Trieste, 01 giugno 2011Buongiorno,visto e considerato che la vicenda Coop. Primavera / Compagnia Portuale srl(Monfalcone) ...
abbiamo ad oggi avviato 96 squadre (circa 650 avviamenti a vuoto) in più con leconseguenze già note.Parlando di operativit...
Il perfezionamento della lettera d’intenti attraverso la proposta formale dellaCompagnia Portuale non prevedeva un numero ...
Da tener presente che attualmente il personale Primavera è in massima occupazionecon    una     media     genn-maggio     ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Buongiorno molo 7

577 views
485 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
577
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Buongiorno molo 7

  1. 1. Trieste, 01 giugno 2011Buongiorno,visto e considerato che la vicenda Coop. Primavera / Compagnia Portuale srl(Monfalcone) sta assumendo importanza nazionale , ritengo opportuno che i fattisiano raccontati ed esposti nella versione integrale e non arrangiata come a chi piùconviene.E’ opportuno informare che il sottoscritto, a giugno del 2010, riceveva mandato daivertici del gruppo per sviluppare un percorso con tanto di piano industriale volto allacostituzione, nel 2011, di una nuova realtà operativa che comprendesse anchel’accorpamento di altre realtà portuali; il punto stava nel traghettare la Primavera,già in grave situazione economica, oltre il 2010 per poi consolidarsi nel nuovoprogetto. Per fare ciò, in accordo con i Soci, si è deciso di rinunciare ad una parteconsistente dello stipendio (280.000 euro) che sommato ad un simbolico interventotariffario di T.M.T del secondo semestre ( 85.000 euro ) avrebbe dovuto portare afine anno la società in sostanziale pareggio , per cui pronta per la manovra. Ilprogetto alla fine non è mai decollato e probabilmente non lo si voleva mai fardecollare visto il temporeggiare per l’ok fino al definitivo no di fine aprile 2011.2010 e PrimaveraL’aumento del C.C.N.L. pari a circa 95.000 euro , il calo del traffico del 2° semestre(circa 85.000 euro di fatturato in meno), il calo di resa media del 10% che haprovocato l’avviamento di 153 squadre in più (circa 1000 avviamenti, ovvero circa180.000 euro di spesa a entrata zero con conseguente perdita di 1000 giornate dicassa integrazione), l’accumulo di ferie e la tariffa flat ampiamente insufficiente agarantire economicamente un attività super flessibile e con una distribuzione diorario che provoca una maggiorazione media del 28,36% sull’ora base ha provocatolo sbilancio a tutti noto.Attualmente, a maggio 2011, sono stati movimentati 88670 container con 982 maniordinate; media di 90,29 per mano contro i minimo 100 previsti normalmente estoricamente fatti sino ad un anno e mezzo fa. Con questa resa, rispetto ai 100container,
  2. 2. abbiamo ad oggi avviato 96 squadre (circa 650 avviamenti a vuoto) in più con leconseguenze già note.Parlando di operatività: 1179 ore totali di inoperosità nave al netto dei tempi dirizzaggio e derizzaggio nel 2010 (196 turni), 133 corrisposte (22 turni)!!!! (ritardinave, meteo, guasti, congestioni , sistema operativo,ecc….)Parlando di tariffe: il fatturato di Primavera al terminal container molo 7 (gestioneLuka Koper) nel 2004 con 116.000 movimenti , fu di euro 3.412.000, mobilitàincluse; il fatturato nel 2010 ( gestione TMT) generato con 180.000 movimenti è dieuro 2.609.000, mobilità incluse.Parlando di costi: nel 2004 un lavoratore della Primavera adibito al molo 7 costava23.000 euro/anno (DM 602/70 agevolazioni contributive per le coop. / non obbligodi applicazione CCNL) , oggi costa 40.000 .(legge 142/2001 contratti collettivi invigore per le cooperative dal 2007).Parlando di gestione: ridotti i costi di gestione dal 2007 al 2010 del 45% (visionarebilanci depositati), indennità Presidente-Vice Presidente- amministratori pari ad 1euro/mese a persona.Parlando di dedizione e collaborazione: dal 2005 a oggi sono state da noi “tagliate”14 squadre su 9894 ordinate ( di cui 8 negli ultimi tre mesi ) dallo start up di marzo2005 con resa 70, passando per i due anni di crisi mondiale con quattro giornateoperative su sette ( di cui 2 al sabato e la domenica ), arrivando a oggi con resa 90 instato di liquidazione.Tornando al discorso Compagnia / Primavera, la lettera d’intenti ALL 1 è stataredatta il giorno dopo l’assemblea di bilancio relativo all’esercizio 2010 (4 maggio2011) e non vi era qualsivoglia accordo precedente nonostante la situazionesocietaria fosse ben nota anche ai 2 amministratori del gruppo all’interno del CDA diPrimavera; da giugno 2010 a maggio 2011 sono stati fatti 16 consigli diamministrazione e 6 assemblee sociali.
  3. 3. Il perfezionamento della lettera d’intenti attraverso la proposta formale dellaCompagnia Portuale non prevedeva un numero precisato di lavoratori, sanciva ilrecupero turni indiscriminato e un contratto di solidarietà, non prevedeva una cifracerta per l’affitto (letteralmente e giuridicamente solidarietà significa un’altracosa), massima flessibilità non c’erano garanzie scritte per i rimanenti lavoratorivittima della selezione arbitraria del personale.La nostra risposta in ALL. 2, seppur positiva, manifestasse alcune perplessità agaranzia dei lavoratori e della Primavera stessa; rilevo che la cosi detta “ prontointervento” è un valore aggiunto all’impresa e non un vero e proprio ramoproduttivo poiché genera un fatturato che oscilla dai 450 ai 500 mila euro annui. dicui gran parte generato dalle prestazioni di tutto il personale operativo diPrimavera. Rimanendo per cui a se stante con 16 unità o più, residue da un’accurataselezione della Compagnia, porterebbe all’immediato fallimento della Primavera inparte dovuto alla non copertura dei costi del lavoro per 16 o più unità, alla noncopertura dei costi di gestione e alla probabile perdita della clientela per mancanzadi personale polivalente; ovviamente se chiude Primavera , cessa anche il ramo inaffitto alla Compagnia.La risposta della Compagnia in ALL. 3 oltre a chiedere dati e informazioni sulpersonale (costi aziendali, abilitazioni, livelli, ecc.) , che prontamente abbiamoinoltrato, risulta una volta in più essere vaga, imprecisa e per certi versi fuori luogo;innanzi tutto le unità impiegate al terminal Samer erano 13 e non 15, 9 delle quali enon 8 sono passate all’Idealservice. Per quanto riguarda l’evidente raffronto conKoper, mi sembra pacifico che la nostra impresa è iscritta ai registri italiani epertanto applica le leggi in vigore in Italia; salvo che la Compagnia portuale siaiscritta altrove, presumo debba applicare le nostre stesse condizioni. Il differenzialedi 15000 euro a persona esisterà comunque, salvo disapplicazioni delle norme.Alla nostra domanda:- “ Se noi riuscissimo a indirizzare la clientela Primavera extraTMT (fatturato di circa 500.000 euro) a operare con la Compagnia Portuale, sarestedisposti a integrare tutto il personale?”
  4. 4. Da tener presente che attualmente il personale Primavera è in massima occupazionecon una media genn-maggio di 29 avviamenti/persona.( traTMT,GMT,DISTRIPARK,ROMANI, ECC….)La risposta informalmente positiva da parte di chi rappresentava la Compagnia ci hapoi indotto a scrivere una mail , ALL 4 , ai clienti Primavera ricevendo le rispostecome in ALL. 5, 6, 7, 8.La risposta informale di un rappresentante della Compagnia, una volta informato delrisultato recitava:- “ Mi dispiace ma non ci interessa più operare con altri clienti al difuori di TMT”!!!!!Il fatto viene poi formalizzato nella lettera finale come in ALL. 9 (2° capoverso)presentata in assemblea il giorno 20 maggio , in cui nuovamente non esiste una cifraprecisa per l’affitto, non esiste un numero preciso di personale interessato masoprattutto non esiste garanzia né per chi sarebbe rimasto nella società né per lasocietà stessa per i motivi già descritti.Il documento redatto in prefettura la sera stessa, poi rifiutato dall’assemblea, fissavaalcuni criteri ma non dava soluzioni immediate né per le persone né per la societàoltre ad essere viziato dalla mancanza della firma di un rappresentante dellaCompagnia Portuale ovviamente non presente all’incontro.Spero di aver fatto chiarezza sulle vicende augurandomi che in futuro chi descrive ifatti non dimentichi pezzi per strada.L’ex Presidente e socio fondatore ( ora liquidatore )

×