• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Sardegna Lezione AIS Secondo livello
 

Sardegna Lezione AIS Secondo livello

on

  • 3,934 views

Lezione AIS Secondo Livello Sardegna

Lezione AIS Secondo Livello Sardegna

Statistics

Views

Total Views
3,934
Views on SlideShare
3,931
Embed Views
3

Actions

Likes
0
Downloads
256
Comments
0

2 Embeds 3

http://www.slideee.com 2
http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Sardegna Lezione AIS Secondo livello Sardegna Lezione AIS Secondo livello Presentation Transcript

    • SARDEGNA
    • AMBIENTE PEDOCLIMATICO
      • 50 % è granitico, poi calcareo e fascia costiera si con materiali sedimentari e depositi eolici.
      • Ha un susseguirsi irregolare di catene montuose ed altopiani
        • Ovest prevalgono le aree montuose
        • Est più collinare
      • Il fiume TIRSO che sfocia nel golfo di Oristano.
      • Piogge copiose in inverno, scarse nel periodo estivo
        • Estati : lunghe – calde – asciutte – ventilate
        • Inverni : brevi – piovosi – miti eccetto zone elevate
    • VITICULTURA
      • prevalente concentrazione in 2 zone:
        • Zona MERIDIONALE prov. di Cagliari e Oristano
        • Zona CENTRALE prov. di Olbia
        • Zona più a nord GALLURA
      • Età media dei vigneti abbastanza elevata, più sulle coste che entroterra
      • Più bianchi che rossi
      • Vini da dessert ottenuti da vitigni moscato e malvasia.
    • Cannonau
      • Origini spagnole (Garnacha in Spagna, Grenache in Francia, Chateneuf du Pape e Basso Rodano)
      • Nepente di Oliena – Jerzu - Capoferrato
      • Profumi intensi e vinosi, fruttati che ricordano prugne e more.
      • Buon invecchiamento, adatto ad abbinamenti con piatti di carni rosse speziati, brasati, stufato di agnello alle cipolle e finocchio, porceddu allo spiedo, pecorino sardo stagionato ed altri ancora.
    • Abbinamento ideale:
    • Altri autoctoni
      • Altri vitigni di origine spagnola Rossi sono
        • GIRO’ (mutazione dell’Alicante) da vini dolci
        • il CARIGNANO ( da Califura in Spagna)
      • Presenza di interessanti vini rosati
      • Vitigni Bianchi
        • Vermentino
        • Monica
        • Nuragus
        • Torbato (spumante metodo classico!)
        • Vernaccia Oristano
    • Carignano del Sulcis
      • Dal Carignan francese
      • Grande struttura e longevità
      • Acidità, corpo, fruttato e speziato, note animali
      • Viti a piede franco
      • Rocca Rubia e Terre Nere
      • Turriga Argiolas: Carignano Cannonau Bovale sardo
    • Vernaccia di Oristano
      • La VERNACCIA è il vitigno più importante per la qualità del prodotto ottenuto perché molto limitato ( circa 400 ettari ) nella zona di Oristano.
      • I vini che ne derivano ricordano lo Sherry Spagnolo e i vini di Jerez per la forte componente ossidativa con cui vengono elaborati.
      • Sapore ammandorlato
      • Attilio Contini
      • Abbinamenti con bottarga
    • Il Vermentino di Gallura
      • vini di buona struttura e personalità
      • Sentori vegetali che ci ricordano la macchia mediterranea con note di frutta matura a polpa bianca. morbidezza, acidità contenuta e persistenza gusto-olfattiva.
      • Finale ammandorlato
      • catalana di aragosta,
      • pecorino sardo fresco
      • maialino
    • Vini Dolci Sardi
      • MALVASIA di BOSA vino raro, affinamento minimo di 25 mesi.
        • Colore dorato con riflessi ambrati, profumi intensi, sentori di frutta matura, secca, noce e mandorla tostata, spezie.
        • In bocca vellutato, caldo, pieno.
        • Ottimo abbinamento con i classici dolcetti sardi.
        • Mondovino
      • Nasco: vendemmia tardiva da uve Nasco (nuscos = muschio) per i suoi particolari profumi di sottobosco
    • Dop e IGP
      • 3 FORMAGGI dop:
        • Fiore Sardo
        • Pecorino Romano
        • Pecorino Sardo
      • OLIO d’oliva DOP Sardegna
      • IGP: agnello di Sardegna
    • Prodotti tipici
      • Caprino
      • Liquore di Mirto
      • Pecorino Romano della Sardegna
      • Pane Carasau
      • Malloreddus e Sa Fregala (tipi di pasta)
      • Bottarga
    • Piatti Tipici
      • Cucina semplice, forte e schietta
      • piatti che durano nel tempo
        • Panadas (pasta sfoglia ripiena di verdure e anguille o carne)
        • Pane Guttiau (bruschetta di pane carasau
        • Pane Frattau (strati di pane carasau alternati a salsa di pomodoro e poi sopra uovo affogato)
        • Zuppa cuata o zuppa gallurese (zuppa di pane e formaggio)
        • Chjiusoni (gnocchi conditi con formaggio e miele)
    • Piatti Tipici (2)
      • Ciciones (gnocchi con zafferano nell’impasto)
      • Culunzones o Culurgiones (ravioli di ricotta e spinaci o bietola)
      • Puligioni (ravioli di sola ricotta)
      • Spaghetti alla bottarga
      • Agnello al finocchietto
      • Maiale al mirto
      • Cordula (spiedini di budelline di agnello da latte con alloro e ginepro)
      • Tatalleu (coratella d’agnello in forno e poi su spiedini)
    • Piatti Tipici (3)
      • Porceddu (maialino cotto intero allo spiedo)
      • Sa Burrida (zuppa di pesce)
      • S’saladura
        • coratella di maiale e sanguinacci con pere sottaceto e olive per contorno
      • Sa corda
        • intestino e le 4 parti dello stomaco della pecora, prima lessate e poi allo spiedo, arrosto o in umido con piselli o patate
      • Sa Mecca
        • muggine lessato e poi messo a asciugare su un letto di erba zibba, un’erba palustre, per più gg.
    • Piatti tipici (4)
      • Su Scabecciu
        • pesce fritto e poi “a scapece” ossia con salsa all’aceto
      • Pira in cuffettu
        • pere all’aceto per accompagnare piatti di interiora di maiale
    • Dolci
      • Acciuleddi
        • matassine dolci fritte e poi cosparse di miele
      • Amarettus
      • Cuciuleddi
        • dolce ripieno con scorze d’agrumi, miele e noci e mandorle
      • Papassinas
        • biscotti con noci e mandorle, uva passa, pinoli, arancia candita e poi glassati
      • Sa Sebada
        • dolce a strati con focaccine di pasta e di formaggio alternate e con sopra miele amaro
    • Dolci (2)
      • Sos Ruvioles
        • polpettine di formaggio e scorza di arancia fritte
      • Suspirus
        • biscotti soffici di farina di mandorle e albume d’uovo
      • Uggiadini
        • biscottini con grasso di maiale, scorza d’arancia e uva passa