Your SlideShare is downloading. ×
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Marketing Course
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Marketing Course

1,291

Published on

Published in: Business
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,291
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
65
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. IL MARKETING
    • BREVE CENNI INTRODUTTIVI
    • IL VALORE DEL SUO SERVIZIO
    • IL MARKETING E IL MERCATO FARMACEUTICO
    • IL MARKETING BIOFUTURA
  • 2.
    • Il marketing nasce negli Stati Uniti nel periodo tra le due guerre mondiali.
    • Presidia il rapporto impresa mercato
    • Il cliente-consumatore viene posto la centro degli studi di marketing.
  • 3.
    • Negli anni 50 & 60 negli Stati Uniti il marketing si sviluppa con un approccio funzionale (come funzione specifica svolta da specialisti all’interno della grande impresa manageriale)
    • Al marketing viene chiesto di guidare il processo di pianificazione delle imprese, attraverso la previsione delle vendite .
    • Gli schemi previsionali ed interpretativi della domanda e la ricerca di modelli di ottimizzazione del marketing mix sono tra i temi dominanti.
  • 4. Un primo approccio adottato dalle imprese è quello di orientamento al prodotto
    • L’attenzione è concentrata sulle funzioni di produzione e progettazione dei beni.
    • L’attività commerciale è molto ridotta.
    • L‘offerta prevale sulla domanda.
    • La funzione commerciale raccoglie gli ordini e cura i rapporti con la clientela.
  • 5. Un secondo approccio adottato dalle imprese è quello di orientamento alla vendita
    • Nei mercati caratterizzati da eccesso di capacità produttiva e in presenza di economie di scala…..
    • L’impresa si focalizza sulla funzione commerciale ed investe molto in comunicazione.
    • L’obiettivo è la maggiore espansione possibile delle vendite.
  • 6. Un terzo approccio adottato dalle imprese è quello di orientamento al marketing
    • Cresce l’intensità competitiva …..
    • “ La lotta competitiva viene vinta o persa sul terreno delle preferenze della domanda” lo sviluppo è consentito da una più adeguata ricerca della soddisfazione della clientela.
    • L’offerta dell’impresa si costruisce sulla base delle esigenze della domanda e sulla capacità di rispondere ai bisogni del consumatore.
  • 7. Le quattro variabili del marketing-mix (Le 4 P) Marketing Mix Promozione Pubblicità Vendita personale Promozione vendite Relazioni pubbliche Prezzo Prezzo di listino Sconti e abbuoni Termini e condizioni di pagamento Punto di vendita Canali Copertura Localizzazione Scorte Trasporti Prodotto Qualità Caratteristiche Opzioni Stile Marca Confezione Taglie e misure Servizio Garanzia Possibilità di restituzione
  • 8. Il marketing-mix Il marketing mix è la combinazione delle variabili controllabili di marketing che l’impresa impiega al fine di conseguire gli obiettivi predefiniti nell’ambito del mercato obiettivo.
  • 9. Il marketing management Il marketing management è il processo di pianificazione e di realizzazione della concezione, del pricing, della promozione e della distribuzione di idee, beni, e servizi al fine di creare scambi che consentano di conseguire gli obiettivi di individui e organizzazioni.
  • 10. Il processo di marketing management Il processo di marketing management consiste nell’analizzare le opportunità di mercato, nel ricercare e selezionare i mercati obiettivo, nello sviluppare le strategie di marketing e nel pianificare le azioni di marketing che dovranno essere infine realizzate e controllate.
  • 11. IL MARKETING RELAZIONALE
  • 12.
    • All’inizio degli anni ’80 studiosi di marketing industriale e marketing dei servizi, hanno iniziato a sviluppare il concetto di marketing relazionale .
    • L’attenzione si concentra sullo sviluppo di relazioni interattive di lungo termine tra produttori e utilizzatori.
    IL MARKETING RELAZIONALE
  • 13.
    • Il marketing relazionale propone una definizione più ampia del concetto di marketing:
    • “ Scienza comportamentale che si
    • propone di spiegare
    • le relazioni di scambio ” (Hunt 1983)
    IL MARKETING RELAZIONALE
  • 14.
    • Questa impostazione è apparso innovativa, soprattutto se paragonata alla tradizione del marketing mix che considerava lo scambio da un punto di vista puramente transazionale
    IL MARKETING RELAZIONALE
  • 15.
    • Il marketing tradizionale guarda essenzialmente alla transazione.
    • Il MARKETING RELAZIONALE si concentra sulla relazione
    • fornitore- cliente
    IL MARKETING RELAZIONALE
  • 16.
    • La sfida del marketing relazionale consiste nel riuscire a sviluppare e mantenere relazioni durature e personalizzate con la clientela.
    • Kotler: “Le imprese devono spostare la loro attenzione da obiettivi a breve termine incentrati sulle transazioni alla costruzione di relazioni a lungo termine con i clienti”.
    IL MARKETING RELAZIONALE
  • 17.
    • Il marketing relazionale pone attenzione ai rapporti interattivi tra produttore ed utilizzatore-cliente
    • Studia i rapporti cooperativi che si sviluppano a livello inter-organizzativo.
    • Analizza anche ai rapporti interattivi della funzione marketing con le altre funzioni aziendali
    IL MARKETING RELAZIONALE
  • 18. LE DIFFERENZE ESSENZIALI TRA MARKETING TRADIZIONALE E MARKETING RELAZIONALE
    • Prospettiva Transazione Relazione
    • Orientamento breve periodo lungo periodo
    • conflitto collaborazione
    • Numero clienti elevati limitati
    • Domanda crescente satura
    • Cliente inesperto esperto
    • Concorrenza debole forte
    • Sistema Informa semplici sofisticati
    • Obiettivi volumi margini e C.S.
  • 19. Stanno emergendo due concezioni del r elationship marketing La prima , limitativa, si configura come nuova impostazione del direct marketing (che diventa marketing interattivo) e si focalizza sulla personalizzazione dei flussi informativi le nuove tecnologie consentono infatti: la gestione di ampi e complessi data base e nuove forme di comunicazione interattiva a distanza; La seconda , modifica il ruolo stesso del marketing nell’impresa, prevede un diretto coinvolgimento del cliente nell’orientamento dei processi decisionali.
  • 20. Nella seconda impostazione del r elationship marketing I clienti diventano partner con i quali l’impresa deve lavorare per accrescere il valore dei prodotti forniti.   Ciò presuppone l’instaurarsi di rapporti basati su: interattività connessione apprendimento reciproco
  • 21. Il marketing relazionale deriva da quattro aree di sviluppo del marketing: 1.marketing dei servizi 2.marketing di canale 3.business marketing 4.database e direct marketing.
  • 22.
    • L’azienda dovrebbe interagire con i clienti e conservare i contenuti di questi dialoghi attivando un processo di apprendimento reciproco da ogni contatto.
    • Utilizzare i feedback di ogni cliente per customizzare l’offerta, gestendo l’individualità dei clienti.
    • Le nuove tecnologie consentono di automatizzare il processo di personalizzazione
    I più recenti sviluppi del marketing relazionale
  • 23. I più recenti sviluppi del marketing relazionale
    • L’ultima fase è quella più complessa:
    • si deve realizzare pienamente la “learning relationship” che alimenta la fedeltà del cliente.
  • 24. I concetti fondamentali del marketing BISOGNI DESIDERI DOMANDA PRODOTTI VALORE E SODDISFAZIONE SCAMBIO TRANSAZIONI RELAZIONI MERCATI MARKETING E OPERATORI DI MERCATO

×