Capitolo 1 - L'emergere dei nuovi media

  • 3,675 views
Uploaded on

Capitolo 1 del volume "Psicologia dei Nuovi Media" di Giuseppe Riva, pubblicato dal Mulino, Bologna

Capitolo 1 del volume "Psicologia dei Nuovi Media" di Giuseppe Riva, pubblicato dal Mulino, Bologna

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
3,675
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
5

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. CAPITOLO 1 L’EMERGERE DEI NUOVI MEDIA
  • 2. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media Dalla COMUNICAZIONE FACCIA A FACCIA … Solitamente caratterizzata da: … alla COMUNICAZIONE MEDIATA dai media
    • Una struttura dialogica
    • Una molteplicità di canali comunicativi
    e in particolare dai NUOVI MEDIA
  • 3. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media Anolli identifica 5 assunzioni che caratterizzano il processo comunicativo
    • il significato rappresenta l’esito locale di un continuo
    • processo di negoziazione
    • il significato non costituisce una entità mentale e sociale
    • omogenea e statica, ma una realtà eterogenea e flessibile
    • non esiste un unico sistema di significazione (il linguaggio)
    • ma diversi (verbale e non verbale)
    • ognuno di tali sistemi ha una relativa autonomia
    • il significato finale è generato dalla convergenza tra
    • i diversi sistemi di significazione e segnalazione
  • 4. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media L’attuale posizione della psicologia nei confronti dei processi comunicativi è che La comunicazione è un processo di co-costruzione del significato che avviene nel “qui e ora” della conversazione e che vede come co-attori il parlante ed i suoi interlocutori La cui principale conseguenza è che LA COMUNICAZIONE NON E’ MAI INDIPENDENTE DAL CONTESTO IN CUI SI E’ INSERITI
  • 5. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media
    • facilitano il processo di comunicazione, superando i limiti imposti dal faccia-a-faccia
    • sostituiscono l’esperienza diretta, ponendosi “in mezzo” tra i soggetti interagenti
    Le 2 facce dei MEDIA … dando luogo a 2 tipi di esperienze mediate L’interazione mediata L’interazione quasi-mediata
  • 6. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media La Comunicazione Mediata da Computer (CMC) introduce una ulteriore forma di interazione L’INTERAZIONE QUASI MEDIATA IPERMEDIALE In cui, rispetto alla comunicazione quasi-mediata:
    • il soggetto ricevente non è più passivo
    • c’è la possibilità di utilizzare un numero maggiore
    • di canali comunicativi
  • 7. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media Ciascun MEDIUM si caratterizza per 3 dimensioni , che stanno tra loro in rapporto dialettico FISICA Include l’insieme delle caratteristiche naturali del medium SIMBOLICA PRAGMATICA Include l’insieme dei significati convenzionali espressi attraverso il medium Include l’insieme dei comportamenti con cui gli utilizzatori comunicano attraverso il medium
  • 8. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media
    • Richiede l’acquisizione di nuove “ convenzioni ” per adattare il processo comunicativo alle caratteristiche del medium
    1.Introduce nell’interazione nuove caratteristiche che sono “ naturali ”(intrinseche) del medium stesso L’INTRODUZIONE DI UN MEDIUM NELLA RELAZIONE TRA I SOGGETTI INTERAGENTI ALTERA LA RELAZIONE TRA SIGNIFICATO NATURALE E SIGNIFICATO CONVENZIONALE IN DUE SENSI: Portando quindi a una RICONFIGURAZIONE DELLE OPPORTUNITA’ DI MEDIAZIONE CULTURALE a disposizione dei suoi utenti
  • 9. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media Il medium rimuove dall’interazione il corpo e i significati che questo porta con sé, rendendo IL SOGGETTO “DISINCARNATO” ( DISEMBODIED ) PER SUO INTERLOCUTORE
    • il soggetto è, per i propri interlocutori, quello che
    • comunica (il messaggio è soggetto)
    • il messaggio comunicativo si separa dal soggetto
    • ed acquisisce una propria autonomia e stabilità
  • 10. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media Ma cosa intendiamo per ANALOGICO E DIGITALE ?
    • con rappresentazione ANALOGICA intendiamo un
    • procedimento che rappresenta un fenomeno con continuità
    • con rappresentazione DIGITALE intendiamo un
    • Procedimento che rappresenta un fenomeno in maniera
    • discontinua
    … sono due i passaggi richiesti dal processo di digitalizzazione Il campionamento La quantificazione Definiamo NUOVI MEDIA l’insieme dei mezzi di comunicazione che utilizzano il linguaggio digitale nella codifica delle informazioni.
  • 11. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media I due principali strumenti di elaborazione dell’informazione INTERNET Principali caratteristiche: Per collaborare utilizzano un protocollo di comunicazione (es. HTTP, SMTP, FTP)
    • Standard di comunicazione dati TCP/IP
    • URL
    • Architettura client - server
  • 12. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media Allargando il numero E la quantità dei servizi disponibili Passando dalla Commutazione a circuito a quella a pacchetto Aumentando la Capacità di trasmissione E-TACS GSM GPRS EDGE Dalla telefonia mobile di prima generazione … … a quella digitale di seconda generazione Passando per diversi standard : IL TELEFONO CELLULARE
  • 13. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media L’elaborazione digitale dell’informazione ha almeno 4 VANTAGGI:
    • più facile memorizzazione dell’informazione
    • più facile modificazione dell’informazione
    • più facile integrazione tra i diversi canali
    • trasmissione dell’informazione meno sensibile
    • alla presenza dei disturbi
  • 14. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media L’impiego di rappresentazioni numeriche per trasmettere l’informazione è sicuramente la principale caratteristica dei nuovi media, ma è possibile identificare altre 4 caratteristiche proprie dei NUOVI MEDIA
    • MODULARITA’
    • VARIABILITA’
    • INTERATTIVITA’
    4. AUTOMAZIONE
  • 15. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media LA MODULARITA’
    • Consente di riutilizzare più volte lo stesso contenuto senza
    • problemi
    • Completa il processo di separazione dei contenuti dal
    • supporto fisico del medium
    La cui principale conseguenza è che Gli utenti percepiscono sempre più i contenuti come entità astratte, virtuali e sono per questo sempre meno disposti a pagarli
  • 16. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media 3 sono le strade scelte per modificare il rapporto PRODUTTORE-UTENTE
    • la possibilità da parte dell’utente di comprare
    • esattamente il contenuto da lui richiesto
    • la possibilità da parte dell’utente di pagare non il
    • singolo contenuto ma piuttosto l’utilizzo per un
    • periodo di tempo definito di tutti i contenuti possibili
    • la possibilità da parte dell’utente di provare il
    • contenuto, almeno in forma parziale, prima di
    • acquistarlo
  • 17. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media LA VARIABILITA ’
    • Consente di modificare più facilmente lo stesso
    • contenuto producendo molte versioni dello stesso
    • oggetto
    • Permette di accedere agli stessi contenuti attraverso
    • delle interfacce differenti
    Per interfaccia intendiamo l’insieme delle caratteristiche del medium che si pone in mezzo tra i diversi utenti consentendo loro di raggiungere il proprio obiettivo
  • 18. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media L’ INTERATTIVITA’ La fruizione del contenuto è lasciata libera all’utente mediante l’interazione Da una parte , L’interazione diretta viene garantita dalla possibilità di comunicare in modalità sincrona o asincrona Dall’altra , quando questo non è possibile, i nuovi media prendono la forma di ipermedia
  • 19. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media L’AUTOMAZIONE La natura numerica del nuovo medium permette al medium di svolgere in modo automatico una serie di operazioni sui propri contenuti. Ciò attraverso Un’automazione di basso Livello , il cui obiettivo è migliorare un contenuto per l’utente in maniera trasparente Un’automazione di alto livello , il cui obiettivo è la realizzazione di “agenti intelligenti” in grado di filtrare i contenuti secondo le indicazioni dell’utente
  • 20. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media L’INFLUENZA DEI NUOVI MEDIA Da una parte, la diffusione e l’uso dei nuovi media ha introdotto nuovi modelli di comunicazione Dall’altra, ha anche trasformato il rapporto esistente tra soggetto e tecnologie informatiche LA PSICOLOGIA DEI NUOVI MEDIA NON PUO’ PRESCINDERE DALLE AFFORDANCE/OPPORTUNITA’ OFFERTE DAL MEDIUM E DALLE CONSEGUENZE PSICOSOCIALI DA ESSE INDOTTE
  • 21. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media All’interno di questo scenario la CIBERPSICOLOGIA ha come obiettivo centrale
    • lo STUDIO
    • la COMPRENSIONE
    • la PREVISIONE
    • l’ ATTIVAZIONE
    dei PROCESSI DI CAMBIAMENTO, che hanno la loro principale origine con i nuovi media comunicativi Differenziandosi da altre discipline, come sociologia, pedagogia, semiotica e pragmatica dei nuovi media
  • 22. Riva, Psicologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna Capitolo I. L’emergere dei nuovi media Possiamo definire l ’AFFORDANCE come L’opportunità d’azione (o di inibizione) fornita dall’ambiente all’individuo In pratica il soggetto può scegliere, in base ai propri obiettivi, il tipo di proprietà più utile a lui tra quelle che un oggetto è in grado di offrire. Il livello d’utilità è legato, oltre che al tipo di obiettivo, alla struttura fisica del soggetto ( affordance diretta ), al significato ( affordance mediata ) attribuito all’oggetto e al contesto in cui è collocato.