Your SlideShare is downloading. ×
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Piano di comunicazione (Teatro Sassari)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Piano di comunicazione (Teatro Sassari)

3,362

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
3,362
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
83
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. Università degli studi di Sassari Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea Specialistica: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo Progettazione e comunicazione di eventi Docente : Studenti : prof. Marco Spada Sardu Francesco Usai Giovanni Anno Accademico 2007 / 2008 1
  2. INDICE: 1. INTRODUZIONE 2. OBIETTIVI 3. TARGET DI RIFERIMENTO 4. STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 5. MONITORAGGIO E VALUTAZIONE 6. CONCLUSIONI 2
  3. Promotore Ente Concerti Marialisa De Carolis Città Sassari Target di Ragazzi dai 18-25 anni riferimento Strumento di Indagine qualitativa - intervista faccia a faccia indagine Oggetto del piano di Promozione della stagione lirica 2008 comunicazione Calendario eventi Dal 1/10/2008 al 22/12/2008 1) Avvicinare il pubblico giovanile alla rappresentazione teatrale Obiettivi 2) Promuovere una nuova cultura della partecipazione all’interno dell’”azienda” teatro, rimuovendo gli ostacoli sia di tipo culturale che tecnologico 3) Collaborare con tutti gli attori del territorio (associazioni di categoria, associazioni dei cittadini ecc…) in tutte le fasi, per permettere di creare un lavoro degno di nota . • Stampa Mezzi di • Internet comunicazione • Brochure • Direct mailing • TV e Radio locali 3
  4. 1. INTRODUZIONE Il Piano di comunicazione che si intende definire con questo documento è riferito alla progettazione e pianificazione della stagione lirica di Sassari, organizzata dall’ente concerti Marialisa De Carolis e in programmazione da ottobre a dicembre 2008 al teatro Verdi. In questo elaborato chiariremo punto per punto la struttura: inizieremo a parlare degli obiettivi e di come il nostro piano intenda avvicinare il pubblico giovanile (18-25 anni) al teatro e nella fattispecie all’opera lirica. Continuando nel nostro excursus indicheremo i mezzi di comunicazione da utilizzare per centrare al meglio i nostri obiettivi e quindi dare una conoscenza di base della lirica. Per capire la realtà giovanile e i motivi che portano a una ridotta affluenza dei giovani verso questo tipo di rappresentazione culturale abbiamo formulato una serie di domande a risposta multipla tra gli studenti universitari. Con questo questionario intendiamo arrivare a delle conclusioni significative e ottenere degli elementi per poter proporre una nostra linea di pubblicità dell’evento (stagione lirica). Per arrivare a compiere un lavoro degno di nota effettueremo un monitoraggio, ovvero una verifica del piano, durante l’intera fase di progettazione. Infatti riteniamo importante seguire il procedimento passo dopo passo sino ad arrivare all’effettiva conclusione del piano. Le opere che si prevedono per la stagione lirica 2008/2009 sono: La Bohéme (G. Puccini) La scelta di quest’opera è dovuta alla storia che coinvolge dei giovani ragazzi pieni di sogni e speranze nella quale si intrecciano storie d’amore e drammi esistenziali. Tutti questi elementi ci portano a pensare all’attualità dell’opera ma soprattutto all’immedesimazione del pubblico nei confronti dei protagonisti dell’opera. Otello (G. Verdi) Per quanto riguarda quest’opera è importante sottolineare il tema della gelosia e dell’amore travagliato. Si tratta di elementi ben comuni sia a un pubblico adulto sia 4
  5. (forse maggiormente) a un pubblico più giovane come quello al quale vogliamo rivolgerci. Mefistofele (A. Boito) Riteniamo quest’opera fortemente attuale in quanto la sua morale è riconducibile ai nostri tempi. Metaforicamente il patto con il diavolo rappresenta la ricerca spasmodica e ossessiva del successo attraverso anche dei compromessi, tipica della nostra società contemporanea, specialmente tra i più giovani. 5
  6. 2. OBIETTIVI Gli obiettivi di comunicazione sono stati suddivisi in macro obiettivi ( obiettivi strategici) e in micro obiettivi (obiettivi operativi). Questi ultimi rappresentano i singoli passaggi da realizzare per poter ottenere il macro obiettivo. Ai singoli obiettivi operativi (micro) sono correlati le azioni di comunicazione da avviare, i target/destinatari delle azioni e gli strumenti da utilizzare. I micro obiettivi prevedono specifiche azioni di comunicazione. MACRO OBIETTIVI MICRO OBIETTIVI - Intensificare la pubblicità Rendere visibile l’evento - Format della pubblicità consono a un pubblico giovanile - Eventi correlati Collaborare con altri enti e - Abbonamenti convenienti associazioni - Attirare il pubblico giovanile attraverso Definire un target di riferimento più manifestazioni consone al loro ambiente giovane (18-25 anni) di riferimento (es. rinfresco post- spettacolo) - Consentire l’acquisto del tagliando on- line In particolare il progetto intende: - Avvicinare il pubblico giovanile alla rappresentazione lirica teatrale. - Promuovere una nuova cultura della partecipazione all’interno dell’”azienda” teatro, rimuovendo gli ostacoli sia di tipo culturale che tecnologico. - Collaborare con tutti gli attori del territorio (associazioni di categoria, associazioni dei cittadini ecc…) in tutte le fasi, per permettere di creare un lavoro degno di nota. Per far questo sarà necessario creare un nuovo modo di approccio al teatro e nella fattispecie alla lirica. Cercheremo di incentivare la partecipazione con abbonamenti più o meno convenienti e con eventi direttamente collegati alla rappresentazione stessa. Perché vi sia una buona visibilità è importante che la copertura del piano sia di almeno tre mesi. Con tale periodo, infatti, si ha la possibilità di inserire dei contenuti necessari per la realizzazione di un progetto a lungo termine. 6
  7. Sarà importante pubblicizzare l’evento con tutti i mezzi a disposizione, affinché la visibilità possa permeare nella società nella maniera più completa possibile. 3. TARGET DI RIFERIMENTO Il nostro intento è quello di coinvolgere e far partecipare il maggior numero possibile di ragazzi appartenenti ad una fascia d’età compresa tra i 18 e i 25 anni. Per ottenere questo risultato siamo partiti da una ricerca quantitativa condotta sul campo tramite la compilazione di questionari. Abbiamo raccolto i dati di un campione di 50 ragazzi, scelti tra gli studenti appartenenti all’università degli studi di Sassari. Lo schema proposto è il seguente: DATI ANAGRAFICI : Sesso M F Età …….. Conosci il Teatro Verdi di Sassari? si no Ci sei mai stato? si no Se si per quale evento? cinema teatro Potresti essere interessato ad uno spettacolo teatrale o lirico? si no relativamente Chi ti ha fatto conoscere il teatro? famiglia scuola amici pubblicità altro Hai mai visto dal vivo la rappresentazione di un’opera lirica? 7
  8. si no Se non hai mai visto un’opera, quali sono i motivi? …………………………………………………………………………………………… Ritieni che la sponsorizzazione di questi eventi sia adeguata? si no Secondo il tuo parere perché i giovani non vanno a teatro? …………………………………………………………………………………………… Quali possono essere secondo te degli incentivi per avvicinare i giovani al teatro? …………………………………………………………………………………………… Se dovessi acquistare un biglietto per il teatro ti sarebbe più semplice farlo : direttamente al botteghino tramite internet tramite prenotazione telefonica Dalle risposte a questa intervista si evince che i giovani non conoscono adeguatamente la realtà teatrale (nella fattispecie la lirica) e non usufruiscono di questo servizio. Risulta anche che la maggior parte dei giovani preferiscono impiegare il loro tempo libero con altre forme di intrattenimento, come cinema, concerti, locali notturni etc. Circa il 60% dei giovani intervistati non ha mai visto un’opera lirica. Per la maggior parte delle persone i motivi sono: - Pubblicità inadeguata (scarsa visibilità della cartellonistica nei luoghi più frequentati dai giovani come bar, pub, università etc.); - Interesse relativamente basso per questo tipo di spettacolo; - Per una ristretta minoranza il prezzo del biglietto risulta troppo elevato (alcuni non hanno saputo nemmeno specificare l’effettivo prezzo). 8
  9. - Il 25% degli intervistati ha visto almeno una volta uno spettacolo lirico. Il restante 10% dopo aver visto un’opera lirica è rimasto deluso e non crede di ripetere l’esperienza. Un altro 5% partecipa abitualmente alla stagione lirica. 4. STRUMENTI DI COMUNICAZIONE Dopo aver analizzato il target di riferimento riteniamo che i mezzi per sponsorizzare in maniera efficace e trasparente la nuova stagione lirica siano: 1) Volantinaggio, brochure e cartelloni pubblicitari; questo per ottenere una diffusione capillare della visibilità dell’evento lirico teatrale, anche in quei luoghi maggiormente frequentati dai giovani che altresì non verrebbero raggiunti in maniera adeguata, quali locali d’incontro, scuole, università; 2) Stampa, radio e TV locali con lanci pubblicitari sulle varie emittenti e testate. Tra i vari mezzi, affinché l'operazione abbia un maggior successo, è previsto l'inserimento di vari comunicati stampa per ottenere i seguenti risultati: 9
  10. a) illustrare e favorire la conoscenza delle attività della stagione lirica; b) promuovere l’immagine dell’Ente concerti Marialisa De Carolis e dare visibilità ad eventi d’importanza locale e regionale; c) organizzare incontri ed eventi stampa. Riteniamo che una buona frequenza dei comunicati possa garantire un flusso costante di partecipazione (anche se minimo), ma soprattutto fa si che l’evento sia sempre visibile per il periodo di copertura del progetto. 3) Istituire un Ufficio Stampa che abbia come obiettivo per l’anno 2008 quello di migliorare il rapporto diretto ed immediato con le varie testate giornalistiche operanti sul territorio grazie all’uso di nuove tecnologie. 4) Istituire un sito Web e incentivare l’uso di nuovi strumenti informatici, come la posta elettronica, che consente di avere un contatto più rapido ed efficiente con le varie redazioni giornalistiche, dando maggior chiarezza, semplicità e sinteticità dell’informazione. A questo proposito risulta necessaria una collaborazione costante e continua con coloro che curano il sito Web in modo da rendere efficace il messaggio rivolto all’esterno. 5) Valutare la possibilità di pubblicare una rivista specializzata, con notizie riguardanti l’attività dell’Ente concerti Marialisa De Carolis. 6) Acquisire nuove strategie comunicative e strumenti idonei, con una logica che veda la comunicazione non solo come un diritto o un servizio, ma come un nuovo modo di organizzare gli apparati, semplificare le procedure, migliorare la qualità e l’efficienza delle prestazioni. 5. MONITORAGGIO E VALUTAZIONE Pur essendo indicato come ultimo step, la verifica del Piano è un’operazione che lo deve accompagnare in tutto il suo percorso. La raccolta e l’analisi dei dati qualitativi dovrebbe consentire una valutazione complessiva dei risultati del progetto e fornire elementi utili per il superamento di eventuali punti critici, sviluppi futuri o eventuali interventi correttivi dettati da necessità sopravvenute e successivamente rivelatesi. Le azioni di valutazione saranno quindi sia in itinere, sia al termine del progetto. E’ opportuno distinguere tra i vari livelli di misurazione dell’efficacia del Piano: 10
  11. 1) Raggiungimento degli obiettivi di comunicazione (impatto della comunicazione): si tratta di verificare il livello di diffusione, comprensione ed accettazione dei messaggi. In particolare alla fine del piano, si prevedono delle indagini di tipo qualitativo quali interviste e focus group, per “misurare” il grado di conoscenza del progetto, se la comunicazione ha agito anche in termini di modifiche nei comportamenti e nelle opinioni del pubblico target; 2) Efficienza ed efficacia delle singole azioni di comunicazione (congruenza tra obiettivi e strumenti): a questo livello vanno verificati i funzionamenti dei flussi informativi. La rilevazione ed analisi sarà effettuata in itinere durante tutto il periodo della realizzazione del piano di comunicazione e verrà realizzata attraverso l’osservazione e la somministrazione di questionari di gradimento dei diversi strumenti; 3) Verifica dell’impatto organizzativo: questa verifica attiene in particolare alla coerenza tra le azioni messe in atto e la loro ricaduta sull’andamento complessivo del progetto. Modalità di monitoraggio E’ già possibile ipotizzare alcune azioni utili al monitoraggio ed alla valutazione della Comunicazione. - Verifica della conoscenza del piano da parte dei cittadini e degli operatori attraverso interviste, questionari, ecc.; - Monitoraggio della quantità di mail ricevute; - Monitoraggio delle presenze su portali e periodici telematici; - Monitoraggio della presenza di notizie riguardanti il progetto sulla stampa tradizionale e verifica della produzione di materiale informativo (poster, brochure, gadget). - Verifica del livello di diffusione e conoscenza del progetto, nonché la comprensione dei messaggi; - Monitoraggio del numero di news pubblicate sul portale, e del regolare ed accurato aggiornamento; - Monitoraggio del grado di coinvolgimento, fiducia e motivazione riguardo al progetto all’interno dell’Ente Concerti. 11
  12. 6. CONCLUSIONI In questo paragrafo desideriamo fornire alcune proposte e soluzioni che possano avvicinare il pubblico giovanile di Sassari alla nuova Stagione Lirica 2008. Innanzitutto riteniamo opportuno sottolineare però che il contesto cittadino sassarese in determinate situazioni (soprattutto per quanto riguarda suddetto pubblico) risulta essere poco propenso all’incentivazione e alla divulgazione di tali eventi. Per questo motivo consideriamo molto importante il ruolo della pubblicità, soprattutto quella visiva, in quanto pensiamo che sia opportuno “circondare di lirica” i giovani, affinché siano essi stessi dopo aver ricevuto il messaggio a fungere da strumento di divulgazione all’interno del loro stesso panorama. A questo proposito intendiamo elencare di seguito alcune soluzioni che permettano di realizzare tale approccio: - Sponsorizzazione e promozione della lirica attraverso alcuni eventi correlati alla stagione stessa. Per esempio abbiamo pensato di offrire, per i giovani che acquistano il biglietto di ogni singola opera, un ingresso gratuito in qualsiasi locale notturno di Sassari, utilizzabile nel week-end successivo alla messa in scena delle opere. Si tratterebbe di un pacchetto all inclusive che a nostro modesto parere può incentivare, seppur indirettamente, la partecipazione di una più larga fascia di pubblico giovanile. - Fornire la possibilità, attraverso il mezzo telematico, di acquistare on-line il biglietto per l’ingresso al teatro. Questo perché, attraverso l’uso di un mezzo che per gran parte raccoglie i più grandi consensi tra un pubblico giovanile, riteniamo di acquisire maggior visibilità e di conseguenza promuovere l’acquisto dei tagliandi. - Distribuire abbonamenti particolari destinati solo ed esclusivamente ad un pubblico appartenente alla fascia d’età che va dai 18 ai 25 anni. Inclusi in questi abbonamenti, istituire speciali promozioni che permettano di portare (ad ogni ingresso) un’altra persona (appartenente anch’essa alla stessa fascia d’età) al prezzo simbolico aggiuntivo di 1 euro. - Offrire alla fine di ogni prima della rappresentazione lirica un ricevimento in presenza della compagnia teatrale, che all’occorrenza possa soddisfare le curiosità del pubblico. 12
  13. Un importante momento su cui discutere e attualizzare l’opera, che perciò pensiamo possa fornire un importante contributo alla divulgazione e alla promozione dell’evento. Concludiamo dicendo che la lirica, nonostante la sua difficile presa su un pubblico di questa fascia d’età, ha le potenzialità per diventare un significativo momento culturale utile anche e non solo alla crescita individuale all’interno dell’esperienza collettiva. 13

×