Vigneto San Vito Costi biodinamica cerreto guidi 2011110710
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Vigneto San Vito Costi biodinamica cerreto guidi 2011110710

  • 2,077 views
Uploaded on

Dal terzo convegno di biodinamica a Cerreto Guidi i risultati di una analisi dei costi della biodinamica in viticoltura confrontati con metodi di allevamento tradizionali

Dal terzo convegno di biodinamica a Cerreto Guidi i risultati di una analisi dei costi della biodinamica in viticoltura confrontati con metodi di allevamento tradizionali

More in: Technology , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
2,077
On Slideshare
1,800
From Embeds
277
Number of Embeds
10

Actions

Shares
Downloads
11
Comments
0
Likes
0

Embeds 277

http://vignetosanvito.blogspot.it 103
http://vignetosanvito.blogspot.com 97
http://www.vignetosanvito.blogspot.com 54
http://www.vignetosanvito.blogspot.it 15
http://vignetosanvito.blogspot.com.es 2
http://translate.googleusercontent.com 2
http://www.vignetosanvito.blogspot.de 1
http://vignetosanvito.blogspot.de 1
http://vignetosanvito.blogspot.jp 1
http://www.intravino.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. I COSTI DELLA BIODINAMICA •  Premesse: il caso Vigneto San Vito •  La Difesa: confronto costi prodotti fitosanitari •  Il Lavoro: confronto costi di manodopera •  Altri costi: combustibile e fertilità • ConclusioniCerreto Guidi,09 luglio 2011
  • 2. • Premesse: il caso Vigneto San Vito CONDIZIONI AL “CONTORNO” Aspetti legati alla tipologia di Aspetti legati alla azienda analisi •  Dati storici precedenti totalmente•  Azienda sui Colli Bolognesi dal 1969. mancanti à dati annata 2005-06 approssimativi (mancanza di un•  Nuova gestione da Novembre 2005 controllo puntuale di costi e ore di•  Prima annata agraria 2005-06 in lotta manodopera) integrata con due consulenti/venditori •  Non sono stati considerati gli acquisti•  Inizio conversione all’Agricoltura dei nuovi macchinari à non erano legati strettamente alla Biodinamica (ad Biodinamica nell’Ottobre 2006 per esclusione macchina per 501) tutti i 9,45 ha. di vigneto •  Non sono stati considerati costi di•  Nel 2005 lo staff era composto all’80% consulenze, certificazioni e incentivi da pensionati PSR (variabile per Regione)•  Vigneti anche particolarmente pendenti •  Non abbiamo considerato lotte•  Terreno in buona parte molto argilloso e obbligatorie come la flavescenza dorata non lavorato à forte compattazione •  Rese oggi “costanti” per mancanza storico e per variabilità per vitigno 2
  • 3. • La Difesa: confronto costi prodotti fitosanitari Costo annuale per la difesa in €/ha. Convenzionale Biodinamica €/ha.Annata agraria 2005-06 € 400 334,393 appezzamenti distinti con gestioni diverse: € 300 253,06 264,21 251,943,7 ha. di proprietà (Consorzio Agrario) à € 869 € 2004 ha. in affitto (Consorzio Agrario) à € 7385,7 ha. di proprietà (fornitore privato) à € 590 € 100(buon riferimento con aiuto agronomo à € 500 – 600) €0 2006-07 2007-08 2008-09 2009-10 Costo medio: € 713/ha. Costo medio: € 275/ha. Minor costo: € 438/ha. •  annata 2007-08: particolarmente difficile per peronospora e oidio. Consumo di zolfo in polvere notevolmente maggiore 3
  • 4. •  Il Lavoro: confronto costi di manodopera Consuntivazione ore à OdL – Ordine di Lavoro Database Budget • il modulo di campagna viene compilato giornalmente dal responsabile/capo squadra e le ore vengono confrontate con le timbrature •  La programmazione aiuta anche a “destagionalizzare” le lavorazioni 4
  • 5. •  Il Lavoro: confronto costi di manodopera Le ore di manodopera in Biodinamica • Primo anno di conversione à forte investimento nella potatura (in parte non legato alla conversione alla biodinamica) • 2007-08 à unico anno senza conversione nuovi vigneti (dopo ca.1,3ha.) • Annata 2009-10: il forte ritardo nella gestione del verde a portato ad un aumento esponenziale delle ore à dato 2011: ca. 135 ore/ha. (si impara dai propri errori) dato medio: 485 ore/ha. Target: 425 - 450 ore/ha. 5
  • 6. •  Il Lavoro: confronto costi di manodopera Confronto costi di manodopera Convenzionale Biodinamica dato Vigneto San Vito 2005-06 dato medio: 485 ore/ha. approssimativo: 390 ore/ha. Valori di riferimento: 330 ore/ha. Target: 425 - 450 ore/ha. + 90 ore/ha Costo orario: €10,00 Costo orario: € 12,50 in realtà era pari a ca. €8,50 causa Manodopera specializzata “sotto denuncia” ore reali Costo in convenzionale: 360 ore x € 10,00 = € 3.600 Costo in biodinamica: 450 ore x € 12,50 = € 5.625 MAGGIOR COSTO: ca.€ 2.000/ha. 6
  • 7. •  Altri costi: combustibile e fertilità Gasolio “Concimazioni” dato Vigneto San Vito 2005-06 molto Costi miscuglio semi per Sovescio: approx.: 150 - 170 litri/ha. 2006-07: € 50 /ha. (solo Favino) Valore attuale approx.: 2007-08: € 206 /ha. (20-30 piante) 250 - 300 litri/ha 2008-09: € 224 /ha. (20-30 piante) costo attuale: € 0,77/litro 2009-10: € 186 /ha. (20-30 piante) Oltre al costo del seme sono state Maggior costo: € 80 – 100 considerate un paio d’ore/ha. di manodopera andrebbe considerato anche il costo per il per la semina e le lavorazioni con il trattore maggior uso dei macchinari (preparazione letto di semina, sfalcio e interramento sovescio) già comprese nel Dato molto approssimativo causa conto precedente delle ore. mancanza di uno storico “solido” Confronto impossibile per mancanza storico aziendale e molti riferimenti generici (lettame, pellet minerali, ecc.) 7
  • 8. • Conclusioni IMPATTO SUI COSTI AGRICOLI E VANTAGGI QUALITATIVI PRODOTTI FITOSANITARI MENO CARI + + MAGGIOR COSTO DI MANODOPERA•  Prodotti non di sintesi, senza brevetti •  Centralità del lavoro dell’uomo (terroir)•  Miglior ambiente di lavoro e prodotto più •  Staff più giovane, preparato e motivato “sano” e “pulito” (magari non per tutti) •  “Preferisco investire nelle persone che in un sacchetto di prodotto”” MINOR COSTO : ca. € 440 /ha. MAGGIOR COSTO : ca. € 2.000 /ha. IL MAGGIOR COSTO TOTALE RISULTA ESSERE DI ALMENO € 1.500/ha (resa media di 75 Q.li/ha.) MAGGIOR COSTO UVA: € 20 /Q.le (+50% prezzi dei Colli Bolognesi. Noi da ca. €60 a € 80/Q.le) 8