• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Le risorse elettroniche per la ricerca-Garanzini
 

Le risorse elettroniche per la ricerca-Garanzini

on

  • 2,917 views

Le risorse elettroniche per la ricerca

Le risorse elettroniche per la ricerca

Statistics

Views

Total Views
2,917
Views on SlideShare
2,800
Embed Views
117

Actions

Likes
3
Downloads
87
Comments
0

2 Embeds 117

http://bioingegneria.wordpress.com 114
http://www.slideshare.net 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Le risorse elettroniche per la ricerca-Garanzini Le risorse elettroniche per la ricerca-Garanzini Presentation Transcript

    • Le risorse elettroniche per la ricerca M. Cristina Garanzini Area Sistema Bibliotecario di Ateneo
    • Indice 2  Il catalogo collettivo di Ateneo  Linguaggio e modalità di ricerca: operatori booleani, thesaurus, stemming  POLIsearch  Risorse online: Subject gateways, Scirus, Immagini per l’architettura  RefWorks  I servizi del Sistema Bibliotecario di Ateneo M. CristinaGaranzini
    • Cos’è un catalogo? 3 E’ una raccolta strutturata delle notizie bibliografiche relative a documenti e delle informazioni sulla loro localizzazione; Può essere cartaceo oppure online E’ gratuito ed accessibile da qualsiasi computer collegato a Internet. Cataloghi collettivi: sono cataloghi che riuniscono e interrogano il posseduto di più biblioteche. Per esempio il catalogo SBN o il MetaOpac Azalai. www.biblio.polimi.it M. CristinaGaranzini
    • Nel nostro OPAC trovi: 4  Tutto il materiale cartaceo posseduto dalle biblioteche dell’Ateneo;  I periodici elettronici;  Gli e-books;  Le Banche dati;  Tesi di dottorato in formato elettronico;  Il materiale digitalizzato;  Materiale cartografico. www.biblio.polimi.it M. CristinaGaranzini
    • Come si possono combinare i termini di una ricerca 5 Operatori booleani Una volta identificati i termini che interessano si possono utilizzare singolarmente o combinarli tra loro con dei particolari connettori chiamati operatori booleani (and, or, not). Attenzione: molti sistemi di recupero dell'informazione non considerano come termini di ricerca validi parole particolarmente ricorrenti ma non significative (Stop Word): articoli, preposizioni, congiunzioni ecc. che possono pertanto essere omesse. M. CristinaGaranzini
    • Come usare gli operatori booleani: esempi 6 architettura and urbanistica (tutti i documenti che contengono entrambe le parole) architettura or urbanistica (tutti i documenti che contengono o architettura o urbanistica o entrambi) architettura not urbanistica (tutti i documenti che contengono la parola architettura ma non la parola urbanistica) M. CristinaGaranzini
    • 1. Consigli pratici 7  Il termine di troncamento nel nostro OPAC è il $;  Utilizzare parole significative del titolo, ignorando, articoli, preposizioni, accenti, maiuscole e minuscole;  Se vuoi trovare anche l’elettronico non selezionare il filtro Biblioteca;  Se vuoi recuperare SOLO l’elettronico devi selezionare il filtro “tipo di materiale”: E-book, periodico elettronico, etc. M. CristinaGaranzini
    • Il linguaggio di ricerca (1) 8 Le caratteristiche principali dei programmi di interrogazione sono:  Maschere composte da uno o più campi completabili con i termini di ricerca per guidare l’utente nella formulazione della query (stringa di ricerca, insieme dei termini, operatori e caratteri speciali usati in una interrogazione);  Diverse modalità di ricerca: semplice (uno o più campi), avanzata (più campi combinabili e più chiavi per campo), esperta (utilizzando i codici di campo e gli operatori); nei vari programmi le diverse modalità assumono diverse denominazioni: la semplice ad esempio, easy, basic, simple,…;  Simboli speciali (*, ?, #) che permettono di sostituire i caratteri o troncare i termini di ricerca; M. CristinaGaranzini
    • Il linguaggio di ricerca (2) 9  Selezione dei termini di ricerca da indici o thesauri; “vocabolario di un linguaggio di indicizzazione controllato”, costruito all’interno dei programmi di interrogazione. Un thesaurus si presenta, nella sua forma standard più semplice, come un elenco alfabetico di termini, definiti “descrittori” o “termini preferiti”, da usarsi di norma sia per l’indicizzazione, sia per la ricerca. Ogni descrittore è corredato di relazioni semantiche con altri descrittori dello stesso thesaurus;  Speciali opzioni di ricerca: stemming, la risorsa non si limita a cercare e proporre solo la parola richiesta dell'utente, ma fa una ricerca anche su parole che hanno la stessa radice linguistica. http://www.biblio.polimi.it/internet/elenco.php?tipo=bd M. CristinaGaranzini
    • EI Compendex: 10 M. CristinaGaranzini
    • Esempio di ricerca in EI Compendex 11 Tipi di ricerca  Quick search  Expert search Canali di ricerca (titolo, abstract, kword, …) Scorrimento delle liste Autori, appartenenza autori, thesaurus, fonti, editori Filtri di ricerca  Lingua  tipologia del documento  periodo M. CristinaGaranzini
    • Aiuto all’utente 12  Help  Bottoni informativi  Folders  Search History  Alert M. CristinaGaranzini
    • I risultati si possono: 13  Inviare via E-mail  Stampare  Salvare in un folder (per mantenere memoria dei dati è necessario registrarsi) M. CristinaGaranzini
    • Ricerca nei periodici elettronici 1 14 Il nostro catalogo online non contiene la descrizione degli articoli ma solo i titoli dei periodici. Per eseguire una ricerca di articoli bisogna utilizzare gli archivi bibliografici di editori e aggregatori e/o gli archivi bibliografici disciplinari (banche dati). M. CristinaGaranzini
    • Ricerca nei periodici elettronici 2 15 Le ricerca dei periodici elettronici può essere effettuata per Liste alfabetiche Scorrimento dei titoli attraverso la selezione di una lettera dell'alfabeto. Parole del titolo Ricerca attraverso il titolo di un periodico, parti di parole, una o più parole contenute nel titolo. Se si digitano più parole o più segmenti di parole, gli elementi sono ricercati automaticamente con l'operatore quot;andquot;; viene eseguito automaticamente anche il troncamento a destra e a sinistra dei termini digitati; se si inserisce, ad esempio, quot;medquot; saranno richiamati tutti i titoli contenenti questa stringa indipendentemente dalla posizione in cui si trova (medicine, biomedical, ecc.). Fornitore Selezione dei titoli attraverso un menù a tendina indicante i nomi degli editori e/o la piattaforma mediante la quale quel titolo è reso accessibile. ISSN Il codice può essere ricercato con o senza trattino (per esempio o 10621458 o 1062-1458) M. CristinaGaranzini
    • Risultati della ricerca 16 I risultati della ricerca danno le seguenti informazioni: Titolo Titolo ufficiale del periodico, cliccando il quale si arriva direttamente alla homepage del periodico elettronico. Editore e/o via Attuale editore del periodico o piattaforma attraverso cui il periodico è accessibile. ISSN Online Sono indicate le annate del periodico elettronico disponibili in rete di Ateneo. Es. : 1995- il periodico è disponibile a partire dall'annata 1995; 1996-2000. dal 2000 il periodico non è più disponibile, o perché ha cessato la pubblicazione, o perché pubblicato da altro editore con cui non è stato sottoscritto un contratto. M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 17 http://polisearch.biblio.polimi.it/V/ M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 18 E’ utile per:  Ricercare simultaneamente in più risorse online (in abbonamento e alcune gratuite), link al full-text  Personalizzare il proprio ambiente di ricerca  Per scoprire nuove risorse M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 19 QuickSearch > ricerca semplice per utenti inesperti Trova risorsa > ricerca una singola risorsa Trova riviste >ricerca un singolo periodico elettronico MetaSearch > ricerca più articolata per utenti esperti Area personale > opzioni personalizzate per utenti registrati FAQ su POLIsearch: http://www.biblio.polimi.it/polisearch/ps_faq.html M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 20 Sintassi di ricerca tutti i campi, campo quot;Titoloquot;, campo quot;Categoriaquot;: quando viene inserito più di un termine, POLIsearch effettua la ricerca individuando due termini adiacenti tra loro e, se possibile, nell'ordine in cui essi sono inseriti. Per cercare due termini non adiacenti utilizzare i campi della ricerca avanzata. Se la risorsa lo supporta, per il troncamento si può utilizzare il punto interrogativo quot;?quot; (ad es. quot;eng?quot;). I termini dovrebbero essere preferibilmente inseriti senza segni di punteggiatura. In alcuni casi, in base alle risorse, gli articoli e le preposizioni verranno automaticamente rimossi Le ricerche possono essere effettuate digitando sia lettere maiuscole che minuscole, con un limite di 100 caratteri per ogni query. POLIsearch supporta inoltre la ricerca tramite gli operatori booleani AND, OR e NOT. Questi operatori sono utilizzati in una o due campi di ricerca (NB: non tutte le risorse supportano la ricerca tramite due operatori) M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 21 Funzionalità QuickSearch Consente agli utenti di eseguire ricerche e di ottenere risultati secondo modalità semplici e dirette Opzioni di ricerca semplice e avanzata:  Ricerca per campi: titolo, autore, soggetto, anno, ISSN, ISBN o tutti i campi  Ricerca con uso di operatori booleani: and, or, without Set di risorse pre-selezionati: definiti dai bibliotecari, per ora su ambito tematico (es. Cataloghi stranieri) Visualizzazione dei risultati: tabulare, citazione, record completo  Tabulare: per ciascun record: autore, titolo, anno, risorsa  Citazione: per ciascun record: visualizzazione in formato citazione  Completo: per ciascun record: visualizzazione di tutti i campi M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 22 Funzionalità Trova risorse Trova risorse: permette agli utenti di individuare risorse attraverso i seguenti metodi:  Ricerca nel titolo  Ricerca per categoria  Ricerca per tipologia  Ricerca per fornitore Formato dell’elenco delle risorse:  Tabulare: visualizza nome e tipo di risorsa  Citazione: include la descrizione delle risorse Link all’interfaccia nativa delle risorse Permette di creare liste personali di risorse M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 23 Funzionalità Trova riviste Trova riviste: consente all’utente di individuare e-Journals usando i seguenti metodi:  Titolo  ISSN/eISSN Formato lista delle riviste:  tabulare: visualizza il nome dell’e-Journal e l’ISSN  citazione: include una descrizione dell’e-Journal Link alle riviste nell’interfaccia nativa Consente di creare una lista di riviste preferite (se autenticati) M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 24 Funzionalità MetaSearch (1) Piena funzionalità di meta-ricerca  Offre funzioni avanzate di ricerca  Consente all’utente di avere più controllo nella selezione delle risorse e nella gestione dei risultati Ricerca su molteplici risorse, visualizzazione dei risultati per risorsa o in una lista combinata Set di risorse da ricercare:  Set di risorse pre-selezionati dai bibliotecari  Set di risorse selezionati dall’utente  Scaffale personale: set di risorse creato ad hoc dall’utente durante la sessione di lavoro  Combinazione di qualunque dei set sopradescritti M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 25 Funzionalità MetaSearch (2) Opzioni di ricerca semplice e avanzata:  Ricerca su campi specifici – titolo, autore, soggetto, anno, ISSN, ISBN o tutti i campi  Ricerca con uso di operatori booleani – and, or, without (not) Creazione di Alert in base ad una ricerca Affinamento della ricerca per limitare o espandere i risultati Visualizzazione dei risultati:  Per risorsa  Lista combinata M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 26 Funzionalità Area personale (1) L’Area personale permette all’utente di gestire:  Scaffale Elettronico  Lista delle Risorse Preferite  Lista delle Riviste Preferite  Storico delle Ricerche eseguite  Alert  Preferenze di visualizzazione La maggior parte delle funzionalità dell’Area personale sono disponibili unicamente ad utenti autenticati  Il basket è disponibile agli utenti guest ma viene eliminato quando si chiude la sessione M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 27 Funzionalità Area personale (2) Scaffale elettronico: permette all’utente di salvare records in cartelle personali. I record nello scaffale elettronico:  Sono organizzati in cartelle  Possono essere spediti via e-mail o salvati su disco  Offrono i servizi estesi di linking di SFX Le cartelle delllo scaffale elettronico:  è possibile aggiungere nuove cartelle  è possibile rinominare o rimuovere cartelle esistenti  è possibile salvare cartelle Il basket rappresenta una cartella dello scaffale elettronico temporanea relativa alla sessione di lavoro corrente M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 28 Funzionalità Area personale (3) Risorse preferite: creazione di molteplici liste personali di risorse  Risorse generali  Specifiche di un’area di studio  Specifiche per un argomento di ricerca Storico: elenco di tutte le ricerche eseguite dall’utente durante la sessione – possono essere salvate per un una riutilizzazione futura Alert: ricerche automatiche, definite e programmate per l’esecuzione dall’utente  L’utente riceve un avvisio via e-mail quando l’alert è stata eseguita, o solo quando nuovi record sono stati recuperati. Preferenze: permette all’utente di definire e di aggiornare le proprie preferenze di default in POLIsearch M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 29 Limiti Limiti di POLIsearch La ricerca nell’interfaccia nativa delle risorse è più veloce: Per ora no ricerca per range di date (es. 2000-2004, <= 2000, >=2000) MetaSearch: numero limitato (10) di risorse su cui cercare Come visualizzare prima i risultati migliori?  Non basarsi solo sull’ordine di arrivo: il ranking permette di vedere i risultati migliori all’inizio ma è limitato ai record recuperati M. CristinaGaranzini
    • POLIsearch 30 Limiti Limiti delle risorse elettroniche in POLIsearch I soliti problemi delle risorse elettroniche!  Licenze  n° utenze simultanee  problemi tecnici Non tutte le risorse in abbonamento e gratuite, soprattutto italiane, sono cross- searchable (search&view o search&link) Risorse in abbonamento solo “Link” dentro POLIsearch:  banche dati giuridiche italiane (Cassazione Civile, Cassazione Penale, Leggi d’Italia, Leggi Regionali d’Italia, Diritto Comunitario, Finanziamenti Agevolati)  IHS Intra/Spex  ESDU  Lexis Nexis M. CristinaGaranzini
    • Risorse online 31 Subject gateways Servizi Internet che offrono informazioni selezionate, valutate e catalogate da esperti nel ramo.Il subject gateway offre la descrizione dettagliata dei siti web selezionati, assegna loro parole chiave, talvolta controllate attraverso thesauri. Non è una lista di link, le risorse possono essere recuperate per parola chiave oppure scorrendo liste strutturate per soggetto o per classe. La costellazione di subject gateways: INTUTE: http://www.intute.ac.uk/ M. CristinaGaranzini
    • Risorse online 32 Scirus Scirus, il motore di ricerca specializzato per la ricerca scientifica, indicizza e distribuisce documenti relativi ai risultati della ricerca accademica. http://www.scirus.com/srsapp/ M. CristinaGaranzini
    • Risorse online: 33 Immagini per l’Architettura AICT, Art images for college teaching è una banca dati di immagini ad uso didattico che, attraverso le opere più significative di ciascun periodo, illustra lo sviluppo dell’arte e dell’architettura dalle origini al 20. secolo. L'accesso è per periodo storico. Per ogni immagine vi è una scheda descrittiva dettagliata, con possibilità di ingrandimento. Tutte le immagini messe a disposizione sono fotografie personali dell'autore, lo storico dell'arte Allan T. Kohl, che consente il loro uso per scopi no-profit. http://arthist.cla.umn.edu/aict/ The great buildings collection Il sito si definisce quot;un portale di accesso all’architettura mondiale attraverso i secoli”. Architetture e architetti in un sito ricco di schede con immagini, disegni e modelli 3D di oltre 1000 edifici, navigabile con un motore di ricerca (collegato anche ad altri siti Architecture Week e Archiplanet) che permette ricerche per luogo, nome dell'edificio o nome dell'architetto. http://www.greatbuildings.com/ M. CristinaGaranzini
    • Vantaggi nell’utilizzo delle RE 34  La possibilità di eseguire la ricerca su più annate contemporaneamente;  Ricerche da varie postazioni anche contemporaneamente da parte di più utenti e anche da casa;  Ricerche più precise (grazie alla possibilità di incrociare più criteri di ricerca, operatori booleani, anno di pubblicazione, lingua…);  Effettuando la “login” ciascun utente può creare una lista di titoli su cui fare ricerche, salvare strategie di ricerca e risultati, attivare gli “alerts”;  La possibilità di esportare e rielaborare i risultati della ricerca con strumenti informatici; alcune banche dati permettono di importare direttamente i record in un software cosiddetto di bibliographic management (Refworks), che permette di gestire sul proprio computer archivi di citazioni bibliografiche. M. CristinaGaranzini
    • Limiti nell’utilizzo delle RE 35  Uso di lingua straniera (gran parte delle banche dati, dei periodici scientifici e degli e-books sono di produzione angloamericana, quindi con software di ricerca, parole chiave e materiale indicizzato principalmente in inglese);  Differenze nell’uso di caratteri speciali, operatori, regole di ricerca, caratteri jolly, caratteri di troncamento.  Ogni banca dati ha le sue particolarità che devono essere verificate leggendo la guida online (l’help) presente nella maggioranza dei casi. M. CristinaGaranzini
    • RefWorks: a cosa serve 36  importare le citazioni bibliografiche da qualsiasi fonte di dati  creare e organizzare il proprio database personale  generare bibliografie  condividere informazioni via web con i colleghi M. CristinaGaranzini
    • RefWorks: Vantaggi 37  Software online: aggiornamenti immediati, non è necessario installazione, nessun problema di incompatibilità;  Integrazione diretta con numerosi database online: CSA Illumina, EI Engineering Village 2, EBSCOhost, Elsevier Scopus. M. CristinaGaranzini
    • RefWorks da (http://scholar.google.com) 38 Importazione dati da Google Scholar Da Google Scholar fare click su “Preferenze Scholar” Alla fine della pagina su “Mostra link per importare le citazioni in”, selezionare Refworks Effettuare una ricerca ed importare un record in Refworks N.B. In GS non è possibile selezionare vari records contemporaneamente, bisogna importarne uno alla volta. M. CristinaGaranzini
    • RefWorks 39 https://www.refworks.com/Refworks/login.asp M. CristinaGaranzini
    • Servizi del Sistema Bibliotecario di Ateneo 40 Prestito interbibliotecario Il servizio offre la possibilità di richiedere in prestito documenti posseduti da biblioteche di altri enti, anche stranieri. Document Delivery Il servizio offre la possibilità di reperire articoli o parti di materiali posseduti da biblioteche di altri enti, anche stranieri. Servizio online Chiedi@lla tua biblioteca: offre la possibilità di chiedere informazioni sui servizi delle biblioteche dell'Ateneo e suggerimenti sull'uso delle risorse informative. M. CristinaGaranzini