3 edizione Corso risorse elettroniche per la ricerca

1,824 views
1,749 views

Published on

Published in: Education, Technology
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,824
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
54
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

3 edizione Corso risorse elettroniche per la ricerca

  1. 1. Le risorse elettroniche per la ricerca: esercitazioni Valeria Baudo e Pietro Gozetti; Biblioteca del Dipartimento di Bioingegneria Milano; 6-7 marzo 2007
  2. 2. Obiettivi e competenze <ul><li>Il corsista sarà in grado di: </li></ul><ul><li>Condurre una ricerca “di ricognizione” sul proprio topic (Overview) </li></ul><ul><li>Formulare esattamente il proprio quesito di ricerca </li></ul><ul><li>Individuare le risorse più pertinenti al proprio topic (Core resources) </li></ul><ul><li>Mantenersi aggiornato attraverso i Feed RSS </li></ul><ul><li>Estendere la propria ricerca nel deep web (Additional resources) </li></ul><ul><li>Gestire i propri riferimenti bibliografici attraverso un gestore di bibliografie </li></ul><ul><li>Riconoscere le tipologie e i modelli di pubblicazione open access </li></ul>
  3. 3. Agenda: <ul><li>Stadio1: overview attraverso Polisearch </li></ul><ul><li>Stadio 2: le core resources (Engineering Village e IEEE) e la formulazione del quesito di ricerca; i feed RSS in Refworks </li></ul><ul><li>Stadio 3: le additional resources (Scholar Google; Scirus; OAIster; i Subject gateways) </li></ul><ul><li>Stadio 4: la ricerca di un’informazione puntuale </li></ul><ul><li>Stadio 5: Impact factor e indici citazionali </li></ul><ul><li>Stadio 6: la scelta dellla rivista su cui pubblicare (le politiche open access e il Romeo database; la creazione della bibliografia con Refworks) </li></ul>
  4. 4. POLIsearch Valeria Baudo, Pietro Gozetti – Biblioteca Dipartimento di Bioingegneria 6 marzo 2007
  5. 5. Cos’è POLIsearch <ul><li>Portale che integra la ricerca e l’accesso alle diverse risorse offerte dal Politecnico e/o gratuite </li></ul><ul><li>Metamotore di ricerca su risorse selezionate che collaziona e deduplica i risultati e fornisce link al full-text </li></ul><ul><li>Ambiente con servizi personalizzabili </li></ul>
  6. 6. Quando può essere utile: <ul><li>Overview, ricerche preliminari per conoscere cosa è stato pubblicato e cosa è immediatamente disponibile su un certo argomento </li></ul><ul><li>Ricercare simultaneamente, attraverso un’interfaccia unificata, risorse online (in abbonamento e gratuite) come cataloghi, banche dati, collezioni digitali, portali tematici </li></ul><ul><li>Salvare e organizzare i risultati delle ricerche in uno spazio personale remoto o sul proprio PC </li></ul><ul><li>Link al full text per risorse gratuite o in abbonamento (SFX) </li></ul><ul><li>Individuare risorse specifiche e creare liste personali di risorse da interrogare </li></ul><ul><li>Gestire i record e creare bibliografie con Refworks </li></ul><ul><li>Risparmiare tempo attraverso alerting simultanei di più risorse </li></ul><ul><li>Scoprire nuove risorse </li></ul>
  7. 7. Quando è preferibile l’interfaccia nativa delle risorse: <ul><li>Ricerche molto specifiche, strutturate e complesse </li></ul><ul><li>Ricerche con date range </li></ul><ul><li>Ricerche che generano rumore: il ranking non garantisce che il record trovato risponda alle nostre esigenze scientifiche (e in POLIsearch si limita ai record recuperati) </li></ul><ul><li>Interrogazione di RE che in POLIsearch non sono cross-searchable </li></ul>
  8. 8. Autenticazione e utilizzo del Proxy server d’Ateneo       Accesso RE politecnico       Accesso RE gratuite       Area personale temp  temp  temp  Scaffale elettronico/salvataggio ricerche       Ricerca RE politecnico       Ricerca RE gratuite Guest Login Guest Login Guest Login No proxy Proxy IP extra IP Politecnico
  9. 9. Autenticazione <ul><li>Utenti guests </li></ul><ul><li>non possono salvare i risultati delle ricerche: il contenuto del basket di un utente guest viene eliminato al termine della sessione. </li></ul><ul><li>Hanno diritti minori d'accesso alle risorse </li></ul><ul><li>Utenti autenticati </li></ul><ul><li>Possono accedere alle funzioni personalizzate </li></ul><ul><li>Possono salvare i risultati e impostare le risorse preferite in Area personale </li></ul><ul><li>Hanno accesso completo a tutte le risorse rese disponibili dalla propria istituzione. </li></ul>
  10. 10. Autenticazione: come procedere <ul><li>Login </li></ul><ul><li>Cliccare sul pulsante Autenticati (Log in) presente in alto nella pagina o accanto al titolo di una risorsa a pagamento </li></ul><ul><li>Inserisci le informazioni per l'identificazione </li></ul><ul><li>Logout </li></ul><ul><li>Scollegandosi, la sessione di lavoro in POLIsearch termina. Tutte le informazioni temporanee (es. le ricerche precedenti) non verranno salvate </li></ul><ul><li>Esci cliccando sul pulsante POLIsearch ti scollegherà automaticamente quando chiudi il browser oppure dopo un certo periodo di inattività </li></ul>
  11. 11. Quicksearch <ul><li>Quicksearch è il metodo più facile di ricerca </li></ul><ul><li>Puoi ricercare: </li></ul><ul><li>nella lista di default delle risorse </li></ul><ul><li>selezionando altre liste predefinite dalla tua istituzione (QuickSets) </li></ul><ul><li>scegliendo le tue liste personali (Risorse preferite) </li></ul>
  12. 12. Quicksearch <ul><li>Per accedere alla funzione, cliccare QuickSearch nel menu. </li></ul><ul><li>Cliccando sul nome di un set viene visualizzata la lista delle risorse contenute. Da qui si può accedere al sito web originario (cliccando sul nome) o visualizzare informazioni aggiuntive (cliccando sull’icona col segno “i”). </li></ul><ul><li>Per ricercare: inserire un termine nella maschera e cliccare “Vai” </li></ul><ul><li>Durante la ricerca, la schermata viene aggiornata continuamente ogni pochi secondi e mostra </li></ul><ul><ul><li>lo stato di progresso della ricerca per ogni risorsa interrogata </li></ul></ul><ul><ul><li>il numero di risultati recuperati in ciascuna risorsa </li></ul></ul><ul><li>Il comando Cancella interrompe la ricerca. </li></ul>
  13. 13. Ricerca avanzata <ul><li>Selezionando Ricerca Avanzata, è possibile effettuare una ricerca con opzioni più specifiche. </li></ul><ul><li>È possibile specificare due tipi di campi differenti e incrociarli mediante operatori booleani AND, OR, NOT. </li></ul><ul><li>Nella quicksearch, inserendo 2 o più termini la ricerca sarà effettuata sui termini esatti e adiacenti; nella ricerca avanzata ciò non avviene </li></ul>
  14. 14. Risultati della ricerca <ul><li>I risultati nella lista possono essere visualizzati in tre modi: </li></ul><ul><li>Formato tabulare : mostra i record ciascuno in una linea. </li></ul><ul><li>Formato citazione : mostra il record come citazione bibliografica </li></ul><ul><li>Formato record completo : tutte le informazioni del record vengono mostrate in una singola pagina (le parole ricercate sono evidenziate). </li></ul><ul><li>Gli utenti autenticati possono definire la visualizzazione preferita tramite la funzione Preferenze . </li></ul><ul><li>La lista dei risultati include i primi risultati recuperati da tutte le risorse ricercate in ordine di rilevanza. </li></ul><ul><li>È possibile riordinare i risultati in base ai seguenti criteri, mediante il comando Ordina per: (Autore, Titolo, Anno, Risorsa interrogata) </li></ul><ul><li>Scorri i risultati </li></ul><ul><li>È possibile definire il numero di risultati visualizzati per pagina nelle Preferenze. </li></ul><ul><li>Inserendo un numero nel campo Vai a # si passa ad un altro record in base alla sua posizione nella lista. </li></ul>
  15. 15. Cosa fare con i risultati? <ul><li>Salvare i record nel basket (icona “+”) </li></ul><ul><ul><li>Il basket è un deposito temporaneo dal quale poi si possono spostare i record in altre cartelle dello Scaffale Elettronico. </li></ul></ul><ul><li>Salvare i record su disco (in vari formati) </li></ul><ul><li>Inviare i record via e-mail </li></ul><ul><li>Utilizzare SFX </li></ul><ul><li>Dal basket è possibile organizzare i propri record salvandoli in cartelle personali, scaricarli su pc in vari formati e inviarli via mail. </li></ul>
  16. 16. Esportare i risultati in Refworks <ul><li>Per salvare un singolo record </li></ul><ul><li>1. Cliccare sul titolo del record o visualizzare il record in formato completo 2. Cliccare sull’icona “Salva record” 3. Selezionare il formato “Citation Manager” 4. Salvare il file con estensione .end sul proprio computer </li></ul><ul><li>Per salvare più di un record </li></ul><ul><li>1. Selezionare i record da esportare cliccando sull’icona “Record nel basket” 2. In “Area personale>Scaffale elettronico” selezionare i record da esportare 3. Cliccare su “Selezionati” e quindi su “Salva” 4. Selezionare il formato “Citation Manager” 5. Salvare il file con estensione .end sul proprio computer </li></ul><ul><li>Importazione in RefWorks </li></ul><ul><li>2. Selezionare “References>Import” dalla barra degli strumenti 3. Selezionare “RIS Format” come Import Filter/Data Source e “Metalib (Citation manager)” come database 4. Caricare il file di testo salvato sul proprio computer cliccando su “Import data from the following text file” 5. Cliccare su “Import” 6. Per visualizzare i record importati cliccare su “View Last Imported Folder” </li></ul>
  17. 17. Metasearch <ul><li>La funzione metasearch (integrated searching, federated searching o cross-database searching) permette di eseguire una ricerca su più risorse simultaneamente </li></ul><ul><li>Metasearch consente un controllo completo sulle risorse ricercate e offre ulteriori opzioni. </li></ul><ul><li>Si può individuare le risorse scorrendole per titolo, per categoria e sottocategoria, oppure utilizzare le liste delle risorse predefinite (QuickSets) oppure le tue liste personali (Risorse preferite). </li></ul>
  18. 18. MetaSearch <ul><li>Definisci la lista delle risorse che userai per le tue ricerche nel menu a tendina Trova Risorse. </li></ul><ul><li>Ti verrà mostrata una lista di risorse. Seleziona le risorse da ricercare. </li></ul><ul><li>Inserisci un termine nel campo Digitare il termine da ricercare . Puoi anche usare la funzione Ricerca avanzata. </li></ul><ul><li>Clicca per iniziare una ricerca nelle risorse selezionate. </li></ul><ul><li>Affina ricerca </li></ul><ul><li>Puoi affinare i risultati ottenuti combinandoli con un altro termine da ricercare. Per restringere la ricerca seleziona And oppure Without ; per allargare la ricerca seleziona Or . Poi specifica il nuovo termine da ricercare: seleziona il campo da ricercare e inserisci il termine. </li></ul><ul><li>Clicca Vai . </li></ul>
  19. 19. Trova risorse in metasearch <ul><li>La funzione Trova risorse permette di individuare le risorse in base al titolo, alla categoria o sottocategoria, oppure in base ad altri criteri. </li></ul><ul><li>Una volta trovata la risorsa desiderata, si può eseguire direttamente la ricerca, oppure aggiungere la risorsa alla clipboard. </li></ul><ul><li>Il sistema permette di utilizzare la clipboard per eseguire ricerche nelle risorse che già selezionate utilizzando la funzione Metasearch. </li></ul><ul><li>La clipboard serve anche per creare liste personali di risorse (Risorse preferite) trasferendo queste ultime dalla clipboard al quicset (salvabile con nome). </li></ul>
  20. 20. Trova risorse in metasearch <ul><li>Per selezionare le risorse in cui eseguire la ricerca dal menu a tendina Trova risorse, le opzioni disponibili sono: QuickSets : Visualizza una lista di QuickSets per la tua selezione. Un QuickSet è un elenco di risorse già predefinite. Risorse preferite : Visualizza la lista delle tue risorse preferite (disponibile solo per utenti autenticati) creata attraverso la funzione Risorse preferite . Categorie : Visualizza un menu a tendina dal quale puoi selezionare una categoria e una sottocategoria di risorse. Trova : Permette di inserire informazioni che descrivono le risorse desiderate, compilando i campi interessati e sfruttando i menu a tendina </li></ul>
  21. 21. MetaSearch - Risultati <ul><li>I risultati di una ricerca eseguita con la funzione MetaSearch di default vengono visualizzati in modo combinato rispetto a tutte le risorse selezionate. Cliccando risultati nelle altre risorse e selezionando dalla lista ilnome della risorsa, vengono visualizzati solo i risultati che derivano da quella specifica risorsa. </li></ul><ul><li>Per ritornare alla lista combinata dei risultati, basta cliccare Lista consolidata dei risultati . </li></ul><ul><li>Alcune risorse supportano la visualizzazione dei risultati solo dall’interfaccia nativa. In questi casi, cliccando Visualizza i risultati, essi verranno mostrati in una nuova finestra. </li></ul>
  22. 22. Salva le tue impostazioni <ul><li>Salva liste di risorse: Una volta che individuate le risorse sulle quali eseguire la ricerca, sarà possibile aggiungerle alla clipboard e da qui aggiungerle alle liste personali (Risorse preferite). Queste potranno essere utilizzate per la ricerca attraverso la Quicksearch o la Metasearch. La clipboard delle risorse può essere ricercata utilizzando la funzione Metasearch. </li></ul><ul><li>Salva le ricerche: Il sistema tiene traccia di tutte le ricerche eseguite durante la sessione corrente attraverso la funzione Ricerche precedenti. Se una ricerca ha restituito risultati soddisfacenti, la si può memorizzare per le sessioni future nella funzione Storico. Puoi anche fare in modo che una ricerca venga eseguita periodicamente su determinate risorse e ricevere tramite email gli aggiornamenti rilevati grazie alla funzione Alert disponibile nello Storico. </li></ul>
  23. 23. Salvare le strategie di ricerca <ul><li>Tutte le ricerche effettuate nella sessione corrente vengono memorizzate nella sezione Metasearch> Ricerche precedenti </li></ul><ul><li>Cliccando sul segno + la strategia di ricerca viene salvata permanentemente nello storico (solo per utenti autenticati) </li></ul><ul><li>La strategia può così essere riutilizzata in futuro: per rilanciarla basta cliccare sul nome della strategia. </li></ul>
  24. 24. Trova risorse <ul><li>È possibile cercare singole risorse dalla barra di navigazione, cliccando su Trova risorse </li></ul><ul><li>Da qui si possono scorrere le liste per iniziale, ricercare i titoli attraverso la maschera di ricerca o navigare le collezioni per categoria </li></ul><ul><li>La lista dei risultati può essere visualizzata in formato tabulare o citazione </li></ul><ul><li>Per ogni risorsa è possibile visualizzare informazioni sul contenuto (“i”), trasferirla nella Clipboard (“+”) o effettuare una ricerca in essa (“lente”) </li></ul>
  25. 25. Trova riviste <ul><li>La funzione Trova riviste permette di rintracciare una o più riviste di interesse, accedere ad una singola rivista, richiamare un servizio di SFX collegato ad essa oppure aggiungerla alla tua lista personale, Riviste preferite. </li></ul><ul><li>Le riviste sono ricercabili: </li></ul><ul><li>Per titolo : utilizzando una maschera di ricerca con opzioni diverse </li></ul><ul><li>Mediante la funzione Trova : indicando diverse informazioni, come titolo, ISSN/eISSN e soggetto. Cliccare Vai per iniziare la ricerca. </li></ul><ul><li>Anche la lista delle riviste può essere visualizzata in formato tabulare o citazione ed è navigabile attraverso i tasti di direzione </li></ul><ul><li>Ogni rivista può essere aggiunta alle Riviste preferite (cliccando sull’icona “+”). È possibile anche avere informazioni più dettagliate (icona “i”) o verificare i servizi SFX disponibili per essa (es. disponibilità full-text) </li></ul>
  26. 26. Area personale – Scaffale elettronico <ul><li>Nello scaffale elettronico vengono salvati i record selezionati dopo una ricerca per utilizzi futuri </li></ul><ul><li>I record vengono aggiunti al basket (la cartella base per lo Scaffale elettronico) cliccando sulla funzione presente in una lista di risultati. </li></ul><ul><li>È possibile creare anche nuove cartelle, rinominarle e spostare i record da una all’altra. </li></ul><ul><li>Anche nello Scaffale elettronico i record possono essere visualizzati in tre modi: tabulare, citazione e completo </li></ul><ul><li>Nella visualizzazione in formato completo è possibile: </li></ul><ul><li>Salvare i record: basta selezionarli (anche tutti), cliccare sull’icona contraddistinta dal floppy e scegliere il formato di destinazione (standard: formato testo; Citation Manager: formato testo formattato compatibile con diversi gestori di bibliografie) </li></ul><ul><li>Inviare i record per e-mail, inserendo commenti. </li></ul>
  27. 27. Gestione cartelle <ul><li>Il basket è la cartella base dello Scaffale elettronico, e viene mantenuto durante le varie sessioni per gli utenti autenticati (mentre è volatile per i guest). </li></ul><ul><li>Creazione di una nuova cartella </li></ul><ul><li>Ci sono due modi per creare una nuova cartella: </li></ul><ul><li>definendo l'intero contenuto del basket come nuova cartella (cliccare l’icona “salva” a dx del menu a tendina: il basket verrà duplicato e rinominato col nome scelto dall’utente) </li></ul><ul><li>creando una nuova cartella in visualizzazione Avanzata (a dx del menu a tendina) e copiare i record selezionati dal basket in questa nuova cartella </li></ul><ul><li>Copiare i record contenuti nel basket in un'altra cartella: </li></ul><ul><li>In visualizzazione Avanzata selezionare la cartella interessata dal menu a tendina. </li></ul><ul><li>Selezionare i record contenuti nel basket che intendi copiare attivando la checkbox a sinistra di ciascun record oppure attiva la checkbox che appare in alto per selezionare l'intera lista. </li></ul><ul><li>Usare la freccia per spostare i record selezionati dal basket alla cartella selezionata. </li></ul><ul><li>Per trasferire i record da una cartella ad un'altra basta spostare i record nel basket, poi selezionare un'altra cartella e spostali dal basket alla nuova cartella. </li></ul>
  28. 28. Area personale – Risorse preferite <ul><li>POLIsearch consente ad utenti autenticati di creare elenchi di risorse preferite, assegnare loro un nome e utilizzarli durante la Quicksearch e la Metasearch. </li></ul><ul><li>Analogamente a quanto accade per i singoli record, dalla funzione Risorse preferite si possono copiare le risorse dalla clipboard ad una o più liste di risorse che possono essere selezionate successivamente durante la ricerca. </li></ul><ul><li>È così possibile creare dei propri quickset che andranno ad aggiungersi nella pagina principale assieme a quelli preimpostati </li></ul><ul><li>Ci sono due modi per creare un nuovo set di risorse : </li></ul><ul><li>definendo l'intera clipboard come nuovo set di risorse (cliccare sull’icone “salva” e assegnare un nome al set) </li></ul><ul><li>creando un nuovo set e copiare qui le risorse selezionate dalla clipboard (cliccare sull’icona a forma di cartella e digitare un nome) </li></ul><ul><li>Copia le risorse dalla clipboard in un set : </li></ul><ul><li>In Risorse preferite, selezionare un set dal campo Selezionare il quickset che appare in alto a sinistra. La clipboard apparirà sulla destra mentre il set che selezionato verrà presentato sulla sinistra. </li></ul><ul><li>Copiare i record dalla clipbord al set cliccando sulle frecce. </li></ul><ul><li>Sul quickset è possibile effettuare le seguenti operazioni: </li></ul><ul><li>rinominare un set di risorse </li></ul><ul><li>salvare la clipboard delle risorse o il set. Puoi assegnargli un nuovo nome. </li></ul><ul><li>cancellare questa risorsa dalla clipboard o dal set delle risorse. </li></ul><ul><li>cancellare tutto il contenuto della clipbard o del set delle risorse. </li></ul><ul><li>Per copiare le risorse da un set ad un altro, esse vanno trasferite nella clipboard e da qui al secondo set di risorse. </li></ul>
  29. 29. Area personale - Riviste preferite <ul><li>La funzione Riviste preferite permette di scorrere la lista personale di riviste e accedere a ciascuna singolarmente oppure usufruire dei servizi SFX collegati ad esse. </li></ul><ul><li>Puoi aggiungere titoli alle Riviste preferite basta avvalersi della funzione Trova riviste </li></ul><ul><li>Le Riviste preferite possono essere visualizzate in formato tabulare e citazione </li></ul>
  30. 30. Area personale - Storico/Alert <ul><li>POLIsearch registra tutte le ricerche eseguite durante la sessione corrente in Ricerche precedenti (spazio che viene cancellato dopo il logout). La funzione Storico permette di registrare una strategia di ricerca per poterla riutilizzare. </li></ul><ul><li>Nella sezione Storico è possibile cliccare sulla strategia di ricerca per rieseguirla e visualizzare i risultati più recenti. I risultati visualizzati sono pertanto i più aggiornati. Cliccando nella colonna Risorsa viene visualizzata la lista delle risorse sulle quali è stata eseguita la ricerca. </li></ul><ul><li>Impostare l’alerting via e-mail </li></ul><ul><li>Mediante l’alerting la ricerca verrà eseguita automaticamente ad intervalli scelti dall’utente e il sistema invierà una e-mail all’utente quando la ricerca è conclusa, per avvertirlo della presenza o meno di nuovi record disponibili. Nella mail sarà presente un link che automaticamente rilancerà la ricerca. </li></ul><ul><li>Cliccando sull’icona dell’alerting accanto a una strategia, si aprirà una finestra in cui possono essere impostati dei parametri: indirizzo e-mail, frequenza della ricerca, risorse da interrogare. </li></ul>
  31. 31. Area personale - Preferenze <ul><li>Le preferenze permettono di personalizzare il proprio ambiente POLIsearch, mdificandolo rispetto alle impostazioni di default. </li></ul><ul><li>Possono essere impostati i seguenti parametri: </li></ul><ul><li>Lingua di visualizzazione </li></ul><ul><li>Visualizzazione della lista delle risorse </li></ul><ul><li>Visualizzazione della lista delle riviste </li></ul><ul><li>Visualizzazione dei risultati di ricerca </li></ul><ul><li>Numero di risultati per pagina </li></ul>
  32. 32. La ricerca nelle banche dati e nel Web Valeria Baudo; Biblioteca del Dipartimento di Bioingegneria Milano; 6-7 marzo 2007
  33. 33. La strategia di ricerca: come impostarla <ul><li>Perché la ricerca sia ripetibile e verificabile: </li></ul><ul><li>risultati e metodi devono essere espliciti </li></ul><ul><li>la strategia di ricerca deve essere impostata sistematicamente </li></ul><ul><li>una ricerca casuale sarà meno scientifica e maggiormente opinabile </li></ul><ul><li>3 FASI </li></ul><ul><li>PIANIFICAZIONE </li></ul><ul><li>SVOLGIMENTO </li></ul><ul><li>DISSEMINAZIONE </li></ul>
  34. 34. La formulazione del quesito di ricerca <ul><li>Formula il tuo argomento di ricerca in linguaggio naturale (cioè usa una o più frasi che spiegano ciò che stai cercando) </li></ul><ul><li>Ora considera il topic secondo i vari aspetti che lo compongono. Per aiutarti puoi usare il modello PICO (dove P=problem; I=intervention; C=condition; O=outcome)            </li></ul><ul><li>Considera ora i SINONIMI delle parole che hai elencato </li></ul><ul><li>Considera gli eventuali TRONCAMENTI e ACRONIMI da usare nella ricerca </li></ul><ul><li>Considera i LIMITI da applicare (data, età, ambito, geografico….) </li></ul><ul><li>Svolgimento dell’ESERCIZIO 1 </li></ul>
  35. 35. Un esempio di scomposizione del quesito: <ul><li>Tecnologie per la potabilizzazione delle acque nei paesi industrializzati e in via di sviluppo </li></ul><ul><li>Setting – Dove? </li></ul><ul><li>Perspective – Da quale punto di vista? </li></ul><ul><li>Intervention –Cosa? </li></ul><ul><li>Comparison – In raffronto a cosa? </li></ul><ul><li>Evaluation – Con quali risultati? </li></ul><ul><li>Methodology- Con che metodo? </li></ul>
  36. 36. Esercizio 1: formulazione del quesito di ricerca <ul><li>Formula il tuo argomento di ricerca in linguaggio naturale </li></ul><ul><li>Scomponi il tuo topic secondo i vari aspetti che lo compongono : che cosa cerchi? Secondo quali condizioni? Con quali limiti? Qual è l’ipotesi che vuoi verificare? </li></ul><ul><li>Considera ora i SINONIMI delle parole che hai elencato </li></ul><ul><li>Considera gli eventuali TRONCAMENTI e ACRONIMI da usare nella ricerca </li></ul><ul><li>Considera i LIMITI da applicare (data, età, ambito, geografico….) se applicabili </li></ul><ul><li>Il tuo quesito di ricerca è stato formulato, ora lo proveremo nelle banche dati </li></ul>
  37. 37. Le banche dati e i thesauri- CORE RESOURCES <ul><li>Le banche dati: </li></ul><ul><li>Indicizzano articoli originali pubblicati su riviste scientifiche </li></ul><ul><li>Indicizzare significa: estrarre i dati principali di ogni articolo su autore/i, contenuto (titolo, descrittori, abstract…), fonte (titolo rivista, ISSN, data pubblicazione…) assegnare dati gestionali (codici ex: Pubmed ID) </li></ul><ul><li>L’indicizzazione è un processo umano che è soggetto a errori </li></ul><ul><li>I thesauri: insieme delle parole chiave che danno accesso a una banca dati (Diz.DeMauro) </li></ul><ul><li>Non tutte le banche dati hanno un thesaurus </li></ul><ul><li>Esercizio 2: </li></ul><ul><li>Engineering Village (theasurus) </li></ul><ul><li>Web of science (senza thesaurus quindi con keywords) </li></ul>
  38. 38. Esercizio 2 <ul><li>Utilizzando la banca dati Engineering Village > interrogane il thesaurus per trovare i termini del tuo topic (fai riferimento all’Esercizio 1)>combina i termini che hai trovato attraverso gli operatori booleani appropriati>setta gli eventuali limiti>esporta i risultati in Refworks. </li></ul><ul><li>Utilizzando la banca dati Web of Science (si tratta di una banca dati senza thesaurus)>interrogala secondo il tuo topic usando i sinonimi, acronimi, troncamenti adeguati> utilizza gli operatori booleani adeguati>esporta i risultati in Refworks </li></ul>
  39. 39. I Feed RSS <ul><li>A cosa servono: a mantenersi aggiornati e ricevere alerting evitando di intasarsi la casella posta elettronica e di diffondere il proprio indirizzo mail </li></ul><ul><li>Come si riconoscono: </li></ul>
  40. 40. Le risorse che offrono Feed RSS <ul><li>EI Compendex (per ogni pagina di risultati) </li></ul><ul><li>IEEE (per ogni pagina di risultati) </li></ul><ul><li>MathSciNet (per pagina di risultati) </li></ul><ul><li>SciFinder Scholar (CAS) http://www.cas.org/feed.rss </li></ul><ul><li>ACS http://pubs.acs.org/alerts/index.html </li></ul><ul><li>AMS www.ams.org/mathscinet/help/jourid_help_full.html </li></ul><ul><li>Nature www.nature.com/webfeeds/index.html </li></ul><ul><li>Refworks www.refworks.com/tutorial/ </li></ul><ul><li>Royal Society of Chemistry www.rsc.org/Publishing/Technology/rss.asp </li></ul><ul><li>Science Online www.sciencemag.org/rss/ </li></ul><ul><li>SIAM http://epubs.siam.org/siam/siam_faq.jsp </li></ul><ul><li>Springer (per ogni pagina di risultati) </li></ul><ul><li>Wiley Interscience http://interscience.wiley.com/rss (per ogni periodico) </li></ul><ul><li>Credits: Perla Innocenti </li></ul>
  41. 41. I Feed RSS e Refworks <ul><li>Loggarsi in Refworks>Search RSS Feed </li></ul>
  42. 42. Refworks e i Feed RSS <ul><li>Inserire la url del FEED RSS>Add RSS Feed </li></ul><ul><li>Recuperare il Feed </li></ul>
  43. 43. I Feed RSS in Refworks <ul><li>Esercizio 3: </li></ul><ul><li>Condurre la propria ricerca in Engineering Village e importare il Feed RSS in Refworks </li></ul><ul><li>Esercizio 4: </li></ul><ul><li>Importare il feed Rss della rivista Nature </li></ul>
  44. 44. Riepilogando la fase 2: Core resources <ul><li>Le Core resources individuano le risorse fondamentali per il mio interesse di ricerca </li></ul><ul><li>C’è sempre una banca dati di riferimento, anche se non è mai esaustiva e la stessa ricerca va fatta “girare” su più banche dati per essere sicuri di catturare il più possibile </li></ul><ul><li>• Individuare le banche dati più importanti. Prova a partire da: </li></ul><ul><li>Engineering Village </li></ul><ul><li>IEEE </li></ul><ul><li>CSA Technology Research Database  Comprende:CSA Engineering Research Database (ing.civile, meccanica)-CSA High Technology Research Database with Aerospace (aerospaziale)-CSA Materials Research Database with METADEX  (materiali) </li></ul><ul><li>Le risorse specifiche e specialistiche di ogni ambito disciplinare Es: Scifinder (chimica)-PubMed (bioing, sanitaria ambientale);Aqualine –CSA (san. ambient, idraulica); MathSciNet (matematica); Lexis Nexis (gestionale) </li></ul><ul><li>http://www.biblio.polimi.it/internet/elenco.php?tipo=bd </li></ul>
  45. 45. I limiti delle banche dati <ul><li>Non esiste LA banca dati </li></ul><ul><li>L’interrogazione di una sola banca dati non basta </li></ul><ul><li>Non tutto è nelle banche dati Letteratura grigia : Informazione prodotta a livello governativo, accademico o industriale, in formato elettronico e cartaceo, non controllata dall’editoria commerciale, cioè da organismi o enti produttori la cui attività principale non sia quella editoriale </li></ul><ul><li>Comprende: Rapporti tecnici, trial clinici, tabelle che corredano uno studio, dispense di corsi, protocolli, linee guida, pre-print, tesi… </li></ul><ul><li>Un terzo dei paper non viene pubblicato </li></ul><ul><li>Publication Bias </li></ul><ul><li>È NECESSARIO ESTENDERE LA RICERCA ANCHE ALLE ADDITIONAL RESOURCES </li></ul>
  46. 46. Stadio 3: Additional resources <ul><li>Quando si usano: </li></ul><ul><li>Per una ricerca tematica quando la ricerca nelle core resources non ha dato risultati (ex:argomento troppo nuovo) </li></ul><ul><li>Per la localizzazione di un articolo non posseduto e non reperibile attraverso DD(cerco se esiste in open access) </li></ul><ul><li>Per la letteratura grigia (tesi,rapporti tecnici) </li></ul><ul><li>Per la ricerca di un’informazione puntuale (IF, brevetto) </li></ul><ul><li>Che tipo di risorse sono: </li></ul><ul><li>Motori di ricerca: </li></ul><ul><ul><li>Scholar Google, Scirus </li></ul></ul><ul><li>Metamotori: </li></ul><ul><li>Dogpile, Webcrawler </li></ul><ul><li>Subject gateways : </li></ul><ul><li>Intute </li></ul><ul><li>Open Archives : </li></ul><ul><ul><li>OAIster, ArXiv </li></ul></ul><ul><li>Siti e banche dati specializzate (free o meno) </li></ul><ul><ul><li>Free Patents online, Pro Quest Digital dissertations, IHS, Journal of citation reports </li></ul></ul>
  47. 47. Additional resources <ul><li>SCHOLAR GOOGLE </li></ul><ul><li>Servizi personalizzati: </li></ul><ul><li>SFX Politecnico di Milano </li></ul><ul><li>Scholar Google>Preferenze scholar>Link alle biblioteche>Digitare: Politecnico di Milano>Trova Biblioteca>Salva preferenze </li></ul><ul><li>ACNP (catalogo collettivo nazionale dei periodici) </li></ul><ul><li>Scholar Google>Preferenze scholar>Link alle biblioteche>Digitare: Acnp>Trova Biblioteca>Salva preferenze </li></ul><ul><li>Refworks </li></ul><ul><li>Scholar Google>Preferenze scholar>Gestione bibliografia>Selezionare:Mostra link per importare le citazioni in>dal menu scegliere Refworks>Salva preferenze </li></ul>
  48. 48. Esercizio 5: <ul><li>Personalizzare Scholar Google con SFX, ACNP e Refworks </li></ul><ul><li>Condurre la ricerca sul proprio topic in Scholar Google </li></ul>
  49. 49. Come leggere i risultati di Scholar Google
  50. 50. Esercizio 6: <ul><li>Condurre la propria ricerca su un subject gateway tipo Intute http://www.intute.ac.uk/ </li></ul><ul><li>Condurre una ricerca tematica su OAIster http:// oaister.umdl.umich.edu /o/ oaister </li></ul><ul><li>In queste risorse userò parole chiave più generiche di quelle usate per la ricerca in banche dati; la percentuale di rumore aumenta </li></ul>
  51. 51. Cercare un’informazione puntuale: <ul><li>EPO: Portale Europeo dei Brevetti www.epo.org </li></ul><ul><li>Espacenet: Espacenet è la banca dati e digital library fulltext dei brevetti mondiali ad oggi accessibili </li></ul><ul><li>http:// ep.espacenet.com </li></ul><ul><li>Patents: Free Patents on line http://www.freepatentsonline.com/ </li></ul><ul><li>La ricerca dei brevetti ( patents ) è particolarmente complessa, sia per la scarsità di letteratura secondaria che ne riporti dati citazionali, sia per i limiti imposti dalla modalità con cui i brevetti vengono indicizzati nelle basi dati: generalmente, infatti, non è possibile effettuare ricerche per titolo, né per parole presenti nel testo o termini chiave associati. La ricerca è quindi subordinata alla conoscenza dei nomi dei responsabili del brevetto o dei suoi numeri identificativi: ogni brevetto è identificato da un numero di registrazione univoco (publication number) preceduto da una sigla riferita alla nazione (es.: US 5478345 ); può inoltre avere altri numeri identificativi associati (application number, priority number). (C.Barazia) </li></ul><ul><li>Risorsa gratuita </li></ul><ul><li>Norme: IHS (ISO ASTM EUROFILE CEPT/ETSI/ECMA ) </li></ul><ul><li>http://www.biblio.polimi.it/internet/ elenco.php ? tipo=bd </li></ul><ul><li>Risorsa in abbonamento al Politecnico </li></ul>
  52. 52. Se cerco tesi: <ul><li>Le tesi di dottorato in formato elettronico del Polimi sono disponibili nell’opac http://www.biblio.polimi.it/opac/ </li></ul><ul><li>Per le altre: </li></ul><ul><li>Pro Quest Digital dissertations http://wwwlib.umi.com/dissertations / Base dati in cui sono indicizzate tutte le tesi di dottorato discusse in Canada e negli Stati Uniti dal 1861; è inclusa una selezione di tesi di laurea successive al 1962, con abstracts dal 1988. Sono presenti anche alcune tesi discusse presso università di altri paesi. E’ possibile accedere gratuitamente alle citazioni bibliografiche e agli abstracts delle tesi discusse negli ultimi due anni, mentre l’accesso alle informazioni antecedenti è possibile a pagamento. </li></ul><ul><li>Credits: Caterina Barazia </li></ul>
  53. 53. Cerco un libro/una rivista che non c’è nell’opac del Polimi <ul><li>Catalogo collettivo italiano </li></ul><ul><li>http://www.internetculturale.it/ </li></ul><ul><li>Metaopac Azalai </li></ul><ul><li>http://www.aib.it/ aib / opac /mai2.htm </li></ul><ul><li>Catalogo collettivo delle pubblicazioni periodiche ACNP </li></ul><ul><li>http:// acnp.cib.unibo.it / </li></ul><ul><li>Worldcat http:// worldcat.org / </li></ul>
  54. 54. Overview sull’Open Access Pietro Gozetti – Biblioteca Dipartimento di Bioingegneria 7 marzo 2007
  55. 55. Scenario <ul><li>Paradosso pubblicazione accademica </li></ul><ul><li>Crisi dei prezzi dei periodici </li></ul><ul><li>Crisi dei budget bibliotecari/istituzionali </li></ul><ul><li>Lentezza del processo di pubblicazione </li></ul><ul><li>Assenza di sensibili vantaggi economici e/o d’impatto scientifico per gli autori </li></ul><ul><li>Monopoli di editori </li></ul>
  56. 56. Il modello Open Access <ul><li>Elimina le barriere </li></ul><ul><ul><li>Economiche </li></ul></ul><ul><ul><li>Licenze </li></ul></ul><ul><ul><li>Accesso </li></ul></ul>
  57. 57. Vantaggi <ul><li>Maggiore visibilità </li></ul><ul><li>Citazione </li></ul><ul><li>Peer review </li></ul><ul><li>Copyright resta all’autore </li></ul><ul><li>Immediatezza della pubblicazione/disseminazione </li></ul>
  58. 58. Iniziative <ul><li>Free Journals => DOAJ </li></ul><ul><li>Depositi disciplinari => ArXiv </li></ul><ul><li>Depositi istituzionali => Eprints, DSpace, Fedora etc. </li></ul>
  59. 59. Depositi istituzionali <ul><li>Permanenza delle risorse </li></ul><ul><li>Letteratura grigia </li></ul><ul><li>Impatto scientifico e istituzionale misurabile (advocacy, sponsorizzazioni, reperimento dei fondi) </li></ul>
  60. 60. Copyright vs Diritto d’autore <ul><li>Non sono esattamente omologhi </li></ul><ul><ul><li>Proprietà intellettuale </li></ul></ul><ul><ul><li>Diritto di riproduzione (copyright in senso proprio, deriva dai privilegi/imprimatur/monopoli editoriali dell’epoca tipografica) </li></ul></ul><ul><ul><li>Diritto di sfruttamento economico (tradizionalmente ceduto all’editore nella pubblicazione scientifica, in parte detenuto dall’autore in ambito commerciale => pirateria) </li></ul></ul><ul><li>Copyleft </li></ul><ul><ul><li>Nuovi tipi di contratto (es. Creative Commons) </li></ul></ul><ul><ul><li>Protezione del contenuto (idea originale) indipendente dal supporto tramite il quale è veicolato </li></ul></ul>
  61. 61. Strumenti <ul><li>SHERPA - http://www.sherpa.ac.uk/ </li></ul><ul><li>OAISTER (interoperabilità, protocollo OAI-PMH) </li></ul><ul><li>RoMEO </li></ul><ul><li>OpenDOAR - http://www.opendoar.org/ </li></ul><ul><li>Creative Commons - http://www.creativecommons.it/ </li></ul>
  62. 62. Esercitazione finale: <ul><li>Rispetto ai record sinora recuperati e importati in Refworks: </li></ul><ul><li>Ipotizzare l’invio di un paper e scegliere una rivista su cui pubblicare </li></ul><ul><li>Controllare le politiche di pubblicazione dell’editore su RoMEO database www.sherpa.ac.uk </li></ul><ul><li>Di questa rivista controllare l’Impact factor usando la banca dati opportuna </li></ul><ul><li>Preparare la bibliografia con lo stile citazionale della rivista usando Refworks </li></ul><ul><li>In Refworks creare una cartella con i riferimenti bibliografici dell’articolo; condividere questa cartella inviandola a bioingegneria@mail.biblio.polimi.it </li></ul>
  63. 63. <ul><li>Domande? Dubbi? </li></ul><ul><li>Grazie per l’attenzione </li></ul><ul><li>[email_address] </li></ul><ul><li>BLOG: http:// bioingegneria.wordpress.com / </li></ul><ul><li>tel 02-2399-3300 </li></ul><ul><li>Credits:Caterina Barazia Perla Innocenti Vanna Pistotti Serena Sangiorgi </li></ul>

×