Your SlideShare is downloading. ×
QUANDO IL MADE IN ITALY  È SWEET
QUANDO IL MADE IN ITALY  È SWEET
QUANDO IL MADE IN ITALY  È SWEET
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

QUANDO IL MADE IN ITALY È SWEET

103

Published on

Quando il Made in Italy è sweet - In Italia le pasticcerie e gelaterie gestite da stranieri sono 637 e crescono in 3 anni del 7%. Milano la più multiculturale, Roma è la città più dolce e a Bari si …

Quando il Made in Italy è sweet - In Italia le pasticcerie e gelaterie gestite da stranieri sono 637 e crescono in 3 anni del 7%. Milano la più multiculturale, Roma è la città più dolce e a Bari si trovano i pasticceri più “giovani”

Published in: News & Politics
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
103
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Tel. 0392807521 – 0392807511 QUANDO IL MADE IN ITALY È SWEET In Italia le pasticcerie e gelaterie gestite da stranieri sono 637 e crescono in 3 anni del 7%. Milano la più multiculturale, Roma è la città più dolce e a Bari si trovano i pasticceri più “giovani” Monza, 2 maggio 2014. Dal “vero gelato italiano” prodotto da stranieri ai krapfen: sulle tavole degli italiani dolci e gelati diventano internazionali, portando con sé cultura e tradizione dei diversi Paesi. La produzione di dolci, in Italia è un’arte che interessa anche gli stranieri: sono 637 in Italia i titolari stranieri di imprese individuali attive nel settore di pasticceria e gelateria, in aumento rispetto al 2011 del 7%. I capoluoghi di regione con più stranieri impegnati in questa professione sono Milano (20,2%), Firenze (16,2%) e L’Aquila (11,5%). In Italia sono complessivamente 18.895 le pasticcerie e gelaterie attive a marzo 2014, di cui circa 3mila sono concentrate nei soli capoluoghi di regione (+1,2% rispetto allo scorso anno). Roma caput mundi anche in tema di leccornie: con quasi mille attività in crescita del 4,9% in un anno, la capitale si colloca al primo posto in Italia tra i capoluoghi regionali per numero di pasticcerie e gelaterie attive in città (9,7% il peso degli stranieri sul totale delle imprese individuali). Seguono Napoli, Torino (rispettivamente 341 e 338 imprese attive) e Milano (311). E se il Nord Italia vede una prevalenza di imprese femminili nel settore, con Trento e Genova che detengono il record delle pasticcerie e gelaterie “rosa” (rispettivamente il 62,5% e 50,8% del totale), il Sud è degli uomini: a Catanzaro e Potenza oltre 8 imprese individuali su 10 hanno come titolare un uomo. Se poi si considera l’età, nella classifica italiana dei capoluoghi con i pasticceri e gelatai più giovani in Italia troviamo Bari al primo posto, dove 1 impresa individuale su 6 è guidata da un under 30 (16,2%), seguita da Genova (13,1%). E gli over 60 scelgono le città di mare per svolgere la loro attività: la percentuale maggiore di imprese individuali con titolare con età compresa tra 60 e 69 anni si concentra a Bari (35,1%) e a Venezia (27,9%). È quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese. Le pasticcerie e gelaterie in Lombardia Sono 2.433 le imprese attive nel settore di pasticceria e gelateria in Lombardia pari al 12,8% del totale nazionale. La concentrazione più alta a Milano: in città sono presenti più di 300 esercizi tra pasticcerie e gelaterie. Brescia è seconda in Lombardia per numero di attività (75), seguita da Bergamo (43), Como e Pavia (30). E se si considerano i titolari stranieri di imprese individuali attive in Lombardia, gli stranieri a Milano rappresentano il 20,2% del totale, a Brescia il 19,2% e a Bergamo il 17,6%. È quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese.
  • 2. Pasticcerie e gelaterie attive nei comuni capoluogo di provincia in Lombardia Comune Attive 31.03.2014 Attive 31.03.2013 Var. % 2014 / 2013 Bergamo 43 39 10,3% Brescia 75 76 -1,3% Como 30 27 11,1% Cremona 22 23 -4,3% Lecco 12 12 0,0% Lodi 10 10 0,0% Mantova 23 22 4,5% Milano 311 323 -3,7% Monza 21 25 -16,0% Pavia 30 31 -3,2% Sondrio 6 7 -14,3% Varese 26 27 -3,7% Totale capoluoghi 609 622 -2,1% Totale Lombardia 2.433 2.451 -0,7% Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese Pasticcerie e gelaterie attive nei comuni capoluogo di regione 1° trimestre 2014 Comune Attive 31.03.2014 Attive 31.03.2013 Var. % 2014 / 2013 ANCONA 31 31 0,0% AOSTA 19 20 -5,0% BARI 75 74 1,4% BOLOGNA 136 130 4,6% CAGLIARI 50 47 6,4% CAMPOBASSO 21 22 -4,5% CATANZARO 37 40 -7,5% FIRENZE 125 117 6,8% GENOVA 131 134 -2,2% L'AQUILA 26 28 -7,1% MILANO 311 323 -3,7% NAPOLI 341 348 -2,0% PALERMO 144 136 5,9% PERUGIA 37 35 5,7% POTENZA 21 23 -8,7% ROMA 972 927 4,9% TORINO 338 343 -1,5% TRENTO 20 21 -4,8% TRIESTE 43 44 -2,3% VENEZIA 100 100 0,0% Totale capoluoghi 2.978 2.943 1,2% Totale Italia 18.895 19.136 -1,3% Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese Titolari di imprese individuali di pasticcerie e gelaterie nei comuni capoluoghi di regione per sesso. 1° trimestre 2014 Maschio Femmina Totale Peso % maschi sul totale Peso % femmine sul totale ANCONA 9 5 14 64,3% 35,7% AOSTA 8 5 13 61,5% 38,5% BARI 23 14 37 62,2% 37,8% BOLOGNA 35 20 55 63,6% 36,4% CAGLIARI 16 8 24 66,7% 33,3% CAMPOBASSO 11 4 15 73,3% 26,7% CATANZARO 21 4 25 84,0% 16,0% FIRENZE 29 8 37 78,4% 21,6% GENOVA 30 31 61 49,2% 50,8% L'AQUILA 5 4 9 55,6% 44,4% MILANO 85 44 129 65,9% 34,1% NAPOLI 148 55 203 72,9% 27,1% PALERMO 74 23 97 76,3% 23,7% PERUGIA 8 8 16 50,0% 50,0% POTENZA 13 3 16 81,3% 18,8% ROMA 312 162 474 65,8% 34,2% TRENTO 3 5 8 37,5% 62,5% TORINO 96 69 165 58,2% 41,8% TRIESTE 19 9 28 67,9% 32,1% VENEZIA 33 10 43 76,7% 23,3% Totale capoluoghi 978 491 1.469 66,6% 33,4% Totale Italia 6.635 3.743 10.378 63,9% 36,1% Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese
  • 3. Titolari di imprese individuali di pasticcerie e gelaterie nei comuni capoluogo di regione in base alla nazionalità. 1° trimestre 2014 Stranieri Italiani Totale Peso % stranieri sul totale Peso % italiani sul totale ANCONA 1 13 14 7,1% 92,9% AOSTA 1 12 13 7,7% 92,3% BARI 0 37 37 0,0% 100,0% BOLOGNA 5 50 55 9,1% 90,9% CAGLIARI 0 24 24 0,0% 100,0% CAMPOBASSO 1 14 15 6,7% 93,3% CATANZARO 0 25 25 0,0% 100,0% FIRENZE 6 31 37 16,2% 83,8% GENOVA 1 8 9 11,1% 88,9% L'AQUILA 7 54 61 11,5% 88,5% MILANO 26 103 129 20,2% 79,8% NAPOLI 4 199 203 2,0% 98,0% PALERMO 0 97 97 0,0% 100,0% PERUGIA 1 15 16 6,3% 93,8% POTENZA 0 16 16 0,0% 100,0% ROMA 46 428 474 9,7% 90,3% TRENTO 3 5 8 37,5% 62,5% TORINO 17 148 165 10,3% 89,7% TRIESTE 1 27 28 3,6% 96,4% VENEZIA 4 39 43 9,3% 90,7% Totale capoluoghi 124 1.345 1.469 8,4% 91,6% Totale Italia 637 9.741 10.378 6,1% 93,9% Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese Titolari di imprese individuali di pasticcerie e gelaterie nei comuni capoluogo di regione per classi di età. 1° trimestre 2014 Comune Valori assoluti Peso % under 30 da 30 a 49 da 50 a 59 oltre 60 Totale under 30 da 30 a 49 da 50 a 59 da 60 a 69 ANCONA 1 8 2 3 14 7,1% 57,1% 14,3% 21,4% AOSTA 1 6 4 2 13 7,7% 46,2% 30,8% 15,4% BARI 6 12 6 13 37 16,2% 32,4% 16,2% 35,1% BOLOGNA 6 28 14 7 55 10,9% 50,9% 25,5% 12,7% CAGLIARI 2 14 3 5 24 8,3% 58,3% 12,5% 20,8% CAMPOBASSO 1 9 2 3 15 6,7% 60,0% 13,3% 20,0% CATANZARO 1 13 5 6 25 4,0% 52,0% 20,0% 24,0% FIRENZE 1 24 5 7 37 2,7% 64,9% 13,5% 18,9% GENOVA 8 34 10 9 61 13,1% 55,7% 16,4% 14,8% L'AQUILA 0 3 4 2 9 0,0% 33,3% 44,4% 22,2% MILANO 10 72 30 17 129 7,8% 55,8% 23,3% 13,2% NAPOLI 13 108 44 38 203 6,4% 53,2% 21,7% 18,7% PALERMO 9 42 31 15 97 9,3% 43,3% 32,0% 15,5% PERUGIA 0 13 3 0 16 0,0% 81,3% 18,8% 0,0% POTENZA 0 8 5 3 16 0,0% 50,0% 31,3% 18,8% ROMA 32 231 117 94 474 6,8% 48,7% 24,7% 19,8% TORINO 15 90 37 23 165 9,1% 54,5% 22,4% 13,9% TRENTO 1 5 1 1 8 12,5% 62,5% 12,5% 12,5% TRIESTE 1 13 8 6 28 3,6% 46,4% 28,6% 21,4% VENEZIA 3 18 10 12 43 7,0% 41,9% 23,3% 27,9% Totale capoluoghi 111 751 341 266 1.469 7,6% 51,1% 23,2% 18,1% Totale Italia 673 5.644 2.585 1.476 10.378 6,5% 54,4% 24,9% 14,2% Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese

×