• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Pm first presentation pt2
 

Pm first presentation pt2

on

  • 176 views

project management parte 2

project management parte 2

Statistics

Views

Total Views
176
Views on SlideShare
165
Embed Views
11

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 11

http://carlobisio.accountsupport.com 6
http://www.carlobisio.com 5

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Pm first presentation pt2 Pm first presentation pt2 Presentation Transcript

    • Corso base in Project Management Parte II Massimo Cavalli PMP – Project Manager Professional Prima giornata – 18 ottobre 2012
    • Lo standard di Project Management• Project Management: «the application of knowledge, skills, tools and tecniques to project activities to meet the project requirements».• Secondo il PMI il PM si concretizza attraverso l’applicazione appropriata e l’integrazione di 42 processi di Project Management raggruppati nei 5 gruppi di processi di:• Avvio• Pianificazione• Esecuzione• Monitoraggio e controllo• Chiusura Torino 18 ottobre 2012 2
    • INTEGRAZIONE Torino 18 ottobre 2012 3
    • INTEGRAZIONE Risorse • Capitale • Materiali OutputsInputs • Attrezzature • Prodotti • Servizi/facilities 42 processi di PM • Servizi • Informazioni • Profitti • Risorse umane Torino 18 ottobre 2012 4
    • PM: 5 gruppi di processiAvvio Pianificazione Esecuzione Monitoraggio e Chiusura controllo Torino 18 ottobre 2012 5
    • INTEGRAZIONE Torino 18 ottobre 2012 6
    • Reiterazione dell’integrazione Torino 18 ottobre 2012 7
    • Fasi sovrapposte Torino 18 ottobre 2012 8
    • Le attività di progettoGestire un progetto include molte attività:• Identificare i requisiti per indirizzare e concretizzare i bisogni e le aspettative degli stakeholder.• Trovare il giusto equilibrio fra i vincoli di progetto quali ambito, qualità, tempo, costi, risorse, rischi.• Fissare obiettivi chiari e raggiungibili• Identificare il giusto equilibrio fra le esigenze dei vari stakeholder• Adattare le specifiche di prodotto, i piani delle attività, l’approccio realizzativo alle diverse aree di intervento e alle diverse necessità degli stakeholder. Torino 18 ottobre 2012 9
    • VINCOLIOgni progetto è caratterizzato da vincoli sui quali il project managerdovrà focalizzare la sua attenzione.Gli stakeholder di progetto possono avere diverse opinioni su qualibisogni siano più importanti ed è necessario giungere al giustoequilibrio tra le aspettative dei diversi stakeholder (negoziazione).La relazione fra i vincoli è tale che, al modificare di uno di essi, almenoun altro potrà essere influenzato. Ad esempio ad una riduzione deitempi potrà corrispondere un probabile aumento dei costi peraggiungere risorse e concludere l’attività in un minore tempo. Se nonfosse possibile aumentare i costi sarà probabilmente necessarioriconfigurare l’ambito di progetto. Il rapporto con gli stakeholderpotrebbe generare rischi aggiuntivi e modifica ai requisiti e all’ambito.Ecco perché un progetto implica l’elaborazione progressiva. Torino 18 ottobre 2012 10
    • Glossario - 1• Requisiti: condizione o capacità che deve essere soddisfatta o posseduta da un sistema, prodotto, servizio, risultato o componente perché questo possa essere conforme alle caratteristiche richieste da un contratto, uno standard, delle specifiche di prodotto o di altri documenti formali. I requisiti comprendono le necessità, le esigenze e le aspettative quantificate e documentate dello sponsor, del cliente e di altri stakeholder.• Stakeholder: Persone e organizzazioni (clienti, sponsor, associazioni), direttamente coinvolti nel progetto o i cui interessi possono essere influenzati in modo positivo o negativo dall’esecuzione o dal completamento del progetto. Gli stakeholder possono anche influire sul progetto e sui relativi deliverable.• Integrazione: attività necessaria in situazione di particolare complessità. Nel PM si integrano conoscenza, informazioni, risorse, bisogni, ecc.• Vincoli: una restrizione o una limitazione, sia interna che esterna ad un progetto, che influisce sulla sua gestione.• Ambito del progetto: lavoro da svolgere per fornire un prodotto, un servizio o un risultato con le caratteristiche e le funzioni specificate.• Elaborazione progressiva: continuo miglioramento e approfondimento di un piano, mano a mano che, con l’avanzamento del progetto, diventano disponibili informazioni maggiori e più specifiche e stime più accurate; questa tecnica consente di produrre piani più accurati e completi grazie alla reiterazione del processo di pianificazione. Torino 18 ottobre 2012 11
    • Progetti e pianificazione strategica Torino 18 ottobre 2012 12
    • IL MODELLO STRATEGICO DI RIFERIMENTO Area Strategica Mission Valori Obiettivi Strategia StrategiciCompetenze Vision distintive Piano Strategico Azioni Gli Stakeholders ProgettiRisultati Processi Attività Area Torino 18 ottobre 2012 Operativa 13
    • Porfolio ManagementGestione centralizzata di uno o più progetti/programmi.Il portfolio prevede L’identificazione, l’assegnazione dipriorità, l’autorizzazione, la gestione e il controllo dei progetti, deiprogrammi e dei lavori correlati, per raggiungere specifici obiettiviaziendali strategici• Migliora la produttività dell’organizzazione perché identifica priorità rispetto ad indicatori specifici• E’ un processo collegiale che può coinvolgere più livelli aziendali• Genera motivazione nel personale• Migliora l’integrazione fra diverse funzioni/divisioni aziendali Torino 18 ottobre 2012 14
    • Portfolio Management Torino 18 ottobre 2012 15
    • Portfolio Management Torino 18 ottobre 2012 16
    • Torino 18 ottobre 2012 17
    • Il Problema Stakeholder Individui, gruppi o organizzazioni i cui interessi possono essere positivamente o negativamente condizionati dal progetto Chiunque possa influenzare positivamente o negativamente il progetto La loro identificazione risulta talvolta difficile ed è sempre un fattore cruciale per il successo del progetto Spesso hanno obiettivi, requisiti ed aspettative differenti, anche in conflitto tra loro Torino 18 ottobre 2012 18
    • Identificare gli stakeholder Torino 18 ottobre 2012 19
    • Identificare gli stakeholder Torino 18 ottobre 2012 20
    • Griglia Potere/Interesse Torino 18 ottobre 2012 21
    • Mappa degli stakeholder Torino 18 ottobre 2012 22
    • Esempio: installazione di un ripetitore di telefonia mobileCompletiamolo insieme. Stakeholder Interesse 1 Proprietario del terreno massimo profitto Top management org,ne incaricata massima efficienza, efficacia, qualità del 2 del progetto servizio interessati al controllo ma non a costi , né a 3 Enti incaricati di fornire i permessi qualità del servizio salute, qualità della vita, scarso interesse ai 4 Org.ni consumatori costi ma alto ai prezzi 5 ……………………….. 6 7 8 Torino 18 ottobre 2012 23
    • ESERCIZIO 2 Torino 18 ottobre 2012 24