patologie croniche
      • Malattie cardiovascolari
      • Ipertensione
      • Asma
      • Artrite
      • Dolore cronico
      • Alzheimer
      Le malattie croniche sono patologie che non migliorano nel tempo. Esse possono causare: morte prematura, peggioramento della qualità della vita dei pazienti affetti e hanno un impatto economico negativo sulle loro famiglie e sulla società.
      • Impatto clinico
      • Risulta clinicamente efficace per i pazienti affetti da diabete (miglior controllo glicemico) e insufficienza cardiaca (diminuzione della mortalità).
      • Impatto sul paziente
      • Risulta comparabile in termini di qualità di vita, soddisfazione del paziente e aderenza al trattamento rispetto all’approccio standard;
      • Garantisce accessibilità alle cure a pazienti dislocati in aree remote e impervie.
      • Impatto economico
      • Risulta essere una scelta “cost - saving” nella prospettiva del sistema sanitario, sebbene la qualità degli studi esaminati dovrebbe essere migliorata.
      Home E-Health secondo il parere del Canadian Agency for Drugs and Technology in Health © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    • Home E-Health: aspetti critici © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
      • Identificazione dei pazienti eleggibili al trattamento;
      • Inserimento nei Livelli Essenziali di Assistenza;
      • Problemi legati al rimborso;
      • Training del personale;
      • Affidabilità e riservatezza;
      • Approccio concettuale della gestione dei parametri;
      • Interpretazione dei dati clinici (artefatti);
      • Sicurezza e affidabilità degli strumenti di telecomunicazione;
      • Electronic health record.
      • Razionalizzazione della risorsa tempo per medici ed infermieri;
      • Riduzione degli spostamenti del paziente e di chi lo accompagna, con conseguente riduzione dei costi diretti non sanitari (trasporto) e dei costi indiretti (mancata produttività);
      • Liberazione di spazi ambulatoriali da dedicare alla gestione di pazienti più complessi;
      • Migliore compliance del paziente nella gestione dei controlli.
      e-Health: pazienti e decision-makers © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Integrated TeleServices within eHealth: a vision for Europe 2020
      • Goals
      • Interconnected services integrated into clinical and non-medical use
      • cases, across professional and structural borders, providing services for
      • local and worldwide use
      • Part of overall business processes and thus sustainable
      • Stepwise implementation
      • Treatment and support over the full cycle of care
      • Address long term conditions (e.g. CHF, diabetes)
      • Support for quality of life of elder citizens @home
      • Development patient/citizens/customers’ health literacy in order to make
      • well-informed healthcare choices
      • [www.ehtel.org]
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Aritmie e scompenso cardiaco: dal controllo ambulatoriale al telemonitoraggio Gli attuali dispositivi cardiaci elettronici impiantabili , pacemaker, defibrillatori sono in grado di memorizzare informazioni diagnostiche e parametri fisiologici relativi al funzionamento del dispositivo stesso ed allo stato di salute dei pazienti.
    • Survival after ICD and CRT implantation Influence of Remote Device follow-up – The ALTITUDE Study (Boston)
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Numero di impianti ICD in Italia * Controlli ambulatoriali ICD SOC Cardiologia - Udine Alcuni dati epidemiologici Razionale del controllo da postazione remota dei pazienti portatori di defibrillatore automatico impiantabile, Proclemer et al. a nome del Progetto Triveneto, III Congresso nazionale SIHTA, Torino 2010
      • Durata FU: 27 min per controlli programmati, +30% per
      • controlli non programmati
      • Sempre coinvolte almeno 2 risorse ospedaliere: 1 medico
      • ed 1 infermiere
      • Riprogrammazione dei dispositivi avviene in meno
      • dell’11% nei FU programmati ed avviene soprattutto nei 2
      • mesi successivi all’impianto.
      • Boriani et al. Healthcare personnel resource burden related to in-clinic follow-up of cardiovascular implantable electronic
      • devices: a European Heart Rhythm Association and Eucomed joint survey, Europace 2011
      • Mascioli, et al., Actions elicited during scheduled and unscheduled
      Dai FU ambulatoriali abbiamo imparato che... © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    •  
    • L’esperienza nella SOC cardiologia AOU di Udine Ambulatorio Virtuale ICD 183 pz Da Agosto 2008 Ambulatorio Virtuale PM 438 pz Da settembre 2010 Ambulatorio Virtuale Udine 621 pz © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    • Consegna CareLink e training
      • Riunioni bisettimanali per consegna dispositivo e training dei pazienti (n°15-20);
      • Informazione sull’iter dei controlli remoti e tradizionali e sulle modalità di trasmissione dei dati ottenuti;
      • Aspetti amministrativi (registrazione della procedura di trasmissione).
      © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    • Flow Chart di gestione dei pazienti con ICD © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    • Trasmissioni nei portatori di ICD
      • Aritmie ventricolari
      • Aritmie sopraventricolari
      • Allarme Optivol
      • Variazioni d’impedenza del catetere
      • Allarmi elettrici
      Totale trasmissioni: 1804 Trasmissioni ad intervallo programmato: 1215 (67%) Trasmissioni non programmate: 589 (33%) © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
    • Conclusioni-1
      • Il controllo remoto dei dispositivi è sicuro, affidabile e fattibile nella nostra realtà;
      • L’integrazione dei controlli ambulatoriali e remoti consente una diagnosi più precoce di aritmie prognosticamente importanti con risvolti terapeutici più efficaci in quanto più tempestivi;
      • • Pur non perdendo di vista la qualità del FU del paziente portatore di PM, l’ambulatorio virtuale snellisce le procedure routinarie di controllo a favore di allocazione di risorse nella gestione dei pazienti più complessi.
      © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    • Conclusioni-2 L’implementazione dell’ambulatorio virtuale per il controllo dei dispositivi comporta importanti complessità organizzative che coinvolgono tutte le figure professionali ospedaliere ma anche quelle del territorio © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
    • Conclusioni-3 Aspetti critici © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
      • Inserimento nei Livelli Essenziali di Assistenza;
      • Problemi legati al rimborso;
      • Training del personale anche degli ospedali di rete;
      • Affidabilità e riservatezza;
      • Approccio concettuale della gestione dei parametri;
      • Interpretazione dei dati clinici (artefatti);
      • Sicurezza e affidabilità degli strumenti di telecomunicazione;
      • Electronic health record.
    • Innovazione tecnologica e sostenibilità: l’approccio di HTA © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine L’impatto sulla attività clinica
      • Prima di inserire una nuova tecnologia si deve valutare la situazione esistente.
      • In particolare:
      • Esistono tecnologie simili , che possono assicurare analoghi risultati/funzioni?
      • Quanto sono utilizzate?
      • Esami alternativi , già forniti dalla struttura, potranno subire una riduzione con la nuova tecnologia?
      • La maggiore velocità delle nuove tecnologie può incidere sul numero necessario a svolgere l’attività e sui tempi clinico-assistenziali?
        • - Impianto di valvola aortica trans catetere (TAVI) vs. Sostituzione valvolare aortica per via chirurgica
      • L’introduzione di nuove tecnologie può incidere sulle altre a disposizione e sui processi clinici?
      • - Bioresorbable Vascular Scaffold (BVS) vs Drug Eluting Stent (DES)
    • È importante acquisire il punto di vista del paziente in quanto: © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
      • Reti formali e informali
      • Social network (facebook, twitter)
      • individuo, cittadino, utente, cliente, … con specifiche esperienze,
      • sentimenti, conoscenze, cultura, valori, aspettative, preferenze …
      • parte di un complesso di relazioni sociali, professionali, economiche …
      • Interviste
      • Focus Group
      • Customer satisfaction
      • Forum partecipativi
      • Associazioni
      “ NO DECISIONS ABOUT ME WITHOUT ME” [NHS, 2011]
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine “ La misura in cui il comportamento del paziente incontra le raccomandazioni concordate con il medico prescrittore”. (‘The extent to which the patient’s behaviour matches agreed recommendations from the prescriber’) Quale definizione dell’aderenza terapeutica? (Barofsky, 1978) “ Il grado con il quale il comportamento di un soggetto – assumere un farmaco, seguire una dieta e/o modificare il proprio stile di vita – corrisponde a quanto concordato con l’operatore sanitario”. (The extent to which a person’s behaviour – taking medication, following a diet,and/or executing lifestyle changes, corresponds with agreed recommendationsfrom a health care provider.) (WHO, 2003)
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine “ Non esiste un singolo fattore responsabile dell’aderenza. I fattori che la influenzano sono correlati al paziente , allo staff medico , al trattamento della patologia ed ai sistemi sanitari . Di conseguenza, per affrontare questo problema non sarà efficace una singola strategia. E’ necessario utilizzare analisi di costi-efficacia , strategie multidisciplinari , soprattutto ora che le malattie croniche hanno un peso considerevole sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo.” WHO Chi è il responsabile dell’aderenza?
    • L’HTA come anello di congiunzione © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine COSTI E VALUTAZIONI ECONOMICHE ASPETTI ETICI EFFICACIA CLINICA
      • Un sistema sanitario deve
      • riuscire a coniugare due fattori:
      • i costi e i bisogni di salute,
      • solitamente considerati in modo
      • disgiunto
      • L’anello di congiunzione di
      • questi due fattori è l’ HTA ,
      • strumento che aiuta a governare
      • il sistema garantendo
      • sostenibilità, attraverso
      • valutazioni multidisciplinari tese a
      • raccogliere evidenze in merito
      • all’efficacia, all’efficienza, alla
      • sicurezza e alla qualità …
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine La “buona prescrizione” “ Il rapporto terapeutico si deve sviluppare in una prospettiva di dialogo, di realizzazione comune, di codecisione, di “alleanza terapeutica” tra paziente informato ed il proprio medico. Tutto ciò si riflette nella nozione di cura che comprende anche la posizione sociale del soggetto, la solidarietà e la sua dignità, accanto alla prospettiva terapeutica” La “buona prescrizione” non può prescindere da un corretto rapporto terapeutico Giovanni Maria Flick Presidente Emerito della Corte Costituzionale
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine … l'educazione e l’informazione del paziente, in combinazione con altri interventi, quali la formazione all’auto-gestione delle competenze, o il counselling possono migliorare l'aderenza. Fornire informazioni ed educazione
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine L’influenza culturale
      • I fattori etnico culturali, linguistici condizionano l’alleanza terapeutica con conseguenti implicazioni sull’aderenza.
      • Alcuni studi hanno dimostrato che i soggetti con diversi background linguistici e culturali hanno tassi più bassi di aderenza ai farmaci rispetto alla popolazione generale. Diaz E (2005); Duru OK (2009)
      • In uno studio retrospettivo di coorte su 56.561 persone con ipertensione e demenza sono stati osservate differenze nei tassi di aderenza per diverse categorie di farmaci. Ispanici e afro-americani avevano tassi significativamente più bassi.
      • Poon I (2009)
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Acquisire abilità e competenze Favorire la comunicazione ed il processo decisionale Ridurre i rischi Favorire il cambiamento del comportamento Fornire informazioni ed educazione Dare sostegno L’aderenza … step by step
    • © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Conclusioni L’introduzione di nuove tecnologie e procedure, con metodi di HTA , consente di predefinire una cornice concettuale per valutare efficacia, sicurezza, impatto organizzativo, impatto economico e aspetti etico - sociali, che i soggetti aziendali e istituzionali possono utilizzare per la assunzione delle decisioni di loro competenza. EFFICACIA SICUREZZA QUALITA’ EFFICIENZA
    • Innovazione tecnologica e sostenibilità: l’approccio di HTA © Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine Grazie per l’attenzione