DOVE SI PUO’ FARE EFFICIENZA            ’ENERGETICA LUNGO LA FILIERA?
IL CONCETTO DI EFFICIENZA ENERGETICA          EFFICIENZA ENERGETICA produrre gli stessi beni e servizi con meno energia   ...
CONSUMI DOMESTICI      Quale fra questi elettrodomestici/apparecchi incide maggiormente sul consumo medio di       Quale f...
CONSUMI DOMESTICII consumi domestici di energia elettrica incidono per circa il 20% del totale nazionale                  ...
CONSUMI DOMESTICIIn termini di energia primaria (consumi elettrici e termici) i consumi domestici incidonoper il 18% di cu...
IMPIANTI PRODUZIONE ENERGIA ELETTRICAQuale fra queste fonti di produzione di energia elettrica ha il rendimento maggiore?•...
IMPIANTI PRODUZIONE ENERGIA ELETTRICAEolico: rendimento teorico massimo 59%. Le recenti tecnologie arrivano a valoriattorn...
TRASPORTO E DISTRIBUZIONE ENERGIA ELETTRICA          Quale è la percentuale media delle perdite nel trasporto (trasmission...
TRASPORTO E DISTRIBUZIONE ENERGIA ELETTRICA Nella rete di distribuzione l’efficienza può essere migliorata con innovazioni...
INDUSTRIA   Quanti barili di petrolio servono per produrre le bottiglie di acqua consumate    ogni anno in Italia?   • < 1...
TRASPORTI                Muoversi con quale di questi mezzi comporta un minor consumo di energia (e                 emissi...
TRASPORTI Il settore dei trasporti risulta essere una delle maggiori voci di consumo finale (32% energia primaria in Itali...
COME FARE EFFICIENZA NEI VARI SETTORI DELLA FILIERA?
POTENZIALE DI RISPARMIO CON AZIONI DI EFFICIENZA ENERGETICA                           Energia finale risparmiata (valore i...
ILLUMINAZIONELe lampade fluorescenti compatte hanno una tonalità di luce e dimensioni        p                      psimil...
CASA PASSIVAAbitazioneAbita ione che assicura il benessere termico senza alcun impianto diriscaldamento convenzionale e qu...
MOTORI AD ALTA EFFICIENZA E INVERTERI motori elettrici consumano circa il 65% dell energia nel settore I motori elettrici ...
CONCLUSIONEL’efficienza permette di ridurre considerevolmente i consumi di energia permettendo   un utilizzo più sostenibi...
DOMANDE?                     Andrea Bernardi                      Marco Boldrini                   Simone Di Mambro       ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

L'efficienza energetica vista dai FEL's (2a parte)

552 views
495 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
552
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'efficienza energetica vista dai FEL's (2a parte)

  1. 1. DOVE SI PUO’ FARE EFFICIENZA  ’ENERGETICA LUNGO LA FILIERA?
  2. 2. IL CONCETTO DI EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA produrre gli stessi beni e servizi con meno energia Non ci priviamo di nulla Minor impatto sull’ambiente ’ Minori costi per aziende e sistema Italia RISPARMIO ENERGETICOConsumare meno, privandoci di servizi non essenziali Consumare meno privandoci di servizi non essenziali (cambio stili di vita)
  3. 3. CONSUMI DOMESTICI Quale fra questi elettrodomestici/apparecchi incide maggiormente sul consumo medio di  Quale fra questi elettrodomestici/apparecchi incide maggiormente sul consumo medio di energia di una famiglia italiana? Apparecchio kWh/anno % Consumo €/anno • Lavatrice • Frigorifero Frigorifero i if 594 9 22% 93.97 93 9 • Televisore Illuminazione 350 13% 55.37 • Lavastoviglie Lavastoviglie 330 12% 52.21 • Computer • Illuminazione Lavatrice 300 11% 47.46 TV 188 7% 29.74 Computer 170 6% 26.89 26 89 TV 104 4% 16.45 Senza stand‐by Senza stand‐by Computer 70 3% 11.07 consumi. Frigorifero: circa ¼ dei consumi Da classe C a classe A++ riduzione dei consumi di circa 65% e risparmio di circa 60 €/anno Lavatrice: oltre 10% dei consumi. Da classe G a classe A riduzione dei consumi di circa 50% e risparmio di circa 38 €/anno Illuminazione: oltre 10% dei consumi. Da lampade ad incandescenza a LFC riduzione dei consumi di circa 80% e risparmio di circa 28.8 €/annoDati Fonte ENEA 2009
  4. 4. CONSUMI DOMESTICII consumi domestici di energia elettrica incidono per circa il 20% del totale nazionale nazionale,ogni famiglia italiana consuma mediamente 2700 kWh annui di energia elettrica.Il trasporto produce delle perdite (effetto Joule) di circa il 7% e le centrali di produzionehanno dei rendimenti medi complessivi di circa il 40%.Per consumare un 1 kWh di energia occorre produrne circa 3 kWh. Quindi ridurre i consumi di energia elettrica di 1 kWh permette di evitare  la produzione di 3 kWh !!!! la produzione di 3 kWh !!!! Cosa significa i ifi 1 kWh ?
  5. 5. CONSUMI DOMESTICIIn termini di energia primaria (consumi elettrici e termici) i consumi domestici incidonoper il 18% di cui i 2/3 circa sono utilizzati per il riscaldamento.Interventi su caldaie più efficienti ( ld i ù ff (es. caldaie a condensazione, pompe d calore), ld d di l )impianto di riscaldamento acqua calda sanitaria (es. collettori solari, sostituzione boilerelettrici) e su isolamento edifici (infissi, isolamento pareti).Certificazione energetica degli edifici, calcolo EPH, ovvero il fabbisogno di energia primariaper la climatizzazione invernale. Il valor medio del parco italiano si attesta attorno allaclasse D/E. Casi virtuosi: Casa Passiva
  6. 6. IMPIANTI PRODUZIONE ENERGIA ELETTRICAQuale fra queste fonti di produzione di energia elettrica ha il rendimento maggiore?• Eolico Fonti Energia Rendimento medio• Idroelettrico Idroelettrica 80‐85%•TTermoelettrico l tt i• Fotovoltaico Termoelettrica 40% Eolica 40% Fotovoltaico 6‐20%Termoelettrico: il rendimento medio attorno al 40%, in Idroelettrico: rendimento elevato, il maggioreparticolare il 15% dell’energia viene disperso fra le fonti rinnovabili. Valore medio attornonell’atmosfera attraverso il camino, il rimanente 45% viene all’80‐85%. Possibili interventi in termine didissipato nel condensatore sotto forma di energia termica. ottimizzazione della produzione.Ciclo combinato 50% con punte del 56% contro il 30% diuna centrale tradizionale. Con la Cogenerazione si arriva a70‐85%.
  7. 7. IMPIANTI PRODUZIONE ENERGIA ELETTRICAEolico: rendimento teorico massimo 59%. Le recenti tecnologie arrivano a valoriattorno al 45%.Fotovoltaico: silicio amorfo 6‐9%, mono o policristallino 14‐20%. Sviluppo nuovetecnologie: CPV fotovoltaico a concentrazione 25‐28%. CSP solare a concentrazione otermodinamico di tipo Dish Stirling 20‐25%.
  8. 8. TRASPORTO E DISTRIBUZIONE ENERGIA ELETTRICA Quale è la percentuale media delle perdite nel trasporto (trasmissione +  Quale è la percentuale media delle perdite nel trasporto (trasmissione + distribuzione) dell’energia elettrica in Italia? Energia TWh Produzione lorda 298,208 Produzione netta 286,531 Saldo con l’estero l estero 43,944 43 944 Energia richiesta 326,165 Consumi 305,5 Pompaggi 4,31 Perdite 20,665 6.3% 6 3% (circa 1% trasmissione) L’energia persa è pari alla produzione di 6 centrali termoelettriche (da 1000 MW) o di 5.000 7.5 5 000 turbine eoliche di grossa taglia (2 MW) o al consumo di circa 7 5 milioni di famiglie. Le perdite di rete in Italia nel 2010 sono state pari al 39% della produzione  idroelettrica, oppure 2.5 volte quella eolica, oppure 13 volte quella  fotovoltaica !!!Dati Fonte Terna 2010
  9. 9. TRASPORTO E DISTRIBUZIONE ENERGIA ELETTRICA Nella rete di distribuzione l’efficienza può essere migliorata con innovazioni radicali introducendo un’intelligenza che gestisca i flussi di energia, controllando il consumo e la generazione. Questo concetto di rete è la smart grid. Alcune importanti innovazioni rese possibili dalle smart grid: Energia bidi i E i bidirezionale e partecipazione attiva d l consumatore l t i i tti del t Monitoraggio e controllo dei flussi di energia (contatore elettronico) Integrazione generazione da fonti rinnovabili g g Diffusione veicoli elettriciLe reti del futuro Le reti del futuro saranno smart
  10. 10. INDUSTRIA Quanti barili di petrolio servono per produrre le bottiglie di acqua consumate  ogni anno in Italia? • < 1 milione 7 mln Barili di petrolio • 1‐5 milioni Consumo di 1.76mln di famiglie • > 5 milioni Produzione di 1.5 centrali termoelettriche 3 volte la produzione fotovoltaica del 2010 Produzione di oltre 1000 grosse turbine eoliche (2 MW)L’efficienza energetica è un obiettivo primario della politica energetica del settoreindustriale,industriale in quanto l’industria risulta essere tra le principali voci di consumo finale l industria(27% in Italia nel 2008). L’efficienza può essere raggiunta attraverso interventi di energysaving, con lo scopo di recuperare parte dell’energia dispersa durante i processiattraverso fumi di scarico e vapore, e riutilizzata in altri processi termici o cedutaall’esterno per teleriscaldamento (cogenerazione).Un altro importante intervento riguarda l’installazione di motori ad alta efficienza e illoro controllo di velocità con inverter.
  11. 11. TRASPORTI Muoversi con quale di questi mezzi comporta un minor consumo di energia (e  emissioni di CO2)? Mezzo Consumo medio [kWh/km] Emissioni Co2 [g/km] Auto 0.91 118 Treno 0.29 44 Aereo 3.17 140 Il rapporto fra il consumo auto su treno risulta essere di circa 3:1 e addirittura di circa pp 11:1 quello aereo su treno. Per quanto riguarda le emissioni di CO2 per un viaggio Milano Napoli si ha un valore medio di emissioni a persona di 31 kg per il treno, 76 kg per l’auto e 115 kg per l’aereo (rapporto auto treno circa 2.5:1 e aereo treno 3.7:1). Le emissioni della stessa tratta di un camion sono persino superiori a quelle dell’aereo pari a circa 150 kg (circa 5:1 rispetto al treno).Dati Fonte ENEA 2008
  12. 12. TRASPORTI Il settore dei trasporti risulta essere una delle maggiori voci di consumo finale (32% energia primaria in Italia nel 2008). Oltre allo sviluppo di nuove tecnologie per migliorare o sostituire il motore a scoppio, occorre strutturare in maniera differente l’offerta dei trasporti. Un effettivo miglioramento dell’efficienza si otterrebbe aumentando il dell efficienza trasporto su rotaia e il trasporto pubblico su gomma, allo scopo di diminuire il traffico urbano e di conseguenza il consumo di fonte primaria.L’auto elettrica potrebbe costituire una valida alternativa aquella con motore a combustione interna. Il rendimentomedio di un motore a benzina è di circa 27% di un diesel 27%,del 40%, mentre di un motore elettrico del 90% (ènecessario però tenere conto anche del rendimento dellaproduzione e trasporto di energia elettrica e di quello dicarica delle batterie).Il consumo di un’auto elettrica in Italia può raggiungerequasi 1/3 di quello di un’auto con motore a combustione un autointerna con batterie efficienti e recupero dell’energia infrenata.
  13. 13. COME FARE EFFICIENZA NEI VARI SETTORI DELLA FILIERA?
  14. 14. POTENZIALE DI RISPARMIO CON AZIONI DI EFFICIENZA ENERGETICA Energia finale risparmiata (valore integrale 2010‐2020 in MTEP) Risparmio pari  Risparmio potenziale con misure di incentivo  all’energia  aggiuntive rispetto a quelle vigenti:  elettrica  elettrica Energia primaria: 51.2 Mtep consumata in  Energia primaria da fonte fossile:  86 Mtep circa 1.8 anni Emissioni di CO2 :           207,6 Mt 12 8.9 8.8 5.3 53 4.9 5.1 2.8 2.7 0.7 07 Trasporti Illuminazione Edilizia Elettrodomestici Pompe di Calore Caldaie a Cogenerazione Motori e UPS Residenz. cond.ne inverterFonte: Studio Confindustria 2010
  15. 15. ILLUMINAZIONELe lampade fluorescenti compatte hanno una tonalità di luce e dimensioni p psimili alle classiche lampade ad incandescenza ma efficienza luminosa e vitamedia decisamente superiori. Consentono di ridurre i consumi di energiaelettrica del 70‐80% rispetto alle lampade ad incandescenza di pari intensità 70 80%luminosa. Hanno un costo superiore ma una vita media anche 10 voltesuperiore.I LED permettono una riduzione dei consumi di energia elettrica del 80-90% tt id i d i i i l tt i d l 80 90%rispetto alle lampade ad incandescenza e presentano una vita media fino a 50volte superiore. LED FLUORESCENTE INCANDESCENTE Vita media 50 mila ore 10 mila ore 1200 ore Potenza equivalente 6W 14W 60W Costo lampada C l d 15.98$ 98$ 2.98$ 2 98$ 1.25$ 2 $ Energia elettrica per 50 mila ore 300 kWh 700 kWh 3000 kWh Costo totale per 50 mila ore 75.98$ 154.90$ 652,08$
  16. 16. CASA PASSIVAAbitazioneAbita ione che assicura il benessere termico senza alcun impianto diriscaldamento convenzionale e quindi utilizza sistemi come pannelli solari opompe di calore. Ciò è possibile se il fabbisogno energetico dell’edificio èmolto basso ( (inferiore a 15 kWh/m2 anno) e queste prestazioni si ottengono / )con una progettazione molto attenta riguardo a:• Isolamento termico pareti e serramenti• Apporti solari• Sistemi di ventilazione controllata a recupero energetico In Austria dal 2015 sarà lo standard di riferimento !!! I A t i d l 2015 à l t d d di if i t !!!
  17. 17. MOTORI AD ALTA EFFICIENZA E INVERTERI motori elettrici consumano circa il 65% dell energia nel settore I motori elettrici consumano circa il 65% dell’energia nel settoreindustriale• Il costo dell’energia incide sulla quasi totalità dei costi del ciclo di vita del  motore (circa 97%)  ( ) Motori ad alto rendimento: rendimento maggiore nell’ordine di qualche punto  percentuale (standard di efficienza IE3) nel ciclo di vita si traduce in risparmio  energetico (ed economico) non trascurabile. ti ( d i ) t bil• Il 20% di questa energia viene sprecato a causa di metodi di controllo della  velocità molto dispersivi Introduzione di convertitori di frequenza (inverter) per regolare la velocità in funzione delle reali esigenze: • Pompe e ventilatori: riduzione media consumo del 30% (punte fino al 50‐60%) • Compressori: risparmi dal 10% al 30%
  18. 18. CONCLUSIONEL’efficienza permette di ridurre considerevolmente i consumi di energia permettendo  un utilizzo più sostenibile di questa importantissima risorsa e comportando anche  notevoli risparmi economici per il consumatore e l’intera collettività Le potenzialità sono enormi I campi di applicazione e i possibili interventi sono svariati I campi di applicazione e i possibili interventi sono svariati …. ma per raggiungere obiettivi ambiziosi e sfidanti  è indispensabile l’impegno di tutti
  19. 19. DOMANDE? Andrea Bernardi Marco Boldrini Simone Di Mambro Mariangela Di Napoli Monica Immovilli Francesca Massara Simone Nisi S N Simone Pasquini Michele Sammoggia Zerbetto

×