Your SlideShare is downloading. ×
Sicilia Lezione AIS Secondo Livello sommelier
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Sicilia Lezione AIS Secondo Livello sommelier

2,615
views

Published on

Lezione AIS Secondo Livello Sicilia

Lezione AIS Secondo Livello Sicilia


0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,615
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
326
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. SICILIA
  • 2. Sicilia
    • E’ l’isola più grande del Mediterraneo (kmq 25.707)
    • Comprende le isole :
      • EOLIE o LIPARI
      • EGADI
      • PELAGIE
      • PANTELLERIA
      • USTICA
  • 3. IL TERRITORIO
      • Il 24,4 % montuoso
      • Il 61,4% collinare
      • Il 14,2% pianeggiante
    • CLIMA
      • Sulla fascia costiera : clima mediterraneo
      • caldo arido
      • Nella parte centrale : clima temperato e umido
    • L’influenza dei mari crea ventilazioni locali diverse da zona a zona
    • scirocco e ponente
    • Le precipitazioni sono scarse
  • 4. Sistemi di allevamento
    • 44 % ALBERELLO
    • 41 % SPALLIERA
    • 15 % TENDONE
      • In generale
        • La zona occidentale ha la più alta concentrazione di coltivazione di viti e numero di D.O.C. il 45 % circa solo nella prov. di Trapani.
  • 5. Vini da dessert :
    • Marsala
    • Passito di Pantelleria
    • Malvasia delle Lipari
    • D.O.C. “ virtuali “ :
      • Moscato di Noto
      • Moscato di Siracusa
      • Sambuca di Sicilia
      • Faro ( limitata produzione )
    • UVE NERE :
  • 6. UVE NERE :
    • NERO D’AVOLA
    • ALICANTE
    • FRAPPATO
    • GAGLIOPPO
    • NERELLO CAPPUCCINO
    • NERELLO MSCALESE
    • PERRICONE o PIGNATELLO
    • + INTERNAZIONALI
  • 7. UVE BIANCHE :
    • ANSONICA
    • CATARRATTO
    • DAMASCHINO
    • GRILLO
    • GRECANICO
    • MALVASIA BIANCA
    • MALVASIA DELLE LIPARI
    • MONSONICO BIANCO
    • MOSCATO BIANCO
    • MOSCATO GIALLO
    • + INTERNAZIONALI
  • 8. Il “grande” Nero d'Avola
    • Fenomeno italiano e mondiale
    • Da Eloro e Pachino epicentro
    • Diffuso ovunque
    • Risultati altalenanti
    • Supersicilians
    • Prevalenza legno spesso...
  • 9. Fenomeno Etna
    • Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio
    • Ipotesi Pinot Nero
    • Fresco e neve, spumati
    • Benanti e vini del vulcano
  • 10. Altre doc
    • Faro
    • Palari ma non solo
  • 11. D.O.C.G. dal 26. 09.2005
    • CERASUOLO DI VITTORIA
      • Frappato 40 %
      • Calabrese 60 %
      • ammesso un 10 % nerello mascalese
    • Profumo : vinoso, alcolico, delicato, con sentori di frutta (marasche, amarene) sentori di spezie (cannella, cacao, liquirizia).
    • Al gusto : caldo, asciutto, pieno, morbido, di buona struttura.
    • Zona produzione : Provincia di Ragusa – Caltanisetta – Catania
  • 12. Vini dolci “mondiali”
    • Pantelleria e Passito
    • ZIBIBBO o Moscato D’Alessandria.
      • deriva da ZIBIBB parola araba che vuol dire UVA PASSA
    • Raccolta notturna
    • Raccolta e appassimento
  • 13. Raccolta notturna
  • 14. Raccolta e appassimento
  • 15. appassimento
  • 16. IL MARSALA
    • John Woodhouse
    • Beniamino Ingham
    • Vincenzo Florio
    • Famiglie siciliane Rallo, Pellegrino
    • Metodo “ SOLERAS “
      • parziali travasi in botti poste scalarmente con un contenuto di vini di diverse annate.
      • Le botti sono piene per 2/3 del loro volume e ad ogni travaso 1/3 del vino prelevato da ciascuna botte viene ridistribuito nelle botti sottostanti.
  • 17. Famiglie siciliane
  • 18. metodi di lavorazione
    • Metodo di invecchiamento utilizzato è il : “ SOLERAS “
    • si effettuano parziali travasi in botti poste scalarmente con un contenuto di vini di diverse annate. Questo permette di ottenere miscele particolarmente ricche di profumi e aromi.
    • Le botti sono piene per 2/3 del loro volume e ad ogni travaso 1/3 del vino prelevato da ciascuna botte viene ridistribuito nelle botti sottostanti.
    • Il fatto che vi sia aggiunta di mistelle o mosto cotto lo fanno rientrare tra i vini conciati
  • 19. Marsala (2)
    • Vitigni utilizzati Bianchi
      • Inzolia
      • Catarratto
      • Grillo
    • Vitigni utilizzati Rossi
      • Nerello Mascalese
      • Pignatello
      • Nero D’Avola
    • Tipologie
      • Secco zuccheri < 40 g/l
      • Semisecco zuccheri 40 - 100 g/l
      • Dolce zuccheri > 100 g/l
  • 20. Classificazione
    • Fine (affinamento anni 1)
    • Superiore ( anni 2)
    • Superiore Riserva ( anni 4)
    • Vergine Stravecchio o Riserva ( anni 10)
    • Particolarità
      • S.O.M. = Superior Oldo Marsala
      • G.D. = Superiore Garibaldi Dolce
      • L.P. = London Particular
      • I.P. = Italian Particular
    • Abbinamenti con ostriche, formaggi, dolci