• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Difendese su attaccante lanciato a rete e su contropiede
 

Difendese su attaccante lanciato a rete e su contropiede

on

  • 1,480 views

Quaderno 4. Tecnica individuale e programmazione dell'allenamento da 12 a 16 anni. Le tecniche difensive, il colpo di testa e il duello aereo. 40 sedute. ...

Quaderno 4. Tecnica individuale e programmazione dell'allenamento da 12 a 16 anni. Le tecniche difensive, il colpo di testa e il duello aereo. 40 sedute.
Jean Robert Faucher
http://www.calzetti-mariucci.it/shop/prodotti/tecnica-individuale-e-programmazione-dellallenamento-da-12-a-16-anni-quaderno-4

Statistics

Views

Total Views
1,480
Views on SlideShare
1,480
Embed Views
0

Actions

Likes
2
Downloads
71
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Difendese su attaccante lanciato a rete e su contropiede Difendese su attaccante lanciato a rete e su contropiede Document Transcript

    • Foot 2 2 1 1 3 3 A C B D 1 D2 D1 1 30m A B D1 D2 Foot formation initiale:Mise en page 1 10/10/08 10:01 Page 316 1CICLO 2CICLO 3CICLO 4CICLO 5CICLO 6CICLO 7CICLO 8CICLO CONTROLLO DI PALLA E PASSAGGIO GIOCO AL VOLO GUIDA PALLA E DRIBBLING TIRO DI COLLO  E LANCIO ULTIMO PASSAGGIO E FINALIZZAZIONE IL CROSS E IL TIRO AL VOLO TECNICHE DIFENSIVE IL COLPO DI TESTA E IL DUELLO AEREO A. RISCALDAMENTO SITUAZIONE N°1 ORGANIZZAZIONE: 2 palloni per 4 giocatori, dei quali 2 pivot fermi. A e B, con un pallone ciascuno, iniziano l'esercizio insieme. ESECUZIONE: A e B si scambiano i palloni e chia- mano l'uno-due con i pivot (C e D) a sinistra, poi con- trollano il pallone da destra e avanzano palla al piede. OBIETTIVO: Lavorare sulla gestione degli ap- poggi e sulla velocità della trasmissione di palla. SITUAZIONE N°2 ORGANIZZAZIONE: Schierare i giocatori in 8 metri per 20: 3 coppie di attaccanti/difensori e 3 difensori eseguono l'esercizio a turno. ESECUZIONE: Un attaccante che arriva palla al piede inseguito da un difensore (D2) affronta un altro di- fensore che arriva lateralmente (D1): 1 contro 2, re- cupero del pallone e guida della palla fino dietro la linea avversaria. Il difensore (D2) parte con un ginocchio a terra solo dopo che l'attaccante si è portato avanti il pallone. OBIETTIVO: Non farsi saltare e guadagnare tempo per far rientrare il compagno. SEDUTA N° 12 Difendere su un attaccante lanciato a rete 8 giocatori per gruppo - 2 gruppi Fare 2 gruppi Consigli per una corretta esecuzione: Ridurre al massimo lo spazio difensivo e accompagnare la corsa dell'attaccante ar- retrando, per guadagnare tempo e per- mettere il rientro del compagno. Restare posizionati di tre quarti e chiudere l'attac- cante, controllandolo con le braccia e il bacino. B. TECNICA CON OPPOSIZIONE SITUAZIONE N°3 ORGANIZZAZIONE: 5 attaccanti e 4 difensori ese- guono l'esercizio a turno, giocando l'1 contro 1 con un difensore che rientra. ESECUZIONE: Rilancio verso A o B, che chiamano palla in profondità. D1 controlla l'avversario e D2 rientra per intervenire. D2 parte dopo il passaggio. Rotazione: Il giocatore che ha effettuato il primo passaggio prende il posto di B. D2 prende il posto di D1 e gli altri due vengono sostituiti da due compagni. 40 Faucher_195x260_CICLI 7-8 09/10/12 12.41 Pagina 40
    • ZE ZC ZE Foot formation initiale:Mise en page 1 10/10/08 10:01 Page 317 Durata totale: 1h 30’ Numero di giocatori: da 18 a 20 Attrezzatura: 1 pallone per giocatore Consigli per una corretta esecuzione: Gestire bene gli appoggi e restare sempre in movimento, in modo da reagire facil- mente ai cambi di direzione dell'attac- cante. Decidere il tipo di intervento a seconda del movimento dell'attaccante, avanzando al momento giusto con aggres- sività e determinazione. Essere decisi a togliere palla all'avversario e a portare a termine l'azione difensiva. Mai abbando- nare la marcatura! F. DEFATICAMENTO E STRETCHING Consigli per una corretta esecuzione: Interrompere la marcatura a uomo in caso di sponda di prima, per evitare di farsi atti- rare lontano dall'azione. Sfruttare la re- gola del fuorigioco se l'attaccante chiama palla troppo presto in area. Costringere il portatore di palla a utilizzare il piede non preferito. LETECNICHEDIFENSIVE-dominante:VELOCITA C. APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO A UNA SITUAZIONE DI GIOCO SITUAZIONE N°4 ORGANIZZAZIONE: Schierare i giocatori in una metà campo e posizionare 4 porte larghe 1,5 metri davanti all'area di rigore: 8 attaccanti e 8 difensori, con il portiere fra i pali. I difensori sono divisi fra le quat- tro porte e affrontano a turno un attaccante che ar- riva palla al piede. ESECUZIONE: Impedire all'attaccante di attraversare una delle altre tre porte. POSSIBILI VARIANTI: Cambiare i ruoli quando i di- fensori vengono superati. D. APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO ALLA PARTITELLA SITUAZIONE N°5 ORGANIZZAZIONE: Schierare i giocatori in una metà campo + 25 metri larga come l'area di rigore. 7 con- tro 7 + i portieri fra i pali e 2 giocatori in attesa schierati all'esterno: 1 contro 1 nella zona E (ZE) e 6 contro 6 nella zona C (ZC). ESECUZIONE: Dopo due passaggi consecutivi nella ZC, un giocatore entra palla al piede nella ZE per giocare il 2 contro 1 e segnare. Ogni rimessa in gioco viene effettuata da un por- tiere verso un difensore, che viene a ricevere palla dalla ZE (e non può essere contrastato). Rotazione: Il giocatore che ha tirato in porta si scambia di posto con un compagno in attesa. POSSIBILI VARIANTI: Un difensore può seguire l'at- taccante che entra palla al piede nella ZC. Cambiare i difensori in attesa. OBIETTIVO: Controllare le situazioni di 1 contro 2 davanti alla propria porta e appli- care le tecniche viste in precedenza. E. PARTITELLA "SUDDEN DEATH", 3 SQUADRE DA 6 ORGANIZZAZIONE: 2 squadre si affrontano in un quadrato di 40 metri di diametro con i portieri a di- fesa delle porte mobili, mentre l’altra squadra recu- pera. ESECUZIONE: La squadra che segna viene sostituita da quella in attesa. In caso di parità dopo 2 minuti, la squadra in attesa sostituisce quella delle due da più tempo in campo. 41 Faucher_195x260_CICLI 7-8 09/10/12 12.41 Pagina 41
    • Foot 2 2 1 1 3 3 A C B D 1 D2 D1 1 21 Foot formation initiale:Mise en page 1 10/10/08 10:01 Page 318 1CICLO 2CICLO 3CICLO 4CICLO 5CICLO 6CICLO 7CICLO 8CICLO CONTROLLO DI PALLA E PASSAGGIO GIOCO AL VOLO GUIDA PALLA E DRIBBLING TIRO DI COLLO  E LANCIO ULTIMO PASSAGGIO E FINALIZZAZIONE IL CROSS E IL TIRO AL VOLO TECNICHE DIFENSIVE IL COLPO DI TESTA E IL DUELLO AEREO A. RISCALDAMENTO SITUAZIONE N°1 ORGANIZZAZIONE: 2 palloni per 4 giocatori, dei quali 2 pivot fermi. A e B, con un pallone ciascuno, iniziano l'esercizio insieme. ESECUZIONE: A e B si scambiano i palloni e chia- mano l'uno-due con i pivot (C e D) a sinistra, poi con- trollano il pallone da destra e avanzano palla al piede. OBIETTIVO: Lavorare sulla gestione degli ap- poggi e sulla velocità della trasmissione di palla. SITUAZIONE N°2 ORGANIZZAZIONE: Schierare i giocatori in 8 metri per 20: 3 coppie di attaccanti/difensori e 3 difensori eseguono l'esercizio a turno. ESECUZIONE: Un attaccante che arriva palla al piede inseguito da un difensore (D2) affronta un altro di- fensore che arriva lateralmente (D1): 1 contro 2, re- cupero del pallone e guida della palla fino dietro la linea avversaria. Il difensore (D2) parte con un ginocchio a terra solo dopo che l'attaccante si è portato avanti il pallone. OBIETTIVO: Non farsi saltare e guadagnare tempo per far rientrare il compagno. SEDUTA N° 13 Difendere su un contropiede 8 giocatori per gruppo - 2 gruppi Consigli per una corretta esecuzione: Controllare rapidamente la posizione del- l'attaccante davanti alla porta. Orientarsi di tre quarti e arretrare velocemente, at- taccando il portatore di palla solo dopo che il compagno è rientrato a coprire, op- pure mettersi sulla traiettoria del possibile passaggio. B. TECNICA CON OPPOSIZIONE SITUAZIONE N°3 ORGANIZZAZIONE: Schierare 5 attaccanti e 4 difen- sori davanti a una porta. Posizionare 2 miniporte fatte con i coni a 10 metri dall'area di rigore. ESECUZIONE: Rilanciare verso i difensori che gio- cano il 2 contro 1 e segnano attraversando palla al piede una delle miniporte, poi difendono sul contro- piede. L'allenatore fa un segnale e l'attaccante parte palla al piede sulla fascia opposta e gioca il 2 contro 2 da- vanti alla porta. POSSIBILI VARIANTI: Cambiare i ruoli di attaccanti e difensori. Rotazione: Chi è partito sulla fascia si schiera come attaccante davanti alla porta. Dopo due azioni, i due difensori vengono sostituiti da due compagni in at- tesa. 42 Fare 2 gruppi Faucher_195x260_CICLI 7-8 09/10/12 12.41 Pagina 42
    • 2 1 E Foot formation initiale:Mise en page 1 10/10/08 10:01 Page 319 Durata totale: 1h 30’ Numero di giocatori: da 18 a 20 Attrezzatura: 1 pallone per giocatore Consigli per una corretta esecuzione: Effettuare una buona lettura difensiva spostandosi subito. Ridurre lo spazio a di- sposizione degli avversari e proteggere prioritariamente il primo palo (attenzione quindi a non uscire dall'asse della porta). F. DEFATICAMENTO E STRETCHING Consigli per una corretta esecuzione: Reagire rapidamente al cambio di situa- zione e controllare la posizione degli attac- canti davanti alla porta. Mettersi sulla linea della corsa dell'avversario. Arretrare verso la porta senza farsi attirare dal portatore di palla. C. APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO A UNA SITUAZIONE DI GIOCO SITUAZIONE N°4 ORGANIZZAZIONE: Stessa organizzazione dell'eser- cizio precedente. ESECUZIONE: Partenza in contropiede su un passag- gio in profondità, con un attaccante in più che arriva a sostegno da dietro. L'attaccante sulla fascia può tirare o crossare. Rotazione: Il giocatore che effettua il primo passag- gio e quello che crossa sostituiscono i due attaccanti davanti alla porta. OBIETTIVO: Gestire la situazione per non su- bire una rete. D. APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO ALLA PARTITELLA SITUAZIONE N°5 ORGANIZZAZIONE: Schierare i giocatori in una metà campo larga come l'area di rigore. 3 coppie di attac- canti, a turno, si schierano sia davanti alla porta che a eseguire l'ultimo passaggio, contro 3 gruppi di 3 difensori. ESECUZIONE: Dopo il rilancio con le mani del por- tiere, 3 difensori si passano la palla contro 2 attac- canti e segnano in una delle due porte con tre tocchi al massimo. Al segnale dell'allenatore, viene effettuato un pas- saggio sulla fascia per l'ala, che si allarga e crossa per i compagni. E. PARTITELLA "SUDDEN DEATH", 3 SQUADRE DA 6 ORGANIZZAZIONE: 2 squadre si affrontano in un quadrato di 40 metri di diametro con i portieri a di- fesa delle porte mobili, mentre l’altra squadra recu- pera. ESECUZIONE: La squadra che segna viene sostituita da quella in attesa. In caso di parità dopo 2 minuti, la squadra in attesa sostituisce quella delle due da più tempo in campo. 43 LETECNICHEDIFENSIVE-dominante:VELOCITA Faucher_195x260_CICLI 7-8 09/10/12 12.41 Pagina 43