Your SlideShare is downloading. ×
0
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Energia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Energia

484

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
484
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. Capacità di far accadere le cose. Impegno e passione in ciò che si fa. Motivazione ad esprimere il meglio di se stessi ENERGIA
  2. ENERGIA FATTORI DI MISURAZIONE <ul><li>Impegno </li></ul><ul><li>Responsabilità </li></ul><ul><li>Lealtà </li></ul><ul><li>Iniziativa </li></ul><ul><li>Produttività </li></ul><ul><li>Relazioni </li></ul><ul><li>Qualità </li></ul><ul><li>Competenza Funzionale </li></ul><ul><li>Flessibilità </li></ul><ul><li>Implementazione </li></ul><ul><li>Energia </li></ul>
  3. Cos’e’ l’energia ? <ul><li>Un passaggio da uno stato all’altro (un polo positivo ad un polo negativo o viceversa) (Maxwell) </li></ul><ul><li>2° legge della termodinamica : entropia cioè i sistemi tendono a degradarsi, perciò (l’entropia) va contrastata attivamente. </li></ul><ul><li>Per noi si tratta di passaggi di informazioni, comunque le informazioni passano (50% con gli occhi, 30% col corpo, 20% con le parole)..e… non si può non comunicare! </li></ul>
  4. L’energia è ineliminabile <ul><li>Ciò significa che ha sempre una direzione, o è positiva o è negativa (in particolare è influenzata dal nostro rapporto col futuro e col passato) </li></ul><ul><li>L’equilibrio nel dare e ricevere è un indicatore di energia </li></ul><ul><li>Energia è divertimento e passione !! </li></ul><ul><li>ENERGIA E’ SAPER NEGOZIARE (il principio della negoziazione consiste nel conoscere le proprie risorse interne e incrociarle con le opportunità esterne) </li></ul>
  5. Es. di energia <ul><li>  COSA E’ LO SHIATSU ?   </li></ul><ul><li>Lo Shiatsu è una disciplina nata in Giappone ed ha radici nella Medicina Tradizionale Cinese e nella Filosofia Zen.  Shiatsu letteralmente tradotto significa: Shi = dito/dita Atsu =pressione/premere </li></ul><ul><li>Chi pratica shiatsu o chi si avvicina per ricevere i benefici di  questa arte, comprende che non si tratta solo di una pressione con le dita, ma di qualcosa che diventa una comunicazione tra il praticante e il ricevente, uno scambio di energia fra due persone, un dialogo non verbale attraverso un contatto fisico. </li></ul>
  6. ENERGIA E AUTOSTIMA <ul><li>L’ENERGIA NON CADE DAL CIELO, CI SI PUO’ LAVORARE, DIPENDE (ANCHE) DA TE! </li></ul><ul><li>ENERGIA E’ SAPER VEDERE IL 20% DI POSITIVO CHE NELL’ALTRO, NELLE SITUAZIONI, NEL QUI ED ORA ; </li></ul><ul><li>ENERGIA E’ SAPERSI SOFFERMARE INNANZITUTTO SULLE IMMAGINI POSITIVE CHE GLI ALTRI CI RINVIANO </li></ul>
  7. 2° ESPRESSIONE: IO DO MOLTO, MA RICEVO POCO ovvero l’equilibrio nel dare e nell’avere nelle relazioni e nei rapporti. <ul><li>Ogni relazione va costruita con un profondo equilibrio “nel dare e nel ricevere”: si sente spesso dire “in questa relazione io do molto ma ricevo poco”, sottintendendo che il problema (o meglio la colpa) è dell’altro; ciò è parzialmente vero: la questione di tenere in equilibrio (tra il dare e l’avere) ogni relazione che intratteniamo (amici, partner, colleghi di lavoro, famigliari, gruppi etc.) è un problema nostro, se questo non succede siamo noi a subirne le conseguenze e la responsabilità è soprattutto nostra. Ma il problema rilevante è esser consapevoli che nella relazione è determinante quello che arriva all’altro del nostro modo di comunicare, quindi è in realtà l’altro che ci può dare il feed-back di quello che siamo, sembriamo, comunichiamo. Ad esempio nella relazione madre-figlio o insegnante-studente è fondamentale che l’adulto stia all’interno della relazione con la consapevolezza non solo di dare, ma anche di ricevere. Dal punto di vista della relazione il dare non è sinonimo di essere buoni o generosi, ma il più delle volte struttura una dinamica di potere per cui ha più potere chi dà (e paradossalmente riceve di più in termini di potere chi dà, nel senso che costruisce dipendenza nell’altro). Il primo problema di chi dà dovrebbe essere quello di fornire all’altro informazioni affinché il rapporto che ne consegue sia equilibrato, sottolineando in questo modo il senso di responsabilità reciproca. </li></ul>
  8. Negoziare, negoziare, negoziare! <ul><li>Citazione addomesticata, presa da uno dei brani più belli e più commoventi della nostra letteratura sacra: la prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (1Cor 12,31b-14,1a). Amici, genitori, insegnanti, vi mostrerò una via migliore di tutte per crescere voi e fare maturare e le persone che vi stanno a cuore. Se anche parlassi le lingue degli uomini e dei potenti, ma non avessi la negoziazione, sono come un bronzo che risuona o un computer pieno di virus. E se avessi il dono del carisma e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza di Google così da trasportare le montagne, ma non avessi la negoziazione, non sono nulla. E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la negoziazione, niente mi giova. La negoziazione è paziente, è benigna la negoziazione; non è invidiosa la negoziazione, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della giustizia. Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La negoziazione fa crescere le persone che ci sono attorno e a cui teniamo. La negoziazione non avrà mai fine. L’oggettività scomparirà; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà. La nostra conoscenza è imperfetta e imperfetta la nostra profezia. Ma quando verrà ciò che è perfetto, cioè la soggettività, quello che è imperfetto scomparirà. Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l'ho abbandonato. Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo a faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch'io sono conosciuto. Queste dunque le tre cose che rimangono: la soggettività, il gruppo e la negoziazione; ma di tutte più grande è la negoziazione! </li></ul>
  9. I livelli di socialità
  10. AUTOSTIMA <ul><li>L’autostima proviene in gran parte dal cerchio arancione , cioè da quelle persone con cui trascorriamo molto tempo, ma che non abbiamo scelto </li></ul>A B C
  11. Cosa non crea AUTOSTIMA <ul><li>Non è guardarsi allo specchio (dirsi “ io sono bravo” </li></ul><ul><li>Non proviene dal “sé esteso” cioè dal cerchietto rosso, dagli amici che hai scelto, dai tuoi familiari, cioè dalle persone che ti sono talmente vicino, che in qualche modo sono sovrapposte a te; le “coccole” di chi ti è vicino,come gli amici del cuore, fanno bene, ma non accrescono l’autostima </li></ul>
  12. Sull’autostima ci si può lavorare <ul><li>L’autostima è generata sopratutto dalla vicinanza dell’immagine che tu hai di te e dall’immagine che gli altri ti rinviano o che pensi che gli altri abbino di te (quelli del cerchio arancione, cioè quelli con cui trascorri la maggior parte del tempo, ma che non hai scelto : cioè gruppo o istituzione) </li></ul>
  13. L’autostima dipende anche da come affronti i tuoi errori <ul><li>Se non li sai vedere o li minimizzi significa (cioè mandi a dire agli altri) che non ci vuoi lavorare sopra </li></ul><ul><li>Idem se non ne parli </li></ul><ul><li>Bisogna farsi conoscere e conoscere gli altri, tramite i punti di forza e i punti di debolezza : questo è ciò che va scambiato con gli altri </li></ul>
  14. ENERGIA SIGNIFICA : AUTOSTIMA + METTERSI IN GIOCO <ul><li>E’ una mentalità </li></ul><ul><li>Non c’è un peccato che sia riconducibile ad una singola azione, il peccato è solo MENTALITA’ </li></ul>

×