Your SlideShare is downloading. ×
0
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Regni e imperi nel vicino oriente
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Regni e imperi nel vicino oriente

2,090

Published on

Lezione a cura di Tiziano Ziglioli dal sito www.campustralenuvole.altervista.org

Lezione a cura di Tiziano Ziglioli dal sito www.campustralenuvole.altervista.org

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,090
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
51
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Regni e imperi nel Vicino Oriente antico• I Sumèri e gli Accàdi• Babilonia e i suoi imperi• Gli Ittiti• Gli Assiri• I Persiani
  • 2. La Mesopotamia Fu un vero “crocevia di popoli”, dove si incontrarono per secoli:• i popoli sedentari (contadini), insediati nelle zone più fertili, dove sorsero le città-stato;• i popoli nomadi (pastori), insediati nelle zone desertiche che circondavano la pianura fertile, ma desiderosi di occupare le terre fertili, appena ne avessero l’occasione. Tra queste due componenti si instaurarono rapporti di interdipendenza.
  • 3. I primi furono i Sumeri…Tra il 3500 e il 2300 a.C. (IV- III millennio a.C.) i Sumeri costruirono le prime città-stato (Uruk, Ur, Lagash, Eridu ecc.) nella Mesopotamia meridionale (detta Sumer), integrandosi progressivamente con il popolo seminomade degli Accàdi, di lingua semitica, che si insediò invece nella Mesopotamia centrale (detta Àccad).
  • 4. Sumeri e Accàdi Diedero origine a una cultura comune; misero a punto la forma di scrittura chiamata “cuneiforme”, originariamente di tipo pittografico e successivamente di tipo fonetico-sillabico; elaborarono una complessa religione e un’affascinante mitologia che avevano come protagonisti dèi antropomorfi (Anu, Enlil Enki, Inana) o grandi eroi (Gilgamesh); svilupparono una ricca letteratura epica e religiosa, con opere come il poema Enuma Elish, sulla creazione del mondo, come l’Epopea di Gilgamesh, sul re di Uruk e sul suo grande amico Enkidu, o infine come il Poema del Grande Saggio, sulla creazione del mondo e dell’uomo e sul Diluvio universale.
  • 5. L’Impero di Accad: il primo impero mesopotamico• 2350-2300 a.C.: Sargon I di Akkad, “Signore delle quattro parti del mondo“, conquistò la Mesopotamia e fondò il primo grande impero universale, cioè comprendente molto popoli diversi.• 2300-2150: gli Accàdi dominavano su Siria, Fenicia, Cipro e Mesopotamia, dunque su un territorio che andava dal Mediterraneo al Golfo Persico.• Sotto un successore di Sargon, Naram-Sin (“Dio della Terra”), si affermò anche in Mesopotamia l’idea della regalità divina (vedi la Stele di Naram-Sin).
  • 6. Le conquiste di Sargon I di Accad e la presuntaestensione dell’Impero accàdico
  • 7. La Stele di Naram-Sin
  • 8. Dalla fine dell’Impero accadico al primo Impero babilonese• 2150 a. C. (fine del III millennio a. C.): decadenza e scomparsa dell’impero accadico; invasione dei barbari Gutèi provenienti dai Monti Zagros.• 2100-2000 (fine del III millennio a. C.): dopo un periodo di anarchia e di invasioni in Mesopotamia si affermò di nuovo il dominio sumerico con l’Impero della città di Ur.• 2000-1800 a. C. (inizio II millennio a. C.): l’impero di Ur si disgrega. Nella Mesopotamia centrale si insediarono lentamente gli Amorrèi (“popoli occidentali”), semiti provenienti da Occidente, per la precisione dalla terra di Cànaan (Palestina e Fenicia).• 1792-1750 a. C. (prima metà II millennio a. C.): un re amorreo di Babilonia, Hammuràbi, unificò la Mesopotamia centrale e meridionale, fondando il primo Impero babilonese, solido e ben amministrato grazie anche all’opera legislativa del sovrano (vedi il “Codice di Hammurabi”).• La città di Babilonia diventò la più importante e popolosa città della Mesopotamia, superando in splendore anche le antiche città sumeriche.
  • 9. L’impero di Hammurabi e il Codice di Hammurabi
  • 10. Il codice di Hammurabi: particolare Nella parte superiore della stele è raffigurato, a sinistra e in piedi, il re Hammurabi che aspetta di ricevere dalla viva voce del dio le leggi. A destra, seduto sul trono del re, con in mano lo scettro, è scolpito il dio della giustizia, Shamash.
  • 11. L’Impero degli Ittiti• 1650-1200 a. C. (II millennio a. C.): si forma in Anatolia un nuovo impero, l’Impero ittita, che dominava non solo l’Anatolia, ma anche parte della Siria e della Mesopotamia settentrionale.• Gli Ittiti arrivarono a saccheggiare Babilonia (nel 1600 a. C. circa), provocando l’inizio di una lunga decadenza politica della città mesopotamica.• Al massimo della loro potenza gli Ittiti arrivarono anche a sfidare il potente regno dEgitto, governato allora dal faraone Ramses II e, nel tentativo di espandersi verso la Palestina, si scontrarono con il grande Faraone nella battaglia di Qadesh (o Kadesh), in Siria, sul fiume Oronte (1275 a. C.).
  • 12. Il Vicino Oriente al tempo dell’impero ittita (II millennio a.C.)
  • 13. Il luogo della battaglia di Qadesh
  • 14. La battaglia di Qadesh nella rappresentazione“trionfalistica” degli Egizi: il Faraone travolgeda solo le truppe nemiche e le mette in fuga.
  • 15. La fine dell’Impero ittita• Intorno al 1200 a.C. violenti attacchi di popoli stranieri (i misteriosi “Popoli del mare”, di cui parlano i documenti egiziani del tempo), sconvolsero le coste del Mediterraneo e dell’Anatolia.• Sotto questi attacchi l’Impero ittita crollò rapidamente, forse anche a causa di rivolte interne, mentre l’Egitto respinse vittoriosamente l’attacco.
  • 16. L’Impero degli Assiri• 750-612 a. C. (VIII-VII secolo a. C.): Gli Assiri, che vivevano da secoli nella Mesopotamia settentrionale (detta Assur o Assiria), dedicandosi ai commerci e alla guerra, ampliarono progressivamente i confini del loro regno, fino a creare un grande impero, che arrivava a comprendere tutta la Mesopotamia, l’Anatolia meridionale, la Siria, la Palestina e, ad un certo punto, anche parte dell’Egitto.• Il loro impero durò fino al 612 a. C., anno in cui la loro nuova, splendida capitale, Nìnive, venne espugnata e saccheggiata dai Caldei (popolo semitico insediatosi a Babilonia) e dai Medi (popolo indoeuropeo proveniente dall’Iran), alleati contro il feroce dominio assiro.
  • 17. L’Impero assiro al momento della sua massimaespansione.
  • 18. Il dominio degli Assiri• Gli Assiri erano da secoli abili mercanti.• Amavano l’arte e la caccia.• Amministravano con efficienza il loro impero, utilizzando una vasta schiera di scribi e funzionari.• Erano però famosi anche per la loro crudeltà in guerra e nella repressione delle rivolte: i bassorilievi e le cronache reali celebrano senza reticenze questo sistema basato sul terrore come strumento politico.
  • 19. Dall’Impero neo-babilonese all’Impero persiano• 612-539 a. C. (fine VII – VI secolo a. C.): sulle rovine dell’Impero assiro risorse per circa un secolo la potenza di Babilonia, durante il secondo Impero babilonese o Impero neo- babilonese, fondato dai Caldei.• Il suo sovrano più famoso fu Nabucodonosor II, che portò Babilonia al suo massimo splendore: famosissimi i suoi Giardini pensili, le gigantesche mura ornate da piastrelle policrome con cui fece circondare la città e la grandiosa porta di Ishtar, ricoperta di ceramiche colorate.
  • 20. Babilonia al tempo di Nabucodonosor II (VI sec. a.C.)
  • 21. Dai neo-babilonesi ai Persiani• Il nuovo Impero babilonese ebbe vita breve.• Nel 539 a. C. l’Impero neo-babilonese venne sconfitto e, Babilonia, la sua splendida capitale, fu conquistata dai Persiani di Ciro il Grande, fondatore di un nuovo, gigantesco impero universale: l’Impero persiano, che durerà dal 559 al 331 a. C., anno in cui verrà conquistato da Alessandro Magno.• L’Impero persiano verrà in seguito ampliato con nuove conquiste dai successori di Ciro: dal figlio Cambise, che conquistò l’Egitto, e da Dario, il grande organizzatore dell’impero.
  • 22. L’impero persiano al tempo della suamassima espansione
  • 23. Per sintetizzare:• 3500-2300 a.C.: città-stato dei Sumeri.• 2300-2150 a.C.: Impero di Accad.• 2100-2000 a.C.: Impero della città di Ur.• 1792-1750 a.C.: Impero di Hammurabi o primo Impero babilonese.• 1650-1200 a.C.: Impero degli Ittiti.• 750-612 a.C.: Impero degli Assiri.• 612-539 a.C.: secondo Impero babilonese o Impero neo-babilonese.• 559-331 a.C.: Impero dei Persiani

×