Your SlideShare is downloading. ×
Il Falcone di Re [in italiano] (por: carlitosrangel)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Il Falcone di Re [in italiano] (por: carlitosrangel)

470
views

Published on

(jul.07) Storia di dominio pubblico che mostra chiaramente come ci aggrappiamo allo familiare, senza farci crescere e volare libero. …

(jul.07) Storia di dominio pubblico che mostra chiaramente come ci aggrappiamo allo familiare, senza farci crescere e volare libero.
Montaggio originale: Carlos Rangel

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
470
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il Falcone di Re Clicka per continuare
  • 2. Racconta la leggenda che il re di un lontano regno Ricevette un giorno in dono due piccoli falconi E li affidò al maestro di caccia, perché li allenasse..
  • 3. Dopo qualche mese il re chiese al maestro di caccia come procedeva l’allenamento dei due piccoli volatili.
  • 4. Il maestro gli disse che uno dei falconi Rispondeva perfettamente all’allenamento, Mentre l’altro non si era mai mosso dal ramo dove l’aveva messo il giorno in cui era arrivato..
  • 5. Il re mandò a chiamare maghi e guaritori perché visitassero il falcone, ma nessuno riuscì a farlo volare. Decise allora di affidare questa missione a dei membri della corte, ma non successe nulla.….
  • 6. Disperato, il re decise di comunicare al suo popolo che avrebbe offerto una ricca ricompensa a chi avesse fatto volare il falcone..
  • 7. Il mattino seguente, vide il falcone che volava agilmente davanti alle finestre del suo palazzo. Il re disse ai suoi cortigiani: Portatemi l’autore di questo miracolo. I cortigiani portarono al suo cospetto un contadino Il mattino seguente, vide il falcone che volava agilmente davanti alle finestre suo palazzo. Il re disse ai suoi cortigiani: Portatemi l’autore di questo miracolo. I cortigiani portarono al suo cospetto un contadino.
  • 8. Il re gli chiese: Sei tu che hai fatto volare il falcone? Come hai fatto? Sei un mago?
  • 9. Intimidito il contadino rispose: Mio Signore, non sono né un mago né un sapiente, ho solo tagliato il ramo e il falcone è volato via. Si è reso conto che aveva le ali e ha incominciato a volare.
  • 10. Le cronache raccontano che da quel momento il falcone volò libero e senza nessuna restrizione, e il re semplicemente godere il volo ...
  • 11. ... E tu, a che cosa ti aggrappi Che non ti fa volare? … di che cosa non riesci a liberarti?
  • 12. Viviamo in una zona di comodità e crediamo che sia l’unica possibilità che abbiamo di vivere.....
  • 13. All’interno di questa zona c’è tutto quello che conosciamo e in cui crediamo....
  • 14. Conviviamo con i nostri piccoli valori, le nostre paure I nostri limiti....
  • 15. In questa zona c’è il nostro passato e la nostra storia....
  • 16. Abbiamo sogni, desideriamo risultati, cerchiamo delle opportunità, ma non sempre siamo disposti a correre qualche rischio.
  • 17. Non sempre siamo disposti a transitare per cammini difficili.
  • 18. Smetti di afferarrarti al tuo ramo e corri il rischio di volare più in alto...
  • 19. OSA VOLARE !!!
  • 20. F I N E Racconto popolare Montaggio originale di questa presentazione, di autore anonimo Música: André Rieu - Edelweiss Reedizione grafica in espagnolo e inserimento di foto di libero accesso i n internet cortesia di Carlos Rangel con riconoscimento all’autore originale e a chi ha fatto la traduzione in italiano Santiago de Querétaro, mex. Jul.2008 [email_address] http://www.slideshare.net/carlitosrangel/