Presentazione progetto_diogene_ vodafone

  • 448 views
Uploaded on

 

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
448
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
8
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Progetto Diogene Sicurezza delle persone malate di Alzheimermediante geolocalizzazione La Sperimentazione è stata finanziata da
  • 2. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer Lo Scenario Lo studio ILSA del CNR sulla demenza ci porta a considerare unaprevalenza di circa 700.000 malati in Italia. L’ultimo rapporto Censis mette in evidenza che l’80% di essi vivonoin famiglia. Sotto la spinta di particolari situazioni i malati possono allontanarsidal luogo in cui vivono senza più essere in grado di ritornarvi, edessere anche oggetto di circostanze delinquenziali. I caregiver primari, oltre al gravoso carico assistenziale, sonoimpegnati in compiti di vigilanza continuativa dei loro familiarimalati. Anche quando vivono in strutture di lungodegenza la necessità divigilare sui movimenti dei malati può essere necessaria. 2
  • 3. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer Obiettivi del ServizioFornire un interessante ed innovativo servizio con molteplici valenze:• Favorire il mantenimento a domicilio della persona affetta da demenza.• Sostenere l’operatività dedicata al ritrovamento di persone con particolari problemi cognitivi, che si allontanino dal luogo in cui vivono, senza più essere in grado di ritornarvi.• Permettere alla persona affetta da demenza un’autonomia maggiore, garantendo allo stesso tempo al Caregiver di non perderne il controllo. 3
  • 4. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerL’IdeaPer contribuire alla risoluzione di tali situazioni di rischio, SdP ha progettato,facendo tesoro delle esperienze acquisite da Alzheimer Uniti Roma Onlus,un servizio di controllo innovativo che si avvale delle possibilità fornite daimoderni sistemi di localizzazione.SdP è in grado di monitorare in maniera continuativa se la persona dacontrollare si muove nell’ambito di luoghi predefiniti, di verificare nellostesso istante in cui, per qualsiasi motivo, la persona oltrepassi la zonadelimitata virtualmente ed infine di fornire una informazione continuativasu dove la persona si trova.SdP, è in grado di erogare detto servizio perché in possesso, in esclusiva, diun brevetto Internazionale oggetto di licenza. 4 4
  • 5. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerLa Tecnologia utilizzata Satellite Dispositivo di rilevamento GPS - GPRS Centrale Operativa 5
  • 6. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerLo schema Funzionale Adesione al Servizio I parenti autorizzati a svolgere attività per conto del paziente,possono aderire al servizio, inserendo nell’apposito modulo tutte leinformazioni e le autorizzazioni necessarie per poter legalmentesvolgere il servizio, in linea con la legge Italiana sulla Privacy. • I moduli sono a loro disposizione presso: • Tutte le Farmacie aderenti a Federfarmaroma (mille Farmacie) • La loro Associazione, se la stessa ha aderito al Progetto Diogene. • Sul sito www.progettodiogene.com • Richiedendolo al numero unico 199 900 200 6
  • 7. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerLo schema Funzionale Attività di preparazione al Servizio I Tipi di Servizio proposti sono: o Vigilanza di paziente parzialmente autosufficiente, che ancora si muove autonomamente o Vigilanza di paziente che necessita di controllo costante da parte del CaregiverViene fornito: o Un dispositivo specializzato, denominato «Filo di Arianna», per la continua localizzazione (via GPS) del paziente. o Informazioni dettagliate sul dispositivo e su come operare nella fase attiva del servizio . 7
  • 8. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerLo schema Funzionale Attività di avviamento al Servizio La Centrale Operativa effettua le seguenti operazioni: o Introduzione di tutti i dati relativi ai pazienti nel Data Base principale. o Verifica attraverso una serie di test della corrispondenza dei collegamenti necessari. o Simulazione di possibile allontanamento del paziente e conseguenti attività programmate. 8
  • 9. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer Il Funzionamento Operativo Centrale Operativa Secondo un orario prestabilito, la Centrale Operativa verifica se ildispositivo del paziente sia acceso e funzionante, in caso contrarioavverte il Caregiver addetto, Ad intervalli regolari, dal dispositivo vengono acquisite leinformazioni legate alla posizione della persona da controllare. L’elaboratore interno al dispositivo continua a paragonare laposizione dell’individuo monitorato con la zona autorizzata. 9
  • 10. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer Il Funzionamento OperativoVigilanza di paziente parzialmente autosufficiente Non appena il paziente supera i limiti della zona autorizzata,l’informazione e le relative nuove posizioni vengono inviate allacentrale operativa che memorizza (ad intervalli prefissati) le nuovelocalizzazioni Nel caso in cui il Caregiver non riesca a mettersi in contatto con ilpaziente, telefona alla centrale operativa, richiedendo di verificarnela posizione. Nel caso il Caregiver o le strutture dedicate non siano in grado dirintracciare il paziente, tutte le informazioni relative alla persona(anagrafiche, somatiche, vestiario di quando è uscito,ecc.) vengonoinviate alle competenti Forze dell’Ordine, per una pronta azione diricerca e soccorso. 10
  • 11. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer Il Funzionamento Operativo Vigilanza di paziente controllato costantemente Nel caso il paziente superi i limiti della zona autorizzata,l’informazione e le relative nuove posizioni vengono inviate allaCentrale Operativa che verifica l’esattezza dell’informazione la Centrale Operativa, verificata automaticamente l’esattezzadell’ informazione, contatta telefonicamente, secondo la sequenzadefinita nella fase di avviamento del servizio, i Caregiver primari o lestrutture dedicate. Nel caso i Caregiver primari o le strutture dedicate non siano ingrado di rintracciare la persona controllata, tutte le informazionirelative alla persona (anagrafiche, somatiche, vestiario di quando èuscito,ecc) vengono inviate alle competenti Forze del’Ordine, peruna pronta azione di ricerca e soccorso. 11
  • 12. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer CronologiaSperimentare questo servizio su 20 malati di Alzheimer, nella città di Roma e nella Casa di Cura di Tolfa, nel 2011Estendere la sperimentazione, nella Città di Roma e nel Lazio, alle famiglie dei malati che vogliono aderirvi, contribuendo al costo del servizio ed all’acquisto del dispositivo, fino alla fine del 2012Proporre il servizio a livello Nazionale, dal 2013 12
  • 13. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerLa Sperimentazione Nei tre mesi di sperimentazione il servizio era disponibile dalle ore 8:00 alle ore 20:00 sette giorni la settimana Profilo dei Pazienti  Sesso  Femmine: 60%  Maschi: 40%  Età: da 65 anni a 88 anni  Durata della malattia: da 1 anno a 7 anni  A Rischio fuga: 10%  A Rischio perdita: 90% Elem. Media Inf. Media Sup. Laurea  Scolarità pazienti 35% 25% 35% 10%  Scolarità Caregiver 35% 20% 25% 20% 13
  • 14. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerLa Sperimentazione Nei tre mesi di sperimentazione non i sono verificati casi di pazienti fuggiti o che si sono persi Simulazione del Servizio * Abbiamo pertanto effettuato una serie di simulazioni: 1. Paziente, parzialmente autosufficiente, si è perso. Il Caregiver ha telefonato al Centro Operativo. Il Centro Operativo lo ha aiutato a rintracciare il malato. 2. Paziente, controllato costantemente, è riuscito a fuggire dalla zona controllata. L’Operatore del Centro Operativo ha ricevuto un allarme dal sistema, non appena il paziente ha oltrepassato il limite previsto della zona protetta. L’Operatore ha telefonato al Caregiver e lo ha aiutato a rintracciare il malato. (segue) 14
  • 15. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerLa Sperimentazione Simulazione del Servizio * 1. Paziente, parzialmente autosufficiente, si è perso. Il Caregiver non è stato in grado di rintracciare il paziente ed ha chiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine. Il Centro Operativo ha trasferito tutte le informazioni alle Forze dell’Ordine che hanno rintracciato il paziente. 2. Paziente, controllato costantemente, è riuscito a fuggire dalla zona controllata. Il Caregiver non è stato in grado di rintracciare il paziente ed ha chiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine. Il Centro Operativo ha trasferito tutte le informazioni alle Forze dell’Ordine che hanno rintracciato il paziente. * La simulazione è avvenuta con i pazienti ed i Caregiver che si spostavano costantemente controllati da Psicologhe di Alzheimer Uniti 15
  • 16. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer 16
  • 17. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer 17
  • 18. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer Centrale Operativa 18
  • 19. Progetto Diogene – per le persone malate di AlzheimerIl supporto fondamentale di Vodafone  Il dispositivo «Filo di Arianna» è composto da un modulo GPS per la localizzazione attraverso satelliti geo referenziati e di una SIM per trasmettere i dati di localizzazione alla Centrale Operativa. • L’accordo con Vodafone scaturisce dalle seguenti prculiarità: • Una grande sensibilità di Vodafone ai problemi sociali, che ha portato a minimizzare i costi per la trasmissione dei dati attraverso le SIM fornite. • Una completa copertura Nazionale per la trasmissione dei dati in qualunque parte d’Italia. • Una serie di protezioni e controlli per evitare abusi nell’utilizzo delle SIM al di fuori del dispositivo. 19
  • 20. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer 20 20
  • 21. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer 21 21
  • 22. Progetto Diogene – per le persone malate di Alzheimer Il Nostro SloganGrazie per l’Attenzione 22