Introduzionealla Comunicazione MODELLI, TEORIE E STRUMENTI  AVELLINO, 4 OTTOBRE 2010
Che avete fatto questa mattina?
Mappa degli strumenti di comunicazionePubblici esterni                                         Comunicazioni con l’utente:...
I destinatari della comunicazione in CameraPubblici esterni          Studi professionali/Società di consulenza            ...
Cosa è comunicazione?E’ impossibile non comunicare.. Assioma di Watzlawick
Comunicazione verbale Il contenuto (scritto o parlato) Le parole che usiamo L’articolazione logica del  discorso I num...
Comunicazione para-verbale Il tono della voce, la velocità di eloquio Il volume La musicalità e le variazioni di tono ...
Comunicazione non - verbale L’espressione del volto La postura del corpo, gli atteggiamenti L’altezza, il peso di chi p...
Tipi di comunicazione: cosa pesa di più?
Definizioni di comunicazione Modello lineare vs Modello circolare
Elementi del comunicare: modello lineare   Emittente: chi formula il messaggio, la fonte dell’informazione   Messaggio: ...
Elementi del comunicare: modello circolareLa comunicazione è un processocomplesso e circolare.I destinatari decodificano i...
Il difficile del comunicareCiò che cogliamo del mondo esterno viene filtrato dai nostri modi di essere individuali, dalla ...
Modello percettivo della comunicazione•   La comunicazione è piena di malintesi => i destinatari    percepiscono e interpr...
Le linee orizzontali sono parallele?
Qual è il centro più grande nei 2 disegni?
Uomo o Donna?         “Noi prendiamo una         manciata di sabbia         dal panorama infinito         delle percezioni...
E’ giovane o vecchia?
E lei?
I rischi della comunicazione unidirezionale                   Un gioco per capire….
Non tutti i canali sono uguali…             Un gioco per capire….
Non due ma tre linguaggi a confrontoL’esito finale del processodi comunicazione(ciò che vieneeffettivamentecomunicato) è u...
La Comunicazione Pubblica         DEFINIZIONI
Cosa è la Comunicazione Pubblica?
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Che tipo di comunicazione...
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Che tipo di comunicazione...
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Che tipo di comunicazione...
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Che tipo di comunicazione...
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Comunicazione istituziona...
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Comunicazione di prodotto
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Che tipo di comunicazione...
Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica                         Che tipo di comunicazione...
MIA Mostra Internazionale dellAlimentazioneEsercitazione 1:         Rimini 21-24 febbraio  - agroalimentare (escluso vino)...
La Comunicazione Pubblica   EVOLUZIONI E RIFERIMENTI NORMATIVI
L’evoluzione della comunicazione pubblica in Italia
Come è cambiato il rapporto utente-Pa
La legge 150/2000 E’ la legge di  riferimento della  comunicazione  pubblica Individua all’interno  degli enti pubblici ...
Funzioni dell’URP (l.150/2000) garantire lesercizio dei diritti di informazione, di accesso e di  partecipazione di cui a...
Funzioni dell’ufficio stampa (l.150/2000) Attività è in via prioritaria indirizzata ai mezzi di informazione di massa. G...
Funzioni del portavoce (l.150/2000) L’organo di vertice dellamministrazione pubblica può essere  coadiuvato da un portavo...
Definizioni ambigue La legge 150 effettua una differenziazione accademicamente non molto corretta  fra “comunicazione” e ...
…dalla direttiva 7 febbraio 2002 Con lentrata in vigore della legge del 7 giugno 2000, n. 150 (…) la   comunicazione pubb...
Il secondo passaggio “chiave”: la pianificazionePiù lo scenario sicomplica, più èindispensabilepianificare.
Per pianificare è necessario il coordinamentoIndagine Urp degli Urp – Poligoni irregolari 2004
Il passaggio “chiave”:                    dall’URP all’Ufficio Comunicazione1. La comunicazione è una funzione strategica ...
Dove si colloca la comunicazione nella PA
Un modello possibile       Un unico centro di competenza come ufficio di staff alle dipendenze                dell’organo ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Comunicazione Istituzionale per la Camera di Commercio

749

Published on

Corso di formazione di base sulla comunicazione istituzionale per il personale della camera di commercio

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
749
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Comunicazione Istituzionale per la Camera di Commercio

  1. 1. Introduzionealla Comunicazione MODELLI, TEORIE E STRUMENTI AVELLINO, 4 OTTOBRE 2010
  2. 2. Che avete fatto questa mattina?
  3. 3. Mappa degli strumenti di comunicazionePubblici esterni Comunicazioni con l’utente: CRM, mail, telefono, fax, sportello Sito Internet e strumenti online di promozione Eventi esterniComunicazione Integrata Prodotti editoriali e multimediali Pubblicità, Affissioni, sponsorizzazioni Pubbliche relazioni e ufficio stampa Avvisi, moduli, cartellonistica…. Comunicazioni tra/ai colleghi (mail, lettere, bacheca, telefonate, ordini di servizio) Eventi interni e riunioni Sito Intranet Pubblicazioni ad uso interno (es. newsletter)Pubblici interni
  4. 4. I destinatari della comunicazione in CameraPubblici esterni Studi professionali/Società di consulenza Istituzioni locali e nazionali Artigiani, Imprese e associazioni di categoriaComunicazione Integrata Giornalisti Studenti e cittadini di ogni etàPubblici interni
  5. 5. Cosa è comunicazione?E’ impossibile non comunicare.. Assioma di Watzlawick
  6. 6. Comunicazione verbale Il contenuto (scritto o parlato) Le parole che usiamo L’articolazione logica del discorso I numeri che presentiamo I nomi che citiamo
  7. 7. Comunicazione para-verbale Il tono della voce, la velocità di eloquio Il volume La musicalità e le variazioni di tono Le pause, i ritmi, il respiro La pronuncia: •corretta/dialettale • completa/mangiando le parole • … L’uniformità o la varietà
  8. 8. Comunicazione non - verbale L’espressione del volto La postura del corpo, gli atteggiamenti L’altezza, il peso di chi parla La stabilità o il movimento I vestiti e gli accessori I movimenti delle mani La direzione dello sguardo L’ordine e la pulizia del corpo Le immagini che proiettiamo
  9. 9. Tipi di comunicazione: cosa pesa di più?
  10. 10. Definizioni di comunicazione Modello lineare vs Modello circolare
  11. 11. Elementi del comunicare: modello lineare  Emittente: chi formula il messaggio, la fonte dell’informazione  Messaggio: il contenuto della comunicazione  Il canale/strumento: di cosa mi servo per la trasmissione del messaggio  Destinatario: a chi il messaggio è indirizzato  E’ lo schema tipico del modello lineare dell’informazione.
  12. 12. Elementi del comunicare: modello circolareLa comunicazione è un processocomplesso e circolare.I destinatari decodificano ilmessaggio sulla base di “filtri”(condizionamenti sociali,culturali, linguistici, giudizi e/opregiudizi sull’emittente,esperienze pregresse, statiemozionali, competenzecomunicative, etc..) che rendonoincerto il destino dellacomunicazione.Il feedback aiuta a comprenderese la comunicazione è andata abuon fine.
  13. 13. Il difficile del comunicareCiò che cogliamo del mondo esterno viene filtrato dai nostri modi di essere individuali, dalla nostra cultura personale, dalle esperienze FILTRI PERSONALI “Noi traduciamo sempre il linguaggio dell’altro nel nostro”
  14. 14. Modello percettivo della comunicazione• La comunicazione è piena di malintesi => i destinatari percepiscono e interpretano i messaggi (passaggio soggettivo – soggettività) creando nella loro mente un significato. Ciò che viene percepito è la realtà
  15. 15. Le linee orizzontali sono parallele?
  16. 16. Qual è il centro più grande nei 2 disegni?
  17. 17. Uomo o Donna? “Noi prendiamo una manciata di sabbia dal panorama infinito delle percezioni e la chiamiamo mondo” Robert Pirsing
  18. 18. E’ giovane o vecchia?
  19. 19. E lei?
  20. 20. I rischi della comunicazione unidirezionale Un gioco per capire….
  21. 21. Non tutti i canali sono uguali… Un gioco per capire….
  22. 22. Non due ma tre linguaggi a confrontoL’esito finale del processodi comunicazione(ciò che vieneeffettivamentecomunicato) è uncompromesso, un puntodi incontro fralinguaggi diversi:dell’emittente, deldestinatario, ma anchedel mezzo prescelto cheha un proprio codiceespressivo, una sorta dirigidità dicomunicazione.Il comunicatore è coluiche conosce e sainterpretare al meglioquesti tre linguaggi e laloro evoluzione nellacultura del tempo.
  23. 23. La Comunicazione Pubblica DEFINIZIONI
  24. 24. Cosa è la Comunicazione Pubblica?
  25. 25. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Che tipo di comunicazione è questa?
  26. 26. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Che tipo di comunicazione è questa?
  27. 27. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Che tipo di comunicazione è questa?
  28. 28. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Che tipo di comunicazione è questa?
  29. 29. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Comunicazione istituzionale o Corporate Communication
  30. 30. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Comunicazione di prodotto
  31. 31. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Che tipo di comunicazione è questa?
  32. 32. Esercitazione 1:Riconoscere le diversetipologie dicomunicazione pubblica Che tipo di comunicazione è questa?
  33. 33. MIA Mostra Internazionale dellAlimentazioneEsercitazione 1: Rimini 21-24 febbraio - agroalimentare (escluso vino)Riconoscere le diverse MIFURtipologie di Rho (MI) 3– 6 marzo - abbigliamento pellecomunicazione pubblica APLF Hong Kong 29-31 marzo - pelli (concerie) CIBUS Parma 10 – 13 maggio - agroalimentare (escluso vino) SIAL Parigi 17 – 21 ottobre - agroalimentare … e questa?
  34. 34. La Comunicazione Pubblica EVOLUZIONI E RIFERIMENTI NORMATIVI
  35. 35. L’evoluzione della comunicazione pubblica in Italia
  36. 36. Come è cambiato il rapporto utente-Pa
  37. 37. La legge 150/2000 E’ la legge di riferimento della comunicazione pubblica Individua all’interno degli enti pubblici 3 strutture deputate alla comunicazione
  38. 38. Funzioni dell’URP (l.150/2000) garantire lesercizio dei diritti di informazione, di accesso e di partecipazione di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni; agevolare lutilizzazione dei servizi offerti ai cittadini, anche attraverso lillustrazione delle disposizioni normative e amministrative, e linformazione sulle strutture e sui compiti delle amministrazioni medesime; promuovere ladozione di sistemi di interconnessione telematica e coordinare le reti civiche; attuare, mediante lascolto dei cittadini e la comunicazione interna, i processi di verifica della qualità dei servizi e di gradimento degli stessi da parte degli utenti; garantire la reciproca informazione fra lufficio per le relazioni con il pubblico e le altre strutture operanti nellamministrazione, nonchè fra gli uffici per le relazioni con il pubblico delle varie amministrazioni.
  39. 39. Funzioni dell’ufficio stampa (l.150/2000) Attività è in via prioritaria indirizzata ai mezzi di informazione di massa. Gli uffici stampa sono costituiti da personale iscritto allalbo nazionale dei giornalisti. Lufficio stampa è diretto da un coordinatore, che assume la qualifica di capo ufficio stampa, il quale, sulla base delle direttive impartite dallorgano di vertice dellamministrazione, cura i collegamenti con gli organi di informazione, assicurando il massimo grado di trasparenza, chiarezza e tempestività delle comunicazioni da fornire nelle materie di interesse dellamministrazione.
  40. 40. Funzioni del portavoce (l.150/2000) L’organo di vertice dellamministrazione pubblica può essere coadiuvato da un portavoce, anche esterno allamministrazione, con compiti di diretta collaborazione ai fini dei rapporti di carattere politico-istituzionale con gli organi di informazione. .
  41. 41. Definizioni ambigue La legge 150 effettua una differenziazione accademicamente non molto corretta fra “comunicazione” e “informazione”. Di fatto l’informazione diretta alla stampa non è altro che uno degli strumenti di comunicazione detta anche attività di pubbliche relazioni L’attività del Portavoce è attività di Comunicazione Politica L’URP è l’ufficio comunicazione che integra attività di comunicazione interna ed esterna (anche diretta ai media), ad esclusione appunto della comunicazione politica (anche se il confine è debole..) p
  42. 42. …dalla direttiva 7 febbraio 2002 Con lentrata in vigore della legge del 7 giugno 2000, n. 150 (…) la comunicazione pubblica cessa di essere un segmento aggiuntivo e residuale dellazione delle pubbliche amministrazioni, e ne diviene parte integrante, così come accade da decenni alle imprese che agiscono nel mercato dei prodotti e dei servizi. Per consentire il pieno raggiungimento di questi obiettivi, le pubbliche amministrazioni devono:  dare avvio e sviluppo alle strutture deputate alla realizzazione delle attività di informazione, portavoce e ufficio stampa, e di comunicazione, ufficio per le relazioni con il pubblico;  promuoverne il pieno raccordo operativo sotto forma di coordinamento e attraverso una adeguata struttura organizzativa.
  43. 43. Il secondo passaggio “chiave”: la pianificazionePiù lo scenario sicomplica, più èindispensabilepianificare.
  44. 44. Per pianificare è necessario il coordinamentoIndagine Urp degli Urp – Poligoni irregolari 2004
  45. 45. Il passaggio “chiave”: dall’URP all’Ufficio Comunicazione1. La comunicazione è una funzione strategica e parte integrante dell’azione pubblica.3. La sua collocazione migliore e suggerita dagli esperti della materia è in staff alle dipendente dell’organo direttivo della Camera e comunque presente all’interno dei progetti interfunzionali o interistituzionali dell’ente.5. E’ necessario garantire una perfetta collaborazione fra URP, Portavoce e Ufficio stampa e comunque coordinare tutte le iniziative di comunicazione degli uffici.
  46. 46. Dove si colloca la comunicazione nella PA
  47. 47. Un modello possibile Un unico centro di competenza come ufficio di staff alle dipendenze dell’organo direttivo della Camera (Segretario generale). portavoce Front office: reception, Call center.. URP UfficioStampa Servizi /progetti esterni di comunicazione Uffici tecniciEnti locali, aziende speciali partner,società di consulenza esterne
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×