PRESENTAZIONE              SEZIONE SCIENTIFICA                      SPELEOLOGIA                                           ...
Premessa              Aspettatevi tanto e di più   da questo elaborato multimediale in Power Point.Noi alunni delle classi...
Gli Alunni•   Augello Adriana Pia                     •   Auritano Andrea•   Barbano Federico              della     •   B...
Le Insegnanti Immacolata Canistro Maria Addolorata Placentino Daniela Russo                   IL DIRIGENTE             ...
PRESENTANO
PROGETTO SCOLASTICO           Educare alla legalità     e alla convivenza democraticaConoscere ed amare il proprio territori
   Il progetto promuove una lettura attenta del territorio e    dell’ambiente in cui vivono i bambini.   S’inserisce in ...
   Attraverso la promozione di contenuti ecologici e    percorsi didattici, si fa una costante attenzione a    stimolare ...
Obiettivi e contenuti• Offrire un percorso tecnico/ludico agli alunni per  approfondire la conoscenza del proprio territor...
• Conoscere regole di comportamento legate  all’ambiente con particolare attenzione  all’aspetto socializzante, all’integr...
• Conoscere le caratteristiche di un territorio carsico.• Conoscere il mondo sotterraneo delle grotte.• Comprendere il pro...
Modalità organizzative   Incontri tra docenti ed accompagnatori dello    “Speleo Club Sperone” di San Giovanni Rotondo. ...
   Esecuzione di semplici esperimenti.   Consultazione di idonei materiali divulgativi.   Attuazione delle visite guida...
Uscite didattico-educative Le visite didattico-educative sono legate alle tematiche  affrontate nel progetto e nel currico...
Verifiche  Le     verifiche      hanno      carattere   di  gradualità, flessibilità e sistematicità: questionari test ...
Elaborato finaleViene prodotto, durante le ore ditecnologia informatica un elaboratomultimediale in Power Point chepossa a...
Tempi   I tempi di attuazione    avvengono con interventi    programmati nel corso    dell’anno scolastico.
Gli Alunni•   Augello Adriana Pia                     •   Auritano Andrea•   Barbano Federico              della     •   B...
Le Insegnanti Immacolata Canistro Maria Addolorata Placentino Daniela Russo                   IL DIRIGENTE             ...
Il nostro interesse per l’argomento svolto     è stato grandissimo, la curiosità… infinita,le competenze informatiche ragg...
Il CarsismoLe meraviglie dell’acqua
Il Carsismo     Benvenuti a bordo per la navigazione    di queste pagine dedicate al Carsismo.          Questo breve viagg...
Il territorio carsico Osserviamo attentamente       queste immagini   del territorio garganico.      Possiamo vedere, inna...
Il territorio carsico                      Queste rocce sono dette                     calcaree, cioè costituite in       ...
Il territorio carsicoInoltre, possiamo notare che     non ci sono acque di   scorrimento superficiali  (fiumi, torrenti…),...
Il territorio carsicoNoi viviamo nella zona    garganica che ha          queste caratteristiche, quindi  siamo in una zona...
FORME EPIGEE         Valli carsiche                                      Doline                              Inghiottitoio...
GLOSSARIO• Anidride carbonica= composto chimico inodore in  forma gassosa, costituito da un atomo di carbonio e due  di os...
GLOSSARIO• Concrezione= parte di roccia formata per deposito  progressivo di minerali a causa del gocciolamento  dell’acqu...
La parola ”Carsismo”indica lattività chimica esercitata dallacqua piovana,            soprattutto sulle rocce calcaree.
Il termine derivadal nome della Regione   dove inizialmente   questo fenomeno   è stato studiato,  il Carso Triestino, zon...
L’acqua,    scorrendo sulla superficie del suolo,     si arricchisce di anidride carbonica,    dissolve la superficie di a...
L’azione dell’acqua sulla roccia siesercita attraverso due fasi chepossono alternarsi allinfinito. La fase dissolutiva è ...
Lazione corrosiva dell’acqua sulla roccia dipende da:• la natura della roccia stessa;• la temperatura media stagionale;• l...
Le varie espressioni del Carsismo si  distinguono principalmente per il  tipo di substrato roccioso sul  quale avvengono.I...
Forme del Carsismo superficiale (epigeo)Le forme del Carsismo superficiale vengono classificate            in microforme e...
Le macroforme sono rappresentate da:doline, polje, puli, inghiottitoi,grave a pozzo e valli carsiche.Tra i polje è noto il...
Forme del Carsismo sotterraneo (ipogeo)Le forme del Carsismo ipogeo sono:• le Grotte e i cunicoli;• le risorgive carsiche,...
Le stalattiti sono le concrezioni calcaree cheChe cosa sono                   pendono dalla volta delle Grotte, mentre le ...
La Grotta è qualsiasi tipo di vuoto sotterraneo, sianaturale sia artificiale ovvero una cavità più o menoestesa del terren...
GROTTE CALCAREE                       La maggior parte delle                          Grotte è scavata in                 ...
LE GROTTE SI FORMANO SOLO   NELLE ROCCE CALCAREE ?Le Grotte si formano in tutte le rocce solubili in acqua:sale, gesso e g...
GROTTE NEL SALELe Grotte nel sale sonorare        perché        lasolubilità del sale è cosìalta che gli affioramenti diqu...
LE GROTTE NEL GESSOLa solubilità del gesso è intermedia fra quella dellaroccia calcarea e quella del sale e da origine adi...
In Italia, nella zona dellEmilia-Romagna,vi sono alcune delle più importanti (e lepiù profonde) cavità mondiali in questar...
LE GROTTE NEL GHIACCIOLa roccia di ghiaccio è la più solubile, perciò tende adessere asportata più rapidamente, ma se ne r...
Quasi tutte le rocce      sono un pochino solubili.Si possono formare grotte anche in         montagne costituite    di ro...
Il Promontorio del Gargano raggiunge intaluni settori anche oltre 1000 metri di quotaed è caratterizzato da una fitta alte...
Se entriamo nelle Grotte cipossiamo rendere conto chela natura è una vera e propriaartista.Le Grotte, infatti, sono opered...
Lambiente       dellaGrotta è un luogocome tutti gli altri ebisogna rispettarlo,evitando di sporcarlo.Se lo rispettiamo,mo...
Dolina          è una parola di origine slovena                che significa valle.• Dato che linteresse per i fenomeni ca...
Una Dolina, in altre parole, è una conca chiusa simile a un   cratere, un bacino che si riempirebbe dacqua originando un  ...
Il Gargano  contiene più di 4000 Doline di natura carsica,  soprattutto nella zona centrale ed occidentale   ed interessan...
Dolina di Monte Calvo
La Dolina Pozzatina,          profonda oltre 100 metri      per un perimetro di 1850 metri,fornisce una delle più vistose ...
Il polje carsico è una vastadolina di crollo formatasi pereffetto    di    erosione    ecorrosione durante un tempolunghis...
Di norma vi scorre un fiume cheperiodicamente si ingrossa fino adallagare tutta la vallata per poidefluire a fine stagione...
Alle volte il terreno, visto il perdurare dellacqua insuperficie, viene detto anche lago carsico o lago ascomparsa.Il polj...
FINE
 I “valloni” indicano una serie di gole rocciose che si sono originate in coincidenza di fratture di origine tettonica e ...
Cosa è la GRAVINA?
• La Gravina è una tipica morfologia carsica della  Murgia.• Le Gravine sono incisioni erosive profonde anche  più di 100 ...
Fine
   Foiba è il termine con cui, in Venezia Giulia, si    indicano gli inghiottitoi carsici (o caverne    verticali o pozzi...
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Presentazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Presentazione

608

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
608
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione

  1. 1. PRESENTAZIONE SEZIONE SCIENTIFICA SPELEOLOGIA • STUDIOSI DELLE GROTTE• PREMESSA • INTRODUZIONE al CARSISMO• PROGETTO • DEFINIZIONE di CARSISMO • ATTREZZATURE• CREDIT • DEFINIZIONE FENOMENI CARSICI:• SITOGRAFIA - GROTTA • SPELEOCLUB “SPERONE” SEZIONE ANTROPOLOGICA - DOLINA - POLJE SEZIONE PERSONALE• UOMO-GROTTA - VALLONE• GROTTE FANTASTICHE - GRAVINA Elaborati personali• FOIBE - FOIBA• NECROPOLI • SPELEOFLORA 18 Ott 2011• SAN GIOVANNI ROTONDO • SPELEOFAUNA Foto: Grotta Montenero• ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO • KIRO IL PIPISTRELLO Dolina PozzatinaGROTTE FENOMENI CARSICI SUL GARGANO TERRITORIO FENOMENI CARSICI ITALIANI 16-17 Dic 2011 Presentazione del Progetto • MONTENERO • PAGLICCI 12 Dic 2011 GROTTE • SAN MICHELE Museo delle Scienze di Foggia • CASTELLANA • SCALORIA • LAMALUNGA • MARINE • ZINZULUSA 26 Mar 2012 • ALTRE • LEUCA Castello di ManfredoniaDOLINE • PERTOSA • POZZATINA • AZZURRA • CENTOPOZZI • SMERALDO • PASTENA FENOMENI CARSICI STRANIERIPOLJE del GARGANO • FRASASSI • GIGANTE GROTTE • B. CENCI • POSTUMIAGRAVE • VARONE & VILLANUOVA • CAMPOLATO • MONTE GENEROSO • SKOCJAN • SAN LEONARDO • ISPINIGOLI • LOURDES • ALTRE • NETTUNO • LESCAUX GRAVEVALLONI del GARGANO • VESALO • WERFEN (ghiacciate) GRAVINA • WIELICZKAEREMI di PULSANO • PUGLIA
  2. 2. Premessa Aspettatevi tanto e di più da questo elaborato multimediale in Power Point.Noi alunni delle classi IV E-F ci siamo impegnati molto nelle ore curricolari ed extracurricolari per portare a termine questo nostro progetto scolastico. Le nostre insegnanti ci hanno guidato con cura nella ricerca degli argomenti programmati, ci hanno aiutato a selezionare i contenuti e ad assemblare le nostre originali presentazioni.I lavori originali sono visibili in una sezione dedicata.
  3. 3. Gli Alunni• Augello Adriana Pia • Auritano Andrea• Barbano Federico della • Basta Maria Chiara• Cascavilla Angela • Canistro Davide•• Crisetti Alessandra Cusenza Alessandra Pia IV E-F • • Cascavilla Samuele Cassano Chiara Pia• Cusenza Francesca • De Padova Benito• De Bonis Leonardo • Dragone Chiara Costantina• Di Biase Andrea • Gatta Luigi• Ercolino Simone • Giannatempo Carlo• Fini Antonio Francesco Pio • Giuliani Concetta Paola• Fini Salvatore Pio • Impagliatelli Michele• Germano Marco Pio • Lops Matteo• Gorgoglione Giulia • Lops Michele• Impagliatelli Cecilia • Mangiacotti Daniela• Lauriola Francesco Pio • Martino Francesca• Lecce Myriam Pia • Nardella Giuseppe• Natale Simone Pio • Notarangelo Andrea Pio• Placentino Michele • Pagano Martina Pia• Pompilio Pasquale Pio • Pompilio Davide• Ritrovato Simone • Ricci Sara Pia• Santoro Maria Pia • Rinaldi Federico• Scarale Angelica • Rinaldi Michele• Squarcella Michele • Ripoli Maria Bernadette• Taronno Paola • Saracino Nazario• Tricarico Antonio Giulio Pio • Savino Pietro• Viscio Donato Pio • Villani Celeste Pia
  4. 4. Le Insegnanti Immacolata Canistro Maria Addolorata Placentino Daniela Russo IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. RICCARDO ABRUZZESE
  5. 5. PRESENTANO
  6. 6. PROGETTO SCOLASTICO Educare alla legalità e alla convivenza democraticaConoscere ed amare il proprio territori
  7. 7.  Il progetto promuove una lettura attenta del territorio e dell’ambiente in cui vivono i bambini. S’inserisce in un percorso didattico curriculare ed extracurriculare relativo allo studio del carsismo e del nostro territorio; mira ad illustrare e far conoscere le ricchezze storiche e ambientali del Gargano.
  8. 8.  Attraverso la promozione di contenuti ecologici e percorsi didattici, si fa una costante attenzione a stimolare la curiosità degli alunni ed a favorire un approccio di tipo pratico che preveda in primo luogo esperienze dirette e concrete. Il contatto diretto con il territorio, attraverso le visite guidate, getta le basi non solo per l’acquisizione di conoscenze e competenze, ma anche di motivazioni indirizzate alla cura e al rispetto ambientale che andranno, nel tempo, coltivate e approfondite.
  9. 9. Obiettivi e contenuti• Offrire un percorso tecnico/ludico agli alunni per approfondire la conoscenza del proprio territorio e favorirne l’apprezzamento ed il rispetto.
  10. 10. • Conoscere regole di comportamento legate all’ambiente con particolare attenzione all’aspetto socializzante, all’integrazione e al rispetto per i compagni.
  11. 11. • Conoscere le caratteristiche di un territorio carsico.• Conoscere il mondo sotterraneo delle grotte.• Comprendere il processo di formazione delle grotte.• Approfondire la conoscenza di strumenti e semplici tecniche per la discesa in grotta.• Conoscere l’aspetto storico-geografico del proprio territorio.
  12. 12. Modalità organizzative Incontri tra docenti ed accompagnatori dello “Speleo Club Sperone” di San Giovanni Rotondo. Definizione di attività e mete per le escursioni. Svolgimento di incontri formativi con interventi degli esperti in classe. Proiezione di diapositive su argomenti inerenti il carsismo, e la salvaguardia delle aree carsiche.
  13. 13.  Esecuzione di semplici esperimenti. Consultazione di idonei materiali divulgativi. Attuazione delle visite guidate ai fenomeni carsici del Gargano. Visione, in classe, dei reperti museali dello Speleo Club.
  14. 14. Uscite didattico-educative Le visite didattico-educative sono legate alle tematiche affrontate nel progetto e nel curricolo: Uscite sul territorio Grotta di Montenero e Dolina Pozzatina Castello di Manfredonia Museo Interattivo delle Scienze “Via Futura” di Foggia
  15. 15. Verifiche Le verifiche hanno carattere di gradualità, flessibilità e sistematicità: questionari test dialoghi verbalizzazioni realizzazioni grafiche.
  16. 16. Elaborato finaleViene prodotto, durante le ore ditecnologia informatica un elaboratomultimediale in Power Point chepossa affiancarsi come stimolo ocome sintesi dei concetti appresi.
  17. 17. Tempi I tempi di attuazione avvengono con interventi programmati nel corso dell’anno scolastico.
  18. 18. Gli Alunni• Augello Adriana Pia • Auritano Andrea• Barbano Federico della • Basta Maria Chiara• Cascavilla Angela • Canistro Davide•• Crisetti Alessandra Cusenza Alessandra Pia IV E-F • • Cascavilla Samuele Cassano Chiara Pia• Cusenza Francesca • De Padova Benito• De Bonis Leonardo • Dragone Chiara Costantina• Di Biase Andrea • Gatta Luigi• Ercolino Simone • Giannatempo Carlo• Fini Antonio Francesco Pio • Giuliani Concetta Paola• Fini Salvatore Pio • Impagliatelli Michele• Germano Marco Pio • Lops Matteo• Gorgoglione Giulia • Lops Michele• Impagliatelli Cecilia • Mangiacotti Daniela• Lauriola Francesco Pio • Martino Francesca• Lecce Myriam Pia • Nardella Giuseppe• Natale Simone Pio • Notarangelo Andrea Pio• Placentino Michele • Pagano Martina Pia• Pompilio Pasquale Pio • Pompilio Davide• Ritrovato Simone • Ricci Sara Pia• Santoro Maria Pia • Rinaldi Federico• Scarale Angelica • Rinaldi Michele• Squarcella Michele • Ripoli Maria Bernadette• Taronno Paola • Saracino Nazario• Tricarico Antonio Giulio Pio • Savino Pietro• Viscio Donato Pio • Villani Celeste Pia
  19. 19. Le Insegnanti Immacolata Canistro Maria Addolorata Placentino Daniela Russo IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. RICCARDO ABRUZZESE
  20. 20. Il nostro interesse per l’argomento svolto è stato grandissimo, la curiosità… infinita,le competenze informatiche raggiunte… formidabili. Immaginate la quantità di siti visitati da ognuno di noi! Elencarli tutti sarebbe impossibile.Scusateci, perciò, se manca uno spazio dedicato alla sitografia. Capirete tutti certamente la difficoltà!
  21. 21. Il CarsismoLe meraviglie dell’acqua
  22. 22. Il Carsismo Benvenuti a bordo per la navigazione di queste pagine dedicate al Carsismo. Questo breve viaggio virtuale nel Mondo delle Meraviglie dell’acqua,ci guida a conoscere e amare il nostro territorio, vicino e lontano. Un particolare sguardo è rivolto al fantastico mondo sotterraneo e alle splendide creazioni dell’acqua.
  23. 23. Il territorio carsico Osserviamo attentamente queste immagini del territorio garganico. Possiamo vedere, innanzitutto, che le rocce affioranti nel terreno,utilizzate in questa zona per la costruzione dei muri a secco, sono bucherellate:presentano, infatti, buchi di varie dimensioni, segnodell’erosione del calcare da Pietre bucherellate parte dell’acqua.
  24. 24. Il territorio carsico Queste rocce sono dette calcaree, cioè costituite in prevalenza da un composto chimico detto carbonato di calcio che le rende facilmente erodibili. Hanno generalmente un colore biancastro.Pietre garganiche
  25. 25. Il territorio carsicoInoltre, possiamo notare che non ci sono acque di scorrimento superficiali (fiumi, torrenti…), poiché l’acqua piovana penetra nelle fessure della roccia e scompare nel sottosuolo formando le grotte. Ci troviamo in un territorio carsico. Territorio garganico
  26. 26. Il territorio carsicoNoi viviamo nella zona garganica che ha queste caratteristiche, quindi siamo in una zona carsica. Territorio garganico
  27. 27. FORME EPIGEE Valli carsiche Doline Inghiottitoio Grotta Risorgiva o fontanile FORME IPOGEEECOLOGIA-INQUINAMENTOIn questa foto notiamo come l’uomo riprende dai pozzi artesiani l’acqua che,egli stesso, ha contribuito ad inquinare.
  28. 28. GLOSSARIO• Anidride carbonica= composto chimico inodore in forma gassosa, costituito da un atomo di carbonio e due di ossigeno.• Bicarbonato di calcio= composto chimico della famiglia dei sali, costituito da calcio, idrogeno, carbonio e ossigeno; in grotta si trova disciolto nell’acqua, come risultato dell’azione aggressiva dell’acqua e dell’anidride carbonica sul carbonato di calcio.• Calcare= roccia sedimentaria costituita in prevalenza da carbonato di calcio.• Carbonato di calcio= composto chimico della famiglia dei sali costituito da calcio, carbonio e ossigeno.• Carsismo= insieme di processi di corrosione chimica provocati dall’acqua su rocce solubili.
  29. 29. GLOSSARIO• Concrezione= parte di roccia formata per deposito progressivo di minerali a causa del gocciolamento dell’acqua; le concrezioni possono assumere diverse forme: stalattiti, stalagmiti, colonne, vele, colate…• Dolina, pulo, polje= formazione carsica macroscopica epigea.• Fontanile, risorgiva= ruscello sotterraneo che ritorna in superficie.• Grotta, caverna, spelonca= qualsiasi tipo di vuoto sotterraneo più o meno esteso, sia naturale sia artificiale.• Speleologo= colui che esplora e studia le caverne.• Valle carsica, vallone, canyon, gravina= gola originatasi a causa dellazione erosiva millenaria delle precipitazioni sulle tenere rocce calcaree.• Voragine, grava, inghiottitoio, foiba= fossa, caverna verticale, ampia e profonda.
  30. 30. La parola ”Carsismo”indica lattività chimica esercitata dallacqua piovana, soprattutto sulle rocce calcaree.
  31. 31. Il termine derivadal nome della Regione dove inizialmente questo fenomeno è stato studiato, il Carso Triestino, zona che si estende dal Golfo di Trieste fino alla valle del fiume Vipacco in Slovenia e dal fiume Isonzo fino alla sorgentedel torrente Rosandra.
  32. 32. L’acqua, scorrendo sulla superficie del suolo, si arricchisce di anidride carbonica, dissolve la superficie di alcuni tipi di roccia e penetra in profondità,dando luogo a formazioni caratteristiche sia nellambiente esterno (epigee) che nel sottosuolo (ipogei).
  33. 33. L’azione dell’acqua sulla roccia siesercita attraverso due fasi chepossono alternarsi allinfinito. La fase dissolutiva è operata dallo scorrimento superficiale di precipitazioni, rese acide dallanidride carbonica presente nellatmosfera. La fase costruttiva avviene quando lacqua sotterranea, evaporando, fa precipitare il carbonato di calcio insolubile, in modo da formare le diverse concrezioni come le stalattiti o le stalagmiti a seconda che lacqua evapori prima di gocciolare sul suolo oppure dopo.
  34. 34. Lazione corrosiva dell’acqua sulla roccia dipende da:• la natura della roccia stessa;• la temperatura media stagionale;• la quantità di precipitazioni.
  35. 35. Le varie espressioni del Carsismo si distinguono principalmente per il tipo di substrato roccioso sul quale avvengono.In Italia si conoscono principalmente le forme di Carsismo su rocce a matrice calcarea e dolomitica, ma altrove esso si manifesta anche in rocce sedimentarie costituite da sale e da gesso.Da recenti studi si è scoperta una particolare forma di attività carsica persino in alcune rocce vulcaniche e nel ghiaccio.
  36. 36. Forme del Carsismo superficiale (epigeo)Le forme del Carsismo superficiale vengono classificate in microforme e macroforme.Tra le microforme si annoverano:le scannellature, i campi solcati o carreggiati, le vaschette dicorrosione, i fori di dissoluzione e gli alveoli.Campo carreggiato Stagno carsico Vaschette di corrosione
  37. 37. Le macroforme sono rappresentate da:doline, polje, puli, inghiottitoi,grave a pozzo e valli carsiche.Tra i polje è noto il Cerkniško jezero in Slovenia, che da quasidue secoli viene studiato da scienziati provenienti da tutto ilmondo.Il Carsismo è predominante sul Promontorio del Gargano e intutta la Puglia, vista la natura calcarea del territorio.Alcune manifestazioni carsiche pugliesi,note anche a livello mondiale, sono:• la Dolina Pozzatina in agro di SannicandroGarganico, seconda in Europa per le sue dimensioni;• il Pulo di Altamura, Dolina con oltre 500 m. di diametro;• il Pulo di Molfetta, Dolina di crollo;• le Gravine, profondi solchi incisi dai corsi dacqua nellaroccia;• la Grava di Campolato, tra S. G. Rotondo e Monte S. Angelo;• la Grava di Zazzano nel territorio di S. Marco in Lamis.
  38. 38. Forme del Carsismo sotterraneo (ipogeo)Le forme del Carsismo ipogeo sono:• le Grotte e i cunicoli;• le risorgive carsiche, originate da fiumi che, finendo nelsottosuolo, percorrono cunicoli più o meno estesi, anche perdiversi chilometri, prima di ritornare in superficie;• le forme deposizionali come le stalattiti, le stalagmiti, lecolonne, le colate.Tra le Grotte pugliesi,sono note:• la Grotta Paglicci a Rignano Garganico;• la Grotta di S. Michele a Monte S. Angelo;• la Grotta di Montenero a S. Marco in Lamis;• la Grotta Pian della Macina a San Nicandro Garganico;• le Grotte di Castellana.
  39. 39. Le stalattiti sono le concrezioni calcaree cheChe cosa sono pendono dalla volta delle Grotte, mentre le le stalattiti stalagmiti risalgono dal pavimento dellae le stalagmiti? Grotta e si dirigono verso lalto. Dalla volta della Grotta, infatti, cadono gocce dacqua sature di carbonato di calcio, il minerale presente nelle rocce calcaree. Lacqua inizia a formare sottilissimi tubicini, intorno ai quali si deposita la calcite. Queste concrezioni, con il passare del tempo, assumono forma conica e si sviluppano in spettacolari stalattiti. Lo stillicidio che scende dallalto deposita acqua ricca di calcite anche sul pavimento della Grotta. Lacqua tende ad evaporare, mentre la calcite si accumula in cilindri calcarei che, a poco a poco, divengono stalagmiti. Una stalattite e una stalagmite possono congiungersi e formare una colonna.
  40. 40. La Grotta è qualsiasi tipo di vuoto sotterraneo, sianaturale sia artificiale ovvero una cavità più o menoestesa del terreno sottostante il suolo con un vastoreticolo di cunicoli.A volte, arriva sino alla superficie esterna formandotenebrosi ingressi.All’esterno arrivano indizi che ci permettono dicapire che la montagna è piena di gallerie,ma entrarci è spesso estremamente difficile.
  41. 41. GROTTE CALCAREE La maggior parte delle Grotte è scavata in rocce carbonatiche (calcari e dolomie)CARBONATO DI CALCIO che sono costituite essenzialmente da miscele di due sali lentamente solubili in acqua: carbonato di calcio e carbonato di magnesio.
  42. 42. LE GROTTE SI FORMANO SOLO NELLE ROCCE CALCAREE ?Le Grotte si formano in tutte le rocce solubili in acqua:sale, gesso e ghiaccio.Si tratta di rocce plastiche, capaci cioè di deformarsisenza rompersi se sottoposte a sforzi tettonici.Questo fa sì che le fratture siano rare e che lacquaabbia difficoltà ad iniziare a penetrare nel sottosuolo,ma nei punti in cui riesce, levoluzione della Grottadiventa molto rapida ed imponente.
  43. 43. GROTTE NEL SALELe Grotte nel sale sonorare perché lasolubilità del sale è cosìalta che gli affioramenti diquesta roccia tendono asparire in tempi brevi.Se ne trovano, perciò, soloin zone dove la piovosità èpraticamente assente,come nel Vicino eMedio Oriente.
  44. 44. LE GROTTE NEL GESSOLa solubilità del gesso è intermedia fra quella dellaroccia calcarea e quella del sale e da origine adimponenti fenomeni carsici. Una delle grotte piùlunghe del mondo, la Optimisticeskaja, in Ucraina(157 km di sviluppo), è scavata nel gesso.
  45. 45. In Italia, nella zona dellEmilia-Romagna,vi sono alcune delle più importanti (e lepiù profonde) cavità mondiali in questaroccia.Nei gessi bolognesi la Grottadella Spipola, con oltre 10 km di sviluppo,è la grotta in gesso più famosa del nostropaese, mentre il sistema carsico delRio Basino, con circa 250 m di dislivello,risulta essere attualmente il più profondodel mondo.
  46. 46. LE GROTTE NEL GHIACCIOLa roccia di ghiaccio è la più solubile, perciò tende adessere asportata più rapidamente, ma se ne ricreacontinuamente sicché si possono formare grandistrutture carsiche stabili, allinterno della massa deiprincipali ghiacciai.Perché questo accada, occorre che la superficieglaciale sia pianeggiante e non presenti crepacci.I grossi torrenti e le cascate che si formano scavanopozzi nei punti di maggior debolezza della massaglaciale sino a raggiungere profondità di 150 metrisotto il ghiaccio.
  47. 47. Quasi tutte le rocce sono un pochino solubili.Si possono formare grotte anche in montagne costituite di rocce granitiche (Somalia) o nelle quarziti (Sud America).Capita in luoghi esposti da miliardi di anni allazione delle piogge.
  48. 48. Il Promontorio del Gargano raggiunge intaluni settori anche oltre 1000 metri di quotaed è caratterizzato da una fitta alternanza dirilievi e depressioni tettoniche.Le morfologie carsiche ipogee, sul Gargano,sono rappresentate dalle Grotte.Le Grotte garganiche sono ubicate nelleporzioni medio-basse delle falesie che siaffacciano sull’Adriatico.Tra queste sono ben note:• la Grotta di S. Michele;• la Grotta Paglicci;• la Grotta di Montenero.
  49. 49. Se entriamo nelle Grotte cipossiamo rendere conto chela natura è una vera e propriaartista.Le Grotte, infatti, sono operedarte che esistono dallapreistoria e che possonocontinuare ad esistere se lepreserviamo.
  50. 50. Lambiente dellaGrotta è un luogocome tutti gli altri ebisogna rispettarlo,evitando di sporcarlo.Se lo rispettiamo,molte specie dipipistrelli e altrianimali possonocontinuare a vivere.
  51. 51. Dolina è una parola di origine slovena che significa valle.• Dato che linteresse per i fenomeni carsici si è sviluppato a partire dai territori sloveni, la terminologia internazionale ha fatto proprio questo termine per definire più precisamente una valle carsica, cioè una depressione tipica del terreno modellato in varie fogge da fenomeni di carsismo.
  52. 52. Una Dolina, in altre parole, è una conca chiusa simile a un cratere, un bacino che si riempirebbe dacqua originando un laghetto se le pareti ed il fondo fossero impermeabili; invece, lacqua viene assorbita attraverso vie sotterranee.Si presenta come una naturale depressione imbutiforme del terreno, generata dal crollo delle volte di grotte sottostanti o dalla dissoluzione superficiale della roccia calcarea ad opera delle acque piovane e degli agenti atmosferici.Vi sono alcune Doline ricolmate da sassi di riporto, derivate dallo spietramento dei campi e coperte da una coltre di terreno fertile frammisto a concime animale.
  53. 53. Il Gargano contiene più di 4000 Doline di natura carsica, soprattutto nella zona centrale ed occidentale ed interessano principalmente la superficie sommitale ed i ripiani più elevati,concentrandosi al di sopra dei 600 metri di quota.
  54. 54. Dolina di Monte Calvo
  55. 55. La Dolina Pozzatina, profonda oltre 100 metri per un perimetro di 1850 metri,fornisce una delle più vistose manifestazioni del Carsismo sul Promontorio garganico.
  56. 56. Il polje carsico è una vastadolina di crollo formatasi pereffetto di erosione ecorrosione durante un tempolunghissimo.È delimitato da un bordoroccioso ininterrotto che puòraggiungere anche una certaaltezza.Il fondo è piatto e moltofertile in tutta la suaestensione: non per niente insloveno polje significa campocoltivato.
  57. 57. Di norma vi scorre un fiume cheperiodicamente si ingrossa fino adallagare tutta la vallata per poidefluire a fine stagione attraversoappositi inghiottitoi.Si tratta di buche nel terreno, tipicheproprio dei polje, che nelle stagionipiovose eruttano acqua e contribuisconoallallagamento della valle, mentre poi,quando inizia il deflusso, le stesse bucheinghiottono.
  58. 58. Alle volte il terreno, visto il perdurare dellacqua insuperficie, viene detto anche lago carsico o lago ascomparsa.Il polje si può presentare anche asciutto, cioè privo dicorso dacqua, ma bisogna diffidarne:le alluvioni invece che annuali, si possonoripresentare a distanza di decine di anni.In questi casi, il polje assomiglia di più ad unuvala oad una dolina asciutta, e solo una fatidica alluvionene stabilisce con sicurezza la vera origine.
  59. 59. FINE
  60. 60.  I “valloni” indicano una serie di gole rocciose che si sono originate in coincidenza di fratture di origine tettonica e si sono poi modellate in seguito allazione erosiva delle abbondanti precipitazioni meteoriche che hanno interessato, in epoche passate, anche il versante sud del Promontorio del Gargano.
  61. 61. Cosa è la GRAVINA?
  62. 62. • La Gravina è una tipica morfologia carsica della Murgia.• Le Gravine sono incisioni erosive profonde anche più di 100 metri, molto simili ai Canyon, scavate dalle acque meteoriche nella roccia calcarea.• Le sue pareti, molto inclinate ed in alcuni casi verticali, possono distare tra loro tra poche decine di metri a più di 200 metri.
  63. 63. Fine
  64. 64.  Foiba è il termine con cui, in Venezia Giulia, si indicano gli inghiottitoi carsici (o caverne verticali o pozzi) e deriva dal latino “fovea” (fossa).
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×