Sistemi informativi a supporto del servizio di trasporto secondario Ing. Francesco Silanos – Beta 80 Group
L’esperienza Beta 80 <ul><li>Il gruppo Beta 80 opera in Italia e all’Estero da oltre 15 anni, come partner efficace ed aff...
Il ruolo della “centrale operativa” <ul><li>Spesso si considera “centrale operativa” unicamente nell’ambito della gestione...
Il processo che segue a una richiesta di servizio (di trasporto) <ul><li>Gestione della richiesta e identificazione del ri...
Nello specifico del trasporto secondario <ul><li>Il “Cliente” è ogni struttura sanitaria che disponga di propri mezzi oper...
Ipotesi di Schema del processo di gestione Gestione Inserimento prenotazione Gestione evento di trasporto Gestione agenda ...
Rappresentazione logica del sistema informativo Calltaker Fasi del processo Organizzazioni WS Registratore CTI GIS SMS FAX...
Architettura del sistema informativo
Archivi e Anagrafiche di Supporto <ul><li>EMMA rende disponibile un’ampia serie di archivi di supporto, condivisi tra tutt...
Gestione Calendari e Disponibilità <ul><li>E’ possibile categorizzare l’equipaggio a bordo dei mezzi in base alla qualific...
La gestione dell’evento (1) <ul><li>Alla ricezione di una richiesta, l’operatore compila la scheda servizio, con i dati re...
La gestione dell’evento (2) <ul><li>Il sistema automaticamente propone i mezzi ritenuti più idonei in termini di: tipologi...
Supporto alle decisioni e utilizzo di linee guida <ul><li>In ottica di  risk management  è particolarmente importante il s...
Localizzazione e Percorsi <ul><li>Registrazione dati utente richiedente e riconoscimento del chiamante </li></ul><ul><li>V...
Pianificazione <ul><li>L’operatore tramite la funzione di pianificazione, visualizza l’elenco dei mezzi appropriati e disp...
…… . e tracciamento dei servizi <ul><li>L’operatore tramite la funzione di  tracciamento chiamate  può visualizzare l’elen...
Monitoraggio dei mezzi e delle risorse <ul><li>L’attivazione del mezzo avviene compilando la scheda missione, che contiene...
Monitoraggio dei mezzi e delle risorse – Architettura tecnologica APPARATI  DI BORDO CARRIER DI  COMUNICAZIONE Trasmission...
Risorse tecnologiche <ul><li>Sistema radio </li></ul><ul><li>Sistemi telefonici:  </li></ul><ul><ul><li>Centralini </li></...
Sistema di navigazione assistita Integrazione dei dati di missione nel rapporto di intervento SCHEDA INTERVENTO SCHEDA MIS...
Caratteristiche Funzionali <ul><li>Registrazione dell’intero percorso di missione </li></ul><ul><li>Invio automatico della...
Un obiettivo o una possibilità? Un’immagine della centrale operativa 118 di Milano Niguarda <ul><li>Il sistema informativo...
I vantaggi di un “unico punto di accesso” <ul><li>La presenza di centrali che raccolgono le richieste di servizio consento...
Le risposte alle richieste degli utenti <ul><li>L’efficacia dei servizi di emergenza è uno dei punti che più stanno a cuor...
Conclusione <ul><li>Lo strumento informatico è una chiave fondamentale per realizzare un sistema efficace ed efficiente di...
Arrivederci a presto! <ul><li>Grazie per l’attenzione </li></ul><ul><li>[email_address] </li></ul><ul><li>[email_address] ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

05 Sistemi Informativi A Supporto Del Servizio Di Trasporto Secondario

1,476
-1

Published on

I sistemi informativi a supporto del servizio di trasporto secondario.
Modelli organizzativi, funzionalità ed infrastrutture tecnologiche
(Ing. Francesco Silanos– Beta 80 Group

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,476
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

05 Sistemi Informativi A Supporto Del Servizio Di Trasporto Secondario

  1. 1. Sistemi informativi a supporto del servizio di trasporto secondario Ing. Francesco Silanos – Beta 80 Group
  2. 2. L’esperienza Beta 80 <ul><li>Il gruppo Beta 80 opera in Italia e all’Estero da oltre 15 anni, come partner efficace ed affidabile nella progettazione e realizzazione di sistemi informativi e tecnologici a supporto delle attività di centrali operative di monitoraggio ed emergenza. Ad oggi sono attive 16 centrali 118 e 7 centrali di continuità assistenziale. In 4 centrali sono gestiti i trasporti secondari. </li></ul><ul><li>Beta 80 svolge in particolare attività di: </li></ul><ul><ul><li>Progettazione e dimensionamento dell’infrastruttura tecnologica e di tutte le componenti di comunicazione indispensabili per l’erogazione del servizio </li></ul></ul><ul><ul><li>La fornitura, installazione e avviamento delle centrali </li></ul></ul><ul><ul><li>Le attività di formazione e affiancamento degli operatori </li></ul></ul><ul><ul><li>Il servizio di help-desk e assistenza 7x24 </li></ul></ul><ul><ul><li>L’analisi dei dati dell’intero processo di gestione dell’emergenza a supporto dell’attività di policy making e la consulenza strategica per l’individuazione dei parametri qualitativi del servizio </li></ul></ul>
  3. 3. Il ruolo della “centrale operativa” <ul><li>Spesso si considera “centrale operativa” unicamente nell’ambito della gestione di emergenze </li></ul><ul><li>In realtà una centrale deve essere vista come un punto di concentrazione di richieste di servizio, non necessariamente di emergenza. </li></ul><ul><li>Inoltre la centrale può essere vista come il luogo dove devono essere raccolte ed aggiornate le informazioni sullo stato delle risorse </li></ul><ul><li>Da ultimo occorre considerare il ruolo di regolatore di una centrale, nei confronti del rispetto delle procedure, in ottica di “risk management” </li></ul><ul><li>In sintesi è un GESTORE DI MEZZI E RISORSE </li></ul>
  4. 4. Il processo che segue a una richiesta di servizio (di trasporto) <ul><li>Gestione della richiesta e identificazione del richiedente </li></ul><ul><li>Valutazione della priorità e della tipologia </li></ul><ul><li>Identificazione e attivazione della risorsa più adatta (stato, vicinanza, attrezzatura) </li></ul><ul><li>Identificazione del luogo di destinazione e conferma della disponibilità </li></ul><ul><li>Monitoraggio del mezzo durante il trasporto </li></ul><ul><li>Trasmissione di dati alla centrale e al punto di arrivo </li></ul><ul><li>Rilascio del paziente </li></ul>
  5. 5. Nello specifico del trasporto secondario <ul><li>Il “Cliente” è ogni struttura sanitaria che disponga di propri mezzi operanti sul “territorio”. </li></ul><ul><li>Gli obiettivi sono: </li></ul><ul><ul><li>Migliorare il servizio </li></ul></ul><ul><ul><li>Gestire il rischio </li></ul></ul><ul><ul><li>Ottimizzare l’utilizzo delle risorse </li></ul></ul><ul><li>Un sistema di gestione di mezzi e risorse consente di: </li></ul><ul><ul><li>Comunicare </li></ul></ul><ul><ul><li>Coordinare risorse mobili e pianificare servizi e percorsi </li></ul></ul><ul><ul><li>Assegnare in tempo reale missioni in base alla posizione dei mezzi </li></ul></ul><ul><ul><li>Gestire le emergenze a bordo </li></ul></ul><ul><ul><li>Monitorare la produttività </li></ul></ul><ul><ul><li>Ottimizzare gli spostamenti e la gestione </li></ul></ul>
  6. 6. Ipotesi di Schema del processo di gestione Gestione Inserimento prenotazione Gestione evento di trasporto Gestione agenda centralizzata
  7. 7. Rappresentazione logica del sistema informativo Calltaker Fasi del processo Organizzazioni WS Registratore CTI GIS SMS FAX RADIOGPS Trasmissione Dati Trasm. Immagini Sensori Esterni Enterprise portal Gestionale Orchestration Vigili del Fuoco Maxi Emergenze Calamità Naturali Protezione Civile-ARPA 118 Guardia Medica Taxi Sanitario Servizi Inform. Cittadino Public Utility WEB WEB Dispatcher Configuration Advanced Reporting Datawarehouse Contabilità Gestione Documentale Amministrativo Utility Forze Dell’ordine
  8. 8. Architettura del sistema informativo
  9. 9. Archivi e Anagrafiche di Supporto <ul><li>EMMA rende disponibile un’ampia serie di archivi di supporto, condivisi tra tutti i sevizi installati </li></ul><ul><li>DESCRIZIONE DEL TERRITORIO </li></ul><ul><ul><li>Cataloga le località di interesse, le vie e i riferimenti visivi che segnalano percorsi, luoghi o edifici pubblici. </li></ul></ul><ul><ul><li>Per le risorse identificabili sul territorio è disponibile la funzione di localizzazione sulla cartografia. </li></ul></ul><ul><li>RISORSE SUL TERRITORIO </li></ul><ul><ul><li>Archivio degli Enti di interesse per il servizio erogato. </li></ul></ul><ul><ul><li>Elenco del personale reperibile organizzato per ente e risorse strutturali. </li></ul></ul><ul><li>IDENTIFICAZIONE DELL’UTENZA </li></ul><ul><ul><li>Anagrafe pazienti: contiene dati anagrafici, residenza, patologie prevalenti e dati clinici, medico curante, persone di riferimento ecc. </li></ul></ul>
  10. 10. Gestione Calendari e Disponibilità <ul><li>E’ possibile categorizzare l’equipaggio a bordo dei mezzi in base alla qualifica professionale </li></ul><ul><li>Sono definiti i punti di stazionamento, le disponibilità, i meccanismi di attivazione del servizio (radio, telefono …) </li></ul><ul><li>È gestita un agenda della disponibilità della risorsa (ad esempio: il sabato notte lavora per il 118 in certo punto di stazionamento,dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 14 lavora nei trasporti dializzati ecc.). </li></ul><ul><li>Se la disponibilità cambia con regolarità è possibile effettuare procedure automatiche di aggiornamento dello stato di disponibilità del mezzo. </li></ul>
  11. 11. La gestione dell’evento (1) <ul><li>Alla ricezione di una richiesta, l’operatore compila la scheda servizio, con i dati relativi al tipo di trasporto e/o mezzo richiesto. </li></ul>
  12. 12. La gestione dell’evento (2) <ul><li>Il sistema automaticamente propone i mezzi ritenuti più idonei in termini di: tipologia, vicinanza e disponibilità e/o secondo altri criteri eventualmente configurati. </li></ul><ul><li>L’operatore sceglie tra questi il mezzo ritenuto più idoneo in base ad ulteriori criteri e protocolli stabiliti dal responsabile del servizio (ad esempio in base ai Km percorsi, convenzione stipulata con l’ente proprietario del mezzo, equipaggio …). </li></ul><ul><li>Il sistema automaticamente aggiorna il calendario delle disponibilità del mezzo e predispone i meccanismi di allertamento dello stesso: vengono aggiornati l’elenco dei trasporti assegnati al mezzo ed al suo equipaggio nel turno in esame, mentre a fine giornata viene automaticamente predisposto l’invio delle relative segnalazioni al personale interessato. </li></ul>
  13. 13. Supporto alle decisioni e utilizzo di linee guida <ul><li>In ottica di risk management è particolarmente importante il supporto all’utilizzo delle linee guida. </li></ul><ul><li>L’utilizzo stesso del sistema informativo “impone” agli operatori di seguire un flusso strutturato di azioni </li></ul><ul><li>Sono inoltre disponibili funzionalità di: </li></ul><ul><ul><li>Supporto alle decisioni mediante un “albero” strutturato di domande-risposte </li></ul></ul><ul><ul><li>Reperimento e consultazione delle linee guida applicabili in una data circostanza </li></ul></ul>
  14. 14. Localizzazione e Percorsi <ul><li>Registrazione dati utente richiedente e riconoscimento del chiamante </li></ul><ul><li>Visualizzazione percorso e risorse disponibili </li></ul>
  15. 15. Pianificazione <ul><li>L’operatore tramite la funzione di pianificazione, visualizza l’elenco dei mezzi appropriati e disponibili e seleziona quello prescelto. </li></ul>
  16. 16. …… . e tracciamento dei servizi <ul><li>L’operatore tramite la funzione di tracciamento chiamate può visualizzare l’elenco dei trasporti programmati e dei trasporti attivi - costantemente aggiornato dal sistema - mentre riceve le chiamate per la programmazione o prenotazione di servizi di trasporto o mezzi. </li></ul>la finestra di tracciamento delle chiamate è suddivisa in due sezioni, una con i dati di sintesi dei richiedenti, l’altra con i corrispondenti mezzi attivi o prenotati
  17. 17. Monitoraggio dei mezzi e delle risorse <ul><li>L’attivazione del mezzo avviene compilando la scheda missione, che contiene tutti i dati del mezzo, dell’ente a cui appartiene e del suo equipaggio. </li></ul>Tramite questa scheda il sistema traccia tutti i momenti del trasporto fino alla sua conclusione calcolando soste, tempi (data ora arrivo sul posto, data ora partenza ecc.), distanze percorse e costi. I dati della scheda missione possono pervenire da sistemi di GPS ove presenti, da sedi remote (ad esempio inseriti dall’equipaggio alla fine della missione tramite il modulo web) o essere inseriti dall’operatore di centrale in comunicazione con il mezzo.
  18. 18. Monitoraggio dei mezzi e delle risorse – Architettura tecnologica APPARATI DI BORDO CARRIER DI COMUNICAZIONE Trasmissione dati <ul><li>Trasmissione SMS </li></ul><ul><li>Trasmissione DATI </li></ul><ul><li>Trasmissione Fonia </li></ul><ul><li>Collegamento a SMSC (se GSM) </li></ul>CENTRALE OPERATIVA SMS * DATI FONIA SMS * Il collegamento diretto al SMSC o la VPN sono opzionali GPRS SMSC VPN Localizzazione del mezzo in locale <ul><li>Registrazione percorso </li></ul><ul><li>Visualizzazione messaggi </li></ul><ul><li>Chiamate in fonia </li></ul><ul><li>Navigazione assistita </li></ul>Visualizzazione sul cartografico <ul><li>Visualizzazione posizioni </li></ul><ul><li>Visualizzazione percorsi </li></ul><ul><li>Visualizzazione telemetrie </li></ul><ul><li>Messaggi e fonia </li></ul>
  19. 19. Risorse tecnologiche <ul><li>Sistema radio </li></ul><ul><li>Sistemi telefonici: </li></ul><ul><ul><li>Centralini </li></ul></ul><ul><ul><li>Sistemi di registrazione digitale </li></ul></ul><ul><ul><li>Telefoni mobili </li></ul></ul><ul><ul><li>Telefoni mobili con GPS </li></ul></ul><ul><li>Sistemi Cartografici e GPS </li></ul><ul><li>Sistemi per la trasmissione di immagini </li></ul><ul><li>Sistemi diagnostici di bordo </li></ul><ul><li>Terminali portatili </li></ul><ul><li>Terminali web </li></ul><ul><li>Videowall </li></ul>
  20. 20. Sistema di navigazione assistita Integrazione dei dati di missione nel rapporto di intervento SCHEDA INTERVENTO SCHEDA MISSIONE Invio dei Dati di intervento a bordo del mezzo
  21. 21. Caratteristiche Funzionali <ul><li>Registrazione dell’intero percorso di missione </li></ul><ul><li>Invio automatico della posizione a tempo, a distanza, su allarme. </li></ul><ul><li>Gestione degli Stati Operativi </li></ul>
  22. 22. Un obiettivo o una possibilità? Un’immagine della centrale operativa 118 di Milano Niguarda <ul><li>Il sistema informativo di centrale è lo strumento attraverso il quale l’operatore svolge TUTTE le attività operative e gestisce TUTTE le tecnologie </li></ul>
  23. 23. I vantaggi di un “unico punto di accesso” <ul><li>La presenza di centrali che raccolgono le richieste di servizio consentono di predisporre sistemi informativi integrati, strumento chiave per il miglioramento del servizio </li></ul><ul><ul><li>Devono essere configurabili ed adattabili alle diverse modalità organizzative ed alla loro evoluzione nel tempo </li></ul></ul><ul><ul><li>Devono essere aperte a tutte le organizzazioni che cooperano ad un dato servizio (Luoghi di cura, Reparti, Enti Esterni, Organizzazioni di Volontariato …) </li></ul></ul><ul><li>La presenza di dati certi consente ai politici e ai manager di definire e fare evolvere le strategie che devono guidare i servizi di emergenza </li></ul><ul><ul><li>Devono essere disponibili strumenti che consentano di operare sui dati raccolti in modo da realizzare indicatori atti a consentire una “pianificazione continua” del servizio </li></ul></ul><ul><ul><li>Devono essere previsti momenti di ri-esame critico del modello in essere, che vedano coinvolti, oltre ai livelli strategici di governo, gli operatori del sistema. </li></ul></ul>
  24. 24. Le risposte alle richieste degli utenti <ul><li>L’efficacia dei servizi di emergenza è uno dei punti che più stanno a cuore ai cittadini, che chiedono servizi sempre migliori </li></ul><ul><li>La mancanza di risorse è un fattore sempre critico per chi deve gestire questi sistemi </li></ul><ul><li>È importante perciò ottimizzare l’utilizzo di TUTTE le risorse disponibili: </li></ul><ul><ul><li>Mezzi </li></ul></ul><ul><ul><li>Attrezzature </li></ul></ul><ul><ul><li>Capacità professionali </li></ul></ul><ul><ul><li>Infrastrutture </li></ul></ul><ul><li>Non solo le risorse “pubbliche” ma anche tutte le realtà di volontariato </li></ul>
  25. 25. Conclusione <ul><li>Lo strumento informatico è una chiave fondamentale per realizzare un sistema efficace ed efficiente di gestione dei servizi extra e intra-ospedalieri </li></ul><ul><li>Non deve perciò essere visto unicamente in chiave tecnologica, ma come strumento per la definizione, l’attuazione e la verifica delle politiche di servizio </li></ul><ul><li>La disponibilità di dati, che consegue all’utilizzo di un sistema integrato è un patrimonio di fondamentale valore, sia per i livelli operativi sia per la direzione strategica </li></ul><ul><li>Il sistema informatico deve crescere con la disponibilità di nuove tecnologie, ma soprattutto con il crescere della rete </li></ul>
  26. 26. Arrivederci a presto! <ul><li>Grazie per l’attenzione </li></ul><ul><li>[email_address] </li></ul><ul><li>[email_address] </li></ul>

×