Your SlideShare is downloading. ×
Summer School 3-4-5 lug 13 II sessione - Sibilio
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Summer School 3-4-5 lug 13 II sessione - Sibilio

308
views

Published on

Slide della relazione tematica di Raffaele Sibilio - "I riflessi organizzativi della nuova programmazione" - II sessione della Summer School "Affrontare il cambiamento" organizzata al Salerno il 3-4-5 …

Slide della relazione tematica di Raffaele Sibilio - "I riflessi organizzativi della nuova programmazione" - II sessione della Summer School "Affrontare il cambiamento" organizzata al Salerno il 3-4-5 luglio 2013 nell'ambito delle attività di FARE RETE, progetto Capacity SUD.

Published in: News & Politics

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
308
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Linea B.1 – FARE RETE eventi Creazione di reti professionali e promozione di scambi di esperienze Summer School AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO Esigenze attuative, implicazioni organizzative, governance e competenze nella programmazione europea 2014-2020 Salerno, 3-4-5 Luglio 2013 Grand Hotel Salerno, Lungomare Clemente Tafuri, 1
  • 2. Organizzazione e competenze per la nuova programmazione I riflessi organizzativi della nuova programmazione Raffaele Sibilio
  • 3. LA NUOVA PROGRAMMAZIONE PARTENDO DAGLI OBIETTIVI TEMATICI GUIDA LE NOSTRE STRUTTURE VERSO UNA PIU’ SPINTA INTEGRAZIONE TRA AREE ORGANIZZATIVE
  • 4. NON E’ POSSIBILE E, SOPRATTUTTO, EFFICACE CONSEGUIRE OBIETTIVI SODDISFACENTI FACENDO RICORSO ALLE ATTIVITA’ INTERNE AD UNA SOLA AREA DI RIFERIMENTO MA, AL CONTRARIO, E’ NECESSARIO SUPERARE DEFINITIVAMENTE UNA LOGICA FUNZIONALE.
  • 5. ORGANIZZAZIONE UTENTI CLIENTI Servizi
  • 6. L’approccio per processi TRADIZIONALMENTE LE “GESTIONI” E I “MIGLIORAMENTI” SONO STATI IMPOSTATI “PER FUNZIONI”
  • 7. ORGANIZZAZIONE UTENTI CLIENTI Servizi Comunicazione Informazioni
  • 8. L’approccio per processi MA... L’ORGANIZZAZIONE GENERA VALORE ATTRAVERSO I SUOI PROCESSI E NON MEDIANTE LE SUE FUNZIONI sono i processi a creare valore sono i processi a incidere sulla soddisfazione dell’utente/cliente UTENTI/CLIENTI FORNITORI sono i processi a creare valore sono i processi a incidere sulla soddisfazione dell’utente/cliente UTENTI/CLIENTI FORNITORI
  • 9. La logica dei processi: guida alla creazione del valore per l’utente/cliente, in quanto la soddisfazione dell’utente/cliente ha origine direttamente dai processi e solo indirettamente dalle funzioni la gestione per processi consente di identificare più facilmente le responsabilità spinge a ricercare tutte le attività che non aggiungono valore al prodotto e ad eliminarle (sprechi nei processi)
  • 10. Il PROCESSO Cambia il modo di essere e di lavorare delle persone Focalizza l’attenzione verso l’esito del proprio agire Fa percepire il doppio ruolo di cliente / fornitore interno Mette in evidenzia le operazioni non necessarie Aiuta a operare in logica di prevenzione Il PROCESSO Cambia il modo di essere e di lavorare delle persone Focalizza l’attenzione verso l’esito del proprio agire Fa percepire il doppio ruolo di cliente / fornitore interno Mette in evidenzia le operazioni non necessarie Aiuta a operare in logica di prevenzione
  • 11. Definizione di processo Attività o serie di attività che trasforma, conferendo valore, determinati input in definiti output, per utenti/clienti esterni ed interni. Un processo ha un punto di inizio e di fine, e comprende azioni che sono: - definite - ripetibili - prevedibili - misurabili sequenza di attività attività correlate e finalizzate ad uno specifico risultato finale (attività ripetitive, spesso interfunzionali, con valore aggiunto, che utilizzano risorse) FORNITORI Utenti/clienti output misurabili input misurabili
  • 12. Rapporto fra funzioni e processi • La funzione è composta da attività della stessa natura, mentre il processo è formato da attività che, pur di natura diversa, sono finalizzate al raggiungimento di un obiettivo comune, cioè lo stesso output. • Nello stesso processo possono essere coinvolte più funzioni.
  • 13. Esempio Scheda “Descrizione attività/processo”