• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Minoici e micenei
 

Minoici e micenei

on

  • 4,677 views

Lezione a cura di Tiziano Ziglioli dal sito www.campustralenuvole.altervista.org

Lezione a cura di Tiziano Ziglioli dal sito www.campustralenuvole.altervista.org

Statistics

Views

Total Views
4,677
Views on SlideShare
4,677
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
44
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Minoici e micenei Minoici e micenei Presentation Transcript

    • Sulla scena delMediterraneo: Minoici eMicenei .
    • Le principali rotte commercialimarittime nel III-II millennioa.C. Egitto, terra di Canaan, Cipro e Creta Mar Rosso-Mediterraneo, tramite il Nilo Golfo Persico-Mediterraneo, tramite l’Eufrate e il Tigri Mezzi di trasporto: navi d’altura, barche fluviali, carovane.
    • Le Cicladi, Cipro e Creta nel IImillennio a.C. Protagoniste dei traffici commerciali nel Mediterraneo orientale: CIPRO: importante per i giacimenti di rame CRETA: importante per la posizione geografica, e per la produzione di legname, lana, cereali, olio e vino. Assunse il dominio dei traffici mediterranei.
    • La civiltà minoica (2000-1400 a.C.) I presupposti della supremazia marittima di Creta: esperienza nella navigazione d’altura; abilità artigianale ed eccellenza tecnica; fitti contatti con tutte le coste del Mediterraneo orientale; esercizio della pirateria alternata ai commerci veri e propri.
    • La civiltà minoica al suo apogeo
    • La civiltà minoica:organizzazione Una civiltà urbana imperniata sul palazzo (come nel Vicino oriente); Centri principali: Cnosso, Festo e Mallia (capitali di regni indipendenti?) Palazzi dalle molte funzioni: centri del potere politico del re; centri dell’attività economica (commercio e artigianato) Palazzi maestosi, privi di fortificazioni difensive (per mancanza di minacce esterne?) .
    • La civiltà minoica:caratteristiche Elaborò una autonoma forma di scrittura (la “lineare A”) Creò un’arte naturalistica, non celebrativa del potere, vivace e attenta al quotidiano Dimostrò un carattere pacifico (mancano testimonianze figurative o architettoniche collegate alla guerra) Concedeva un ruolo importante alla donna (anche in campo religioso: sacerdotesse e dee) Praticava un politeismo naturalistico, in cui avevano particolare importanza le divinità femminili
    • Affreschi minoici 1
    • Affreschi minoici 2
    • Affreschi minoici 3
    • Affreschi minoici 4
    • La dea dei serpenti
    • Sacerdotesse minoiche
    • La civiltà minoica: la fine Verso il 1400 a.C. circa: distruzione dei palazzi (terremoto? invasione? rivolte interne?) Occupazione dell’isola da parte degli Achei (conquistatori o colonizzatori?). Installazione sull’isola di una classe dominante achea, che governava l’isola da Cnosso (l’unico palazzo che venne in parte ricostruito).
    • I Micenei (o Achei) Verso il 1900 a.C.: loro stanziamento in Grecia Aree occupate: Peloponneso (Argolide, Laconia e Messenia), Attica, Beozia, Tessaglia Centri principali: Micene, Argo, Tirinto, Pilo, Tebe. Il culmine della potenza raggiunto tra il 1400 e il 1200 a.C.
    • La civiltà micenea al suo apogeo
    • La civiltà micenea Organizzazione in piccoli regni autonomi imperniati sul palazzo-fortezza del re Società piramidale: re (wànax), aristocrazia guerriera proprietaria di terre, burocrazia di palazzo, ceti produttivi (contadini e artigiani), schiavi. Testimonianze scritte di carattere amministrativo (in “lineare B”), contenenti una lingua di tipo greco. Architettura di tipo monumentale (tombe a thòlos, porte e mura ciclopiche).
    • Architettura micenea 1
    • Architettura micenea 2
    • Architettura micenea 3
    • La civiltà micenea: sviluppo Subì a lungo l’influenza della superiore civiltà dei Cretesi (nell’arte, nelle tecniche, nella pratica dei commerci) Dopo il 1400 gli Achei dominarono Creta e si sostituirono ai Cretesi nel dominio dell’Egeo Insediamenti micenei sulle coste dell’Asia Minore e della Siria, a Rodi e a Cipro. Tracce di traffici commerciali micenei anche sulle coste del Mediterraneo occidentale
    • Artigianato miceneo 1
    • Artigianato miceneo 2
    • Lineare B e scrittura pittografica minoica (disco di Festo)
    • La civiltà micenea: fine Tra il 1200 e il 1100 a.C.: distruzione dei principali palazzi micenei (invasione dei Dori provenienti dalla penisola balcanica? lotte interne fra i regni? una combinazione di entrambe le cause?) Crollo dell’organizzazione palaziale micenea Scomparsa della scrittura “lineare B”. Scomparsa dei manufatti artistici pregiati A partire dal 1100 a.C. : inizio del “Medioevo ellenico”