02 Verona Il Trasporto Ospedaliero

  • 1,876 views
Uploaded on

relazione del dott. Giovanni Cipolotti - Responsabile medico del SUEM provinciale di "Verona Emergenza"

relazione del dott. Giovanni Cipolotti - Responsabile medico del SUEM provinciale di "Verona Emergenza"

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,876
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Il trasporto intra ed inter-ospedaliero: generalità e problematiche operative G. Cipolotti, Direttore SUEM 118 Verona
  • 2. IL SISTEMA DELL’EMERGENZA P.S. EXTRAOSPEDALIERA INTRAOSPEDALIERA
  • 3. RETE OSPEDALIERA DEL VENETO DGRV 3223 / 2002 PPI 7 Dipartimenti di Emergenza e CO 118 44 Pronti soccorso di rete
  • 4. Rete di elisoccorso della regione Veneto
  • 5.
    • Ricezione di circa 140.000 chiamate
    • Invio di circa 60.000 mezzi di soccorso
    • 750 missioni di elisoccorso
    • Gestione dei posti letto di area critica
    • Gestione del taxi sanitario
    • Rapporti operativi con Enti “terzi” (VV.F., Forze dell’Ordine, CNSAS, ecc.)
    Attività del SUEM (anno 2007)
  • 6.
    • Interventi primari
    • Trasporti secondari urgenti
    • Trasferimenti interospedalieri ordinari
    • Trasporti intra-ospedalieri
    Tipologia dei trasporti gestiti dal 118
  • 7. Dati di attività 2007
  • 8.
    • Necessità di “centralizzazione” differita
    • Supporto in caso di aggravamento di un paziente “ordinario”
    • Possibilità di “ricondizionamento” della tipologia di intervento dei mezzi ordinari
    • Controllo sulla spesa
    E’ importante il “controllo” del 118 sulla gestione dei trasporti secondari, urgenti e ordinari?
  • 9.
    • Tipologia dell’equipaggio (quale medico…)
    • Tipologia del mezzo (via terra o via aria…)
    • Tipologia delle attrezzature (livello di monitoraggio da garantire…)
    • Necessità di criteri di utilizzo !!!
    Problematiche relative all’organizzazione dei trasferimenti interospedalieri…
  • 10. Gestione del servizio di trasporto ordinario per l’ULSS 20 e l’Az. Osp. di Verona
    • Il SUEM di Verona, sulla base di una convenzione con le Onlus, organizza il servizio di Trasporto Sanitario ordinario,
    • Il servizio si svolge nell’arco di 6 gg/sett. con l’impiego di 10 mezzi , che garantiscono:
    • Dimissioni
    • Trasporti per esami, pros. cure, trasferimenti, ricoveri ord., dialisi , ecc.
    • Trasporti a scopo trapianto/espianto
    • La direzione operativa è garantita da una C.O. dedicata con un operatore delle Associazioni presente per 12 ore/die
    • Nell’anno 2007 sono stati organizzati 28.000 trasporti
    Costi: € 1.300.000/anno
  • 11. Trasporto intraospedaliero: contesto operativo Ospedale Civile Maggiore Ospedale Policlinico 1017 p.l. 69 U.O. 682 p.l. 52 U.O.
  • 12. Gestione del servizio di trasporto intraospedaliero per l’Azienda Ospedaliera di Verona
    • La PAV Croce Verde di Verona gestisce il servizio dall’inizio degli anni ‘60
    • Il servizio si svolge nell’arco delle 24 ore con l’impiego di 9 mezzi , di cui :
    • 1 ambulanza h24 per il P.S.
    • 1 ambulanza per i trasferimenti fra le due sedi ospedaliere
    • 1 squadra a piedi per i trasf. all’interno dell’O. Policlinico
    • Una C.O. dedicata
    Costi: € 1.000.000/anno
  • 13. I dati di attività del 2006
    • I trasporti effettuati nell’anno 2006 sono stati, in totale 27.000 :
    • 20.100 trasferimenti diurni
    • 5.500 trasferimenti notturni
    • 1.270 trasporti con carattere di urgenza
  • 14.
    • Grosso volume di attività
    • Accesso scarsamente ordinato dai reparti in termini di prenotazione
    • Difficoltà di viabilità interna
    • Necessità di “monitorare” e riconfigurare i servizi
    Problematiche relative all’organizzazione dei trasferimenti intraospedalieri…
  • 15.
    • Sistema informatico dedicato, accessibile dai reparti e servizi, facilmente riconfigurabile
    • Utilizzo di mezzi polivalenti
    • Possibilità di localizzazione di mezzi ed equipaggi
    • Rete di comunicazione dedicata e gerarchizzabile su vari livelli (DECT, radio, GPRS, ecc)
    Soluzioni possibili per razionalizzare un sistema di trasporto intraospedaliero…
  • 16. Grazie per l’attenzione !!!