BLU_QWERTY 1

299 views

Published on

Alfabetizzazione informatica

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
299
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

BLU_QWERTY 1

  1. 1. Corso di Alfabetizzazione Informatica Concetti Generali Architettura dei Calcolatori Salute e Sicurezza Autore di questo modulo: David Giuseppe david@eco.unibs.itQuesto materiale è stato realizzato nellambito del “Corso di Alfabetizzazione Informatica” tenuto dalla Facoltà di Economia dellUniversità di Brescia. Lautore del presente documento intende il suo uso e la sua diffusione ai sensi della licenza GPL della GNU ( http://www.gnu.org/copyleft/gpl.html). Docenti: David Giuseppe david@eco.unibs.it ing. Pedretti Fabio pedretti@eco.unibs.it   
  2. 2. Architettura di un Calcolatore ● E’ molto difficile darne la chiaramente la definizione, un calcolatore può essere: – piccolo calcolatore portatile – calcolatore multiutente – cellulare di terza generazione e palmari – lavatrice – ecc…   
  3. 3. Di cosa si compone un calcolatore ● Hardware – i circuiti, i dispositivi e le macchine ● Software – i programmi in generale che vengono eseguiti dal sistema ● Firmware – microprogrammi scritti su memorie pre- programmate per realizzare una ben specifica funzionalità   
  4. 4. Hardware ● E la parte fisica del computer ovvero ciò che materialmente lo compone: – Microprocessore – RAM – Schede varie (grafiche, di rete, ecc...) – Hard disk – Alimentatori elettrici, cavi, ecc... – Periferiche   
  5. 5. Le Periferiche ● INPUT (sono le periferiche attraverso le quali noi comunichiamo con il computer) – Tastiera, Mouse, Microfono, Joystick … ● OUTPUT (sono le periferiche attraverso le quali il computer comunica con noi) – Monitor, Stampante, Casse, Cuffie ... ● INPUT/OUTPUT (sono le periferiche che permetto uno scambio di informazioni tra noi e il calcolatore) – Memorie di massa, Cellulari, Chiavi USB,  lettori MP3 …  
  6. 6. Software ● Il termine software (usato in ambito informatico) indica un programma o linsieme di essi in grado di funzionare su un elaboratore ● Allinterno del software si possono distinguere tre grandi categorie: – i sistemi operativi – i driver – i programmi applicativi (cioè tutti quei software che vengono utilizzati per il lavoro quotidiano: dai programmi per lufficio, ai videogiochi)   
  7. 7. Concetti sulle Reti Informatiche ● Lo scopo principale di una rete di calcolatori è la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) ● In altre parole è un sistema che fornisce servizi relativi al trasferimento di informazioni ad una popolazione di utenti distribuiti geograficamente   
  8. 8. Tipi di Reti ● A seconda dellestensione geografica, si distinguono diversi tipi di reti: – Rete personale o PAN (Personal Area Network) se la rete si estende intorno allutilizzatore con una estensione di alcuni metri – Rete locale o LAN (Local Area Network) se la rete si estende allinterno di un edificio o di un comprensorio, con una estensione entro alcuni chilometri – Rete senza fili o WLAN (Wireless Local Area Network), se la rete locale è basata su una tecnologia in radio frequenza (RF), permettendo la mobilità allinterno dellarea di copertura, solitamente intorno al centinaio di metri allaperto   
  9. 9. Tipi di Reti – Rete metropolitana o MAN (Metropolitan Area Network) se la rete si estende allinterno di una città – Rete geografica o WAN (Wide Area Network) se la rete si estende oltre i limiti indicati precedentemente – Talvolta si parla anche di CAN (Campus Area Network), intendendo la rete interna ad un campus universitario, o comunque ad un insieme di edifici adiacenti, separati tipicamente da terreno di proprietà dello stesso ente, che possono essere collegati con cavi propri senza far ricorso ai servizi di operatori di TLC. Tale condizione facilita la realizzazione di una rete di interconnessione ad alte prestazioni ed a costi contenuti   
  10. 10. Local Area Network● LAN è lacronimo per il termine inglese Local Area Network, in italiano rete locale● Identifica una rete costituita da computer collegati tra loro (comprese le interconnessioni e le periferiche condivise) allinterno di un ambito fisico delimitato (ad esempio in una stanza o in un edificio, o anche in più edifici vicini tra di loro) che non superi la distanza di qualche chilometro● Le LAN hanno dimensioni contenute, il che favorisce il tempo di trasmissione, che è noto. Le LAN tradizionali lavorano tra 10 Mbps e 1000 Mbps, hanno bassi ritardi e pochissimi errori   
  11. 11. Caratteristiche ● Esistono diversi tipi di reti di computer in grado di soddisfare le esigenze di uffici o aziende di piccola, media, grossa dimensione. Una rete è caratterizzata da tre elementi fondamentali: – sicurezza: ● Assicurare la destinazione corretta del flusso di dati ed evitarne lintercettazione ● Garantire un rischio di guasto bassissimo – prestazione: ● Velocità di trasmissione dei dati nella rete – fattibilità ● Facile costruzione della rete in base al luogo e ai materiali   
  12. 12. Intranet ● Il termine intranet identifica una rete locale (LAN), o un raggruppamento di reti locali, usata allinterno di una organizzazione per facilitare la comunicazione e laccesso allinformazione, che può essere ad accesso ristretto. A volte il termine è riferito solo al servizio più visibile, il sito web interno ● Concettualmente possiamo ipotizzare di vedere diverse sedi dove sono presenti delle LAN connesse tra loro attraverso Internet, MAN o WAN ● Il gruppo di LAN che condivide le risorse disponibili nelle varie sedi, dislocate anche a molti chilometri di distanza tra loro, viene definita Intranet   
  13. 13. Internet ● Internet (composto del latino inter, "fra" e dellinglese net, "rete") è percepita come la più grande rete telematica mondiale, e collega alcune centinaia di milioni di elaboratori per suo mezzo interconnessi. In realtà è nata nelle intenzioni dei suoi inventori come "la" rete delle reti. Nellarco di alcuni decenni è oggi divenuta la rete globale ● Nata negli anni Sessanta come progetto del Dipartimento della Difesa statunitense per lo sviluppo di una rete telematica decentrata, alla fine della guerra fredda, è stata messa a disposizione di impieghi civili allinizio degli anni Novanta, collegando dapprima i principali centri universitari e  raggiungendo poi, in modo ampio, lutenza casalinga  
  14. 14. Internet ● Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo ● Ogni dispositivo connesso direttamente ad Internet si chiama host o end system mentre la struttura che collega i vari host si chiama link di comunicazione ● Da qualche anno è ormai possibile collegarsi a questa grande rete da dispositivi mobili come un palmare o da un telefono cellulare. In breve dovrebbe essere possibile per uno di questi dispositivi non solo accedere ad Internet, ma anche subire laccesso da parte di altri host in Internet   
  15. 15. Salute e Sicurezza: lo Schermo ● I caratteri sullo schermo devono avere una buona definizione e una forma chiara, una grandezza sufficiente e vi deve essere uno spazio adeguato tra i caratteri e le linee; l’immagine sullo schermo deve essere stabile; la luminosità ed il contrasto tra i caratteri devono poter essere facilmente regolabili da parte dell’utilizzatore del Video Terminale (VDT). Lo schermo deve essere orientabile ed inclinabile liberamente. Lo schermo del video deve essere posizionato sul tavolo di lavoro di fronte, ad una distanza dagli occhi pari a 50:70 cm, in modo tale che il margine superiore non si trovi ad un livello più elevato dellocchio dellutilizzatore, al fine di non causare indebiti movimenti di estensione o  compressione del collo  
  16. 16. Salute e Sicurezza: la Tastiera ● La tastiera deve essere tale da favorire una posizione delle mani e delle braccia che non affatichi loperatore. A tal fine la tastiera deve essere indipendente dagli altri componenti, essere inclinabile rispetto al piano di lavoro, consentire posizioni intermedie, possedere un bordo anteriore sottile al fine di permettere un corretto appoggio del polso sul tavolo, possedere una superficie opaca al fine di evitare possibili riflessi, fastidiosi per l’operatore. Deve essere posizionata frontalmente al video ad una distanza dal bordo della scrivania (10:15cm) tale da consentire un comodo appoggio degli avambracci, al fine di alleggerire la tensione dei muscoli del collo e delle spalle   
  17. 17. Salute e Sicurezza: Piano e Sedile di Lavoro ● Il piano di lavoro deve avere una superficie poco riflettente, essere di dimensioni sufficienti e permettere una disposizione flessibile dello schermo, della tastiera, dei documenti e del materiale accessorio; deve possedere una profondità tale da assicurare una corretta distanza visiva dallo schermo (50:70 cm), essere stabile e di altezza, fissa o regolabile, indicativamente fra 70 e 80 cm, avere uno spazio idoneo per il comodo alloggiamento e la movimentazione degli arti inferiori e per infilarvi il sedile. Il sedile di lavoro deve essere girevole, dotato di basamento stabile o a cinque punti di appoggio, permettere all’utilizzatore una certa libertà di movimento ed una posizione comoda   
  18. 18. Salute e Sicurezza: Piano e Sedile di Lavoro ● Il sedile deve poter essere regolabile in altezza e deve possedere uno schienale regolabile in altezza e facilmente inclinabile, al fine di garantire un buon appoggio dei piedi a terra ed il sostegno della zona lombare. Un poggia piedi potrà essere messo a disposizione di coloro che lo desiderino. L’impiego del poggia piedi risulta necessario allo scopo di alleggerire la compressione del bordo della sedia sulla superficie posteriore delle cosce, quando l’operatore è di statura inferiore alla media e utilizza una sedia non regolabile in altezza   
  19. 19. Salute e Sicurezza: Ergonomia e Regolazione della Postazione ● Tronco: Regolare lo schienale della sedia a 90°-110° e posizionarlo in altezza in modo tale da sostenere lintera zona lombare. Il supporto lombare va regolato a giro vita ed ovviamente la schiena deve essere mantenuta costantemente appoggiata allo schienale ● Gambe: Le gambe vanno tenute piegate a 90° regolando laltezza del sedile. I piedi devono poggiare comodamente a terra ed ove necessario su apposito poggiapiedi   
  20. 20. Salute e Sicurezza: Ergonomia e Regolazione della Postazione ● Avambracci: Appoggiare gli avambracci nello spazio che deve rimanere libero tra la tastiera e il bordo tavolo (15 cm) ● Occhi: Orientare il monitor in modo tale da eliminare i riflessi sullo schermo ed avere una distanza occhi-monitor di 500-700mm   

×