InsediamentieantropizzazioneLa Valsesia dall’età medievale al mondo moderno
Quando nasce un insediamentoumano ?• Come saperlo ?• Con quali documenti storici?• Quali informazioni si ricavano ?• Il pa...
Casi documentati in archivi• 1. Atti di fondazione di comunità ( Rimella 1256 ),Alagna etc; oppure statuti di comunità già...
• 4. Atti di giuramento, di sottomissione, dipagamento di imposte prediali, in cui compaiono irappresentanti di tutte le f...
Due modelli di antropizzazione• 1. Dal basso: l’estensione dei poteri feudali dipianura o pedemontani, sia politici (i Bia...
Due forme di antropizzazione• Antropizzazione stagionale : alta valle, culturadegli alpeggi, transumanza, soccida, enfiteu...
Antropizzazione:demografiasilvo-pastorale• Documentata dall’inizio del secolo XI in tutta lavalle• Insediamenti lungo le s...
Antropizzazione:evangelizzazione• La lettura materiale e immateriale delledinamiche demografiche del territorio.• 1132 “ e...
Antropizzazione:incastellamento• Insediamenti presso castelli: bassa valle• L’evoluzione del “ comune valsesiano”nelledue ...
Saturazione demografica• Fino al XIII secolo i limiti delle risorse ambientalicondizionano la frammentazione dell’habitat•...
Evoluzione demografica moderna• 1612: il vescovo Bescapé elenca 37 parrocchie(trenta più di un secolo prima)• “divisim spa...
Insediamenti e antropizzazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Insediamenti e antropizzazione

258

Published on

Lezione del professor Massimo Bonola

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
258
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Insediamenti e antropizzazione

  1. 1. InsediamentieantropizzazioneLa Valsesia dall’età medievale al mondo moderno
  2. 2. Quando nasce un insediamentoumano ?• Come saperlo ?• Con quali documenti storici?• Quali informazioni si ricavano ?• Il paesaggio è una fonte storica ?• La toponomastica è un indizio storico ?• L’archeologia della vita materiale èrivelativa (mulini, forni, fontane etc.)
  3. 3. Casi documentati in archivi• 1. Atti di fondazione di comunità ( Rimella 1256 ),Alagna etc; oppure statuti di comunità giàcostituite ( Crevola, 1279).• 2.Atti di investitura, concessioni, pacta etconventiones tra autorità feudali e locali ( 1025,alpe di Otro, ponte de Varade ).• 3. Atti notarili privati, dove gli attori, i testimoni, il notaiostesso vengono sempre identificati con il patronimico(filius quondam…) ma anche con il toponimico ( hominesde…..). Es: 1389, “in villa que appellatur Goretum deAlania de Petris zemellis”• ”.
  4. 4. • 4. Atti di giuramento, di sottomissione, dipagamento di imposte prediali, in cui compaiono irappresentanti di tutte le famiglie di ogni comunitàdi tutta la valle Es. il giuramento di cittadinaticodel 1217, interessante anche come parametrodemografico ( vedi oltre )• 5. Atti di petizione, rivolti ad autorità civili oreligiose onde ottenere concessioni, benefici olibertà a vantaggio della comunità Es.1475 icapifamiglia di Alagna chiedono di separare laloro parrocchia da quella di Riva “augmentatopopulo numeroso” e un parroco“ qui linguamteutonicam optime intelligit”.
  5. 5. Due modelli di antropizzazione• 1. Dal basso: l’estensione dei poteri feudali dipianura o pedemontani, sia politici (i Biandrate)sia ecclesiastici ( monasteri di Castelletto, S.Nazzaro, S. Giulio d’Orta, S. Gratiniano e Felinodi Arona) oppure dei poteri vescovili o comunali (Novara- Vercelli.• 2. Dall’alto: la colonizzazione walser dal XIIIsecolo su tutte le testate delle valli a sud del MonteRosa.
  6. 6. Due forme di antropizzazione• Antropizzazione stagionale : alta valle, culturadegli alpeggi, transumanza, soccida, enfiteusi ….(prec. al 1000 e fino al XIII-XIV secolo. I “piedi” o“campi” d’alpe.• Antropizzazione stanziale: nel Duecento nonarriva oltre Riva di Pietre Gemelle, si ferma allabassa Sermenza (Boccioleto) e Mastallone (Cravallana).• Il passaggio dalla prima alla seconda: caso Walser.
  7. 7. Antropizzazione:demografiasilvo-pastorale• Documentata dall’inizio del secolo XI in tutta lavalle• Insediamenti lungo le strade per gli alpeggi, piedid’alpe a Pedemonte Alagna, Rima, presenza di“alamanni” in alta valle, ma anche più in basso(Seso, Varallo, Crevola).• Rivoluzione del popolamento montano nei primidue secoli oltre il Mille: dal deserto a un territorioantropizzato con nuclei abitativi accentrati opluricentrici .
  8. 8. Antropizzazione:evangelizzazione• La lettura materiale e immateriale delledinamiche demografiche del territorio.• 1132 “ ecclesias omnes quae sunt in valleSicide” confermate al vescovo di Novara• Difficoltà di strutturazione della ecclesia divalle : forte dispersione dell’habitat.• Parrocchia:riconoscimento della crescitadegli insediamenti( es. Riva 1325)
  9. 9. Antropizzazione:incastellamento• Insediamenti presso castelli: bassa valle• L’evoluzione del “ comune valsesiano”nelledue curie• L’autonomia del Trecento come fattore distimolo degli insediamenti• Borghi franchi:Seso, Serravalle, Gattinara
  10. 10. Saturazione demografica• Fino al XIII secolo i limiti delle risorse ambientalicondizionano la frammentazione dell’habitat• Nel XV secolo si rendono necessarie altrestrategie:dai sei /settemila abitanti del Duecento siè passati alle 36.625 anime nel 1520 ( fonti :Liber omnium benefitiorum…totius diocesisNovariae)• Emigrazione, nuovi villaggi…
  11. 11. Evoluzione demografica moderna• 1612: il vescovo Bescapé elenca 37 parrocchie(trenta più di un secolo prima)• “divisim sparsimque” : il permanere dellaframmentazione• 1707: al momento del passaggio ai Savoia ,giurano fedeltà 49 comunità.• Ulteriore sviluppo del Settecento:lamoltiplicazione dei “cantoni”.Es. Campertogno28, Fobello 25, Varallo 15, Borgosesia 20.
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×