• Save
Capitolo 4 - L'evoluzione dei nuovi media
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Capitolo 4 - L'evoluzione dei nuovi media

on

  • 8,654 views

Capitolo 4 del volume "Psicologia dei Nuovi Media" di Giuseppe Riva, pubblicato dal Mulino, Bologna

Capitolo 4 del volume "Psicologia dei Nuovi Media" di Giuseppe Riva, pubblicato dal Mulino, Bologna

Statistics

Views

Total Views
8,654
Views on SlideShare
8,563
Embed Views
91

Actions

Likes
10
Downloads
0
Comments
0

4 Embeds 91

http://www.cybertherapy.info 44
http://www.aiart.org 22
http://www.slideshare.net 20
http://www.forminrete.it 5

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Capitolo 4 - L'evoluzione dei nuovi media Capitolo 4 - L'evoluzione dei nuovi media Presentation Transcript

  • CAPITOLO 4 L’EVOLUZIONE DEI NUOVI MEDIA
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media
    • 4 tendenze che stanno modificando il panorama dei nuovi media:
    La nascita e lo sviluppo del World Wide Web L’evoluzione dei nuovi media testuali L’elaborazione digitale dell’informazione La digitalizzazione e l’ integrazione dei media tradizionali La fusione tra comunità virtuali e comunità reali
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media 1° trend: LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL WWW L’interfaccia grafica che permette di esplorare in maniera ipermediale i contenuti dei server che formano la rete, tramite
    • un’ INTERFACCIA , basata sull’idea di ipermedia, utilizzata per presentare l’informazione e gestirne il recupero
    • un PROTOCOLLO , capace di realizzare collegamenti attivi a partire da qualunque tipo di informazione in formato digitale (http)
    • un LINGUAGGIO , in grado di permettere la realizzazione di ipermedia che visualizzi e descriva i dati contenuti nei server (html)
    • un CLIENT , in grado di collegarsi a diversi server
  • Il principale risultato di questa nuova interfaccia è l’emergere di nuove opportunità per gli utenti di Internet, distinguendo i Siti in base al tipo di affordance offerta
    • siti INFORMATIVI, che offrono all’utente la possibilità di ottenere una data informazione
    • siti ORIENTATIVI, che offrono all’utente la possibilità di orientare la sua navigazione all’interno del web
    • siti COMUNICATIVI , che offrono all’utente la possibilità
    • di comunicare con altri utenti
    • siti STRUMENTALI , che offrono la possibilità di ottenere
    • un determinato servizio di tipo non informativo e non
    • comunicativo
    Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media I SITI DI RICERCA Nati per categorizzare l’informazione in maniera automatica, prima utilizzavano le parole chiave, ora utilizzano indici di tipo esperienziale:
    • la permanenza degli utenti su un sito
    • la popolarità di un sito
    I primi siti di ricerca nati per il Web nascono nel 1994, e dato il vertiginoso aumento del numero di nuovi siti si è passati ai MOTORI DI RICERCA
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media IL PORTALE Un insieme di siti che hanno come obiettivo quello di essere un punto privilegiato di accesso al web, svolgendo funzioni di:
    • RICERCA , tra i contenuti del web in forma libera e guidata attraverso la catalogazione mediante parole chiave
    • INFORMAZIONE , compiendo scelte editoriali
    • MEDIAZIONE COMMERCIALE , offrendo servizi di compravendita
    • COMUNITA’ VIRTUALI , per promuovere la comunicazione tra i propri utenti
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media GENERALE , per poter attrarre l’interesse del maggior numero di utenti SPECIFICO , per poter offrire informazioni e servizi significativi per il singolo utente Ogni portale si trova davanti alla necessità di essere contemporaneamente Una delle strategie più usate è quella di definire due diverse interfacce, semplice ed avanzata, attivabili liberamente da Internet
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media LA NASCITA DEL SEMANTIC WEB A partire dal concetto di metadato (un’informazione che descrive le caratteristiche e le relazioni di altri dati) e dalla creazione di un nuovo linguaggio, Xml (una sorta di metalinguaggio: un linguaggio per la definizione di altri linguaggi o applicazioni) un’estensione del Web attuale in cui le informazioni sono strutturate con un senso compiuto, in modo da facilitare l’interazione uomo-computer
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media 2° trend: L’ EVOLUZIONE DEI NUOVI MEDIA TESTUALI Le CHAT IPERMEDIALI Le CHAT TESTUALI si evolvono in CHAT GRAFICHE In cui oltre al nickname è presente l’ avatar , un personaggio grafico stilizzato che può muoversi, compiere azioni, esprimere stati d’animo all’interno dell’ambiente virtuale, divenendo Uno strumento strategico per la gestione della comunicazione Un indicatore dell’andamento della relazione tra i soggetti interagenti
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media Le CHAT TESTUALI si evolvono anche in AUDIO/VIDEO CHAT In cui il testo viene integrato e/o sostituito dalla comunicazione vocale o da un collegamento video, consentendo un grande vantaggio dal punto di vista della comunicazione LA RIDUZIONE DELLA RAREFAZIONE DELLA COMUNICAZIONE
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media Il risultato dell’integrazione tra le Chat e la posta elettronica è l’INSTANT MESSAGING Che permette la conversazione sincrona, testuale ed eventualmente anche vocale tra più utenti contemporaneamente collegati a Internet ed inclusi in una lista di persone predefinite, consentendo
    • di scegliere i mittenti dei messaggi impedendo il fenomeno dello spamming
    • di avere garanzie sull’identità dell’interlocutore
    • di segnalare la “presenza” delle persone significative
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media INSTANT MESSAGING Per facilitare l’utilizzo di questo medium in contesti lavorativi, l’ultima generazione di messaggistica istantanea è caratterizzata da:
    • criptazione e autenticazione, per certificare l’identità degli utenti connessi
    • controllo delle interazioni, tramite una gestione centrale degli utenti e l’archiviazione dei messaggi
    • condivisione di applicazioni tra i diversi utenti
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media Il risultato dell’integrazione tra le Chat e la tradizionale navigazione di pagine Web, è dato da Che consentono ai diversi utenti che stanno visitando contemporaneamente una stessa pagina web o uno stesso sito di:
    • comunicare tra loro in tempo reale
    • guidare gli altri interlocutori attraverso il web
    GLI IPERMEDIA CONDIVISI CONSENTONO DI CREARE IMMEDIATAMENTE DELLE COMUNITA’ VIRTUALI GLI IPERMEDIA CONDIVISI
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media Un’altra forma di medium ibrido, considerati dal punto di vista comunicativo una fusione tra i newsgroup e le pagine web Come i newsgroup, possono essere moderati o non moderati, ma a differenza da questi, oltre all’uso dell’interfaccia Web, c’è la modalità di visualizzazione dei commenti.
    • la creazione di contenuti per il blog non richiede ai suoi utenti nessuna conoscenza specifica
    • non è richiesto agli utilizzatori il possesso di un dominio Internet
    • il trasferimento dei contenuti su Internet è gestito in maniera automatica e trasparente
    I BLOG Dove nasce il loro successo?
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media Dal punto di vista psico-sociale il fenomeno dei blog può essere considerato l’espressione di:
    • un desiderio di riappropriazione degli strumenti di comunicazione, da parte degli utenti di Internet
    • la volontà di aprire un dialogo su tematiche significative per l’utente
    Il BLOG rende bidirezionale il processo comunicativo, e grazie all’ asincronia facilita la riflessione e la discussione su tematiche complesse, divenendo un efficace strumento di comunicazione e di marketing efficace strumento di raccolta di opinioni su un prodotto o su un processo in tempo reale
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media 3° trend: LA FUSIONE TRA COMUNITA’ VIRTUALI E COMUNITA’ REALI LE SMART MOBS “ Quei gruppi di soggetti che collaborano tra loro per trarre frutto dalle opportunità offerte dai nuovi media” RETI SOCIALI MOBILI AD HOC Non sono delle vere comunità virtuali, ma diventano comunità, virtuali o reali, solo quando il gruppo diventa l’occasione per raggiungere un obiettivo comune e assume una propria identità
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media LE SMART MOBS RETI SOCIALI MOBILI AD HOC Usando in gruppo i nuovi media i vantaggi che posso ottenere sono più che proporzionali, ma, in accordo con l’ “analisi delle reti sociali”, la possibilità di creare delle smart mobs efficaci è legata alla possibilità di creare dei criteri di controllo Il soggetto è un “nodo” che ha collegamenti (link) con altre persone Ogni nodo non ha una localizzazione fissa ma può spostarsi L’organizzazione della rete non è stabile
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media IL SOCIAL NETWORKING L’uso dei nuovi media per condividere le proprie amicizie Posso interagire con persone che non conosco personalmente con un livello di fiducia sufficiente per poter svolgere attività critiche come il corteggiamento o lo scambio commerciale Si crea così una RETE SOCIALE CHIUSA , nel senso che possono entrare solo le persone invitate, nella quale nessuno è un totale sconosciuto e chiunque è identificabile in quanto “ amico” di qualcun altro
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media 4° trend: LA DIGITALIZZAZIONE E L’INTEGRAZIONE DEI MEDIA TRADIZIONALI , che hanno portato a: La telefonia multimediale La cui ultima evoluzione è rappresentata dallo standard di terza generazione UMTS, che utilizza la commutazione a “pacchetto” ma si differenzia per una maggiore ampiezza di banda e un’interfaccia radio evoluta. Quali vantaggi? La possibilità di effettuare videotelefonate, e di accedere ad Internet con una connessione ad alta velocità E limiti? Dover rinunciare a un cellulare piccolo e leggero, alla durata della batteria…
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media gli SMS multimediali Questi nuovi servizi stanno trasformando il telefono cellulare da Nascono due nuovi protocolli di comunicazione: EMS (che consente di attribuire al testo alcune proprietà di formattazione) e Mms (che consente di scambiare messaggi contenenti tutti i media asincroni disponibili) STRUMENTO PER COMUNICARE CENTRO DI ENTERTAINMENT
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media L’aumento della velocità di trasmissione dei dati ha spinto i produttori di cellulari a cercare di integrare nei propri terminali la possibilità di connettersi ad Internet, attraverso lo sviluppo degli standard Wap e I-mode Internet sul cellulare La loro diversa storia, che ha condotto al successo dell’uno e non dell’altro ci dimostra che La TECNOLOGIA è solo uno degli elementi che entrano in gioco nella relazione tra gli utilizzatori e i media. A fare la differenza è il concetto di AFFORDANCE
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media … fino all’arrivo della TELEVISIONE DIGITALE
    • il miglioramento della qualità di trasmissione sonora e visive
    • l’aumento del numero di canali disponibili, consentendo la trasmissione da 4 a 6 canali per frequenza
    Una tappa di fondamentale importanza nello sviluppo tecnologico dei sistemi televisivi, che offre principalmente 3 vantaggi:
    • la possibilità per l’utente di fruire di servizi interattivi abbinati alle trasmissioni televisive o indipendenti, grazie a un decoder digitale
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media … e della RADIO DIGITALE
    • il miglioramento della qualità del suono
    • mantenimento costante della frequenza di una radio su tutto il territorio nazionale (isofrequenza)
    Che potrebbe offrire ai suoi utenti diversi vantaggi:
    • migliore sfruttamento delle frequenze disponibili
    • servizi aggiuntivi
    Tuttavia, a causa della mancanza di uno standard di riferimento condiviso da tutti gli operatori e dei costi elevati richiesti, la digitalizzazione della radio è più indietro rispetto ad altri media.
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media LIBRO ELETTRONICO
    • il libro in formato elettronico, e più in generale ogni tipo di pubblicazione a stampa realizzata su supporto digitale
    • il formato elettronico nel quale il testo digitale è convertito
    Con cui si intende:
    • il dispositivo di lettura del testo digitale (un personal computer o un palmare dotato di un idoneo programma di lettura)
    Il principale vantaggio offerto è la separazione del contenuto del libro dal supporto fisico che normalmente lo contiene L’ultimo medium tradizionale ad essere toccato dalla spinta della digitalizzazione è la stampa con il diffondersi del
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media Dallo scenario delineato risulta una rivoluzione in atto nel mondo dei media: … oltre il dibattito tra “teleputer” e “compuvision”, per cui Grazie alla pervasività di Internet si potranno usare tecnologie diverse per soddisfare la domanda di uno stesso servizio comunicativo La completa separazione tra tecnologia e informazione
    • da una parte il televisore ha iniziato ad integrare la capacità elaborative e interattive del computer, trasformandosi in “teleputer”
    • dall’altra il computer ha iniziato ad acquisire le capacità di elaborazione e visualizzazione di contenuti video, evolvendosi verso il “compuvision”
  • Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo IV. L’evoluzione dei nuovi media Quali VANTAGGI per gli utenti? La sfida vera, oltre le componenti tecnologiche già esistenti, diventa LA DEFINIZIONE DI UN’INTERFACCIA REALMENTE USABILE , CHE CONSENTA ALL’UTENTE DI SFRUTTARE LE OPPORTUNITA’ OFFERTE DAL NUOVO SCENARIO La libera scelta del medium preferito può restituire all’utente quella centralità nella comunicazione che i mass media avevano tolto