Piano di Formazione - Gianni Agnesa

701 views
582 views

Published on

L'intervento di Gianni Agnesa in occasione del laboratorio “Formazione condivisa” percorso partecipato per definire un Piano di Formazione regionale sulle competenze trasversali in vista di Europa 2020. Il laboratorio, organizzata a Palermo l'11 dicembre 2013, rientra tra le attività della Linea PROGETTARE di Capacity SUD.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
701
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
288
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Piano di Formazione - Gianni Agnesa

  1. 1. CONTESTO ORGANIZZAZIONE PERSONE
  2. 2. CONTESTO ORGANIZZAZIONE PERSONE
  3. 3. MONITORAGGIO • • • • • • • • •
  4. 4. SI Esigenza formativa NON SOLO Esigenza mista NO Esigenza di altri tipi di intervento
  5. 5. Progettazione dell’analisi Elaborazione informazioni Predisposizione strumenti Validazione e revisione Comunicazione informativa Redazione report finale
  6. 6. Prescrittiva Collaborativa
  7. 7. L’orientamento della formazione Passato Futuro
  8. 8. I punti di vista della formazione 1 Strategie 2 Organizzazione 3 Dirigenti 4 Persone - Gruppi Professionali
  9. 9. La mancanza I problemi I risultati
  10. 10. • • • http://www.imaginechicago.org/
  11. 11. • •
  12. 12. Ripristino Risultati Scadenti Risolvere problemi Generazione Risultati Accettabili Risultati Eccezionali Condizione standard - criticità Usare l’approccio apprezzativo Nuove possibilità
  13. 13. Quali domande ci poniamo? • Cosa ha funzionato? • Come possiamo fare di più e meglio? • Di chi è il merito? Quali domande ci poniamo? • Cosa è andato male? • Cosa dobbiamo aggiustare? • Di chi è la colpa?
  14. 14. • Accresce le competenze chiave, le emozioni positive, le energie propositive • Rinforza le reti sociali/professionali • Consolida l’insieme più che la somma delle parti • Dedica più tempo all’esame degli aspetti positivi • Prende le strade giuste (anche se meno popolari) • • • • • Cerca le soluzioni potenziali dei fatti negativi Sviluppa la capacità di apprendere dagli errori Comprende gli atteggiamenti in precise circostanze Identifica i possibili passi avanti Scopre soluzioni nascoste e opera prevalentemente sul fattore umano (persona/organizzazione)
  15. 15. S1 S2 S3 S4 La condivisione dei miglioramenti determina LEADERSHIP Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs  Quali comportamenti risultano vincenti DECISION MAKING  Quali attori coinvolgere e con che ruoli PROCEDURE ADOTTATE Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs  Quali azioni sono da attuare Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs COMUNICAZIONE Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs  Quali risorse sono da mettere in campo ASPETTI ORGANIZZATIVI  Quali modalità adottare Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs COMPETENZE UTILIZZATE Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs  Quali competenze sviluppare INCENTIVI/PREMIALITA’  Quali nuovi risultati attendere Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs Ffaff kkkjj j nknjjjjjjn jjjjjjj jjsvvs
  16. 16. Apprezzativo Collaborativo Prospettivo Prescrittivo Critico
  17. 17. AZIONE Analisi documentale (Documenti generali di programmazione) Analisi organizzativa, di clima, procedurale Piani di formazione precedenti Interviste manager Interviste apprezzative e prospettive OUTPUT Report strategie Report elementi chiave Questionari per ogni gruppo professionale Questionari apprezzativi e prospettivi Interviste e indicazioni di miglioramento organizzativi Questionari e indicazioni miglioramento specifiche Organizzare Focus Group (Stakeholder) Ministeri, Enti , Associazioni, Imprese Report indicazioni miglioramento qualità Elaborare sintesi Report finale dell’AdF
  18. 18. Organizzazione del lavoro Regione Siciliana Analisi, interviste, rilevazioni, nominativi, prime elaborazioni Indicazioni organizzative e generali Dirigenti Gruppi Professionali Referenti della formazione Contenuti tecnico/specialistici Assistenza tecnica AdF, PdF, Formazione referenti, Elaborazioni Formez PA Coordinamento e controllo
  19. 19. Competenze specifiche Competenze trasvers. Competenze di filiera PdF Competenze di ruolo Competenze comuni Progetti Speciali Best Practices Un Piano dunque strategico, prospettivo, aperto all’esterno, sentito e condiviso all’interno.
  20. 20. .
  21. 21. Attività Identificazione referenti presso dipartimenti Formazione referenti Identificazione documenti di programmazione Esame documenti programmazione Report analisi documentale (1) Analisi organigrammi, studi, progetti sviluppo organizzativo Identificazione Dirigenti da intervistare Realizzazione interviste Report interviste (2) Report intermedio AdF 3 (1+2) Validazione Report (focus group) Identificazione Gruppi Professionali Dipartimenti Identificazione rappresentanti G.P. per ciascun Dipartimento Invio questionari ai rappresentanti G.P. Elaborazione Report analisi Gruppi Professionali (4) Elaborazione Report 5 (3+4) Validazione analisi dei fabbisogni con stakeholder Elaborazione Piano di formazione (PF) 6 Elaborazione Piano di miglioramento (PF+ raccomandazioni) 7 Workshop finale 1 mese 2 mese 3 mese 4 mese 5 mese 6 mese 7 mese

×