Presentazione Lipidi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Presentazione Lipidi

on

  • 7,234 views

 

Statistics

Views

Total Views
7,234
Views on SlideShare
7,164
Embed Views
70

Actions

Likes
0
Downloads
75
Comments
0

4 Embeds 70

http://mywikiscience.pbworks.com 41
http://www.slideshare.net 15
http://mywikiscience.pbwiki.com 13
http://s3.amazonaws.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Presentazione Lipidi Presentazione Lipidi Presentation Transcript

  • I lipidi Filippi Chiara, Bonandi Clarissa & Sanasi Arianna.
    • INTRODUZIONE
    • I lipidi sono un gruppo di sostanze grasse presente in tutti gli organismi viventi.
    • I lipidi si definiscono idrofobi perché non sono solubili in acqua.
    • lipidi possiedono una densità inferiore a quella dell’acqua, perciò galleggiano.
    • Sono costituiti prevalentemente da atomi di carbonio e di idrogeno uniti tra loro con legami covalenti.
    • CLASSIFICAZIONE
    • I lipidi sono molto diversi tra loro per quanto riguarda la struttura chimica.
    • A seconda del grado di complessità si suddividono in 3 categorie:
    • lipidi semplici
    • lipidi complessi
    • lipidi derivati
  • Sono costituiti solo da carbonio, idrogeno e ossigeno. I più diffusi sono i trigliceridi, costituiti da una molecola di glicerolo e da tre molecole di acidi grassi. Nei lipidi di origine animale sono presenti principalmente acidi grassi saturi e sono perlopiù solidi a temperatura ambiente. I grassi vegetali contengono invece per lo più acidi grassi insaturi e poliinsaturi e sono liquidi a temperatura ambiente, e sono detti olii. Lipidi semplici
  • I trigliceridi saturi: Li troviamo soprattutto nel grasso animale, sono formati da molecole pesanti e poco agili. Per questo motivo i grassi animali fanno fatica a circolare e si accumulano nei vasi sanguigni facendo scorrere il sangue più lentamente. Questo può provocare malattie come l'arteriosclerosi e le cardiopatie, per esempio l’infarto.
    • Trigliceridi Insaturi:
    • Li troviamo soprattutto nei grassi di
    • origine vegetale, sono formati da molecole
    • leggere e agili. Essendo agili si muovono
    • velocemente nei vasi sanguigni. Non
    • creano danni ai vasi sanguigni.
  • Lipidi complessi Sono frutto di esterificazione degli acidi grassi con alcooli di vario tipo. I lipidi complessi sono anche detti saponificabili perché se immersi in soluzione alcalina liberano saponi. Questi lipidi sono costituiti da esteri del glicerolo. Tutti contengono acidi grassi a catena più o meno lunga.
  • Lipidi derivati: Sono lipidi policiclici. I loro scheletri carboniosi sono piegati per formare quattro anelli uniti tra loro. Sono sempre costruiti così: tre anelli a sei lati e un anello a cinque lati. Comprendono il colesterolo , che è una componente importante delle membrane cellulari, ma, quando in eccesso nel sangue, è responsabile dell’occlusione delle arterie.
    • FUNZIONI
    • Nell’uomo e in molti animali i depositi di grasso risiedono nel tessuto adiposo dove costituiscono un’ importante riserva di energia a lento rilascio (1g=9 kcal).
    • Nell’alimentazione rendono i cibi più gustosi e appetibili
    • Favoriscono il senso di sazietà
    • I lipidi svolgono l’ importante funzione di trasportare alcune vitamine ( vitamine liposolubili ) ed alcuni di essi apportano acidi grassi “essenziali”, così chiamati in quanto l’organismo non riesce a  fabbricarli  da solo e quindi deve introdurli con gli alimenti. In tutti gli organi ed i tessuti, i fosfolipidi insieme alle proteine contribuiscono a formare la struttura delle membrane cellulari.
    • Sono particolarmente utili durante i periodi di accrescimento come l’ infanzia e l’adolescenza. Per i giovani e le persone che svolgono lavori pesanti i grassi dovrebbero costituire al massimo il 30 % delle calorie totali assunte con l’alimentazione.