• Save
Sviluppo energetico in Italia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Sviluppo energetico in Italia

on

  • 241 views

 

Statistics

Views

Total Views
241
Views on SlideShare
236
Embed Views
5

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

3 Embeds 5

http://magazine.qemag.it 3
http://qemag.it 1
http://www.qemag.it 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Sviluppo energetico in Italia Sviluppo energetico in Italia Document Transcript

  • 04/02/2014 1 1 Crescita, ricchezza ed elettricità in Italia: 1883-2020 Davide Tabarelli Assemblea Assoelettrica Roma, 30 gennaio 2014 30 gennaio 2014 30 gennaio 2014 2 Agenda Energia, elettricità, sviluppo in Italia dall’Unità ad oggi e oltre I cambiamenti degli ultimi 10 anni Il futuro dell’industria elettrica italiana Conclusioni
  • 04/02/2014 2 30 gennaio 2014 3 I paesi più ricchi al mondo Human development index delle nazione unite: reddito, istruzione, attesa di vita 0 0,2 0,4 0,6 0,8 1 Norway UnitedStates Australia Netherlands Germany NewZealand Sweden Ireland Switzerland Japan Canada Korea(Republicof) Iceland HongKong,China(SAR) Denmark Israel Belgium Singapore Austria France Finland Slovenia Spain Italy UnitedKingdom Luxembourg CzechRepublic Greece BruneiDarussalam Cyprus Malta Estonia Slovakia Qatar Hungary Poland Portugal Chile UnitedArabEmirates Lithuania Argentina Latvia Croatia Bahrain Montenegro Belarus Uruguay Kuwait Romania RussianFederation SaudiArabia Bulgaria Cuba Panama Mexico CostaRica Serbia Malaysia Kazakhstan Albania Venezuela Lebanon Iran Georgia Peru Macedonia Ukraine BosniaandHerzegovina Azerbaijan Oman Brazil Armenia Libya Ecuador Turkey Colombia SriLanka Algeria Tunisia Belize Jordan China Turkmenistan Thailand ElSalvador Gabon Bolivia Paraguay Mongolia Egypt Moldova Philippines ArabStates Uzbekistan SyrianArabRepublic Botswana Honduras SouthAfrica Indonesia VietNam Namibia Nicaragua Morocco CapeVerde Iraq Guatemala Ghana EquatorialGuinea India Laos Cambodia Congo Kenya Pakistan Bangladesh Angola Myanmar Cameroon Madagascar Senegal Tanzania Nigeria Mauritania PapuaNewGuinea Nepal Yemen Sudan Ethiopia Zimbabwe Liberia Afghanistan Burundi SierraLeone CentralAfricanRepublic Mali Eritrea BurkinaFaso Chad Mozambique Congo Niger Indice di sviluppo umano (HDI), 2011 0-1 Paese OCSE Paese non-OCSE ItaliaGermania Norvegia Turchia Messico Niger Paese africanoCina Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati ONU 30 gennaio 2014 4 Sono anche quelli che consumano più elettricità Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati ONU
  • 04/02/2014 3 30 gennaio 2014 5 0 5.000 10.000 15.000 20.000 25.000 30.000 35.000 0 50.000 100.000 150.000 200.000 250.000 300.000 350.000 400.000 1883 1887 1891 1895 1899 1903 1907 1911 1915 1919 1923 1927 1931 1935 1939 1943 1947 1951 1955 1959 1963 1967 1971 1975 1979 1983 1987 1991 1995 1999 2003 2007 2011 Italia, consumo totale di Elettricità e Pil pro capite dal 1883 al 2013 €2013 Pil procapite (scala DX) Consumo totale di Elettricità (scala SX) GWh 1883: 7 anni Via media (compresa mortalità infantile) 1900: 24 anni 1940: 61 anni 1980: 75 anni 2013: 83 anni Più elettricità, più PIL pro capite, più aspettative vita Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Terna, Enel, Istat, Banca d’Italia 30 gennaio 2014 6 0 50 100 150 200 250 0 5.000 10.000 15.000 20.000 25.000 30.000 35.000 1861 1865 1869 1873 1877 1881 1885 1889 1893 1897 1901 1905 1909 1913 1917 1921 1925 1929 1933 1937 1941 1945 1949 1953 1957 1961 1965 1969 1973 1977 1981 1985 1989 1993 1997 2001 2005 2009 2013 Pil Pro Capite (Scala SX) Intensità Energetica (Scala DX) Intensità Elettrica (Scala DX) Italia, Pil pro capite, intensità energetica e intensità elettrica dal 1861 al €2013 Tep-MWh per 1 mil. €2013 di Pil Prima Guerra Mondiale Crisi economica Ricostruzione e Boom Economico Crisi petrolifere Unificazione e progressiva industrializzazione Seconda Guerra Mondiale ‐1866 annessione Veneto ‐1870 annessione Lazio ‐1871 Roma capitale ‐1918 annessione Trentino‐ Alto  Adige e Friuli‐Venezia‐Giulia Cala l’intensità energetica, non quella elettrica Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Terna, Enel, Istat, P. Vestrucci 2014.
  • 04/02/2014 4 Ottobre 2013 7 Valore aggiunto (PIL) per settore in Italia 51 55 54 123 135 128 148 153 139 58 73 82 310 321 309 205 217 214 28 28 27 261 280 240 75 82 64 0 200 400 600 800 1.000 1.200 1.400 2002 2007 2012 Turismo (alberghi e ristoranti) Trasporti e comunicazioni Commercio Intermediazione finanziaria Immobiliare; Informaticae servizi alle imprese Pubblicaamministrazione Agricoltura Industria Costruzioni 1.258 Peso dei singoli settori sull'economia Mld.€, valore aggiunto per settore in € 2005 1.344 1.256 Turismo (alberghi e ristoranti) Trasporti e comunicazioni Commercio Intermediazione finanziaria te ed a o e a a a Immobiliare; Informaticae servizi alle imprese Pubblicaamministrazione Agricoltura Industria Costruzioni Industria e costruzioni, i settori che fanno ricchezza e occupazione, che esportano, che necessitano dei servizi dagli altri settori Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Istat Ottobre 2013 8 Occupati per settore 1.069 1.264 1.309 1.659 1.705 1.708 3.517 3.648 3.627 598 652 642 4.474 5.188 5.499 4.507 4.527 4.492 1.072 1.007 928 5.178 5.224 4.688 1.719 1.973 1.767 0 5.000 10.000 15.000 20.000 25.000 30.000 2002 2007 2012 Turismo (alberghi e ristoranti) Trasporti e comunicazioni Commercio Intermediazione finanziaria Immobiliare, informaticae servizi alle imprese Pubblicaamministrazione Agricoltura Industria Costruzioni N umero di occupati per principali settori (1.000 unità) 23.794 25.188 24.661 Turismo (alberghi e ristoranti) Trasporti e comunicazioni Commercio Intermediazione finanziaria Immobiliare, informaticae servizi alle imprese Pubblicaamministrazione Agricoltura Industria Costruzioni Qui si crea il maggior numero di occupati; da qui occorre ripartire Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Istat
  • 04/02/2014 5 30 gennaio 2014 9 Europa: più industria, meno CO2, più rinnovabili 22 gennaio 2014: Commissione Industria, Tajani, rafforzare l’industria, dal 14% al 20% del PIL 24 gennaio 2014: nuovo pacchetto clima energia; CO2 meno 40% al 2030, rinnovabili al 27%; Fra gli elementi di debolezza: prezzi alti elettricità Il doppio di quelli USA per elettricità, il triplo per il gas L’Italia fanalino di coda in Europa per prezzi elettricit 30 gennaio 2014 10 50 60 70 80 90 100 110 1990 1992 1994 1996 1998 2000 2002 2004 2006 2008 2010 2012 2014 2016 2018 2020 2022 2024 2026 2028 2030 Andamento effettivo e obiettiviemissioni gas serra nell'UE 15 (1990=100) Obiettivo del 20 20 20 del gennaio 2007: -20% Obiettivo Kyoto al 2010: fissato nel 1997: -8% raggiunto grazie alla recessione e alle rinnovabili -40%: nuovo obiettivo al 2030 del gennaio 2014 La politica sulla CO2 in Europa Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Eurostat
  • 04/02/2014 6 January 2014 Prezzi elettrici alle famiglie 11 Source: Eurostat, NE Nomisma Energia analysis 0,13 0,15 0,23 0,20 0,15 0,18 0,16 0,14 0,14 0,12 0,14 0,13 0,14 0,17 0,16 0,14 0,14 0,12 0,11 0,12 0,12 0,12 0,10 0,11 0,11 0,11 0,11 0,10 0,09 0,08 0,08 0,06 0,05 0,04 0,03 0,02 0,04 0,04 0,04 0,03 0,04 0,03 0,03 0,04 0,01 0,01 0,03 0,01 0,03 0,03 0,02 0,03 0,03 0,02 0,03 0,02 0,03 0,02 0,02 0,03 0,02 0,02 0,11 0,10 0,01 0,01 0,06 0,01 0,02 0,03 0,03 0,05 0,03 0,03 0,02 0,003 0,01 0,02 0,02 0,02 0,001 0,005 0,03 0,01 0,001 0,01 0,02 0,00 0,00 0,00 0,05 0,10 0,15 0,20 0,25 0,30 0,35 Denmark Germany Cyprus Ireland Italy Spain Belgium Sweden Austria Portugal European Union 27 Netherlands Norway United Kingdom Malta Slovakia Luxembourg Slovenia Finland Greece Czech Republic Poland France Hungary Latvia Croatia Lithuania Estonia Romania Iceland Bulgaria Prezzo elettricità IVA Altre tasse Prezzi alle famiglie in UE nel 1†semestre 2013 €/kWh, 2.500 kWh< consumi < 5.000 kWh UE 27 Italy Italia UE 27 January 2014 Prezzi elettrici alle imprese Source: Eurostat, NE Nomisma Energia 12 0,15 0,09 0,13 0,07 0,10 0,10 0,10 0,10 0,09 0,09 0,08 0,08 0,08 0,08 0,08 0,07 0,07 0,07 0,07 0,07 0,06 0,06 0,07 0,05 0,06 0,06 0,06 0,06 0,05 0,04 0,001 0,04 0,004 0,002 0,003 0,001 0,01 0,02 0,02 0,01 0,01 0,004 0,02 0,01 0,01 0,005 0,01 0,01 0,01 0,02 0,001 0,001 0,001 0,001 0,01 0,00 0,02 0,04 0,06 0,08 0,10 0,12 0,14 0,16 Malta Italy Lithuania Germany Slovakia Ireland Latvia UK Czech Republic Hungary Greece European Union 27 Denmark Portugal Spain Austria Estonia Slovenia Poland Netherlands France Belgium Romania Norway Croatia Sweden Bulgaria Luxembourg Finland Prezzo elettricità Tasse diverse dall'IVA Prezzi alla grande industria in UE nel 1† semestre 2013 €/kWh, 20.000 MWh< consumi < 70.000 MWh Italy UE 27 0,19 0,16 0,10 0,08 0,12 0,11 0,11 0,08 0,09 0,10 0,10 0,10 0,09 0,09 0,08 0,10 0,09 0,08 0,08 0,07 0,07 0,07 0,08 0,07 0,06 0,08 0,07 0,06 0,07 0,07 0,01 0,05 0,05 0,0003 0,004 0,003 0,02 0,02 0,004 0,01 0,01 0,01 0,02 0,001 0,01 0,01 0,01 0,01 0,01 0,02 0,001 0,005 0,02 0,003 0,01 0,001 0,001 0,00 0,05 0,10 0,15 0,20 Cyprus Malta Italy Germany Lithuania Slovakia Ireland European Union 27 Greece UK Spain Latvia Portugal Denmark Austria Czech Republic Hungary Belgium Estonia Netherlands Slovenia France Croatia Poland Norway Romania Luxembourg Finland Bulgaria Sweden Prezzo elettricità Tasse diverse dall'IVA Italy EU 27 Prezzi alle PMI in UE nel 1†semestre 2013 €/kWh, 2.000 MWh< consumi < 20.000 MWh Italia UE 27
  • 04/02/2014 7 30 gennaio 2014 13 Chi detta le politiche è la Germania 0 100 200 300 400 500 600 700 800 1973 1990 2011 2012 2013 2020 2025 2030 Altre fonti Biocombusti bili e Rifiuti Eolico Nucleare Petrolio Gas Naturale Carbone Germania, produzione di energia elettrica TWh Previsioni Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati IEA 30 gennaio 2014 14 0 50 100 150 200 250 300 350 400 1973 1990 2011 2012 2013 2020 2025 2030 Altre Rinnovabili Idro Nucleare Petrolio Gas Naturale Carbone Gran Bretagna, produzione di energia elettrica TWh 29,5% 39,9% Previsioni 39,3% 27,4% Chi esporta le idee è l’UK Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati IEA
  • 04/02/2014 8 30 gennaio 2014 15 La rivoluzione americana: prezzi un terzo Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Heren, Platts, Nymex, DOE, Alba Soluzioni 30 gennaio 2014 16 Gli ultimi 15 anni in Italia Liberalizzazioni privatizzazioni, richieste dall’Europa Favorite per incapacità di fare sistema Prezzi aumentati del 30%, ma benefici a valle Miglioramenti sulle reti, attività regolate Internazionalizzazione del sistema Rivoluzione energetica verso le rinnovabili Drastico abbattimento delle emissioni
  • 04/02/2014 9 30 gennaio 2014 17 37,3% 14,8% 18,6% 4,3% 478.331 6,0% 1,8% 4,0% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Numero di impianti e generazione elettrica Numero di impianti Generazione (GWh) 489,922 Impianti bio geotermico fotovoltaico eolico Idroelettrico altri termici carbone cicli combinati Numero di impianti Generazione (GWh) bio geotermico fotovoltaico eolico Idroelettrico altri termici carbone cicli combinati 13,3 La democrazia dell’elettricità Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati GSE e Terna. 30 gennaio 2014 18 Risparmio annuo di una famiglia media italiana conseguibile con sconti-tessera legati a contratti luce e gas sottoscrivibili sul mercato libero in € 13 19 25 70 82 107 127 507 0 200 400 600 800 1.000 1.200 1.400 1.600 1.800 1.208 Spesa media gas Parcheggio e Noleggio Auto Agenzia Viaggi Carburanti Sconto Fornitura Catena GDS Servizi Sanitari Catena Alberghiera Catena GDO Spesa Media Annua Luce e Gas I trimestre 2014 1.726 Copertura Spesa Luce e Gas: 55% Risparmio tot ale € 951 518 Spesa media Luce I vantaggi delle liberalizzazioni Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia
  • 04/02/2014 10 30 gennaio 2014 19 0 20 40 60 80 100 120 140 160 180 1970 1975 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 2015 2020 2025 2030 Capacità Domanda di picco Italia capacità installata e domanda di picco (GW) Previsioni 2012: 130 2012: 56 Fonte: NE-Nomisma Energia su dati Terna, GRTN, ENEL Troppa capacità 30 gennaio 2014 20 420 440 460 480 500 520 540 560 580 600 1990 1995 2000 2005 2010 2015 2020 Emissioni di CO2 in grammi per kWh prodotto in Italia PrevisioniSpostamento da olio a gas Entrata nuovi cicli combinati a gas L’abbattimento delle emissioni Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Terna e ISPRA -SINAnet
  • 04/02/2014 11 Fonte: elaborazioni NE-Nomisma Energia su dati Terna, Enel, Istat. 21 0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100 0 100 200 300 400 500 600 1883 1888 1893 1898 1903 1908 1913 1918 1923 1928 1933 1938 1943 1948 1953 1958 1963 1968 1973 1978 1983 1988 1993 1998 2003 2008 2013 2018 2023 2028 2033 2038 2043 2048 Importazioni Nucleare Altri Fossili Carbone Gas Naturale Olio Geotermico Eolico e Fotovoltaico Idroelettrico Vita Media Popolazione Previsioni Domanda elettrica e sua copertura in Italia, 1883-2050 TWh Vita Media (Scala DX) Domanda elettrica e sua copertura in Italia, 1883- TWh Anni/mln . Popolazione (Scala DX) Elettricità: 1883-2050 30 gennaio 2014 22 Conclusioni Urgente dare elettricità a tutto il mondo In Europa e in Italia, più industria più elettricità Necessità di rincorrere gli americani L’elettricità serve alle fabbriche, poi alle rivoluzioni verdi Più penetrazione nel residenziale e nel terziario Il PIL deve crescere di più grazie all’elettricità La capacità esistente è un patrimonio, per la futura domanda