Your SlideShare is downloading. ×
Presentazioneprogettobellesini Ok
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Presentazioneprogettobellesini Ok

350
views

Published on

Published in: Education, Technology

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
350
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Progetto
    • Nell’ambito dei percorsi avanzati Didapat svolti da
    • alcuni docenti della scuola, la primaria Bellesini sta
    • sviluppando un proprio AVAC (Ambiente Virtuale di
    • Apprendimento) appoggiandosi alla piattaforma per
    • l’e-learning sviluppata da Edulife attraverso
    • l’integrazione di due soluzioni open source per l’e-learning:
    • Moodle e Joomla.
    • Lo stesso progetto sta prendendo avvio nella primaria di
    • Sopramonte che fa parte dello stesso Istituto Comprensivo
    • Trento 6.
  • 2. Staff di progetto per la scuola Bellesini
    • Tiziana Dalrì
    • Lucia Cereghini
    • Francesco Cereghini
    • Renata Benedetti
    per la scuola Pertini di Sopramonte Franca Nardelli
  • 3. Lucia Cereghini Renata Benedetti Tiziana Dalrì
  • 4. Questa è la home page aperta a tutti con il bel logo risultante da un concorso di disegno indetto per le classi della secondaria di primo grado dell’I.C. Trento 6
  • 5.
    • L’area pubblica della home page designata a fornire un profilo della scuola e a condividere i progetti che vi si svolgono cede spazio all’area riservata dopo aver effettuato il login con il proprio nome utente e password.
    • Ad ogni profilo utente corrisponde un’area designata: alunni, genitori, docenti.
    L’AVAC
  • 6. AREE RISERVATE A seconda del profilo assegnato, si visualizzeranno solo le aree di pertinenza
  • 7. L’alunno accederà alla propria area cliccando sull’immagine festosa a sinistra e nello spazio centrale vedrà comparire la propria classe di appartenenza, con l’elenco delle materie di apprendimento
  • 8. Per l’italiano della classe prima si propongono una serie di giochini in flash quale spazio ludico di ripasso/approfondimento a scuola e da casa.
  • 9. Per la matematica vengono pubblicati pdf riportanti schede con disegni sempre per un ripasso ludico dei contenuti appresi a scuola. L’alunno da casa può salvare il file, eseguire l’esercizio proposto e ricaricare il file per essere corretto o commentato dal docente.
  • 10. Per le scienze ecco pubblicati i ppt utilizzati dal docente nel corso delle sue lezioni. Gli alunni possono rivedere con calma i contenuti appresi in classe ed i genitori tener traccia della progressione del curricolo.
  • 11. Un esempio di powerpoint di scienze.
  • 12. Contenuti più avanzati per classi più avanzate! Interessante l’idea di utilizzare l’area riservata alla 4a per avviare un percorso di curricolo verticale con la scuola media. Il percorso consiste nel dare ospitalità al Prof. Felix Klein il quale sfida gli alunni a risolvere problemi di logica e a partecipare a rally di matematica vertenti su competenze per la secondaria di primo grado.
  • 13. Altro esempio di utilizzo dell’area scientifica. Si riportano le mappe concettuali create insieme in classe onde agevolare lo studio degli argomenti affrontati.
  • 14. Non sia mai però che l’avac sia di dominio esclusivo dei materiali dei docenti! Ecco la pubblicazione/condivisione delle presentazioni powerpoint sviluppate dagli alunni quale esito delle loro ricerche su argomenti scientifici. Altro che invertebrati!
  • 15. Poiché l’ambiente funge anche da supporto allo studio pomeridiano, perché non fornire per ogni lezione svolta una breve traccia di quanto scoperto nonché indicazioni chiare per i compiti da svolgere? Ottima gestione del rapporto anche con gli alunni assenti!
  • 16. Ecco un’altra modalità di interazione con gli alunni assenti: in un’area a loro dedicata possono trovare i compiti e le comunicazioni degli insegnanti
  • 17. La flessibilità dell’ambiente consente di incorporare strumenti del web gratuiti per la realizzazione di libri digitali. Ad esempio, il libro creato in maniera collaborativa dai bambini, può essere sfogliato direttamente online.
  • 18. Anche altri prodotti, disegni e artefatti, possono essere condivisi online. E’ interessante la possibilità di commentare le creazioni altrui all’insegna del reciproco apprezzamento.
  • 19. Ecco come appaiono commenti e valutazioni espresse in numero di stelline nella videata corrispondente.
  • 20. Davvero speciale lo zainetto dei ricordi per poter ripercorrere anche a distanza di tempo le esperienze maturate fuori dall’aula scolastica.
  • 21. Nell’area a loro riservata i docenti della scuola possono trovare una utile raccolta di siti didattici a cui accedere.
  • 22. I docenti possono anche interagire in un forum di discussione su argomenti didattici o tecnici.
  • 23.
    • I genitori sono stati coinvolti nel progetto attraverso 4 incontri per gruppi di 12 genitori nel corso dei quali sono stati resi operativi in postazioni computer utente con accesso all’avac Bellesini http:// didapat.net / bellesini .
    • I genitori sono stati informati sulle molteplici opportunità didattiche offerte dalle nuove tecnologie e guidati a comprendere l’uso e le funzioni dell’ avac.
    • Il team di progetto riferisce di un feedback molto positivo.
  • 24. L’area per i genitori offre tra le altre cose spazi utili di scambio di opinioni, idee, proposte a distanza.
  • 25. Le comunicazioni scuola-famiglia sono altrettanto utilmente gestite attraverso l’avac. Il calendario ne è una riprova.
  • 26. Naturalmente, per consentire la fruizione dei contenuti da casa, occorre prevedere degli applicativi di supporto che non tutti potrebbero avere già in dotazione nel proprio computer. Genitori e docenti trovano nell’avac le indicazioni per scaricare gli applicativi.
  • 27.
    • Gli obiettivi che il team di progetto si è dato per i prossimi mesi sono:
    • completare il sito istituzionale dell’IC TRENTO 6 (già visualizzabile nel suo aspetto provvisorio all’indirizzo http://www.istitutocomprensivotrento6.it ) con i link alle varie piattaforme dei singoli plessi;
    • creare “le scatole vuote” delle piattaforme e-learning per ogni scuola facente capo all’Istituto Comprensivo in modo che siano pronte per l’avvio del nuovo anno scolastico – si tratta di ben 7 avac;
    • dare supporto tecnico sotto forma di tutoraggio ai singoli docenti interessati a fare uso degli AVAC e ai futuri referenti delle scuole. L’idea di fondo consiste nello strutturare gli AVAC in modo tale che i docenti meno competenti in ambito informatico non si spaventino ma si rendano conto, anzi, che basterà attenersi ad alcune procedure molto semplici e fisse per dare vita alle aree a loro assegnate. Il gruppo di progetto provvederà a tal fine a mettere a disposizione dei tutoriali stampati di riferimento in aggiunta al percorso di tutoraggio offerto.
  • 28. Il sito istituzionale in fase di realizzazione su CMS Joomla.
  • 29. Link all’avac della secondaria “Manzoni” a partire dalla home page del sito del comprensivo Trento 6. Link al portale delle scuole a partire dalla homepage del sito del Comprensivo 6
  • 30.
    • La Dirigente, Dott.ssa Elina Massimo, si dichiara molto soddisfatta dell’impegno profuso e della ricaduta dell’investimento formativo sui docenti. L’ampia disseminazione delle competenze e conoscenze acquisite e la creazione di figure di riferimento per ogni istituto scolastico, obiettivi primi dei corsi Didapat di livello avanzato, stanno qui raggiungendo il loro compimento. Un distacco dall’attività di docenza per uno dei responsabili del team di progetto si configura come passo successivo indispensabile affinché il triplice target possa essere raggiunto.